Jump to content

Commenti su film appena visti


Recommended Posts

Ieri sera ho visto HERRY POTTER E L'ORDINE DELLA FENICE

Mi è piaciuto.

Non ho letto il libro, mi hanno detto che tante parti sono state tagliate ed altre non dovevano essere proprio così.....a me è piaciuto lo stesso.

Credo che poteva essere stato fatto un pò meglio, alcune cose le ho capite meglio solo dopo la siegazione di chi ha letto il libro.

 

Voto: 3,5/5

Link to post
Share on other sites
  • Replies 7.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

in ordine cronologico:

 

Il destino di un guerriero bello ma mi ha un pò deluso anche se le scene di guerra sono molto belle e certe immagini sembrano dei quadri!

 

Transformers davvero mooolto bello valeva la pena do vederlo sulla poltroncina del cinema

 

Harry potter e l'ordine della fenice,sarò di quelli che nn sono minimamente interessati ai libri del maghetto ma i suoi film complici ambientazione ed effetti speciali mi sono piaciuti tutti,questo non è da meno non mi ha fatto mai sbadigliare e di questi tempi è un vero miracolo

il personaggio della direttrice penso sia quello che abbia odiato di più da quando vado al cinema!

Link to post
Share on other sites

Ieri sera mi sono visto Harry Potter e l'Ordine della Fenice.

 

Mi è piaciuto molto.

La trama s'infittisce di nuovi particolari che portano nuovi intrecci tra Harry e il suo nemico Voldemord.

Bello vedere la crescita di certi personaggi (su tutti Ginny Weasley e Neville Paciock che si scoprono capaci di potenti magie).

 

Se, come mi dicono in molti, i libri sono migliori dei film (come quasi sempre accade), mi sa che me li leggerò tutti <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

M - Il mostro di Dusseldorf, di Fritz Lang, con Peter Lorre, Gustaf Gründgens, Rudolf Blummer, Ellen Widman, Inge Landgut, Otto Wernicke, Theodor Loos. Uno dei capolavori assoluti della storia del cinema. Lang ci regala una storia conturbante e disturbata, su uno dei primi serial killer della storia del cinema. Si intarsia una storia che va a scavare nell'etica personale, provocando idee contrastanti. Una fotografia perfetta e un comparto sonoro stupendo (da brividi il fischio che precede i massacri delle giovani vittime) non fanno che consacrare la pellicola tra le più grandi espressioni della Settima Arte. E ancora oggi, a quasi 80 anni dalla sua realizzazione, rimane attuale e coinvolgente. Culto. Voto 5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

L'ottava moglie di Barbablù, di Ernst Lubitsch, con David Niven, Claudette Colbert, Gary Cooper, Edward Everett Horton. Da un maestro della risata come Lubitsch, una commedia frizzante e irresistibile, con un Cooper nelle vesti di attore comico veramente strepitoso. Attorniato da un buon cast, la Colbert, Niven e Horton, ci regala una storia che attraverso divertentissime gag, allo stesso tempo critica il potere del denaro. E se un prodotto del 1938 riesce a divertire anche il pubblico odierno, vuol dire che è di ottima fattura. Sorridente. Voto 4 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

In amore c'è posto per tutti, di Pierre Salvadori, con Daniel Auteuil, Sandrine Kimberlain, Jose Garcia. Divertente commedia alla francese, piena di buoni sentimenti. Una storia d'amore e amicizia che ha i suoi buoni momenti, pur non esaltando. Ma è più che godibile, soprattutto grazie al grande Daniel Auteuil che ci regala una metamorfosi fine e garbata di un personaggio in cerca di se stesso. Graziosa. Voto 3 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

HP e l'Ordine della Fenice, visto stamattina.

Bello, piacevole..certo, deve forzatamente ridurre e tagliare, ma ha saputo mantenere il livello, risolvere alcuni nodi e restare abbastanza fedele.

 

giudizio incerto.....

diciamo così: 4/5 se non hai letto il libro 3/5 se lo hai letto....

film piacevole che si lascia vedere per 2 ore e qualcosa senza annoiare e anzi, coinvolgendo.

unico problema per chi non ha letto i libri un ammasso di cose gettate addosso senza la possibilità (per motivi di tempo)

di essere spiegate in maniera chiara. ovviamente poi il film deficita di innumerevoli cose

che non libro vengono trattate. d'altronde fare un film su un libro di 800 pagine non è facile.

un punto in meno per chi ha letto il libro perchè (almeno io) ho passato metà del tempo a dire "ehi, ma questo non era così" <img alt=" />

una cosa su tutte SPOILER HP5 ac237a4e5ee3cb70d1a14e8d50a0abfd'ac237a4e5ee3cb70d1a14e8d50a0abfd

le ES non vengono tradite da cho chang ma dalla sua amica, nel film invece l'amica non si vede anche se si scopre che cho ha confessato per via del veritaserum (solo accennato, se non si sta attenti nemmeno ci si fa caso).

 

 

ciao <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

il personaggio della direttrice penso sia quello che abbia odiato di più da quando vado al cinema!

 

Perché non hai letto il libro! La direttrice Umbridge é il personaggio astratto da me piu odiato, subito dopo lord feh feh Frey!

 

Ieri tra amici abbiamo fatto una giornata alternativa, e invece di andare in piscina, siamo rimasti a casa a sorbirci ben tre film:

 

- Hot Fuzz

È una persiflage di film di azione. Il superpoliziotto Nicholas Angel viene trasferito da Londra in un ufficio di un piccolo, dove continuano a capitare degli incidenti strani. Il poliziotto si accorge che non si trattano di incidenti, ma bensí di omicidi, espletati da una setta locale per un semplice motivo: vincere il premio "il piu bel paese della britannia!" Praticamente tutti i paesani sono coinvolti, dal direttore del supermercato (Timothy Dalton) all'ispettore della polizia locale, e cosí ecco che mischiando piu assurde scene splatter a momenti di tipica comicitá britannica, abbiamo la vecchietta, che spara con due pistole andando in bicicletta! <img alt="><img alt="><img alt=">

Particolare e divertente.

Voto 3/5

 

- American Dreamz

Commedia/satira che prende in giro i casting shows americani. Un (noioso) Hugh Grant, presentatore e producer, vuole offrire lo spettacolo del secolo e manomette lo show per fare vincere i suoi due beniamini: una ragazza e un giovane ragazzo afgano, che peró a insaputa dello stesso, é un terrorista che vuole uccidere il presidente (che soffre di crisi d'identitá), chiamato per eleggere il vincitore.

La trama scorre piacevolmente, chi ha scritto il copione ha avuto qualche buona idea (il "veterano" di guerra, innamorato della diva del casting), ma complessivamente il film non raggiunge momenti di particolare splendore.

Voto 3/5

 

Infine ci siamo riguardati il classico:

- Paura e Delirio a Las Vegas

Come commentare un film del genere. Eccessi su eccessi, in una spirale di delirio e paranoia. Un grande Johnny Depp. Spassosissimo!

Chi lo conosce sa di cosa parlo. Gli altri - guardatelo!!!

Voto 4/5. (Non gli do un 5/5 perché é altamente immorale! <img alt="><img alt="><img alt="> ).

Link to post
Share on other sites

un punto in meno per chi ha letto il libro perchè (almeno io) ho passato metà del tempo a dire "ehi, ma questo non era così"

Beh, se ci ripenso anche io ritrovo decine di cose che potevano esser inserite o trattate meglio, e non credo che se il regista avesse portato il film a tre ore per inserirle sarebbe stato un gran danno (dopotutto le pellicole molto lunghe stanno diventando la norma). Ad esempio sarebbero stati da appronfondire e spiegare

7bacb6ef3d950f47610c4868c13c44bd'7bacb6ef3d950f47610c4868c13c44bd

 

Il quadro parlante della madre di Sirius, il perchè manchino dal ritratto, oltre a lui, anche Andromeda e Regulus, la sua parentela con i Black attraverso Narcissa, il ruolo svolto da Kreatcher;

il contrasto tra Minerva McGonagall e Dolores Umbridge, il fatto che sia stata quest'ultima a mandare i dissennatori contro Harry, il suo tentativo di annientare moralmente Harry e la scelta di Minerva di appoggiarlo;

il fatto che HP e compagni si apprestino, superati i GUFO, a scegliere chiaramente una carriera magica, che i gemelli abbandonino definitivamente Hogwarts per darsi al commercio;

la conclusione uguale al libro, con Moody che fissa negli occhi Dursley e gli impone di trattare bene Harry... <img alt=" />

 

Per quanto riguarda il tuo spoiler

45d0099e79d0dfbf3a002dd849347904'45d0099e79d0dfbf3a002dd849347904

 

beh, sì, è l'amica di Cho a tradirli tutti, e non per uso del veritaserum; ma facendo così, il regista ha getato le basi della rottura tra Harry e Cho senza dover tirare in ballo tutta la gelosia di lei per Hermione e la convinzione che Harry straveda per lei...

 

Link to post
Share on other sites

MODERATOR MODE ON

 

Gradirei che si evitasse che questa discussione si trasformasse, visto il periodo, in una discussione su Harry Potter e l'Ordine della Fenice.

Che ne dite se apriamo una discussione apposita?

(Tra l'altro, questa è una considerazione generale: questa discussione ha un senso se si mantiene a livello di spot sul singolo film; non ne ha più se si comincia a commentare e controcommentare di film specifici)

 

MODERATOR MODE OFF

Link to post
Share on other sites

Perché non hai letto il libro! La direttrice Umbridge é il personaggio astratto da me piu odiato, subito dopo lord feh feh Frey!

che coppia agghiacciante!! <img alt=">

 

 

Visto 'I Fantastici 4 e Silver Surfer'.

Perlomeno non l'hanno chiamato 'I Fantastici 4 contro Silver Surfer' ma a parte questo...beh...un film da arena estiva, niente di più;

stesso livello - bassino - del primo capitolo in ogni aspetto, nonostante mi sia sembrato abbastanza fedele a quel poco che conosco dei fumetti.

Anzi, diciamolo che qui anche Destino è una comparsa abbastanza inutile. <img alt=">

Per passare una serata, 2/5.

Link to post
Share on other sites

Primavera, estate, autunno, inverno...e ancora primavera, di Kim Ki-Duk, con Oh Yeong-su, Kim Ki-duk, Kim Young-min. La vita, nelle sue diverse fasi, raccontata dalla sapiente mano del maestro Ki-Duk. Una parabola poetica, che rappresenta tutto l'arco di un'esistenza, dall'infanzia all'adolescenza, dalle turbe giovanili fino alla maturità. Il tutto rappresentato attraverso la storia di un monaco e del suo allievo, sperduti in mezzo ad un bosco. E' forse l'opera più sentita del regista, qui presente anche in veste d'attore, una pellicola toccante che mette in mostra ancora una volta, il grande attaccamente dei popoli orientali alle proprie tradizioni e ai propri credi. Intenso, memorabile, è uno di quei film che a fine visione lascia dentro qualcosa, un misto di stupore e serenità. Bellissimo. Voto 4.5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...