Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

3 hours fa, Lyra Stark dice:

Purtroppo però non ho seguito molto gli altri fasti e furi quindi non so se capirei... a parte che mi dici che in pratica non c'è una trama XD

 

Il fatto che tu conosca poco la saga di F&F è assolutamente irrilevante. Devi solo sapere qualche particolare che se vuoi posso spiegarti in privato.

Riguardo l'assenza di trama, è sufficiente spegnere al 95% il proprio cervello. Credimi, è facilissimo.

 

Ah dimenticavo, doveroso omaggio alla bellissima Eiza Gonzàlez nel ruolo di Madam M :wub:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hellboy II - The Golden Army (2008) di Guillermo Del Toro

 

Non basato su alcuna storia di Mignola con l'eccezione di due particolari (la presenza del personaggio di Strauss e la decisione finale di Hellboy di 

Spoiler

lasciare il team, anche se nei fumetti avviene in modalità completamente diverse

), è ancora più bello e maestoso del predecessore, e soprattutto ancora più poetico. I tipici temi deltoriani del diverso, della massa contro il singolo, del "mostruoso dietro l'umano e dell'umano dietro il mostruoso" sono affrontanti e scandagliati in modo superbo (e anticipano in un certo senso i temi e le atmosfere de La forma dell'acqua), con il consueto stile visivo barocco che caratterizza il cinema del regista messicano. Grandissimi personaggi, e bellissimo 

Spoiler

il duello finale tra Hellboy e il principe Nuada, con la decisione finale della principesse Nuala di sacrificarsi per il bene comune

ma è solo l'apice di un film visionario e che avrebbe veramente meritato un seguito, che avrebbe chiuso il cerchio sul personaggio di Hellboy e deciso definitivamente la natura del personaggio: missionario dell'Apocalisse o demone convertito alla causa dell'umanità?

In ogni caso, il film è uscito nel 2008, l'anno del primo Iron Man. Sembra quasi si sia trattato di un passaggio di consegne tra due modi diversi di interpretare i cinecomic, ma direi quasi il cinema in generale...

 

Voto: 10

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche film che mi sono riuscito a vedere in ferie.

 

Noi  (Jordan Peele, 2019)

Il film usa, sapientemente e con efficacia, molti classici schemi dei film horror. Ma, per la stessa natura del film, soffre anche degli stessi difetti, ovvero é la stupiditá delle scelte che fanno i personaggi a rendere la loro condizione peggiore in quanto un pó piú di furbizia avrebbe certo reso loro le cose piú semplici. A chi guarda il film consiglio di approfondire i temi e i simboli trattati dal film (ci sono diversi canali su yt che discutono la cosa nel dettaglio) in quanto é a mio avviso questa seconda lettura che dona a questo horror altrimenti di buona fattura ma non particolarmente originale, maggiore profonditá.

Devo dire inoltre che verso metá film 

Spoiler

hai la netta sensazione che nessuno dei protagonisti morirá. Mi ha fatto piacere, in un certo senso (mi sarebbe dispiaciuto altrimenti) ma certo la tensione, a quel punto, crolla miseramente.

 

Gli Incredibili 2 (Brad Bird, 2019)

Richiesto a gran voce per 10 anni é finalmente arrivato. Ok, ok, sono comunque dispiaciuto che Pixar abbia scelto negli ultimi anni di seguire tutti gli altri e si sia buttata sui sequel, ma quando sono buoni uno ogni tanto ci sta anche. E questo é buono. Non eccezionale, ma buono. Paradossalmente ho trovato le gag famigliari di mr. Incredibile che si occupa dei figli piú interessanti della trama principale (un paio di queste gag sono davvero spassosissime) e i personaggi mi sono parsi comunque caratterizzati in maniera decente, sia nelle loro intenzioni che nel loro arco. Nulla di ché riguardo al villain, ma almeno si sono impegnati a dargli delle motivazioni diverse dalla classica "voglio conquistare/distruggere il mondo" e il bel discorso che fa nella sequenza come sottofondo all'inseguimento di Elasticgirl gli da anche un certo spessore. A chi ha gradito il primo posso certo consigliarlo.

 

Avengers: Infinity War (Anthony e Joe Russo, 2017)

Buon film, anche per chi, come me, non é particolarmente attirato dai film Marvel e si é giá stufato da anni di tutti questi film uguali tra di loro. Ad intrattenere, oltre all'azione, é certamente il cast corale (mezzo budget solo per loro, suppongo). Non sono tra quelli che credono che Thanos sia un cattivo particolarmente interessante. Vero: persegue un obiettivo che a prima vista puó sembrare generoso e filosoficamente sostenibile, ma mi fa ridere pensare che possa aver trascorso anni a mettere in pratica questo suo ambizioso piano e in tutto questo tempo non abbia mai considerato alternative che non facessero sparire casualmente metá della popolazione dell'universo. Ha mai riflettuto sulle conseguenze di questo gesto a breve e lungo termine? Mah... é solo un mezzo gradino sopra al "voglio conquistare l'universo", ma sempre dello stesso pianerottolo si parla...

Rimane comunque ben fatto e l'interazione (patinata) tra i personaggi funziona egregiamente.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avengers: Endgame (Anthony e Joe Russo, 2019)

 

Visto anche io, ultimo degli ultimi. E devo dire che mi é piaciuto, e non poco. Intendiamoci: parlo sempre e comunque della categoria degli action movies, per cui posso chiudere un occhio sugli innumerevoli difetti della trama (che molti video su youtube hanno prontamente messo in evidenza) applaudendo per il successo di quello che era il suo scopo originale, ovvero chiudere in bellezza una avventura iniziata quasi 15 anni fa. Non oso immaginare quanto complicato debba essere stato costruire una storia che mostrasse cosí tanti personaggi (alcuni dei quali certamente con un minutaggio minimo previsto dal contratto, e altri con minutaggio cosí breve da essere praticamente solo comparse). Davvero un gioco di equilibrismo notevole. 

La scelta del viaggio nel tempo poi (spero di non doverlo mettere sotto spoiler visto che lo sapranno pure i sassi ormai) é azzeccata: se il film doveva chiudere in pompa magna questo enorme ciclo, perché non rivisitare alcuni dei momenti del passato, come in un album dei ricordi? Idea funzionale, e originale nel contesto dei supereroi.

Quello che ho apprezzato é il tempo che si sono presi per l'introspezione e il dialogo. Considerato il genere e l'ipertrofia del cast, non era cosa scontata. Magnifica, ad esempio, la prima scena. Quello che mi aveva ormai da tempo stufato di questi film era la noia che mi veniva durante le innumerevoli - e mai davvero ispirate - scene di battaglia. Tutte uguali per 15 anni. E questo film non fa eccezione. Ma é una parte relativamente piccola delle oltre 2 ore e mezza, ed era sostanzialmente dovuta.

 

Quindi devo dire che, pur non essendo un appassionato del genere e pur non attendendo minimamente la prossima fase Marvel, il film mi é piaciuto e vederne la conclusione mi ha fatto rivalutare un pó questo progetto che per anni mi é parso solo un modo per spillare danaro a discapito di tutto il mercato cinematografico restante. Spero onestamente (ma non ci conto molto) che la perdita di questi attori tanto amati e caratteristici faccia un pó crollare l'hype per i prossimi episodi: un pó di respiro farebbe davvero bene a tutti quelli che vorrebbero provare qualcosa di nuovo.

 

Ottima, ovviamente, la parte tecnica. Anche se mi dispiace un pó che dopo 15 anni ancora non riescano a fare un Hulk davvero buono. Questo era il migliore, ma invece che con il motion capture mi pareva animato in keyframe: movimenti molto innaturali. Nulla in confronto ad Avatar e inferiori persino al Gollum (pure quello animato a mano). Credo che il tempo e il danaro in piú per fare qualcosa di meglio non erano disponibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche io visto da poco…e purtroppo qualche spoiler anche se piccoli li ho letti. film notevole che merita una seconda visione più precisa. stupenda le scene finali e gestiti bene i momenti drammatici senza essere troppo sentimentali. 

se in infinity war il protagonista assoluto era thanos, in questo lo sono gli avengers storici soprattutto cap e iron man. come era giusto che fosse. qualche piccola sbavatura nella trama ma dovendo chiudere 10 anni e più di 20 film si chiude un occhio senza problemi. unica cosa avrei preferito almeno nello scontro finale di vedere il vero hulk.

voto: 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

E va bene lo hanno visto tutti ho voluto dargli una possibilità anche io ^^
Avengers Endgame
ovvero ammazza come invecchiano male gli Avengers! :blink:

A parte gli scherzi è la cosa che mi è saltata più all'occhio e quella a cui ho pensato più spesso durante la visione del film. Tocca tutti ma in particolare Renner, la Johansson forse anche a causa di tutta la plastica che ha attorno, Evans parevano veramente sfatti.  E l'idea di chiudere qua il ciclo mi è sembrata per questo altamente opportuna. 
Veniamo però al film, la cui visione si è spalmata in ben 3 giorni tanto è riuscito a prendermi... trama tutt'altro che accattivante, in cui metà delle cose succedono a caso e l'altra metà credo anche (basta considerare il generale bordello legato ai viaggi nel tempo in cui non bisognerebbe alterare quella determinata linea temporale, motivo per cui si devono riportare le gemme, però si ammazzano o trasportano persone a caso di quella linea temporale, e non solo gli eventi modificati sono innumerevoli).
Trovata quella dei viaggi del tempo che rappresenta la scappatoia più facile e che non ha mai incontrato il mio favore in nessun media, ma che in fondo è l'epitome di ciò che vale per molta gioventù odierna: il piano degli Avengers che cosa rappresenta se non l'incapacità di accettare ciò che è, ciò che la vita ci destina, e andare avanti ancorandosi al passato? 
Di fatto è la cosa che mi ha lasciato più perplessa di tutto il film: metà della vita scompare e dopo 5 anni, 5 anni!, la vita è ancora praticamente bloccata in una bolla di incapacità di accettazione. Francamente trovo difficile da concepire. Capirei dopo un anno o due, ma dopo 5 anni le città invase da vegetazione e mucchi di spazzatura mi risultano poco credibili. Specie laddove esistono tecnologie come quella di Stark e del Wakanda.
Non c'è neanche la solita cazzoneria Marvel, è tutto tarato su una specie di dramma mode che però non prende finendo per suscitare insofferenza o ridicolo. I personaggi infilati in crisi esistenziali senza capire bene perché(e si che tempo ne hanno a iosa per approfondire) con battutone a effetto loffio (funzionerà, deve funzionare perché non saprei cos'altro fare...) che suonano cosmicamente vuote. 
Ovviamente si segnala la solita carenza in fatto di colonna sonora (veramente brutta) che rende piatto anche quello che vorrebbe essere epico. 
Mi aspettavo la fiera dell'autocelebrazione ma i titoli di coda finali con tanto di autografi hanno raggiunto il livello comico di marchetta. 

Ormai questo genere di film mi ha annoiato,  perciò non mi aspettavo grandi cose, ma sono riusciti a deludere le mie pur basse aspettative costruendo qualcosa di molto banale, scontato e che mi è sembrato tirato via in molte cose.

Peccato perché la chiusura del cerchio, nel bene e nel male, avrebbe meritato qualcosa di più.

Se questo è quello che dovrebbe segnare un tassello della storia del cinema con incetta di Oscar siamo messi bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
57 minutes fa, Lyra Stark dice:

Ormai questo genere di film mi ha annoiato,  perciò non mi aspettavo grandi cose, ma sono riusciti a deludere le mie pur basse aspettative costruendo qualcosa di molto banale

 

Evidentemente le tue aspettative non erano tanto basse quanto le mie (e per la noia per questo genere di film concordo appieno). :stralol:

 

57 minutes fa, Lyra Stark dice:

in cui metà delle cose succedono a caso e l'altra metà credo anche

 

Questo film (esattamente come gli altri del MCU & company) non vanno assolutamente guardate con il cervello in modalitá standard, altrimenti é impossibile salvarli. Devono essere presi come una attrazione da luna park, un intrattenimento che dura 2 ore circa e che alla fine, l'unica cosa che conta é se ti hanno riempito quelle due ore o se rimpiangi di non aver sistemato i calzini. Se questa é la funzione, allora questo film andava preso "di pancia" e basta, come un piatto surgelato, senza domandarsi quali ingredienti ci fossero dentro, o quale cottura é stata scelta, o se davvero la carne é al 100% italiana. E, in quello, penso che abbia funzionato.

Se poi si voleva qualcosina di piú, persino Glass, tanto criticato, é piú intrigante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, sai la mia perplessità deriva appunto dal fatto che altri li avevo trovati almeno un minimo godibili, giá il precedente infinity war molto meglio, ma questo mi pare un sacco di roba messa là a caso perché si.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours fa, Lyra Stark dice:

 Di fatto è la cosa che mi ha lasciato più perplessa di tutto il film: metà della vita scompare e dopo 5 anni, 5 anni!, la vita è ancora praticamente bloccata in una bolla di incapacità di accettazione. Francamente trovo difficile da concepire. Capirei dopo un anno o due, ma dopo 5 anni le città invase da vegetazione e mucchi di spazzatura mi risultano poco credibili. Specie laddove esistono tecnologie come quella di Stark e del Wakanda.

 

Lungi da me difendere il MCU, ma non è che si sta parlando dell'accettazione della morte della propria nonna ultranovantenne, ma di qualcosa come la metà della popolazione terrestre. Ci sta che dopo 5 anni non si accetti la questione serenamente, e i mucchi di spazzatura servono a mostrare in qualche modo che la civiltà non è tornata esattamente in sesto.

Poi oh, è come dice @Manifredde, questi film sono proprio luna park in cui sali sulla giostra a cervello spento. O per meglio dire, bisogna rimodulare la proprio soglia di attenzione.

 

@Lyra Stark quello che mi fa più soffrire invece è che per colpa di queste baracconate il DCEU sia praticamente morto, ma queste è solo una nostra polemica personale di nessuna importanza...

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours fa, Manifredde dice:

 

Mm non sono d'accordo. I film del MCU come tutti gli altri blockbuster devono essere visti con il cervello perché è un tipo di cinema anche questo. Certo, non è quello di Kubrick ma ha comunque uno scopo e un idea e merita di essere visto con il cervello acceso 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours fa, Ancalagon dice:

Mm non sono d'accordo. I film del MCU come tutti gli altri blockbuster devono essere visti con il cervello perché è un tipo di cinema anche questo. Certo, non è quello di Kubrick ma ha comunque uno scopo e un idea e merita di essere visto con il cervello acceso 

 

 

 

Gli standard qualitativi di questo tipo di film se li sono creati da sé. Non sono snob da dire "non meritano nulla di piú": é cosí che sono stati progettati (e uso il termine "progettati" a proposito) ed é cosí che vanno fruiti, IMHO. Altrimenti, da un punto di vista artistico, andrebbero bocciati tutti perché alla fine della fiera, di tutta la dozzina e piú di film MCU che ho visto, non riuscirei a cercare il migliore, ma il "meno peggiore". Questa é la mia opinione personale, ovviamente, ma se 15 registi, fotografi, sceneggiatori e montatori diversi producono film che appaiono tutti uguali come ritmi, caratterizzazione, struttura e aspetto, un motivo ci sará...

Ma non voglio andare OT quindi:

 

First Man (Damien Chazelle, 2018)

Che dire: film scritto e soprattutto diretto con grandissima efficacia. Ci voleva finalmente un modo diverso, piú viscerale e intimo e realistico, per rapresentare questo genere di imprese. Sentire le lamiere che gridano dopo l'accensione dei motori e percepire l'ansia dei piloti nel domandarsi se tutto reggerá, vedere la luna e lo spazio con i loro occhi, percepire il senso di claustrofobia che genera questo tipo di veicoli. Il tutto alternato ad una vicenda umana certamente non comune e non noiosa.

Aggiungo 3 cose che mi sono parse un pó dei punti deboli:

-noi possiamo intuire ció che passa per la mente di Armstrong, ma il personaggio é taciturno e non particolarmente espressivo. Essendo un film biografico, avrei preferito sapere di piú sui suoi stati d'animo, piuttosto che analizzare costantemente i miei in seguito all'immedesimazione e all'empatia che avevo verso di lui.

-É un film su Armstrong, questo é vero, ma ci sono (e vengono rappresentati) decine di altri protagonisti in questa avventura spaziale. Nessuno di loro, a parte White, ha granché spazio in un film che dura comunque 140 minuti. Aldrin non lo vediamo neppure mettere piede sulla luna (posso immaginare i motivi che abbiano spinto a questa scelta, ma non credo di condividerla) e Collins avrá si e no 10 battute in tutto il film.

-Il film termina con il ritorno a casa. Se questo film é una biografia dell'uomo Armstrong, allora non puoi non mostrare come questa impresa storica ha influito sulla sua vita. Se é sull'Apollo 11, allora, come detto, hai decisamente sottovalutato troppi altri personaggi.

 

Al di lá di questo, il film offre davvero tanto e lo consiglio sicuramente.

 

EDIT 

Una scena che mi ha un pó sorpreso nel film:

Spoiler

Armstrong lancia il braccialetto della figlia morta nel cratere della luna. Il significato é chiaro: "ti ho amato tanto e mi manchi molto, ma vedi? Papá ti ha portato sulla luna". Senza dubbio poetico. Ma anche inquietante. Non l'ho scritto prima perché pensavo che potesse essere storicamente accurato. Apprendo ora che non c'é alcuna ragione per credere che lo abbia fatto, e quindi le mie perplessitá si concretizzano. Il cratere della luna é uno dei posti piú freddi dell'universo. É anche tra i piú disperatamente desolati e bui. Capisco se avesse agganciato il braccialetto alla bandiera, o lo avesse depositato su uno dei supporti del LEM. Ma il ricordo della propria bambina morta affidato ad un braccialetto lanciato nella piú fredda, buia e solitaria tomba che si possa immaginare? Come padre, non avrei MAI potuto fare una cosa del genere...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi ricordo se avevo già scritto qua la recensione (magari poi controllo e la posto) ma sono abbastanza d'accordo con quanto hai evidenziato. Tendenzialmente è un biopic poco biografico (non scava molto nella psicologia del personaggio ma forse perchè è lui a essere criptico né esplora molto il dopo luna, forse perché è parte di una storia più nota, preferendo invece approfondire e anche tanto, troppo, tutto quello che viene prima la luna), abbastanza asettico nella resa non ho capito se per incapacità o per scelta.

Quanto alla scena 

Spoiler

Anche se capisco il tuo punto di vista e la penso come te credo che il suo gesto significhi che è finalmente pronto a lasciar andare e nel farlo decide di consegnare e legare il ricordo di sua figlia a un'impresa e a un luogo che hanno qualcosa di oltre l'umano. Qualcosa che nessun'altro bambino avrà.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che per lui e altri addetti al settore lo spazio e la luna nel caso è visto come qualcosa di meraviglioso e lo scopo ultimo cui aspirare. Non credo ci vedano quei lati negativi che ci vediamo noi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lyra Stark

In effetti il tuo é un modo interessante di leggere quella scena, e la rende anche piú "accettabile" :scrib:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho visto il film in questione, che prima o poi intendo recuperare, ma devo dire che realizzare un biopic su Armstrong deve essere stato veramente difficile. Personaggio sulle cui qualità umane sembra ci sia poco da discutere, ma noioso e poco interessante oltre ogni immaginabile misura. La rockstar della Apollo 11 era un'altra, e si sa. Anche se il trio Gagarin Titov Komarov... peccato fossero Sovietici e l'attenzione verso di loro sia infinitamente minore...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente stavo proprio pensando a questo anche io ieri e mi sono chiesta perché mai non fare un film per una volta incentrato su uno degli altri 2, Aldrin e Collins, sarebbe già una prospettiva più innovativa.

Anche se sull'argomento Il mio film preferito, per quanto anch'esso lungo e con picchi di noia, rimane Apollo 13.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...