Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Purtroppo non tutti la pensano così.  

 

Ho recuperato Mary Queen of Scots

Mi aveva sorpreso che ne avessero parlato poco e fosse stato snobbato agli Oscar ma ora capisco perchè.

Film veramente insipido, così come le due protagoniste che ha pure la pecca di alterare i fatti per stare al passo coi tempi.

Praticamente non decolla mai e non si capisce che direzione voglia prendere. La regia è asettica e si perde in virtuosismi assurdamente posticci che però lasciano freddi per la maggior parte delle scene, i dialoghi vorrebbero sembrare ad effetto ma nei fatti non dicono nulla, così come la recitazione che perciò sfiora spesso l'overacting, come accade quando vuoi a tutti i costi dare enfasi a un contenuto che non c'è.

In particolare Margot Robbie, seppur brava, si ritrova prigioniera del suo piú famoso personaggio, finendo anche qua truccata da pagliaccio per la maggior parte del tempo con uno strano effetto di deja Vu. 

Purtroppo non vengono sfruttati a dovere neanche i bellissimi paesaggi o le musiche che sono per la maggior parte del tempo sottotono e inesistenti.

La cosa che mi ha lasciato più perplessa peró è proprio la poca fedeltà ai fatti storici, anche quelli arcinoti, che vengono alterati probabilmente per dare un tocco di modernità che però risulta abbastanza assurdo e che alla fine non apporta nemmeno qualcosa in più. Per dire pure Braveheart non è fedele ma la storia risulta "accettabile" storicamente. 

Di sicuro la vicenda è trattata in modo non dico più fedele ma almeno più coinvolgente in Elizabeth.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/10/2019 at 10:29, Lyra Stark dice:

Di sicuro la vicenda è trattata in modo non dico più fedele ma almeno più coinvolgente in Elizabeth.

 

Che già negli Elizabeth di Kapur l'attendibilità storica è al limite dell'accettabile (molto romanzata e decisamente faziosa) però almeno come realizzazione sono film più che validi. Io ho i brividi tutte le volte in alcune scene di The Golden Age.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto ieri il Joker e sono uscita dal cinema con una grandissima rabbia. 

Il film è molto bello, angosciante grazie alle musiche e alla presenza scenica di Phoenix che è incredibile. Vincerà meritatamente l'Oscar. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours fa, Corvina dice:

 

Che già negli Elizabeth di Kapur l'attendibilità storica è al limite dell'accettabile (molto romanzata e decisamente faziosa) però almeno come realizzazione sono film più che validi. Io ho i brividi tutte le volte in alcune scene di The Golden Age.

Esatto sono film come Braveheart che pur con strafalcioni storici riescono però a emozionare.

Questo qui zero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 hours fa, Lady Monica dice:

Ho visto ieri il Joker e sono uscita dal cinema con una grandissima rabbia. 

Il film è molto bello, angosciante grazie alle musiche e alla presenza scenica di Phoenix che è incredibile. Vincerà meritatamente l'Oscar. 

 

Perché rabbia? Nei confronti della "vittima" o per la violenza gratuita o per il messaggio di fondo? :huh: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo intendesse per il messaggio sociale, visto che nel film ci sono riferimenti continui ai tagli del welfare e alla disastrosa situazione sociale di Gotham, che poi è la stessa anche di molte città occidentali (e mondiali). Ma potrei sbagliarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo nei film storici spesso si tende a semplificare le vicende e a dividerle in bene-male, quando invece le cose sono molto più complesse. gli stessi film su Elisabetta sono ovviamente verso la parte della regina, anzi direi anglicana e i cattolici risultano il "male". ma così è per tanti film.

poi le licenze ci stanno per la venuta del film ma non sempre la gente temo capisca il confine tra storico e finzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì ma quel tipo di licenze è già più comprensibile. Qui non si tratta di prendere le parti di una fazione, hanno proprio trasformato Mary Stuart in una specie di vittima della situazione (quando fu attiva nei complotti) tradita da tutti, uomini in primis quando pure lei ebbe i suoi amanti, mentre Elizabeth in una donna continuamente insicura preoccupata per la cugina ma non del fatto che uccidere lei avrebbe dimostrato che un monarca si può destituire (che invece è uno dei motivi per cui Elisabetta ha sempre rifiutato di firmare per la condanna), quando per essere arrivata dove è arrivata proprio così insicura non credo fosse. In pratica in 2 teeneger complessate.

E il rapporto tra le 2 sembra uscito da roba tipo the O.C.

Col confronto (inventato) che dovrebbe essere la scena clou in cui Mary con le pezze al c**o riesce persino a rinfacciare a Elisabetta che le è inferiore e lei muta. Proprio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non voglio fare la parte della prevenuta ma si intuiva già dal trailer che l'attendibilità sarebbe stata quella di una fan fiction...

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minutes fa, Lyra Stark dice:

Qui non si tratta di prendere le parti di una fazione, hanno proprio trasformato Mary Stuart in una specie di vittima della situazione (quando fu attiva nei complotti) tradita da tutti, uomini in primis quando pure lei ebbe i suoi amanti [...]

 

Massì hanno trasformato il conflitto religioso in una specie di dibattito femminista in cui alla fine sia Mary che Elizabeth sono solo vittime di uomini più scaltri di loro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto Bohemian Rhapsody il film con un pò di ritardo ma mi piaciuto molto. E' bello vedere come è nata una delle più grandi band rock della storia. Leggevo su wikipedia qualche discrepanza tra la realtà e la versione romanzata del film ma i queen superstiti hanno approvato. Ho visto che ha preso parecchi oscar e in effetti se li è meritati. Non ho capito se è in programma un secondo film sull' ultima parte di vita di freddy. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

The Chronicles of Riddick (2004) di David Twohy

 

Non me lo ricordavo bene, ma alla fine non era nulla di che. Film che cerca di uscire dallo schema predeterminato del primo film (la fuga dai mostri) per abbracciare tematiche più "filosofiche" (l'oltreverso, la libertà di religione) ma senza riuscirci davvero fino in fondo, e infatti della trilogia è stato quello che ha incassato di meno. Comunque carina tutta la lunga parte ambientata sul pianeta/prigione di Crematoria, in cui Vin Diesel dà luogo a delle belle scene d'azione.

 

Voto: 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...