Jump to content
Sign in to follow this  
La Statua

Bernard Cornwell

Recommended Posts

Io ogni volta che si parla di Cornwell non posso fare a meno di lanciare la stessa raccomandazione <img alt=" />

 

per quanto riguarda il Ciclo del Graal, leggetevi l'Arciere del Re e..BASTA!!!

 

non è affatto importante sapere come va a finire, no no no <img alt=" /> quindi ignorate totalmente "Il Cavaliere Nero" e "La Spada e il Calice"

 

personalmente fatico a credere che li abbia scritti lui, sono a un livello infimo rispetto a qualsiasi altro dei suoi libri <img alt=" />

 

 

Di Excalibur non serve parlare, davvero una saga perfettamente riuscito <img alt=" />

Stonehenge non mi è dispiaciuto, più che altro per come è riuscito a rendere l'atmosfera "primitivo/mistica"

 

Di Sharpe lessi prima "I fucilieri di Sharpe" e poi "La sfida della Tigre". Devo dire che entrambi mi colpirono molto positivamente (nel secondo Sharpe mi ricorda Solid Snake <img alt=" /> sarà per l'umorismo grezzo) ma non ho letto altro. Visto il bene che ne dite, quando avrò tempo recupererò qualcosa .

 

Ma qualcuno ha letto Il mistero dei girasole, Scia di fuoco e La figlia della tempesta ?

valgono la pena?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda il ciclo del Graal, già L'arciere del re è da evitare, a mio avviso....sarà un caso, maho semplicemente rifiutato di proseguire dopo aver fatto fatica a finirlo - e per la stessa ragione mi sono trattenuto dal prendere in mano le cronache dei re sassoni.

Stonehenge , a mio avviso, è lungo, pesante, prolisso oltre misura...una caduta verticale in tutti i sensi per me che arrivavo dallo splendido ciclo di Excalibur.

Il ciclo di Sharpe lo sto leggendo man mano che esce (prendendolo in biblioteca)....ma devo dire che all'inizio non mi aveva affatto impressionato - ed anzi per certi versi continua a non farlo.

La figlia della tempesta non è storico, ma una semi-giallo ambientato ai giorni nostri. Iniziato e mollato dopo neanche un capitolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto leggendo ora (per averlo trovato abbastanza casualmente)l'Arciere del Re, e mi piace parecchio... Cornwell non mi ha ancora mai deluso. Dite che non val la pena di proseguire il ciclo? Cosa che cmq non ho intenzione di fare, sto seguendo altre saghe e ho una discreta lista d'attesa (nonché poco tempo...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dite che non val la pena di proseguire il ciclo?

 

non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo..(ad libitum sfumandum)

 

basta? <img alt=" />

 

sul serio, penosissimissimissimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dite che non val la pena di proseguire il ciclo?

 

non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo non farlo..(ad libitum sfumandum)

 

basta? <img alt=" />

 

sul serio, penosissimissimissimi.

 

<img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

 

andiamo bene.. ho appena ordinato "L'arciere del re"

Share this post


Link to post
Share on other sites

non preoccuparti, qui si sta esagerando di brutto.

 

secondo me invece vale la pena continuare la saga; anzi il seguito dell'arciere del re, il cavaliere nero, è nettamente superiore al predecessore.

 

l'ultimo, il calice e la spada, è modesto e convenzionale, ma non da buttare.

 

il finale potrebbe deludere, ma nel complesso non è male come racconto d'avventura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono trattenuto dal prendere in mano le cronache dei re sassoni.

Io invece ti suggerirei di dare una possibilità a questo ciclo: lo sto trovando decisamente migliore rispetto a quello del Graal anche se è comunque lontano dal livello di Excalibur.

Share this post


Link to post
Share on other sites

concordo: il ciclo del graal e di sharpe sono romanzetti, piacevoli ma niente di eccezionale, la saga sassone invece è veramente bellissima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono trattenuto dal prendere in mano le cronache dei re sassoni.

Io invece ti suggerirei di dare una possibilità a questo ciclo: lo sto trovando decisamente migliore rispetto a quello del Graal anche se è comunque lontano dal livello di Excalibur.

 

concordo, anche perchè ci sono troppe analogie tra il ciclo sassone e quello di Excalibur, davvero troppe. Sembra quasi, quasi eh!, di rivedere Kull di Valusia e Conan il Cimmero di Howard..

a parte questo, che alla fine può dare fastidio ma fino ad un certo punto, come detto sono libri che consiglio caldamente perchè molto coinvolgenti e scorrevoli..

Share this post


Link to post
Share on other sites

non preoccuparti, qui si sta esagerando di brutto

 

ma anche no <img alt=" />

almeno per quanto mi riguarda, non era una battuta o un'uscita iperbolica per far scena..li ho trovati davvero bruttissimi, privi della minima capacità di 'atmosfera' (magari è anche un difetto di traduzione, ma mi sembra una scusa forzata), scritti peggio, con una trama scontata e banalissima. L'arciere del Re, invece, è un libro molto più riuscito. Poi, ovvio che è ridicolo specificare "secondo me"..ovvio che si parla "secondo me" <img alt=" />

 

E' un pò come se qualcuno mi avesse detto: voglio leggere Terry Brooks, ho deciso di iniziare dalla serie "Il Druido Supremo di Shannara"..avrei detto "già che vuoi farti male leggendo Brooks, almeno non partire dalla trilogia peggiore <img alt=" />"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di Cornwell ho letto praticamente tutto, tranne "La figlia della Tempesta" (perché sia "Stonehenge" sia "Il Mistero dei Girasoli" sono gli unici due libri che insieme a "Baudolino" di Eco ho piantato a metà <img alt="> ).....

 

Del ciclo di Sharpe sono veramente belli soltanto i primi 3-4 libri della saga....gli altri tendono a ripetersi un po' nella concatenazione di atteggiamenti ed eventi che paiono sempre gli stessi..... <img alt=">

Il ciclo di Excalibur; l'ho trovato decisamente interessante, soprattutto per il voluto discostamento dalla stereotipata visione dei personaggi arturiani. Il protagonista, Derfel, è veramente ben delineato ed attraverso i suoi occhi ed i suoi stati d'animo si riesce ad entrare in simbiosi con il libro; tanto che alle volte, mentre si legge, si ha quasi l'impressione di vedere davanti ai propri occhi gli scenari descritti. <img alt=">

Il ciclo del Graal: "L'Arciere del Re" è indubbiamente il più bello della trilogia ed una volta finito si agogna di leggere il secondo libro "Il Cavaliere Nero"che, per quanto possa non essere all'altezza del primo, è comunque un libro scorrevolissimo e piacevole da leggere. De "La Spada ed il Calice" sicuramente può deludere la fine, ma anche in questo caso, sebbene lontano dalla struttura del primo libro, non è vero che sia così brutto <img alt="> ....Obiettivamente la trilogia ha un trend tendenzialmente calante da dopo L'Arciere del Re, ma arrivare addirittura a non consigliarne la lettura è una vera e propria esagerazione! <img alt=">

Il Ciclo Sassone ora come ora è il mio preferito in assoluto, non l'ho ancora terminato, ma lo adoro in ogni suo particolare......il paragone con il ciclo di Excalibur lo trovo un po' forzato, ma ci potrebbe stare, sebbene a mio parere (e questa volta, a differenza di quanto scritto sopra, l'opinione è più che parziale) Le Cronache Sassoni siano di gran lunga superiori alla saga di Derfel.... <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh, se devo dire la verità a me di "excalibur" (saga che ritengo bellissima!!) mi ha un pò deluso il finale.. l'ho trovato un pò troppo affrettato..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece ti suggerirei di dare una possibilità a questo ciclo:

Prometto che lo farò quando riuscirò ad avere un po' di tempo.....la mia lista di libri da leggere stava finalmente calando e s'è fermata di nuovo, e non voglio allungarla ancora...

 

Del ciclo di Sharpe sono veramente belli soltanto i primi 3-4 libri della saga....gli altri tendono a ripetersi un po' nella concatenazione di atteggiamenti ed eventi che paiono sempre gli stessi.....

Buffo...io, invece, non sono affatto stato impressionato dai primi, ma da quelli successivi (diciamo che l'ho apprezzato sul serio solo a partire da L'Eroe di Trafalgar). Poi sì, il rischio della saga è quello della ripetizione, ma del resto deve seguire la lenta e avventurosa carriera di un soldato nell'esercito inglese di Wellington, e sono quasi tutti ambientati durante la campagna spagnola, quindi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buffo...io, invece, non sono affatto stato impressionato dai primi, ma da quelli successivi (diciamo che l'ho apprezzato sul serio solo a partire da L'Eroe di Trafalgar). Poi sì, il rischio della saga è quello della ripetizione, ma del resto deve seguire la lenta e avventurosa carriera di un soldato nell'esercito inglese di Wellington, e sono quasi tutti ambientati durante la campagna spagnola, quindi...

 

Bhe sì in effetti è vero quello che dici, però ad un'analisi obiettiva il risultato è quello di cadere nella ripetitività....con questo non voglio dire che la saga non mi piace, anzi, si può dire che il mio "amore" per Corwell sia cominciato proprio con il Ciclo di Sharpe, che continuerò per altro a leggere, fosse solo per l'ambientazione ed il periodo storico che io amo particolarmente..... <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto:

 

- Il ciclo di Excalibur

- Il ciclo del Graal

- Tutti i libri di Sharpe pubblicati, tranne l'ultimo

- I primi due del ciclo Sassone

 

Mi sono piaciuti tutti moltissimo, devo dire che l'unico che non mi piace è Stonehenge, l'ho sto finendo a fatica, la storia non è male come quelle delle altre saghe, l'unica differenza è il protagonista che è debole, inattivo e demotivato, fa tutto quello che gli si dice e reagisce pochissimo, negli altri libri invece il protagonista era sempre ben caratterizzato e accattivante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...