Jump to content

House of the Dragon, Episodio 1x09


Recommended Posts

Vista. Nel complesso come puntata mi è piaciuta abbastanza.

Cose che ho apprezzato:

-Le musiche, finalmente all'altezza. Stavolta Djavadi ha fatto un buon lavoro, dimostrando come la colonna sonora, quando funziona, rimanga uno dei punti di forza di questa serie così come lo era di GoT.

-Aegon e Aemond. Mi piace il modo in cui stanno sviluppando i due personaggi, e Aemond si candida decisamente al ruolo di maschio più intrigante della serie finchè Daemon rimane imborghesito e un po' bolso come è diventato ultimamente (ma ritornerà quello di prima, vero? Ditemi di sì)

-La squinternata dei ragni me fa murì. Pure sul mezzopunto li ricama :D

Per il resto:

-Che Alicent sia un po' meno matrigna cattiva mi piace, non amo i personaggi monodimensionali. Per me ci sta anche che caschi dal pero e obietti quando le presentano il piano per incoronare Aegon già bello che fatto: non perchè non sia d'accordo, ma perchè lei era convinta di fare chissà che cosa andando a raccontare la rivelazione e invece scopre che tutti si sono da tempo organizzati ben al di là di quello che prevedeva lei e insomma, capisce di contare dopotutto come il due di picche. Ci rimane male, e ha senso.

-Mi ha sorpreso, non conoscendo il libro, la scena di Larys feticista. Non perchè non sia in carattere con lui ma perchè trovo che non lo sia granchè con Alicent, perlomeno non con la Alicent della serie (probabilmente con quella dal libro di più).

-Scena finale. Come idea in generale m'è piaciuta, era prevedibile date le premesse che Rhaenys se la filasse in groppa al drago e ogni tanto una scena un po' cazzuta ci vuole. Mi aspettavo però che semplicemente lei riuscisse a recuperarlo e volasse via, lasciando tutti con un palmo di naso: così come è stata fatta non ha senso, lei che si para davanti all'allegra famigliola e in pratica dice "potrei sterminarvi tutti e invece sono brava e non lo faccio". Che speranza di trattativa avrebbe mai potuto avere, con le serpi che l'avevano messa sotto chiave e che palesemente l'avrebbero eliminata quanto prima? Incenerirli sarebbe stata la cosa più ovvia. Naturalmente non potevano farglielo fare, ma allora la scena andava costruita diversamente.

-Ho fatto torto a Jon Snow dicendo che Criston Cole gli assomiglia. Questo è molto più idiota, davvero un bruto senza cervello.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 110
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

10 ore fa, ziowalter1973 ha scritto:

ma perchè i soldati dopo che è entrato il drago vogliono chiudere a tutti i costi le porte? 

Io l'ho interpretata come, dal punto di vista dei soldati, ci è stato dato l'ordine di radunare tutta la popolazione di Approdo alla Fossa del Drago, non possiamo fargli uscire. Inquadrano proprio un paio di momenti in cui cercano di contenere le persone che ammassate alle porte escono. Chiudendole lo avrebbero impedito

Link to post
Share on other sites

La scena di Rhaenys che non arrosstisce tutti ha senso sotto molteplici punti di vista.

 

1. Potevano sgozzarla nel sonno due minuti dopo la morte di Viserys, anche quello avrebbe avuto molto senso.

Invece l'hanno trattata con dignità e addirittura proposto un'alleanza. Rispetta Alicent e la rispetta ancora di più dopo aver visto che non indietreggia per proteggere il figlio.

In quanto donna orgogliosa la onorevole, è perfettamente coerente che mandi il messaggio "ora siamo pari, me ne vado e non rompetemi le palle e/o ci rivedremo per una resa dei conti ad armi pari"

 

2. Lei odia, o comunque certo non ama, Daemon e Rhaenyra. Li ritiene, giustamente, pericolosi e inaffidabili,  subdoli assassini, spergiuri e ambiziosi mentitori.

La sua posizione è quella di un partito di minoranza italiano. Il suo status migliora e può incidere nei limiti in cui può fungere da ago della bilancia tra i due partiti maggiori.

Ora, se ammazza tutta l'allegra combriccola di Aegon, la sua posizione peggiora, perché Daemon/Rhaenyra a questo punto si insediano senza rivali e possono anche darla in pasto ai loro draghi se vogliono.

Fintantoché lei e il suo drago possono fare la differenza, ha potere contrattuale per fare rivendicazioni importanti su Driftmark e non solo.

 

3. Il colpo di Stato, per come gestito da Alicent, è stato assolutamente soft e pacifista. Non è successo nulla di irreparabile. Un compromesso è possibile. Un accordo che soddisfi tutti mantenendo la pace, senza innescare vendette o rancori (anche semplicemente del clero + hightower) e distruggendo la legittimità della dinastia e dei meccanismi di successione. Si parla pur sempre di uccidere il Re formalmente legittimo, e appena incoronato con tutte le sacre benedizioni, l'intero Concilio ristretto, la guardia reale e via discorrendo 

 

Bisogna mettersi nell'ottica di gente che viene da 100 anni di pace assoluta, ordine e assenza di spargimenti di sangue, e non da 15 anni di re folli, ribellioni e guerre civili. 

Si è molto più restii a risolvere con inaudita e feroce violenza situazioni che possono ancora essere gestite con diplomazia o furbizia. 

Link to post
Share on other sites

Dì la verità, hai scritto tu la scena.

 

@Pongila scena dei piedi ha sorpreso tutti, è un'invenzione dello show.

Alicent che casca dal pero fa ridere perché, fra le altre cose, sono 10 anni che suo padre le dice che Rhaenyra avrebbe ucciso i suoi figli. Cosa pensava che avrebbe fatto lui per difendere la posizione di Aegon?

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ser Balon Swann ha scritto:

2. Lei odia, o comunque certo non ama, Daemon e Rhaenyra. Li ritiene, giustamente, pericolosi e inaffidabili,  subdoli assassini, spergiuri e ambiziosi mentitori.

La sua posizione è quella di un partito di minoranza italiano. Il suo status migliora e può incidere nei limiti in cui può fungere da ago della bilancia tra i due partiti maggiori.

Ora, se ammazza tutta l'allegra combriccola di Aegon, la sua posizione peggiora, perché Daemon/Rhaenyra a questo punto si insediano senza rivali e possono anche darla in pasto ai loro draghi se vogliono.

Fintantoché lei e il suo drago possono fare la differenza, ha potere contrattuale per fare rivendicazioni importanti su Driftmark e non solo.

 

Il problema è che Rhaenys, per quanto possa non amare Rhaenyra e Daemon, è loro alleata, e le sue nipoti sono promosse ai figli di Rhaenyra e "Laenor". Non uccidendo i Verdi ha messo anche i ragazzi in pericolo. Rhaenys ha parlato con Alicent, ma non può sapere cosa hanno in mente gli uomini dei Verdi, in particolare Aegon II, Otto ed Aemond.

 

Capirei la decisione di Rhaenys se il suo ragionamento fosse stato: "Non spetta a me decidere, ma a Rhaenyra, in quanto erede designata".

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ser Balon Swann ha scritto:

La scena di Rhaenys che non arrosstisce tutti ha senso sotto molteplici punti di vista.

 

1. Potevano sgozzarla nel sonno due minuti dopo la morte di Viserys, anche quello avrebbe avuto molto senso.

Invece l'hanno trattata con dignità e addirittura proposto un'alleanza. Rispetta Alicent e la rispetta ancora di più dopo aver visto che non indietreggia per proteggere il figlio.

In quanto donna orgogliosa la onorevole, è perfettamente coerente che mandi il messaggio "ora siamo pari, me ne vado e non rompetemi le palle e/o ci rivedremo per una resa dei conti ad armi pari"

 

2. Lei odia, o comunque certo non ama, Daemon e Rhaenyra. Li ritiene, giustamente, pericolosi e inaffidabili,  subdoli assassini, spergiuri e ambiziosi mentitori.

La sua posizione è quella di un partito di minoranza italiano. Il suo status migliora e può incidere nei limiti in cui può fungere da ago della bilancia tra i due partiti maggiori.

Ora, se ammazza tutta l'allegra combriccola di Aegon, la sua posizione peggiora, perché Daemon/Rhaenyra a questo punto si insediano senza rivali e possono anche darla in pasto ai loro draghi se vogliono.

Fintantoché lei e il suo drago possono fare la differenza, ha potere contrattuale per fare rivendicazioni importanti su Driftmark e non solo.

 

3. Il colpo di Stato, per come gestito da Alicent, è stato assolutamente soft e pacifista. Non è successo nulla di irreparabile. Un compromesso è possibile. Un accordo che soddisfi tutti mantenendo la pace, senza innescare vendette o rancori (anche semplicemente del clero + hightower) e distruggendo la legittimità della dinastia e dei meccanismi di successione. Si parla pur sempre di uccidere il Re formalmente legittimo, e appena incoronato con tutte le sacre benedizioni, l'intero Concilio ristretto, la guardia reale e via discorrendo 

Non sono molto d'accordo su questa visione delle cose. Tanto per cominciare a me pare che a lei sia stato fatto, in pratica, lo stesso discorso fatto a tutti gli altri: o pieghi il ginocchio, o ti facciamo fuori. Solo fatto con più rispetto perché lei conta di più, ma cosa cambia? Oltretutto sarebbe stupida a pensare che una proposta fatta da Alicent sia affidabile, quando dovrebbe sapere fin troppo bene che chi ha realmente il potere è Otto. 

Per quanto riguarda i suo rapporti con Rhaenyra, anche qui mi permetto di dubitare che sia una buona idea tornare da lei avendo avuto la possibilità di arrostire l'usurpatore e non avendolo fatto: come minimo Rhaenyra potrebbe pensare che lei non ha deciso da che parte stare. 

Le avesse risolto tutti i problemi, sì che sarebbe stata in una posizione di forza per rivendicare Driftmark. In questo modo si affida, secondo voi, alla speranza di una trattativa diplomatica, ma con quali premesse? Che accordo diplomatico ci potrebbe mai essere tra quella serpe di Otto e quel cretino di Aegon da un lato, e le due teste calde Rhaenyra e Daemon dall'altro? 

Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, Jacaerys Velaryon ha scritto:

 

Il problema è che Rhaenys, per quanto possa non amare Rhaenyra e Daemon, è loro alleata, e le sue nipoti sono promosse ai figli di Rhaenyra e "Laenor". Non uccidendo i Verdi ha messo anche i ragazzi in pericolo. Rhaenys ha parlato con Alicent, ma non può sapere cosa hanno in mente gli uomini dei Verdi, in particolare Aegon II, Otto ed Aemond.

 

Capirei la decisione di Rhaenys se il suo ragionamento fosse stato: "Non spetta a me decidere, ma a Rhaenyra, in quanto erede designata".

 

 

Rhaenyra per quanto ne sa lei, ha fatto uccidere Leanor. In barba ad alleanze e promesse.

Daemon ha ucciso la prima moglie. Non ci sono prove ma non può non sospettarlo. Inoltre è totalmente pazzo e imprevedibile.

Così come potrebbe anche sospettare Rhaenyra per la morte di Harwin Strong, unico a poterla incriminare con una testimonianza diretta.

La loro parola è carta igienica buona per pulire la caccona di sunfyre e poco altro.

 

È assolutamente sensato che che ci pensi non una ma dieci volte prima di fare il lavoro sporco per loro e consegnare alla coppia che scoppia il potere assoluto.

Con il rischio la usino come capro espiatorio o semplicemente la liquidino per non avere fastidi e rivali.

 

Noi spettatori sappiamo che non sono così male, ma dal punto di vista di Rhaenys, sulla base di quello che sa, sospetta o pensa di sapere, sono ben più pericolosi, crudeli e inaffidabili della cricca di Alicent.

Quindi ci sta totalmente che non si metta in prima linea per loro e gli regali il regno così, aggratis,  senza prima ottenere garanzie, tutele e ricompense.

Link to post
Share on other sites

Hanno inserito quella scena solo perché faceva figo, e Rhaenys non ha arrostito tutti perché Alicent s'è messa davanti ad Aegon.

https://www.hollywoodreporter.com/tv/tv-news/house-of-the-dragon-episode-9-eve-best-dragon-1235242118/

 

Tutta quella sequenza è idiota, Rhaenys poteva tranquillamente andarsene senza combinare quel macello (ci sono diverse uscite dal Dragonpit, ce le hanno mostrate in un episodio precedente) e senza quel ridicolo scambio di sguardi con i Verdi.

L'unica cosa lontanamente positiva è che così hanno posto le basi per l'odio della popolazione verso i draghi. A spese dell'intelligenza di Rhaenys, purtroppo.

Link to post
Share on other sites

Ma infatti. "Erano tutti distratti per l'incoronazione e sono riuscita a recuperare il drago e filarmela" ha senso, e non la pone in sospetto di doppiogiochismo. Ma così? Oltretutto rischiando, con tutte le guardie che ci sono, che mentre perde tempo a fare le faccette a Alicent qualcuno riesca a centrarla in testa con una freccia, e addio Rhaenys? 

In ogni caso questa era un'occasione sicura che non avrà mai più, quindi non avrebbe senso dire a Rhaenyra "prima mi date delle garanzie e poi io ve li uccido". 

Poteva scegliere, ha scelto di non farlo perché per motivi di trama non poteva essere diversamente, ma dal punto di vista logico non ha il minimo senso. 

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gedeont ha scritto:

Alicent che casca dal pero fa ridere perché, fra le altre cose, sono 10 anni che suo padre le dice che Rhaenyra avrebbe ucciso i suoi figli.

 

Lei stessa in un'episodio precedente diceva ad Aegon che se Rhaenyra fosse salita al trono come prima cosa l'avrebbe tolto di mezzo. Devono decidersi, o Alicent è superiore a violenza e caos "in-quanto-donna" (è pur sempre una serie contro il patriarcato, no?) oppure è conscia che a quel gioco o si vince o si muore ed è disposta ad impegnarsi per vincere. Ora come ora, al netto della bravura della Cook e di un livello di scrittura generalmente buono, non le stanno facendo fare proprio una gran figura.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Gedeont ha scritto:

Tutta quella sequenza è idiota, Rhaenys poteva tranquillamente andarsene senza combinare quel macello (ci sono diverse uscite dal Dragonpit, ce le hanno mostrate in un episodio precedente) e senza quel ridicolo scambio di sguardi con i Verdi.

L'unica cosa lontanamente positiva è che così hanno posto le basi per l'odio della popolazione verso i draghi. A spese dell'intelligenza di Rhaenys, purtroppo.

Assumi che le uscite fossero libere e non sorvegliate.

Considerato che il drago di Rhaenys era "prigioniero", è possibile che ci fosse sorveglianza extra agli ingressi principali per impedire l'eventuale ricongiungimento dei due (considerato che potrebbero aver saputo della sua fuga e preso contromisure)

Non sappiamo come ha fatto a "impossessarsi" del dragonzo, se fosse sotto pressione, se ci sia stato un qualche tipo di colluttazione.

Assumi che non volesse effettivamente dare un segnale della serie "non vi temo, sono cazzuta, occhio" anche a costo di spaccicare qualche plebeo.

 

 

"HESS I think she just can’t do it. It’s not her war. The fight is between these two sides and she’s kind of not in it. She doesn’t feel like she’s the one to come in and do that."

 

Perfetto.

 

 

 

Su internet sto notando sempre più spesso questa tendenza a criticare la verosimiglianza di serie, film o videogiochi sulla base della versione più probabile e lineare dei fatti.

Si assume cioè che le condizioni siano le più semplici e intuitive, "riempiendo" il non detto e il non specificato con la versione che si ritiene più probabile e verosimile, e si critica ogni sviluppo di trama che non sia coerente e compatibile con questo "quadro stilizzato" che si e arbitrariamente calato dall'alto.

 

Tale metodo è logicamente fallato.

 

Il non detto e il non specificato non va riempito. Va lasciato non detto e non specificato, potenzialmente riempibile con qualsivoglia spiegazione e circostanza astrattamente possibile. Dalla più probabile e immediata alla più strana e improbabile.

 

L'incoerenza e la cattiva scrittura si verificano solo quando c'è una espressa contraddizione. Una inconciliabilità derivante dell'impossibilità di conciliare due informazioni di cui ci hanno reso partecipi gli autori (e non informazioni che noi deduciamo come "probabili/ragionevoli).

 

Provate questo approccio più rigoroso e  "schrodingeriano" e vedrete che vi godrete molti più prodotti di narrativa.

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Pongi ha scritto:

Che Alicent sia un po' meno matrigna cattiva mi piace, non amo i personaggi monodimensionali. Per me ci sta anche che caschi dal pero e obietti quando le presentano il piano per incoronare Aegon già bello che fatto: non perchè non sia d'accordo, ma perchè lei era convinta di fare chissà che cosa andando a raccontare la rivelazione e invece scopre che tutti si sono da tempo organizzati ben al di là di quello che prevedeva lei e insomma, capisce di contare dopotutto come il due di picche. Ci rimane male, e ha senso.

Concordo. E comunque nella serie lei, almeno in parte, è sinceramente affezionata al rapporto di amicizia con Rhaenyra, non vedo assurdo che non sia d'accordo col piano di ucciderla.

 

20 minuti fa, Ser Balon Swann ha scritto:

Su internet sto notando sempre più spesso questa tendenza a criticare la verosimiglianza di serie, film o videogiochi sulla base della versione più probabile e lineare dei fatti.

Si assume cioè che le condizioni siano le più semplici e intuitive, "riempiendo" il non detto e il non specificato con la versione che si ritiene più probabile e verosimile, e si critica ogni sviluppo di trama che non sia coerente e compatibile con questo "quadro stilizzato" che si e arbitrariamente calato dall'alto.

 

Tale metodo è logicamente fallato.

 

Non avrei saputo dirlo meglio, davvero:)

Sono straconvinta che con Rings of Power in particolare si stia verificando esattamente questo, facendola passare per una serie molto più criticabile di quello che in effetti è.

 

Per dire, in questa puntata andando per logica, quanto poteva reggere l'idea di Aegon di nascondersi per non farsi incoronare, mezza giornata? Aveva intenzione di trasferirsi sotto quel tavolo e vivere lì la sua vita?

Però uno ci passa anche sopra e capisce che alcune cose sono solo funzionali a mandare avanti una trama, fare le pulci a tutto-tutto è solo deleterio.

Link to post
Share on other sites

Qualunque sorveglianza possano aver messo agli ingressi, con un drago si può eliminare abbastanza facilmente. Per giunta, se Rhaenys è riuscita a scendere per prendere il drago e mettersi un'armatura, per quale motivo avrebbe dovuto incontrare maggior resistenza nella risalita? Non ha neanche senso che Rhaenys non si sia fatta male dopo aver sfondato il pavimento, con tutte le macerie che saranno cadute.

 

A mio avviso la cattiva scrittura non sta solo nelle contraddizioni palesi, ma anche nella mancata chiarezza di passaggi di trama. Altrimenti sarebbe troppo facile, basterebbe lasciare tutto nel vago e affidarsi allo spettatore che riempie i buchi di trama da solo.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ser Balon Swann ha scritto:

Assumi che le uscite fossero libere e non sorvegliate.

Considerato che il drago di Rhaenys era "prigioniero", è possibile che ci fosse sorveglianza extra agli ingressi principali per impedire l'eventuale ricongiungimento dei due (considerato che potrebbero aver saputo della sua fuga e preso contromisure)

Non sappiamo come ha fatto a "impossessarsi" del dragonzo, se fosse sotto pressione, se ci sia stato un qualche tipo di colluttazione.

Assumi che non volesse effettivamente dare un segnale della serie "non vi temo, sono cazzuta, occhio" anche a costo di spaccicare qualche plebeo.

 

 

"HESS I think she just can’t do it. It’s not her war. The fight is between these two sides and she’s kind of not in it. She doesn’t feel like she’s the one to come in and do that."

 

Perfetto.

 

 

 

Su internet sto notando sempre più spesso questa tendenza a criticare la verosimiglianza di serie, film o videogiochi sulla base della versione più probabile e lineare dei fatti.

Si assume cioè che le condizioni siano le più semplici e intuitive, "riempiendo" il non detto e il non specificato con la versione che si ritiene più probabile e verosimile, e si critica ogni sviluppo di trama che non sia coerente e compatibile con questo "quadro stilizzato" che si e arbitrariamente calato dall'alto.

 

Tale metodo è logicamente fallato.

 

Il non detto e il non specificato non va riempito. Va lasciato non detto e non specificato, potenzialmente riempibile con qualsivoglia spiegazione e circostanza astrattamente possibile. Dalla più probabile e immediata alla più strana e improbabile.

 

L'incoerenza e la cattiva scrittura si verificano solo quando c'è una espressa contraddizione. Una inconciliabilità derivante dell'impossibilità di conciliare due informazioni di cui ci hanno reso partecipi gli autori (e non informazioni che noi deduciamo come "probabili/ragionevoli).

 

Provate questo approccio più rigoroso e  "schrodingeriano" e vedrete che vi godrete molti più prodotti di narrativa.

 

 

 

 

L'incoerenza, o presunta tale, è uno dei motivi principali per cui è stato fatto il pelo e contropelo fino all'ultimo fotogramma di GoT. Ma per come la vedo io delle due l'una, o la cosa conta oppure no: non è che si può mettere in croce il vituperato duo perché la sifilide nel medioevo non c'era o perché la manovra a tenaglia della battaglia di Canne era diversa ecc ecc, e poi qui ci sta che una tizia che deve scappare in groppa a un drago più in fretta possibile trovi pure il tempo di  mettersi l'armatura (scovata non si sa dove) e andare a fare le faccette di rimprovero alla cricca rivale solo perché qui c'è Martin che, presumibilmente ricoperto d'oro fin nelle mutande, ha dato il suo avallo a qualunque cosa inclusi i Velaryon africani. 

Io sono per la sospensione dell'incredulità in massimo grado, ma anche per la par condicio :)

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ser Balon Swann ha scritto:

Assumi che le uscite fossero libere e non sorvegliate.

 

A parte che è l'unica opzione plausibile, mi riferivo a un'altra cosa: se a Rahenys non fregava nulla dei Verdi perché "non è la sua guerra" e voleva solo scappare, perché non se n'è andata da una delle uscite che ci sono (uscite per i draghi, non per le persone) preferendo invece sfondare il soffitto, rischiando di farsi malissimo peraltro, uccidere non si sa quanta gente e poi andare a urlare in faccia agli usurpatori?

 

La spiegazione è nella seconda parte della dichiarazione che ti sei dimenticato di riportare per intero: "If she had just incinerated everybody, it’s game over, Rhaenyra wins and we’re done here. But the cost is huge. I also feel like that moment, she looks Alicent in the eye and Alicent walks in front of her kid to shield him. It’s one mother to another. Rhaenys is angry, but in her previous scene with Alicent, she respected her, even if she doesn’t agree with her. So she’s not going to kill another woman like that."

 

Quindi sì, li voleva ammazzare eccome, ha cambiato idea quando ha visto Alicent davanti al figlio. Per cui è scema.

Ah sì, poi sarei anche curioso di sapere quale sarebbe l'enorme prezzo che avrebbe pagato se avesse ucciso tutti quanti. Oltre a evitare una guerra certa, intendo.

 

Ti ringrazio però della lezione sul modo giusto di guardare una serie, ne farò tesoro.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,891
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Hero of Sky
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,155
    • Total Posts
      752,296
×
×
  • Create New...