Jump to content

Commenti su film appena visti


Recommended Posts

  • Replies 7.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

The midnight sky

Solito film del genere ultimo uomo sulla Terra. Infinitamente lungo per raccontare quelle 2 cose in croce che ha da dire. Che poi lo fa anche male. L'idea magari era anche carina se sviluppata meglio e non dilatata all'inverosimile senza peraltro raccontare veramente alcunché.

Unico dato interessante il comparto visuale così come gli scorci di ambiente estremo.

Lungo e banale.

Link to post
Share on other sites

Essendo riuscito a riparare il lettore BD, ho rivisto la trilogia di Lotr.

Non ripeterò quanto ho già detto più volte in passato. Irripetibile. Epica. Alla carica dei Rohirrim davanti a Minas Tirith, ancora mi sono venuti i brividi...

Link to post
Share on other sites

È proprio tanta ma tanta roba.

E comunque se lo il merito va al regista ma anche a chi ha scritto il materiale di partenza che si presta a un'epicità difficilmente trashabile che tanti altri si scordano.

Link to post
Share on other sites

Dirty Dancing - Balli proibiti (1987) di Emile Ardolino

 

Film che non appartiene decisamente al mio genere né tantomeno alla mia generazione, ma l'ho visto per l'importanza in qualche modo storica che ha avuto e perché volevo indagare i motivi dell'enorme successo di questa pellicola. Oggettivamente mi pare che al giorno d'oggi non darebbe tanto scandalo: i dialoghi sono abbastanza banali se non proprio scritti male (benché la frase di Swayze "Nessuno può mettere Baby in un angolo" sia diventata cult), la trama procede nel modo più ovvio possibile e la morale finale sull'affrontare il conformismo della società e credere nei propri sogni (il film fra l'altro è ambientato nei puritani USA degli anni Sessanta) è fin troppo facile. In ogni caso è il film che insieme a Ghost ha lanciato Swayze. Vincitore dell'Oscar e del Golden Globe per la miglior canzone (I've Had) The Time of My Life di Bill Medley e Jennifer Warnes (colonna sonora generale di John Morris).

 

Voto: 5,5

Link to post
Share on other sites
Il 4/1/2021 at 11:56, Manifredde ha scritto:

Essendo riuscito a riparare il lettore BD, ho rivisto la trilogia di Lotr.

Non ripeterò quanto ho già detto più volte in passato. Irripetibile. Epica. Alla carica dei Rohirrim davanti a Minas Tirith, ancora mi sono venuti i brividi...

 

Ho rivisto la trilogia anche io nelle festività. La percepisco sempre affascinante e magistrale (e l'ho vista TANTE volte), un monumento alla settima arte, e davvero irripetibile, se si pensa poi all'opera successiva. 

Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Phoenix ha scritto:

se si pensa poi all'opera successiva.

 

Fun fact: tempo fa, prima dell'epidemia, mi è capitata per le mani un'edizione a 30 € della trilogia di LOTR e della trilogia del Lo Hobbit nello stesso cofanetto, in pratica 5 € a film. Per un po' sono stato in dubbio sul comprarla perché non volevo comprare i film de Lo Hobbit (come a dire, non li prendo neanche se me li regalano). Alla fine però sono rinsavito e ho comprato il cofanetto perché mi mancava un'edizione in DVD con l'extended cut di LOTR, che ho sempre visto solo in televisione.

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Dirty Dancing - Balli proibiti (1987) di Emile Ardolino

 

Film che non appartiene decisamente al mio genere né tantomeno alla mia generazione, ma l'ho visto per l'importanza in qualche modo storica che ha avuto e perché volevo indagare i motivi dell'enorme successo di questa pellicola. Oggettivamente mi pare che al giorno d'oggi non darebbe tanto scandalo: i dialoghi sono abbastanza banali se non proprio scritti male (benché la frase di Swayze "Nessuno può mettere Baby in un angolo" sia diventata cult), la trama procede nel modo più ovvio possibile e la morale finale sull'affrontare il conformismo della società e credere nei propri sogni (il film fra l'altro è ambientato nei puritani USA degli anni Sessanta) è fin troppo facile. In ogni caso è il film che insieme a Ghost ha lanciato Swayze. Vincitore dell'Oscar e del Golden Globe per la miglior canzone (I've Had) The Time of My Life di Bill Medley e Jennifer Warnes (colonna sonora generale di John Morris).

 

Voto: 5,5

Che ragazzo coraggioso :stralol:

Comunque non si capisce il motivo dello scandalo né di tanto successo. Ma erano altri tempi.

Soprattutto a me ha sempre fatto ridere perché Baby pare la nonna del tizio non una ragazzina ingenua XD

 

Ah, adesso ti devi recuperare Grease eh :stralol:

Link to post
Share on other sites

Tenet

 

I film di Nolan mi sono sempre piaciuti molto, ognuno ha una sua identità ben precisa, ma con Tenet mi sono ritrovato un pò spiazzato, non tanto dall'intreccio, concepito apposta per confodere lo spettatore (ma che a parte un passaggio non ho faticato a seguire), quanto dal suo non essere interamente un film di fantascienza, un action movie o una spy-story, al punto che in certi momenti (tipo la preparazione del colpo al freeport o il tentativi di agganciare Sator da parte del Protagonista) ho avuto l'impressione di non capire più che tipo di film stessi guardando. Resta comunque un bel film, che però, nel complesso, sembra più concepito per permettere a Nolan di far sfoggio delle sue capacità registiche e stilistiche che a voler regalare allo spettatore un paio d'ore di intrattenimento interessante ed avvincente. Peccato.

 

Voto, 7.

Link to post
Share on other sites

Mystic River (2003) di Clint Eastwood

 

Uno dei film migliori e più amari di Eastwood regista. Un ritratto impietoso e disperato di una certa parte d'America, dove i valori e la legge sembrano non essere mai esistiti (un po' come in Unforgiven) e dove, come al solito, prevale la legge della sopraffazione. Quello che pare un normale thriller (il mistero riguarda la morte della figlia di uno dei tre protagonisti) svela molto sugli USA attuali, e rivela ancora una volta il pessimismo latente di Eastwood in fatto di società (ma non in fatto di individui, come dimostrano molti suoi film successivi) nonché la sua maestria registica visto che il film si prende molto tempo per raccontare la sua storia senza che ciò annoi lo spettatore. La sequenza finale è molto indicativa: il fiume copre tutto, a significare l'omertà generale e l'impossibilità di cambiamento.

Film vincitore dell'Oscar come migliore attore protagonista a Sean Penn e migliore attore non protagonista a Tim Robbins. Fotografia del fido collaboratore Tom Stern.

 

Voto: 10

Link to post
Share on other sites

Il Primo Re di Matteo Rovere

 

Dopo un anno dall'uscita è abbastanza inutile fare una recensione estesa dei (molti) perché questo sia un gran film, e delle (poche) pecche - già i commenti a caldo di @Timett figlio di Timett e @Corvina in questo topic coprono quasi tutto.

Quindi mi accodo al voto altissimo e riporto qualche pensiero flash avuto in successione durante la prima visione. Perchè me lo sono rivisto subito.

 

1. 'La tamarraggine elevata a poesia. Altro che 300'

2. 'Ecco un regista a cui affidare la trasposizione di Malazan'

3. 'Voglio il sequel, sulla cacciata di Tarquini!'

 

9/10

 

Ok, una porzione del mio voto magari deriva dal fanservice femminile, e un'altra dal fatto che questo mito, studiato proprio con quel background archeologico, approfondito per le campagne di Lex Arcana, immaginato esattamente in quei luoghi mentre si cercavano punte di freccia, io l'ho respirato per anni. Sono di parte.

Ma è una porzione piccola, il resto è merito e bravura.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,838
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    ettorem
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      15,997
    • Total Posts
      735,802
×
×
  • Create New...