Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Film visti (rivisti) ultimamente:

 

NON SI SEVIZIA UN PAPERINO: Per me qui siamo al Capolavoro, uno dei film italiani più potenti e belli in assoluto. Un Thriller che tiene col fiato sospeso fino alla fine e che ha elementi di critica sempre moderni e drammatici. Attori in forma, e un Fulci che da il massimo. Imperdibile. VOTO 9

 

LE STREGHE DI SALEM: E' stato amore a prima vista con questo film, che ti ipnotizza con una musica azzeccatissima e con immagini di grande impatto. Rob Zombie cambia registro, ma lo fa in grande stile, mostrando tutto il suo amore per l'horror classico, anche e soprattutto italiano. Omaggi ai nostri Fulci e Bava, e una delle più belle rappresentazioni di Satana che io ricordi. VOTO 8

 

IL BUONO IL BRUTTO E IL CATTIVO: Qui c'è da dire poco, e quindi non dico nulla. Capolavoro. VOTO 9

 

LE CONSEGUENZE DELL'AMORE: Bel film, di quello che è il mio regista italiano contemporaneo preferito. Mi piace tantissimo come gira Sorrentino, e Servillo è sempre perfetto. Una dei migliori lavori del regista italiano. VOTO 7,5

 

EXISTENZ: Un Cronenberg a livelli altissimi, che gioca con lo spettatore e con i personaggi, e crea tanti livelli e capovolgimenti di fronte. E come sempre mette la carne al centro dei suoi lavori. Film geniale. VOTO 8

 

SHINING: Anche qui, poco da dire. Capolavoro assoluto, uno degli horror più belli della storia, fatto da un regista che apparentemente con l'horror centra poco. Ma quando ti chiami Stanley Kubrick hai dimostrato che tu sai fare tutto, e con una perfezione assoluta. Nicholson offre una delle migliori prove della sua strepitosa carriera. "Signor Kubrick, cosa dice a chi la critica di aver cambiato alcuni elementi del libro?" "Che il libro non era poi questo capolavoro!!" VOTO 9,5

 

THOR 2: Bel cine-comic, che si appoggia con forza su uno dei personaggi più belli della Marvel e della Mitologia Norrena: Loki. Il film funziona, forse supera il rimo film. E Hiddleston è eccezionale. Divertente. VOTO 6,5

Share this post


Link to post
Share on other sites

THOR 2: Bel cine-comic, che si appoggia con forza su uno dei personaggi più belli della Marvel e della Mitologia Norrena: Loki. Il film funziona, forse supera il rimo film. E Hiddleston è eccezionale. Divertente. VOTO 6,5

Anch'io andrò a vederlo prestissimamente e concordo, Loki/Hiddleston è grandioso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

La chispa de la vida, di Álex De la Iglesia. Con Josè Mota, Salma Hayek, Santiago Segura, Carolina Bang, Blanca Portillo, Nacho Vigalondo, Nerea Camacho, Guillermo Toledo, Javier Gutiérrez, Fernando Tejero. Roberto, sposato con la bella Luisa e con due figli adolescenti, è vittima della crisi economica, e non riesce a trovare lavoro da diverso tempo. Dopo l'ennesima mattinata a caccia di un impiego andata storta, l'uomo decide di far visita all'albergo dove ha trascorso la luna di miele con la moglie per prenotare una stanza da lì a breve e staccare un attimo dallo stress quotidiano. Ma l'hotel è ora diventato un museo, e durante l'inaugurazione Roberto è vittima di un grave incidente, in seguito al quale gli rimane una barra di ferro conficcata nella testa, impossibile da levare senza portare a gravi rischi. Da lì comincia un circo mediatico che l'uomo cercherà di sfruttare a suo vantaggio. Se è vero che anche lo stesso protagonista finisce per cadere nel gioco dell'audience, la critica spietata, cinica e condivisibile posta da De la Iglesia è quella verso la morbosità dei mass media, pronti a tutto pur di "essere sul pezzo", anche quando questo significhi lucrare sulla possibile morte in diretta di un individuo. La figura di Roberto, per quanta ceda alle sirene del dio denaro, lo fa comunque per assicurare alla sua famiglia un futuro migliore, mentre il resto delle persone che gravitano intorno alla tragedia, eccetto rarissime eccezioni, pensa solamente ai propri interessi. La chispa de la vida è un film forte, magneticamente intenso nella sua evoluzione, non privo di una rispettosa ironia nera e di un finale che commuove enormemente, che può contare su un perfetto duo di protagonisti: ottimo Josè Mota in un ruolo sicuramente non semplice, sofferta e credibile Salma Hayek in una delle prove più riuscite della sua carriera. Arguto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ultimo re di Scozia di Kevin Macdonald, con Forest Whitaker, James McAvoy, Kerry Washington, Simon McBurney.

 

Il film rievoca con toni romanzeschi la vicenda di Idi Amin Dada (interpretato da un superlativo Forest Whitaker) uno dei tanti dittatori sanguinari che hanno popolato l'epoca della decolonizzazione africana.

Gli orrori e le ambiguità dell'Uganda degli anni '70 sono visti attraverso gli occhi di un giovane medico scozzese che, giunto nel Paese per lavorare in una missione umanitaria, conosce per caso Idi Amin Dada e se ne lascia ingenuamente soggiogare, diventandone il consigliere-burattino e rimanendo invischiato sempre più a fondo in un gioco pericoloso fra i servizi segreti inglesi ed il crudele e carismatico despota.

Ricostruzione storica di piglio documentaristico e finzione narrativa (quest'ultima non sempre riuscita) si amalgamano bene in un film interessante.

 

voto 4 / 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel film, mi piacque!!

 

Io ho visto ieri Hunger Games 2, più o meno come il primo...non mi entusiasma, ma mi piace alla fine!!

La prima parte un pò lenta, la seconda scorre velocissima...il finale forse poteva essere pompato un pò di più...

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

L'orgoglio degli Amberson, di Orson Welles. Con Joseph Cotten, Anne Baxter, Agnes Moorehead, Tim Holt, Dolores Costello, Ray Collins, Richard Bennett. Il giovane George Amberson, ultimo rampollo di una nobile famiglia, si innamora della figlia di Eugene Morgan, un vecchio amico della madre. Dopo la morte di suo padre George scopre che Eugene e sua madre erano stati amanti in gioventù, e ora sembrano riavvicinarsi, ma lui è intenzionato a impedirlo con tutte le proprie forze... Dall'omonimo romanzo di Booth Tarkington, il secondo film di Welles è una saga familiare agli inizi del 1900, un'opera sontuosa e potente, simile nell'idea di grandezza al precedente Quarto potere ma assai diversa per narrazione e messa in scena. Stilisticamente impeccabile, complice anche una fotografia d'eccellenza, il film si avvale di ottime interpretazioni, da attori di primo piano come Joseph Cotten e una giovane Anne Baxter, sino a una strepitosa Agnes Moorehead non a caso candidata all'Oscar. Imponente.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Don Jon

 

"Don Jon è un film indipendente del 2013 scritto, diretto ed interpretato da Joseph Gordon-Levitt. Questa pellicola segna il debutto dietro la macchina da presa dell'attore Joseph Gordon-Levitt in un lungometraggio".

 

Mi aspettavo qualcosa di molto diverso e più superficiale/volgare invece non è niente male!

Mi ha divertita e per quanto la riflessione non sia inedita a me è piaciuto molto questo sottolineare che oggi come oggi, in molti aspetti della vita la realtà non da la stessa soddisfazione della "finzione" o dell'immaginato.
Secondo me sta diventando un fenomeno preoccupante, allarmante, pare che una cosa non è mai bella quanto te la sei immaginata, ormai ci facciamo troppi film mentali!

 

 

 

 

 

 

 

Bel film, mi piacque!!

 

Io ho visto ieri Hunger Games 2, più o meno come il primo...non mi entusiasma, ma mi piace alla fine!!

La prima parte un pò lenta, la seconda scorre velocissima...il finale forse poteva essere pompato un pò di più...

 

 

Hunger games 2 non mi è piaciuto, come il primo del resto; personalmente non arrivano alla sufficienza questi film per i miei gusti.

 

Graditissimo invece L'ultimo Re di Scozia

Tra l'altro è il film che mi ha fatto conoscere James McAvoy

Forest Whitaker mi piace molto come attore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

Elysium, di Neill Blomkamp. Con Matt Damon, Jodie Foster, Sharlto Copley, Alice Braga, Diego Luna, Wagner Moura, William Fichtner. Alla fine del ventunesimo secolo la Terra è malata e sofferente, e così viene costruita un'elitaria stazione orbitante chiamata Elysium, luogo di rifugio per i più benestanti, che grazie all'avveneristica tecnologia moderna possono guarire da qualsiasi malattia. Nel 2154 Max, un operaio con un passato criminale, è vittima di un grave incidente che lo espone a una quantità mortale di radiazioni. Gli rimangono solo cinque giorni di vita, e la sua unica speranza è quella di raggiungere in qualsiasi modo Elysium... Dopo il sorprendente esordio di District 9, Blomkamp torna nuovamente alla fantascienza con un film che riprende in parte un'analisi sociale già fondamentale nell'opera precedente. Ma qui non tutto funziona, a causa di una sceneggiatura non priva di pecche, con forzature improbabili che appesantiscono la narrazione, coprendo in parte anche il profondo messaggio di fondo. Tecnicamente eccellente Elysium è comunque una visione più che godibile per gli amanti della sci-fi, grazie anche ad un cast in forma (irresistibile Copley), ma si poteva fare molto di più. Smorzato.

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=yfXbfg23th8

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

After Earth - Dopo la fine del mondo, di M. Night Shyamalan. Con Jaden Smith, Will Smith, Sophie Okonedo, Zoë Kravitz, Isabelle Fuhrman. In un lontano futuro l'umanità è stata costretta a emigrare su altri pianeti, a causa dell'ormai insostenibile inquinamento della Terra. Ma anche qui gli uomini devon fronteggiare un temibile pericolo, una feroce specie aliena di natura animale che fiuta le sue prede tramite i feromoni emessi con la paura. Solo i ranger, individui scelti, sono in grado di fronteggiarle. Il più famoso di loro, durante un viaggio col figlio adolescente, rimane ferito dopo un grave incidente dell'astronave, nel quale lui e il ragazzo sono gli unici sopravvissuti. E data l'immobilità del padre, il coraggio del giovane rimane la loro unica possibilità di salvezza. Da una storia partorita dallo stesso Will Smith, qui anche co-protagonista insieme al figlio Jaden, Shyamalan crea un'opera visionaria e affascinante, non priva di ingenuità, ma in grado di far coesistere al meglio una tematica ecologista / sci-fi con la parte più drammatica, che vede sia il percorso di formazione del ragazzo, sia il controverso rapporto col genitore. Con dei buoni effetti speciali e un'ambientazione di grande impatto, la missione del regista indiano può dirsi più che riuscita. Suggestivo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ultimo re di Scozia di Kevin Macdonald, con Forest Whitaker, James McAvoy, Kerry Washington, Simon McBurney.

 

Il film rievoca con toni romanzeschi la vicenda di Idi Amin Dada (interpretato da un superlativo Forest Whitaker) uno dei tanti dittatori sanguinari che hanno popolato l'epoca della decolonizzazione africana.

Gli orrori e le ambiguità dell'Uganda degli anni '70 sono visti attraverso gli occhi di un giovane medico scozzese che, giunto nel Paese per lavorare in una missione umanitaria, conosce per caso Idi Amin Dada e se ne lascia ingenuamente soggiogare, diventandone il consigliere-burattino e rimanendo invischiato sempre più a fondo in un gioco pericoloso fra i servizi segreti inglesi ed il crudele e carismatico despota.

Ricostruzione storica di piglio documentaristico e finzione narrativa (quest'ultima non sempre riuscita) si amalgamano bene in un film interessante.

 

voto 4 / 5

Secondo me è bellissimo,4/5 è un votaccio per un film di questo calibro imho.Forest Whitaker è strepitoso (mi ero già innamorato del suo modo di recitare in The Shield,ma in questo film da il meglio di sè),la storia avvincente e a tratti agghiacciante.Stra-consigliato.

Voto 7,5/ 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 4/5 di Alyssa Arryn io l'avevo interpretato come un 4 stelle su 5!

Insomma l'intervallo non è da 0 a 10, forse ho capito male io però.

 

 

 

Recentemente ho finalmente visto Mr. Nobody, io l'ho trovato molto bello e con una bellissima colonna sonora; è un film particolare che può anche non piacere vista la sua struttura ma secondo me vale la pena di vederlo almeno una volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Recentemente ho finalmente visto Mr. Nobody, io l'ho trovato molto bello e con una bellissima colonna sonora; è un film particolare che può anche non piacere vista la sua struttura ma secondo me vale la pena di vederlo almeno una volta.

 

Si!!!! Bellissimo e particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 4/5 di Alyssa Arryn io l'avevo interpretato come un 4 stelle su 5!

Insomma l'intervallo non è da 0 a 10, forse ho capito male io .

A be' in quel caso chiedo venia e mi accodo per le 4stelle <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

After Earth - Dopo la fine del mondo, di M. Night Shyamalan. Con Jaden Smith, Will Smith, Sophie Okonedo, Zoë Kravitz, Isabelle Fuhrman. In un lontano futuro l'umanità è stata costretta a emigrare su altri pianeti, a causa dell'ormai insostenibile inquinamento della Terra. Ma anche qui gli uomini devon fronteggiare un temibile pericolo, una feroce specie aliena di natura animale che fiuta le sue prede tramite i feromoni emessi con la paura. Solo i ranger, individui scelti, sono in grado di fronteggiarle. Il più famoso di loro, durante un viaggio col figlio adolescente, rimane ferito dopo un grave incidente dell'astronave, nel quale lui e il ragazzo sono gli unici sopravvissuti. E data l'immobilità del padre, il coraggio del giovane rimane la loro unica possibilità di salvezza. Da una storia partorita dallo stesso Will Smith, qui anche co-protagonista insieme al figlio Jaden, Shyamalan crea un'opera visionaria e affascinante, non priva di ingenuità, ma in grado di far coesistere al meglio una tematica ecologista / sci-fi con la parte più drammatica, che vede sia il percorso di formazione del ragazzo, sia il controverso rapporto col genitore. Con dei buoni effetti speciali e un'ambientazione di grande impatto, la missione del regista indiano può dirsi più che riuscita. Suggestivo.

 

 

 

L'ho visto al cinema, e non concordo... vista la trama, poteva essere effettivamente un film molto suggestivo, tuttavia viene sviluppata male, con risvolti banali, una storia noiosa e battute poco efficaci. Insomma, a me non è piaciuto, forse la più grande delusione del 2013, almeno per i film che volevo vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

imm.jpg

 

After Earth - Dopo la fine del mondo, di M. Night Shyamalan. Con Jaden Smith, Will Smith, Sophie Okonedo, Zoë Kravitz, Isabelle Fuhrman. In un lontano futuro l'umanità è stata costretta a emigrare su altri pianeti, a causa dell'ormai insostenibile inquinamento della Terra. Ma anche qui gli uomini devon fronteggiare un temibile pericolo, una feroce specie aliena di natura animale che fiuta le sue prede tramite i feromoni emessi con la paura. Solo i ranger, individui scelti, sono in grado di fronteggiarle. Il più famoso di loro, durante un viaggio col figlio adolescente, rimane ferito dopo un grave incidente dell'astronave, nel quale lui e il ragazzo sono gli unici sopravvissuti. E data l'immobilità del padre, il coraggio del giovane rimane la loro unica possibilità di salvezza. Da una storia partorita dallo stesso Will Smith, qui anche co-protagonista insieme al figlio Jaden, Shyamalan crea un'opera visionaria e affascinante, non priva di ingenuità, ma in grado di far coesistere al meglio una tematica ecologista / sci-fi con la parte più drammatica, che vede sia il percorso di formazione del ragazzo, sia il controverso rapporto col genitore. Con dei buoni effetti speciali e un'ambientazione di grande impatto, la missione del regista indiano può dirsi più che riuscita. Suggestivo.

 

 

 

L'ho visto al cinema, e non concordo... vista la trama, poteva essere effettivamente un film molto suggestivo, tuttavia viene sviluppata male, con risvolti banali, una storia noiosa e battute poco efficaci. Insomma, a me non è piaciuto, forse la più grande delusione del 2013, almeno per i film che volevo vedere.

 

 

Pensa che io ero partito con aspettative bassissime, visto il mio "odio" cinefilo per Smith e prole, ma avendo visto tutto di Shyamalan controvoglia ho deciso di recuperarlo comunque, e mi ha piacevolmente sorpreso. Non un capolavoro, ma neanche una delusione. Poi per carità, de gustibus :)

 

Stasera comunque ho recuperato...

 

imm.jpg

 

The world's end - La fine del mondo, di Edgar Wright. Con Simon Pegg, Nick Frost, Paddy Considine, Martin Freeman, Eddie Marsan, Rosamund Pike, Pierce Brosnan, Julian Seager, Paul Kennington, Mark Fox. Gary King vuole ripercorrere, vent'anni dopo, una serata fondamentale della sua esistenza, nella quale con quattro amici aveva tentato di bere una birra in tutti i pub della cittadina di Newton Haven. Ricontattati i compari di un tempo, l'allegra banda (non senza dissidi interni) si imbarca di nuovo nell'impresa alcoolica, ma scopre ben presto che il luogo di gioventù è stato vittima di un'invasione aliena, e quasi tutti gli abitanti sono ora in realtà dei surrogati... Edgar Wright (qui anche co-sceneggiatore col fido Simon Pegg) ripropone una storia di base potenzialmente simile a quella del suo cult L'alba dei morti dementi, realizzando nuovamente una commedia irresistibile e intelligentemente parodistica (non si contano i rimandi alla "saga" degli Ultracorpi), ricca di dialoghi ispirati e dal ritmo indiavolato, con una componente da action comedy di assoluta efficacia. Divertimento assicurato con un cast in formissima, incluso un piccolo, gustosissimo, ruolo per Pierce Brosnan, e con una menzione particolare per lo stesso Pegg, mai incontenibile come in quest'occasione. Ancora culto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...