Jump to content

Al cinema con... i sottomarini!


Recommended Posts

Al cinema con… i sottomarini!

Complice la mia passione per la Marina e la visione ravvicinata di un classico del genere e di un film più recente, provo a stilare, con il vostro aiuto, anche questa raccolta.

 

Partiamo dell’indiscusso film capolavoro sul tema:

1) Caccia a Ottobre Rosso, che nonostante la sua età (1990) si porta ancora bene tutti i suoi anni e si fa guardare sempre volentieri: interpreti azzeccati, da Sean Connery in uno dei suoi ruoli più iconici, ad Alec Baldwin (nell’unico vero film decente della sua carriera credo e probabilmente azzeccato solo perché la faccia di quello capitato là per caso si addice al personaggio), a Sam Neill, Tim Curry, Scott Glenn e tutti gli altri. La storia (ripresa da un libro di Tom Clancy, che confesso devo ancora leggere) è messa in scena in modo magistrale da John McTiernan.

2) Allarme Rosso: che poi in inglese è Crimson Tide ma in italiano volevano rifare il verso al cugino più famoso. Tony Scott tira sempre fuori qualcosa di buono, ma purtroppo la premessa della storia (che purtroppo è pure vera, cioè che un comandante di un sottomarino USA poteva decidere di lanciare un missile nucleare in determinate condizioni, poi venne cambiata lasciando la decisione al solo Presidente e mi pare anche giusto, basta che non sia Trump) è deboluccia, gli interpreti principali seppur bravi, sono parecchio antipatici, in particolare il comandante Ramsey (un nome a caso) di Gene Hackman (che quando ti serve qualcuno per interpretare uno str***o è la prima scelta), ma anche il secondo di Denzel Washington non è tutta sta simpatia, oppure gli altri dell'equipaggio compreso il povero Viggo Mortensen costretto a fare la figura del pirla, per cui è difficile immedesimarsi. Anche la fine è piuttosto meh.

Ricordo questo film soprattutto per la pubblicità che portò il cast su un vero sommergibile nella laguna di Venezia alla Mostra del Cinema.

Curiosità: il tema del film è stato riutilizzato dai Nightwish in Crimson Tide and The Deep Blue Sea ed in effetti il main theme è piuttosto potente, bei risultati quando usavi ancora più di 2 note vero Hans Zimmer?

Curiosità 2: la Marina Usa non ha voluto avere niente a che fare col film (in effetti non ci fanno una bella figura, il discorso iniziale del comandante all'equipaggio sotto le cascate del Niagara mi fa sempre pensare a una riunione del Ku Klux Klan non so perché :shock:per fortuna che non hanno le uniformi bianche) e Tony Scott ha realizzato le riprese del sottomarino che si immerge di straforo beccando tra l'altro proprio l'Alabama.

3) K-19 meglio noto anche come the Widowmaker (un nome un programma) di Kathryn Bigelow con Harrison Ford e Liam Neeson (e non bruscolini) è uno dei film del filone: i sottomarini sono il peggio posto in cui stare in Marina. Di fatto una supposta gigante che viaggia a energia nucleare sottoposta a pressione esterna ed interna (per i tanti giorni di forzata e ravvicinata convivenza) che appena salta un bullone finiamo tutti molto male. In questo caso siamo nell’URSS dove le cose spesso iniziano e finiscono male anche e soprattutto per la cocciutaggine delle autorità. Visto solo una volta e piuttosto noioso oltre che tragico.

 

Passando al filone seconda guerra mondiale, che però mi interessano meno, abbiamo:

4) U-Boot 96 di Wolfgang Petersen che invece racconta dei sottomarini tedeschi. Sinceramente non mi ha impressionato più di tanto, me lo ricordo ben noioso, come infatti deve essere la vita in un sottomarino.

5) U-571 di Jonathan Mostow che rielabora il precedente in chiave USA (un equipaggio americano è costretto a salire in un sottomarino tedesco per cercare di tornare a casa) e che non mi è dispiaciuto, a parte l’ambientazione.

6) Greyhound con Tom Hanks: che non è propriamente nei sottomarini ma li riguarda, che però non sono ancora riuscita a vedere.

Tra quelli, molto numerosi, del secondo periodo bellico, probabilmente uno che ricordo con affetto è:

6) Operazione Sottoveste di Blake Edwards che è un film comico rispetto agli altri, da piccola mi impressionò per il suo sottomarino color rosa!

 

Seguono i più recenti:

8) Hunter Killer - Caccia negli abissi (2018): in seguito ad un colpo di Stato in Russia, il comandante di un sottomarino statunitense interpretato da Gerard Butler al grido di questa è Spartaaaaa!!! No scusate, ma poco ci manca, si troverà a dover salvare la situazione con l’aiuto di 3 Navy Seals. Non mi ha entusiasmato molto, anche perché il comandante dovrebbe comandare il sottomarino e non finire a menare pure lui.

9) Wolf Call (2019): francese (i francesi che fanno un film sui sottomarini anche con un comparto tecnico decente?!) che credo voglia essere la risposta ad Allarme Rosso ma risulta solo la sua caricatura: ho iniziato a guardarlo sospettosa e facevo bene ad esserlo. La fine è qualcosa di demenziale, così come la premessa su cui si basa la seconda metà del film ma devo metterlo sotto spoiler:

Spoiler

 

il protagonista è un esperto di sonar definito “orecchio d’oro” che capta una strana traccia sonar ma sul più bello viene lasciato a casa dalla missione perché sorpreso a fumare erba (e no, non si può fare!). Mentre il suo precedente comandante viene inviato in missione per pattugliare le acque contro questa minaccia misteriosa, si pensa sia un nuovo modello di sottomarino russo, Chante Clair (storpiatura del cognome di questo esperto sonar) dopo varie ricerche e grazie alle sue abilità uditive (che gli permettono persino di sgamare le password dei suoi superiori dal suono del ticchettio dei tasti del PC!!) scopre che si tratta di un vecchio sottomarino russo. Nel frattempo viene ovviamente arrestato ma la base viene sigillata per l’avviso di attacco con missili atomici da parte dei Russi. Naturalmente, dopo che il tentativo di abbattere i missili in arrivo è andato male (perché ovviamente si lancia 1 missile in croce come deterrente e non che ne so, qualche decina), il presidente francese dà ordine di rispondere all’attacco ordinando al sottomarino superaccessoriato di fare fuoco (così, senza che la NATO o gli USA dicano Ah).

Si scopre però che in realtà il vecchio sottomarino russo è stato acquisito da un gruppo terroristico arabo che ha lanciato dei siluri, solo che accorgendosi che il suono? Il peso? Dei missili ha qualcosa di strano sempre il protagonista, non il comandante in capo, né altri collaboratori più esperti, capisce che in realtà è tutta una fuffa: i terroristi hanno lanciato dei missili senza testata perché speravano di provocare la reazione dei Francesi? E facevano bene, perché di fatto così è accaduto.

Ma arriviamo alla parte più intelligente di tutta la storia: la prassi, che spero valga solo per questo film e non nella realtà, vuole che una volta dato l’ordine di lancio testate atomiche il capitano di un sottomarino francese debba “sigillare” il sottomarino, cioè non può rispondere a nessuna chiamata e passare in modalità stealth (o una cosa simile) quindi diventa introvabile e continuare imperterrito l’attacco.

Quindi che si fa? L’unica soluzione, non potendo avvisare il povero comandante che manco voleva imbarcarsi perché aveva promesso a sua moglie che non avrebbe più accettato incarichi attivi (capite già che con questo background si è scavato la fossa), è dare la caccia al sottomarino superequipaggiato stealth con un altro sottomarino più scrauso avvalendosi delle straordinarie capacità sonar del tizio lasciato a terra perché fatto di erba. Devo continuare?

Ma sì: ovviamente riusciranno a intercettare il sottomarino ma il comandante, secondo dell’altro, si rifiuta di fare fuoco e non ha migliore idea che farsi sparare al posto di un siluro contro l’altro sottomarino per avvisare di quanto sta accadendo (a tipo 20000 leghe sotto i mari). Purtroppo non fa in tempo a bussare perché viene coinvolto in un’esplosione, il comandante migliore della flotta infatti non è pirla e accortosi di un altro sottomarino alle sue calcagna comincia a fare fuoco, seppur con dispiacere perché capisce che ci sono gli uomini del suo ex equipaggio dall’altra parte che avevano pure tentato di telefonargli (e non gli viene un dubbio, no!).

L’uomo sonar nel frattempo ha un attacco di panico e scappa nascondendosi nel sottomarino, finchè i due comandanti, entrambi i migliori (non dico ai livelli di Ice e Maverick ma quasi) non si silurano a vicenda.

A questo punto nel disastro più totale il ragazzo sonar trova un telefono! E chiama il suo comandante nell’altro sottomarino implorandolo di fermare l’attacco spiegandogli la situazione. Per qualche misteriosa ragione l’altro ascolta l’appello e quindi, prima che di morire con buona pace della promessa alla moglie, salvando però buona parte del suo equipaggio, riesce a disattivare i missili nucleari.

Nell’altro sottomarino più scrauso invece si sono salvati solo in due, il ragazzo e il comandante che riesce però in extremis a mettere in salvo il ragazzo sonar sparandolo fuori da un tubo lancia siluri, promettendogli come buon auspicio che se sopravviverà rimarrà comunque sordo perché gli esploderanno i timpani nella risalita senza decompressione (il cervello no perché probabilmente non c’è tra le orecchie).

 

The end. Che bellissimo film! Incredibile che abbiano speso anche dei soldi per farlo (oltretutto con un comparto tecnico come dicevo decente).

 

Passiamo alla fantascienza (non che il film precedente non lo fosse).

10) 20.000 leghe sotto i mari: qui finalmente si abbandona l’ambito prettamente militare per il genere avventura. Film vecchissimo che però ricordo con affetto, così come il libro.

11) La leggenda degli uomini straordinari: spinoff dal precedente perché il sottomarino art nouveu che si vede è quello del capitano Nemo, però è curioso proprio per l’ambientazione.

12) The Abyss: che è comunque un film sui sottomarini, anche se non nell’immaginario tipico perché si tratta più di una piattaforma subacquea direi.

13) Ricordo inoltre una serie che ho visto tanto tempo fa che si chiamava SeaQuest dal nome del sottomarino omonimo, ambientata nel futuro (2018!) in cui ormai la vita sulla terra va male e si rende necessario esplorare gli abissi per trovare nuove risorse. Col il buon Roy Scheider dallo squalo al delfino parlante Flipper! No, scusate, si chiama Darwin. Io me lo ricordo carino, ma non l’hanno mai più passato in TV.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 19
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ma i migliori te li sei già presa! <_<:blink:

Io rilancio con Atlantis - L'impero perduto, film Disney incentrato su Atlantide e i romanzi di Jules Verne; i protagonisti partono su un sommergibile iperaccessoriato che viene fatto a pezzi dal leviatano degli atlantidei. Poi ricordo Below, film del 2002 ambientato nel '43, un sommergibile americano è perseguitato dal fantasma di una delle vittime di una nave ospedale americana, affondata per errore dai compatrioti che l'avevano scambiata per una nave tedesca. Film abbastanza dimenticable. Poi mi vengono in mente due commedie, Giù le mani dal mio periscopio, in cui un ammiraglio cerca di sabotare la carriera di un comandante di sottomarini assegnandogli un equipaggio di incapaci, e 1941: Allarme ad Hollywood, ci sono i giapponesi con un sottomarino che minacciano Hollywood, appunto.

Link to post
Share on other sites

Cavolo @Lyra Stark! Hai postato una bella selezione di film sull' argomento! Il mio preferito rimane caccia a ottobre rosso mentre cercando su wikipedia ne ho trovato molti altri mai sentiti prima e neppure visti in televisione. https://it.wikipedia.org/wiki/Film_di_sottomarini

Per quanto riguarda Wolf Call ho letto tutto lo spoiler e 

Spoiler

quando escludono le comunicazioni stanno citando il dottor stranamore di kubrick. 

 

Il resto della trama l' ho letta ma poi mi sono perso.. :D 

 

Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Menevyn ha scritto:

Ma i migliori te li sei già presa!

Puoi comunque postare le tue opinioni, anzi l'idea è quella!

17 ore fa, ziowalter1973 ha scritto:

Hai postato una bella selezione di film sull' argomento!

Rigorosamente visti! 

Non so sai se fosse una citazione così alta. Indagherò 

Link to post
Share on other sites

Prossimamente uscirà Comandante, film con Pierfrancesco Favino incentrato su Salvatore Todaro e sul salvataggio dell'equipaggio di una nave belga da Todaro stesso silurata durante la Seconda Guerra Mondiale. Pare che per il film sia stato ricostruito in modo fedele il Cappellini , il sommergibile di Todaro, negli studi di Cinecittà.

Link to post
Share on other sites

Sicuramente Caccia ad Ottobre Rosso tra i miei preferiti, e pure The Abyss.

 

Sulla falsariga di The Abyss (ma in chiave horror) da ragazzino ho visto piú volte Leviathan, di cui francamente ricordo moooolto poco.

Sfera é un altro film subaqueo che mi é piaciuto (ma meno del libro).

Non deve essere peró un tema che mi attira piú di tanto perché non ne ho visti molti, e si che mio padre un paio ce li ha pure in DVD/BD...

Link to post
Share on other sites

Bravissimo! Mi era venuto in mente di aggiungere Sfera a posteriori. Tra l'altro ho scoperto che esiste un libro di un autore russo (da cui poi hanno tratto un film di Tarkovsky) che contiene un elemento fondamentale identico (francamente direi che il buon Chricton potrebbe sembrare un po' copione).

Libro https://it.m.wikipedia.org/wiki/Picnic_sul_ciglio_della_strada

Film https://it.m.wikipedia.org/wiki/Stalker_(film_1979)

Link to post
Share on other sites

Ho visto Stalker, e sebbene lo ricordi pochissimo (dovevo essere stanco o simili) ricordo dialoghi decisamente piú interessanti e profondi della media.

Quello che invece non ricordo, é un qualsiasi collegamento con Sfera :ehmmm:

Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, Manifredde ha scritto:

Ho visto Stalker, e sebbene lo ricordi pochissimo 

Anche io, perchè sono passati parecchi anni, ma ricordo che mi era piaciuto.

 

Non film, ma serie tv, recentemente ho visto Vigil (ambientata in parte in un sottomarino) che non mi è piaciuta molto, e The investigation (Efterforskningen) in cui c'è qualcosa riguardo i sottomarini.

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Manifredde ha scritto:

Ho visto Stalker, e sebbene lo ricordi pochissimo (dovevo essere stanco o simili) ricordo dialoghi decisamente piú interessanti e profondi della media.

Quello che invece non ricordo, é un qualsiasi collegamento con Sfera :ehmmm:

Nel film c'è poco ma bel libro 

Spoiler

Alla fine cercano un manufatto almeno che è appunto noto come sfera d'oro, in grado di farti capire quali sono i tuoi desideri inconsci e avverarli.

Nel film mi pare sia un potere che ottengono all'interno di una stanza ma è comunque l'obiettivo finale: trovare questo potere alieno.

È la stessa cosa che fa la Sfera di sgera: dà il potere di avverare i desideri o di rendere materiali le cose che immagini che è un po' la stessa cosa.

 

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Metamorfo ha scritto:

The investigation (Efterforskningen) in cui c'è qualcosa riguardo i sottomarini.

Giusto come non citarlo. Serie interessante che mi aveva colpito per la sua immagine promozionale. Quando è finita sono rimasta molto pensierosa 

Spoiler

perché è davvero inquietante come la giornalista venga uccisa senza un reale motivo

 

Link to post
Share on other sites

Se allarghiamo lo spazio alle serie tv, allora bisognerebbe citare JAG, c'erano alcuni episodi che riguardavano, o addirittura ambientati a bordo, di sottomarini, e Last Resort, che ha per protagonista l'equipaggio di un sottomarino ribelle.

Link to post
Share on other sites

Jag era una commediola alla fine.. Aveva pure un' antipatia dichiarata per l' italia visto che in alcuni episodi c' erano ufficiali della marina italiana con uniformi e simboli del periodo fascista.. Negli episodi sui sottomarini ricordo una telefonata in immersione tra un sottomarino russo e uno americano.. 

Link to post
Share on other sites

Be si col passare delle stagioni era più una sitcom sui problemi amorosi e familiari, non aiutata dal fatto che la coprotagonista dei Marines mi stava ampiamente antipatica.

C'era qualche episodio ambientato nei sottomarini, ne ricordo uno in particolare della prima stagione (quando c'era ancora la coprotagonista bionda).

Diciamo che in JAG anche per quanto riguardava i caccia si prendevano parecchie libertà.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,893
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Carlo67
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,153
    • Total Posts
      752,201
×
×
  • Create New...