Jump to content

La Caduta Di Malazan


Recommended Posts

Brynden, ti confermo che il terzo è meglio del secondo, per quanto il finale del secondo a volte mi fa venire gli incubi ancora oggi...='[

 

 

Me lo stò godendo Khal...me lo stò gustando davvero :) ...grazie a Dio mi manca ancora + di metà libro, fretta non ne ho quando affronto capolavori di questo genere.

 

Ciao

 

Bry ;)

Link to post
Share on other sites
  • Replies 546
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Confermo che anche secondo me il terzo rispetto ai primi due è il migliore ;):)<img alt=" />

Sto leggendo il quarto (La casa delle catene), sono solo a 150 pagine, ma mi sta già prendendo molto! Chissà se sarà meglio del terzo... anche io come Brynden non ho fretta di finirlo, me lo voglio gustare <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Premessa n.1 - I Giardini della Luna mi ha lasciato un po' così così... bello, interessante, con il problema di un sacco di retroscena non raccontati o non spiegati al meglio, e fin troppe cose presentate come se fossero scontate... vabbè, mi è piaciuto, prendo il secondo

 

Premessa n.2 - La Dimora Fantasma, bello, ma anche qui, un gran casino, storia intricata, trame apparentemente senza alcun nesso... vabbè, l'ho letto una volta, devo rileggerlo meglio. Però mi è piaciuto, prendo il terzo parte 1

 

Fatte queste premesse, leggo Memorie di Ghiaccio parte 1 e mi affretto a cercare la parte 2 mentre ancora sto leggendo la prima... la storia diventa sempre più complessa, ma pian piano più chiara... ora sto leggendo La Casa delle Catene. Più leggo più apprezzo la complessità di fondo e la genialità di Erikson. Quell'uomo è un vulcano, ha creato una storia di un intricato incredibile, e (IMHO) man mano riesce a renderti il disegno complessivo sempre più evidente... spero che continui così.

 

Se qualcuno ha dei dubbi, consiglio vivamente di leggerlo, anche se. unica pecca, dovrà sopportarsi quella sensazione persistente di "guarda quanto sono stato figo a inventare questo mondo incasinatissimo di cui io so tutto e tu non sai niente" per un paio di libri, che potrà apprezzare al 100% solo (IMHO) leggendo dopo aver letto il terzo.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

beh, ora siamo a 5 libri pubblicati in italiano... lo ammetto non ero sicuro che mi piacesse, ma ora lo considero un capolavoro... pootente, intricato, visionario. secondo me però è un ciclo che va letto e poi letto una seconda volta, perchè all'inizio non si coglie molto bene. avete ragione tra il primo ed i lsecondo volume c'è un abisso...

Link to post
Share on other sites

beh, ora siamo a 5 libri pubblicati in italiano... lo ammetto non ero sicuro che mi piacesse, ma ora lo considero un capolavoro... pootente, intricato, visionario. secondo me però è un ciclo che va letto e poi letto una seconda volta, perchè all'inizio non si coglie molto bene. avete ragione tra il primo ed i lsecondo volume c'è un abisso...

 

 

Come 5??? Intendi 5 libri in totale (con il terzo diviso in 2)... ma siamo al 4° libro originale vero?? Non ditemi che mi sono perso l'uscita del quinto.... <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

no no mi riferisco all'edizione italiana, non so nemmeno quanti siano i libri nella versione originale <img alt=" />

 

Dieci in tutto. Pubblicazione regolare - uno all'anno.

A inizio maggio uscirà il 7°.

Per me Erikson è come una droga. <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

 

no no mi riferisco all'edizione italiana, non so nemmeno quanti siano i libri nella versione originale <img alt=" />

 

Dieci in tutto. Pubblicazione regolare - uno all'anno.

A inizio maggio uscirà il 7°.

Per me Erikson è come una droga. <img alt=" />

 

ma lo stai leggendo in inglese? <img alt=" />
Link to post
Share on other sites

ma lo stai leggendo in inglese? <img alt=" />

 

sì (scusa il ritardo nella risposta), ho cominciato a leggerlo circa tre anni fa, quando non esisteva alcuna edizione italiana. Continuo in inglese e consiglio a tutti di fare altrettanto...con un'avvertenza però: la scrittura di Erikson è ben più articolata di quella di Martin, molto più ricca, davvero appagante, ma complessa.

ASOIAF è alla portata di chiunque conosca un po' di inglese il Malazan Book of the Fallen no.

Detto questo, mi pare che tu con l'inglese te la cavi, quindi...salta il fosso e passa alla lingua originale.

Ti eviterai piccole gioie come i sappers=zappatori. Quando l'ho letto sul forum non ci volevo credere <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

scusa, forse sono io, ma.... ho controllato sul dizionario, sapper significa proprio zappatore, oltre che esploratore. oltretutto i reparti zappatori erano proprio quelli, anche nella realtà, che minavano i bastioni avversari....

 

Sapper significa anche zappatore, ma, chiaramente, non in ambito militare. <img alt=" />

La traduzione corretta era sapper=geniere.

Link to post
Share on other sites

ti ripeto, da quel che so zappatore era anche usato in ambito militare, indicando con qst termine il livello di geniere più basso, quello che di fatto scavava con la sua zappetta i vari tunnel per minare i bastioni...

cmq credo che zappatore, nella traduzione, renda benissimo l'idea. a me è piaciuto.... <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

ti ripeto, da quel che so zappatore era anche usato in ambito militare, indicando con qst termine il livello di geniere più basso, quello che di fatto scavava con la sua zappetta i vari tunnel per minare i bastioni...

cmq credo che zappatore, nella traduzione, renda benissimo l'idea. a me è piaciuto.... <img alt=" />

 

Incuriosita, sono andata a consultare la bibbia, ovvero sia Wikipedia, trovando che...

 

A sapper, in the sense first used by the French military, was one who sapped (undermined) another's fortifications.

...

A sapper is an individual usually in British or Commonwealth military service. Called a combat engineer by the Americans, a pionier by the Germans and a génie by the French, a sapper may perform any of a variety of tasks under combat conditions. Such tasks typically include bridge-building, laying or clearing minefields, demolitions, field defences as well as building, road and airfield construction and repair. In other words, the sapper's tasks now involve facilitating movement of allied forces and impeding movement of the enemy's.

 

Non metto in dubbio che tra i compiti di un geniere ci sia - a volte, spesso... - anche quello di scavare tunnel sotterranei o trincee, ma visto che il termine sapper include un'ampia gamma di attività, mi sembra decisamente più corretto renderlo con l'equivalente generico italiano geniere.

Inoltre

 

PICCOLO SPOILER DA GARDENS OF THE MOON

d6d4619adef0078085f59d751c51bbd8'd6d4619adef0078085f59d751c51bbd8

 

Erikson sottolinea fortemente lo stretto legame fra munizioni moranth e azione dei Bridgeburners. In effetti la figura di Fiddler è perfettamente aderente alla descrizione del sapper vista sopra, cioè un misto fra un guastatore e un artificiere.

 

Infine, una curiosità, sempre da Wikipedia.

 

In France, the civil firefighters and the military firefighters of the Paris Fire Brigade are called "sappers-pumpers" (sapeurs-pompiers, SP): the first fire company created by Napoléon I was a military sappers company. Apart from this, the sappers are the combat engineers.

 

Ponte in fiamme come simbolo, corpo militare creato da un imperatore con un'alta (eccessiva?) stima di se stesso...forse la genesi di Kellanved deve qualcosa al corso più famoso della storia? <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...