Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Orgoglio e Pregiudizio Zombi

 

Ebbene si, ho ceduto al trash. MA un trash carino in fondo. 

In realtà sono abbastanza confusa rispetto al film. Se prendo il puro lato horror e quindi se prendo il film come una storia di zombie, lo promuovo tutto. Ha una coerenza, fila fino alla fine senza perdersi mai e ha un finale aperto che potrebbe far pensare ad un seguito (che mio marito ha già detto di voler vedere se venisse fatto).

Invece se penso alla storia originale di Orgoglio e Pregiudizio, mi vengono le convulsioni :ehmmm: Povera Jane. 

Però la cosa più bella era trovare le citazioni dei libri e anche dei film precedenti (tipo Darcy che si tuffa in un laghetto a caso che a tutte noi può ricordare solo la scena iconica di Colin Firth in O&P del '95) e criticare le scelte del cast (darcy veramente orrendo e Elizabeth troppo bella). Punto in più per Matt Smith in versione Signor Collins :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Greenland  

Pensieri sparsi 

1)Considerando il genere non è un film dalla cgi gratuita e il lato catastrofico del film è confinato  a precisi segmenti.

2)Pure i cliché non sono in quantità eccessiva .

3)Il ritmo è equilibrato  con una buona alternanza tra le  situazioni. 

Consigliato anche chi non è amante dle genere e cerca un film da intrattenimento 

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 hours fa, Manifredde dice:

Anche nel campo delle serie tv oramai tutti i paesi europei sembrano in grado di fare roba pregevole. Noi facciamo Curon e il promo episodio è così terrificante (e non dal punto di vista tecnico) che non riesco a guardare il secondo.

 

Siamo un caso senza speranza :ehmmm:

 

Me lo sono sempre chiesta, ancor più in questi ultimi anni, perché l'Italia non sia in grado di sfornare qualcosa di decente.

Persino i tedeschi sono riusciti a fare Dark, i russi adesso hanno tirato fuori The lake e in Italia abbiamo ancora questi prodotti imbarazzanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensando a film o serie italiane il nuovo film di Mainetti, Freaks Out sembra interessante. A breve uscirà pure su Sky, Romulus una serie tv ambientata all'inizio dell'Antica Roma, seguito de Il Primo Re.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/10/2020 at 10:14, Oathkeeper dice:

 

Me lo sono sempre chiesta, ancor più in questi ultimi anni, perché l'Italia non sia in grado di sfornare qualcosa di decente.

 

 

Così a freddo, ti citerei Gomorra, L'amica Geniale e (per genialità assoluta anche se ovviamente molto "nostrana") Boris.

Certo, sono eccezioni e la maggioranza dei prodotti italiani resta su livelli decisamente scarsi, ma non farei di tutta l'erba un fascio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes fa, ryer dice:

 

Così a freddo, ti citerei Gomorra, L'amica Geniale e (per genialità assoluta anche se ovviamente molto "nostrana") Boris.

Certo, sono eccezioni e la maggioranza dei prodotti italiani resta su livelli decisamente scarsi, ma non farei di tutta l'erba un fascio.

 

 

Concordo: Gomorra, e ci metterei anche Romanzo Criminale, non hanno niente da invidiare alle serie crime di altre nazioni. Anche l'Amica Geniale è al livello delle massime produzioni internazionali (però anche se c'è molto di italiano, è coinvolta anche HBO).

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours fa, ryer dice:

 

Così a freddo, ti citerei Gomorra, L'amica Geniale e (per genialità assoluta anche se ovviamente molto "nostrana") Boris.

Certo, sono eccezioni e la maggioranza dei prodotti italiani resta su livelli decisamente scarsi, ma non farei di tutta l'erba un fascio.

 

 

Parlavo del sci fy e fantasy.

Inoltre, per quanto posso capire chi apprezza Gomorra e Romanzo Criminale, anche se io non li ho visti, continuo a non capire perché è da 30 anni in Italia si fanno solo film o serie tv sulla mafia, sui preti, sulle dottoresse Jo e i Cesaroni.

L'unica cosa che mi è mai piaciuta di ideazione (ma non produzione) italiana è The young pope. Possibile che non c'è nessun altro che osa fare qualcosa di diverso?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con @Oathkeeper Parlavamo di mafia e di criminalitá organizzata giá 30 anni fa. E con mio padre litigavo perché lui sosteneva che ognuno parla di ció che conosce e che non dovevamo scimmiottare gli americani. 

Ma nel 2020, io credo, questa mentalitá non ha piú ragione di esistere. Dove é la fantascienza italiana di qualitá? Dove il fantasy? Dove l'horror? Ci saranno 2 tentativi per decennio, solo uno dei quali riesce decentemente. E se fino a qualche anno fa si poteva dire che, bene o male, questa é una caratteristica dell'intera europa, ormai é evidente che gli altri si stanno emancipando, dai tedeschi con Dark ai polacchi con 1984 ai danesi con The rain etc etc.

E considerato che (correggetemi se sbaglio) ora i portali di streaming devono offrire una percentuale minima di prodotti realizzati in europa, questo sarebbe il momento giusto per osare.

(Ma mi sa che stiamo andando OT, quindi mi fermo :ehmmm:)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vice - L' uomo nell' ombra - 2018 - Adam McKay

 

Ogni tanto mi "costringo" a guardare questi polpettoni politico - autobiografici, tanto per variare genere e per alimentare la mia cultura generale. Ma sorpresona, questa volta non si tratta di un polpettone. Una regia e un montaggio originale e osato

Spoiler

(vedere i titoli di coda a metà film)

, donano a questo film quel margine di freschezza, che lo rende divertente e piacevole da guardare.

L'interpretazioni beffarde di Christian Bale e Sam Rockwell (geniale nel ruolo di George Bush) danno un ulteriore tocco d'autore a una storia, che sarebbe altrimenti difficile da trasporre in modo efficace, e fa perdonare anche qualche esagerazione storica, prima su tutte la teoria esecutiva unitaria, gonfiata per creare suspance, ma che poi alla fine si dissolve nel nulla.

 

Film curioso, giustamente candidato a una moltitudine di Oscar, tra cui migliore attore protagonista, migliore attrice e migliore attore non protagonisti, miglior montaggio (premio che IMHO avrebbe potuto vincere) e anche quella azzardata di migliore film in assoluto.

 

Voto 7/10

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shazam! David F. Sandberg (2019)


Come spesso accade con questo genere di film, prima parte originale e divertente, con l'elemento supereroistico che è più che altro un pretesto per gag e situazioni comiche che effettivamente funzionano. Un po' più impersonale la seconda parte, che segue lo schema tipico screzio tra i protagonisti --> irruzione del cattivo --> rappacificazione e showdown finale. La cosa strana è che tutta questa parte è anche piuttosto lunga, ma non lascia il segno. In ogni caso meglio di molti altri film di supereroi anonimi e oltremodo già visti. Se non altro questo è scanzonato e si prende volutamente in giro.

 

Voto: 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Corvina dice:

La cosa strana è che tutta questa parte è anche piuttosto lunga, ma non lascia il segno.

 

Nulla dei film DC fatti dopo Batman vs Superman lascia il segno, se non gli effetti speciali di Aquaman. In ogni caso Shazam! è un film sicuramente godibile, molto leggero, ma il mio unico interesse per i film che verranno realizzati attorno a tale personaggio risiede nell'eventuale conflitto con Black Adam.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Somnia, Mike Flanagan (2016)


Horror/dramma con Kate Bosworth e un piccolissimo Jacob Tremblay. Mi piacciono molto i film di questo genere, che mescolano l'elemento dark e fantastico con i drammi umani e familiari. In questo senso il mio modello è sempre quel Dark Water (remake dell'omonimo film giapponese) con Jennifer Connelly, che rimane per me di una delicatezza e al contempo di un'inquietudine insuperabile. Fondamentalmente il problema di Somnia è che, come horror, non fa paura, neanche un po', nonostante 

Spoiler

il look abbastanza creepy e ben riuscito dell' "uomo cancro", che ricorda un po' Slenderman.

Ho trovato abbastanza toccante il finale, con quell'alone di incertezza sul destino di alcuni personaggi. 
 

Voto: 7.5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un sacco bello (1980) di Carlo Verdone

 

Esordio registico per colui che è stato definito l'erede di Alberto Sordi, è una commedia molto divertente e a tratti demenziale (vedi i racconti dell'hippie Ruggiero) in cui Verdone fa mostra del suo camaleontismo. Non sono mai stato un vero appassionato dei film di Verdone e questo forse è il suo primo film che vedo per intero (ma credo di averne visti dei pezzi in passato), ma ne riconosco senza dubbio il talento interpretativo e la capacità di interpretare macchiette e luoghi comuni dell'Italia. Nel complesso promosso.

Film vincitore di un David speciale ai David di Donatello 1980, un Globo d'Oro al miglior attore rivelazione a e un Nastro d'Argento al miglior attore esordiente.

 

Voto: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bianco, rosso e Verdone (1981) di Carlo Verdone

 

Secondo film diretto e interpretato da Verdone, è un comico road movie dove Verdone dà ancora prova del trasformismo che lo avrebbe reso famoso. Il personaggio migliore è ovviamente il logorroico e ossessivo Furio, ma anche le vicissitudini di Mimmo e di sua nonna (compresa la faccenda del camionista) strappano molte risate. Debole invece il personaggio di Pasquale, anche forse per il suo quasi totale mutismo. In ogni caso una perla della commedia italiana anni '80.

 

Voto: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallo cedrone (1998) di Carlo Verdone

 

Altro film storico del comico romano, che questa volta interpreta un solo personaggio, ma ben delineato: il tipico coatto romano, fondamentalmente buono (lo si vede nel modo in cui tratta la cognata non vedente) ma fastidioso e superficiale. Il film scorre molto piacevolmente e la tecnica dei flashbacks, necessari a delineare la storia del personaggio, è perfetta. Assolutamente demenziale il motivo per il quale il protagonista era stato rapito dai fondamentalisti :stralol:

Nel complesso lo promuovo.

 

Voto: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...