Jump to content

Commenti su film appena visti


Recommended Posts

  • Replies 7.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

La fiammiferaia, di Aki Kaurismaki, con Kati Outinen, Elina Salo. Giocato su lunghi silenzi, su piccoli gesti e sguardi, il film di Kaurismaki è una piccola gemma in un universo di blockbuster e azione a tutti i costi. Un film dove succede poco o nulla, ma che con la sua noia affascinante, una sorta di desolazione dell'anima, sorprende lo spettatore, lo trasporta in modo incredibile all'interno della vicenda, fino all'inaspettato finale. Bravissima la Outinen, che ci trasmette tutta l'angoscia della protagonista. Essenziale. Voto 4.5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

V per vendetta, di James McTeigue, con Hugo Weaving, Natalie Portman, Stephen Rea, Stephen Fry, John Hurt. "Ricorda per sempre il 5 novembre, il giorno delle congiure delle polveri contro il parlamento. Non vedo perché di questo complotto nel tempo il ricordo andrebbe interrotto". E' su queste parole che inizia il film tratto dalla famosa novel di Alan Moore, che ha poi preso distanza dalla trasposizione cinematografica, voluta fortemente dai fratelli Wachowsky che hanno affidato la regia a un loro uomo fidato e già aiuto regista per Matrix. Un film potente, con ambizioni filosofiche e sociali, per una volta tanto un fumetto non è solo combattimenti e gente in calzamaglia, ma il viaggio di un uomo alla ricerca della vendetta per quello che gli è stato tolto, e che è stato tolto al popolo. Un eroe/antieroe, sadico e folle, gentile e ironico, interpretato da un Weaving strepitoso nei gesti (visto che la sua faccia è per tutto il film coperta da una maschera) accompagnato da una Portman forse un pò acerba ma comunque accettabile. Nonostante tutto non scevro da difetti, ma alcune scene valgono la visione. Scoppiettante. Voto 3.5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Superman

 

Brandon Routh come Clark Kent è azzeccatissimo e Kevin Spacey come Lex Luthor è splendido....

 

3/5

 

Kevin Spacey fenomeno, mi è piaciuto da matti! Lex Luthor è assolutamente il mio personaggio preferito. Di Brandon Routh si può apprezzare l'enorme bellezza fisica (assomiglia all'assistente del profe che mi ha in tesi, solo con i capelli piu lunghi e ovviamente, con un po' meno massa muscolare, ma per il resto è lui!!! <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /> ), ma come recitazione ha lasciato un po' desiderare...le uniche due espressioni che ho notato sono state: bocca aperta-sguardo stupito, bocca chiusa-sguardo incaz*oso. L'attrice che fa la tipa (non ricordo il nome <img alt=" /> ) è bravina, ma le hanno dato una parte troppo idiota.

 

I dialoghi sono scritti da Topolino feat. Pippo, per il resto è sbudubumbum, ma neanche troppo.

 

Si poteva fare decisamente meglio: 2/5 salvato della bravura di Kevin Spacey e dell'alto indice di figosità di Brandon Routh.

Link to post
Share on other sites

Sabrina con la divina Audrey Hepburn.

3,5/5 per la trama (molto in stile Pamela, la modesta figlia dell'autista che si innamora del ricco padrone di casa, tanti travagli e poi il lieto fine. Niente di strano quindi), 6/5 Per Audrey, straordinaria per bellezza carisma e capacità recitativa, quindi 5-/5 complessivo.

Link to post
Share on other sites

11 Settembre 2001, di Youssef Chahine, Amos Gitai, Samira Makhmalbaf, Mira Nair, Idrissa Ouedraogo, Shohei Imamura, Sean Penn, Ken Loach, Danis Tanovic, Alejandro Gonzalez Inarritu, Claude Lelouch, con Maryam Karimi, Emmanuelle Laborit, Nour El-Chérif, Dzana Pinjo, Lionel Zizréel Guire, Vladimir Vega, Keren Mor, Tanvi Azmi, Ernest Borgnine, Tomoro Taguchi. Film a episodi ognuno a tema su una delle più grandi tragedie dell'ultimo secolo. Undici minuti e 9 secondi per ognuno, il film alterna buone idee come in quelli di Oudreaogo, Lelouch e Penn, virtuosismi un pò inutili come in Gitai e Gonzalez Inarrito (lodevole il tentativo di ricordo, ma il risultato è alquanto...insoddisfacente), e demagogici e assolutamente irrispettosi come quello di Loach, che cerca di far politica anche quando si dovrebbe solo commemorare delle vite. Alti e bassi, per ricordare. Voto 2.5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Yakuza, di Sidney Pollack, con Robert Mitchum, Ken Tatakura, Brian Keith. Solido thriller ambientato nella cultura orientale, dove l'onore può esistere anche nella mafia. Tra regolamenti di conti, morti inaspettate e segreti che riemergono dal passato, Mitchum pur 60enne si muove ancora bene, affiancato da un ottimo Tatakura. Belle le scene d'azione. Vendicativo. Voto 3.5 / 5 <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Farenheit 9/11

Beh non so se si possa definire film, è + un documentario, comunque secondo me alcuni punti sono interessanti ma in altri scade un pò troppo nella banale retorica buonista o nelle approssimazioni poco argomentate come gli stessi politici che vengono accusati.

Un documentario che si può guardare e su cui si può riflettere basta non prenderlo come oro colato (come del resto ogni cosa che ci viene data dai media di vario genere)

2.5/5

Link to post
Share on other sites

Ritorno a Cold Mountain di Anthony Minghella.

Un'interessante odissea ambientata alla fine della guerra di secessione, ben interpretata (soprattutto dalla Kidman e dalla Zellweger), un po'appesantita da qualche lungaggine di troppo

3,5 / 5

 

L'ho visto anch'io. Sono rimasto sbalordito non avrei mai pensato che fosse così bello. E' stato bellissimo !! 4,5/5 !!

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...