Jump to content

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Yaenrhys

Energia nucleare...

Sareste favorevoli a una reintroduzione dell'energia nucleare in Italia?  

146 members have voted

  1. 1. Sareste favorevoli a una reintroduzione dell'energia nucleare in Italia?

    • 80
    • No
      45
    • Non so
      20


Recommended Posts

Io ho votato si, infatti l'energia nucleare è, tra quelle economicamente convenienti, quella + pulita: si produce solo vapore acqueo, a parte le famose scorie, mentre le centrali a carbone o a gasolio generano un grande inquinamento atmosferico.

 

Inoltre, soprattutto x un grande consumatore di energia come l'Italia, il nucleare si tradurrebbe in un immediato vantaggio in termini di bilancia dei pagamenti, e renderebbe la nostra dipendenza dall'estero meno pesante: è vero che anche l'uranio bisogna comprarlo, ma se si pensa che con una pastiglietta di 6 grammi si produce la stessa energia che con una tonnellata di carbone... ^_^

Inoltre non dimentichiamoci che la possibilità del ripetersi di incidenti come Cernobyl (?) è oggi molto + remota che in passato: le centrali sono oggi MOOOOLTO più sicure, mentre quella era di tipo arretrato, usata naturalmente nell'Urss... ^_^ (e sembra anche che i russi l'avessero spinta oltre il limite x certi esperimenti... ma di qst non sono sicuro)

 

Naturalmente c'è anche il rovescio della medaglia: le scorie già accennate prima, x le quali ancora non si conoscono mezzi di stoccaggio sicuri e la cui pericolosità è accertata, e il fatto che la costruzione di un certo numero di centrali verrebbe a costare un patrimonio, ammortizzabile in diversi anni... (e ricordiamoci che neanche l'uranio è infinito!)... X cui non so se oggi all'Italia converrebbe davvero riaprire le vecchie e costruirne di nuove... ^_^

 

Tuttavia i pro continuano a mio avviso a essere superiori ai contro, e io sicuramente avrei votato x la non chiusura nel referendum del 1986...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho votato Non so visto che conosco poco l'argomento.

 

 

L'idea che mi sono fatto è che il pericolo disastro ecologico è paradossalmente il più remoto in quanto è possibilissimo. Infatti niente impedirebbe che una nube tossica possa sprigionarsi da uno stato a noi confinante (Francia per esempio) e portare le radiazioni in italia.

 

L'ideale, per come la vedo io, sarebbe utilizzare il nucleare già esistente in attesa di forme di energia alternative.

 

Tutto sta nella volontà di immeterle sul mercato una volta scoperte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho messo "non so" perchè in sè non c'è niente di male, ma ora come ora l'Italia è piena di corruzione,mafia , appalti truccati e via dicendo... non so se sarebbe sicuro costruirne ORA di centrali.

 

cmq, ci sono altre fonti non sfruttate, come x esempio il sole: lo usano nei paesi del nord dove hanno 2 minuti di sole all'anno e non lo usiamo noi.....

 

il motivo è lo stesso del nucleare: a comandare sono certe lobby giudaico-massoniche che mai permetteranno una via alternativa al loro lurido petrolio.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè giudaiche?! Da che mondo è mondo, correggetemi se sbaglio, ma i più grandi esportatori di petrolio al mondo sono gli arabi (sauditi e dintorni). Lasciamo stare i giudei quindi, i complotti universali e i protocolli di Sion.

Nn credo sia quello il punto ^_^

 

Piuttosto sul Sole sono d'accordissimo!!! :D

 

Sapevate che basterebbe riempire il deserto siciliano di pannelli per approvigionare TUTTA (sì, avete sentito bene, TUTTA ^_^ ) l'Italia? ^_^

Adesso, direi che nn è il caso di trasformare casa di Italo e di Gio in una centrale a energia Solare, ma è pur sempre vero che... c'è anche casa di Silvia, casa di Gianlu ^_^

Isolani ^_^

 

A parte gli scherzi, ci sarebbe pienamente il modo di convertirci a questa fonte, anche se progressivamente, in modo di ammortizzarne le spese.

 

 

Chiudo il mio OT sul sole :wub:

 

 

Non ho votato, perchè sono pigro (e perchè col 56K aprire un'altra pagina significa giocarsi GIORNI di vita, peggio delle sigarette ^_^ ), ma in ogni caso credo che sia da idioti nn avere il nucleare in casa e nn poter far nulla per quello di Francia, Germania etc etc... anzi, finanziamolo comprando l'energia elettrica che producono così ^_^

E soprattutto, facciamolo sull'onda del sentimentalismo e della paura che ci invase (giustamente) nell'86 allo scoppio di una centrale URSS (laddove non v'era neanche da mangiare, che bisognava risparmiar su tutto il non "impriscindibile". Sicurezza?! ZAC!!!)

 

 

Ciauz :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

come "i complotti universali non sono il problema"??????

 

sì che lo sono, altrimenti andavamo già a idrogeno da 10 anni!!!!!

Pensi che a comandare siano veramente quelli che vedi sulle poltrone????

 

E cmq, la componente giudaica ai vertici della piramide "massonica" -la chiamo così per non dilungarmi- è molto influente ( ed è anche c**o e camicia con gli arabi del vertice ), anche se non bisogna fare di tutta un erba un fascio e dire che sono SOLO loro i responsabili, altrimenti si fa il loro gioco.

 

se non si stanno usando fonti di energia pulita quando invece ce ne sarebbe la possibilità, un motivo deve pur esserci...

Share this post


Link to post
Share on other sites
il motivo è lo stesso del nucleare: a comandare sono certe lobby giudaico-massoniche che mai permetteranno una via alternativa al loro lurido petrolio.....

 

Il fatto è che il loro lurido petrolio non è infinito, e se non ci diamo una mossa rapida qua finisce che l'Italia rimane al buio e ferma sul serio.

Senza contare i miliardi che dobbiamo sborsare...

 

Ma almeno ci sarebbe una buona notizia: gli equilibri del mondo non sarebbero + nelle mani del mondo arabo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io voto no perchè ancora non è una cosa sicura al 100%

anche se credo che sia da valutare per il futuro.

 

diciamo che approvo l'idea ma solo dopo aver trovato un modo

per stoccare la merce e che la sicurezza sia vicina al 100%.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Francamente sul nucleare mi sono ricreduto. Un tempo ero assolutamente contrario, ma dato che abbiamo un sacco di centrali nucleari francesi ai nostri confini se dovesse accadere qualcosa noi ne saremmo colpiti piu' di tutti. Quindi tenendo conto che l'Italia è forse il paese industrializzato piu' dipendete dall'estero per l'energia e per il petrolio (l'oro nero sempre piu' caro è per la nostra economia un bel salasso, e voglio vedere fra 30 0 40 anni quando comincerà ad esaurirsi e solo i paesi che hanno grandi giacimenti (Russia, Sud Africa, Venezuela oltre al Medio Oriente) o enormi riserve strategiche come gli USA rimarranno a galla. Per gli altri saranno tempi durissimi e per l'Italia che non ha neppure il Nucleare saranno cavoli amarissimi. Vi sono solo due alternative: o con lo sviluppo della scienza si riusciranno a sfruttare le fonti energetiche alternative e pulite a costi sostenibili (ipotesi ad ora molto difficile) oppure non ci sarà nulla da fare che ritornare al nucleare con tutti i rischi del caso ma anche gli innegabili benefici. Già oggi noi Italiani siamo in Europa quelli che pagano le bollette più care per la cronica insufficenza del nostro paese nel settore energetico che ci costringe ad importare energia elettrica dall'estero, figuratevi fra qualche anno cosa potra accadere. Quindi credo che volenti o nolenti un dì dovremo costruire almeno due o tre centrali nucleari o finire tutti in "bolletta" e tornare ai lumini ad olio. Al di là di questo paradosso la situazione non sarà certo allegra e quindi o nucleare o ????????

Share this post


Link to post
Share on other sites

........scusa gil ma tu mi leggi nel pensiero ???

 

meno male ke ho letto prima il tuo post, senno avrei scritto + o - le stesse cose....condivido tutto in pieno e quindi ribadisco la necessita del nucleare pure in italia ! e come giustamente tu dici, in caso di guasto in francia ne pagheremmo cmq le conseguenze. in pratica rischiamo tanto quanto come i francesi, ma con la piccola (nn tanto piccola) differenza che loro hanno a disposizione una fonte di energia e noi no.

 

 

aspetto solo ke l'italia si decida !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
aspetto solo ke l'italia si decida !!!

Il problema è che, dato che come al solito in Italia si sono fatte le cose sull'onda dell'emozione, c'è di mezzo un ostico scoglio che si chiama referendum.

Share this post


Link to post
Share on other sites
come "i complotti universali non sono il problema"??????

 

sì che lo sono, altrimenti andavamo già a idrogeno da 10 anni!!!!!

Pensi che a comandare siano veramente quelli che vedi sulle poltrone????

 

E cmq, la componente giudaica ai vertici della piramide "massonica" -la chiamo così per non dilungarmi- è molto influente ( ed è anche c**o e camicia con gli arabi del vertice ), anche se non bisogna fare di tutta un erba un fascio e dire che sono SOLO loro i responsabili, altrimenti si fa il loro gioco.

 

se non si stanno usando fonti di energia pulita quando invece ce ne sarebbe la possibilità, un motivo deve pur esserci...

Bwaahahaz ^_^

 

Ne dubito ^_^

 

Sinceramente il complotto universale è qualcosa che mi ha infoiato fino alla veneranda di 17 anni, dopodichè mi son reso conto che non si tratta dell'accordo dei veri potenti, ma della semplice strada condotta dalla logica.

Logica che spinge ogni persona a conservare i propri privilegi (compresi quelli che fruttano miliardi alla Mercedes, per dirne una a caso, nel vender macchine a benzina, piuttosto che ad idrogeno ^_^ ).

 

Non è questione di complotto mondiale, è che investire in ricerca, e impianti (questo credo che sia il vero nodo, la costruzione di impianti e linee di produzione per nuove auto ad idrogeno, lo sviluppo di una tecnologia che le fabbrichi in serie insomma) costa, e non c'è azienda al mondo che vuole rischiarci le braghe (perdendoci magari MIIIILLE MILA MILIARDI DI MILIONI DI IURI) per il bene dell'umanità ^_^

 

 

Vedi ben risolto il complotto massonico-universalista.

 

Per quanto riguarda la comunella arabo-giudaica la trovo piuttosto improbabile, mettili dentro una stanza e guarda come si scannano. In ogni caso Israele non è che sia un potente punto di riferimento tra gli esportatori di petrolio, quindi non è che c'entri poi molto in questa discussione ^_^

 

 

 

Ciauz ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono favorevole al nucleare, anche per un motivo pragmatico (abbiamo così tante centrali nucleari ai confini che non fa differenza), ma vorrei lasciarvi qualche spunto di riflessione.

 

1) referundum contro il nucleare. Se qualcuno si prende la briga di andare leggere il testo del referendum scoprirà che non si tratta di quesiti specificatamente pro o contro il nucleare, am solo delle domande tecniche destinate a limitare o meno alcuni poteri dell'Enel in merito alla costruzione di centrali, al potere o meno di veto dei comuni alla localizzazione di centrali nei loro teritori e alla possibilità per qualche ente (non ricordo) a partecipare a progetti di ricerca internazionali sul nucleare. Insomma, non una domanada chiara "volete o meno il nucleare?". Poi qualcuno, sfruttando l'ignoranza generalizzata ha sfruttato la vittoria su questi quesiti per dire che in Italia non si deve produrre energia nucleare. Il fatto che poi abbiamo due centrali nucleari perfettamente funzionanti (un reattore mica si può spegnere), con tutti i costi del caso, senza i benefici, questo nessuno lo dice. Quando si parla di manipolazione ^_^

 

2) complotti giudaico-capitalistici. Gli unici che beneficiano della situazione sono i paesi arabi. Che non hanno alternative alla produzione di petrolio. Tuttavia sappiate che gli investimenti maggiori in ricerca per trovare fonti energetiche alternative sonoproprio i paesi arabi, perchè sanno che il petrolio finirà, e allora per campare dovranno beneficiare delle rendite dei brevetti ^_^

 

3) energie alternative. C'è una legge in fisica, che dice che l'utilizzo di energia produce entropia, ossia energia non riutilizzabile. L'energia idroelettrica non è pulita. L'utilizzo dell'acqua per la produzione di energia produce il riscladamento dell'acqua, con effetti non positivi sull'ambiente. Insomma, occorre essere sempre informati, perchè se no si rischia di essere usati ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non voto e non mi esprimo sulla nucleare, anche perchè considero le scorie radiottive pericolosissime! ^_^

Continuo ad avallare l'energia "pulita" come i pannelli solari! ^_^

E' vero che è cara, ma solo all'inizio......poi a lungo termine risparmi molto!

Parlo da testimone diretta di questa energia "pulita"....io a casa ho i pannelli solari, per installarli abbiamo dovuto spendere molto (anche se poi circa la metà se non sbaglio del costo viene detratta dalle tasse) ma dopo qualche anno quel costo è stato ammortizzato nella bolletta che ora è irrisoria!

Per non contare il risparmio d'acqua.....non so voi, specie nei mesi invernali, quanto tempo deve passare prima che vi arrivi l'acqua calda? ^_^ Quella è tutta acqua sprecata ^_^ , io con i pannelli non aspetto neanche 1 secondo! ^_^

 

Purtroppo degli altri tipi di energia so poco dei loro effetti sull'ambiente, quindi non mi pronuncio, ma penso che se sfruttate in un certo modo e facendo delle ricerche per fa si che i danni che causano siano i minimi possibili, l'energia nucleare&C siano del tutto inutili!

 

^_^

 

Polgara

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Per quanto riguarda la comunella arabo-giudaica la trovo piuttosto improbabile, mettili dentro una stanza e guarda come si scannano.

 

 

 

 

devi vedere ai vertici come fanno lingua-in-bocca !!!!!!!!

 

cmq, sul "complotto" non è questione di crederci o no, ma di informarsi a riguardo e verificare la logicità e la coerenza delle tesi (il max che si può fare, dato che controllare di persona è un pò difficile

Share this post


Link to post
Share on other sites
cmq, sul "complotto" non è questione di crederci o no, ma di informarsi a riguardo e verificare la logicità e la coerenza delle tesi (il max che si può fare, dato che controllare di persona è un pò difficile

Scusate l'OT, ma ogni tanto serve.

 

Non mi stancherò mai di ripetere l'utilità del rasoio di Occam. Ossia se devi trovare la soluzione ad un problema usa quella più semplice, perchè è quella più probabile.

Che le persone agiscano sempre per il proprio tornaconto è verosimile. Se non vi sono barriere all'ingresso e assimetrie informative questo è definito concorrenza perfetta ed è la situazione che porta il maggior benessere per tutti. Ma sono OT nell'OT.

 

Non credo ai complotti (suona tanto Ludlum :figo: ). Credo di essere abbastanza documentato per non attribuire alla carenza informativa la mia tesi sull'inesistenza dei complotti ( :figo: cervello: ma cosa hai scritto? :D ). Ci sono soluzioni molto più semplici.

Guarda il nucleare in Italia, è stata sfruttata l'ignoranza della gente per impedire l'utilizzo di detta energia, ma dove è il complotto? Dell'ENI? Del SISMI? Oppure dei ricconi arabi per vendere più petrolio?

Non c'è complotto, è stato semplicemente un errore grave determinato dalla miopia di una c<erta classe politica.

 

FINE OT

 

/me incassa assegno da Gnomi di Zurigo :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...