Jump to content
Sign in to follow this  
Eddard Seaworth

romanzi storici

Recommended Posts

Grazie per il consiglio, appena posso lo leggerò certamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti leggerti il Ciclo Sassone di Bernard Cornwell; racconta la storia di Uthred, sassone cresciuto presso i vichinghi al tempo di re Alfredo......è bello, davvero bello.

Si possono leggere entrambi i punti di vista; l'ho trovata una saga, è ancora in corso d'opera, davvero ben fatta (Cornwell di rado delude!!!)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hanno sempre affascinato i vichinghi e la loro storia mista a mitologia,ma è da un pò che ho il desiderio di saperne di più.

Conoscete qualche libro che tratta questo tema?

 

Se intendi romanzi Darklady ti ha già consigliato bene se invece vuoi dei saggi ti suggerisco due libri:

 

Miti Nordici della professoressa Gianna Chiesa Isnardi

 

La Conquista del nord, i vichinghi nell'arcipelago britannico di Katherine Holman

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gil Galad "La Conquista del nord, i vichinghi nell'arcipelago britannico di Katherine Holman" parla dei normanni in Britannia,o amplia ad usanze divinità ed altro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti leggerti il Ciclo Sassone di Bernard Cornwell; racconta la storia di Uthred, sassone cresciuto presso i vichinghi al tempo di re Alfredo......è bello, davvero bello.

Si possono leggere entrambi i punti di vista; l'ho trovata una saga, è ancora in corso d'opera, davvero ben fatta (Cornwell di rado delude!!!)

Ci hanno fatto una serie iniziata da qualche settimana su BBC...il titolo "The Last Kingdom"

 

Sui vichinghi cercavo anche io....

 

Sul tema "nascita protestantesimo" consiglio: "Q" di Luther Blisset....non so se è già stato nominato...

 

Ah il primo romanzo storico Ivanhoe di Walter Scott...

 

Ma penso che li abbiate letti....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gil Galad "La Conquista del nord, i vichinghi nell'arcipelago britannico di Katherine Holman" parla dei normanni in Britannia,o amplia ad usanze divinità ed altro?

 

dice Gil: si parla anche dei costumi e della loro religione dei vichinghi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Ichikyo Kyo; Ivanhoe :wub: .......il primo amore non si scorda mai!!!! E' stato il mio primo romanzo storico e quello che ha fatto esplodere il mio interesse per questo genere.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Gil Galad "La Conquista del nord, i vichinghi nell'arcipelago britannico di Katherine Holman" parla dei normanni in Britannia,o amplia ad usanze divinità ed altro?

 

dice Gil: si parla anche dei costumi e della loro religione dei vichinghi.

 

grazie ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora in questo periodo di sospensione dal forum ho letto un gran bel romanzo storico segnalatomi proprio qui da uno di voi (mi scuso ma non ricordo chi di preciso), intendo Religion di Tim Willocks dedicato all'assedio dei turchi di Solimano all'isola di Malta del 1565. Un libro che a mia volta consiglio caldamente a chi è interessato al periodo. La trama

prende l'avvio dalla morte della madre e sorella per mano turca del protagonista un mezzo austrico-ungherese di nome Mattias Tannhauser che ancora piccolo viene poi catturato e portato come dishveme ad Istanbul per poi divenire un giannizzero uno delle truppe scelte del Sultano. Ma Mattias lascia i giannizzeri e intraprende una vita da commerciante un po' furfante insieme al suo migliore,amico un inglese di nome Bors e un ebreo ma le vicende lo porteranno ad immischiarsi volente o no con i cavalieri di Malta la Religione come amano definirsi appunto e con due donne che amerà entrambe: una la nobile Carla dal passato doloroso con una relazione pericolosa con un membro dell'inquisizione da cui ha avuto un figlio in giovane età per poi esserle strappato dopo il parto per il disonore dalla famiglia d'origine e proprio per ritrovare questo ragazzo tornerà a Malta sua patria con Mattias e l'altra donna Amaparo dama di compagnia di Carla e dalla natura strana e distaccata dal mondo. Una volta a Malta Mattias ritroverà il figlio di Carla Orlandu ma tutti i protagonisti verranno coinvolti nella guerra con i turchi che hanno attaccato l'isola e verranno inevitabilmete cambiati da questo terribile evento sino alla fine della storia che vedra i protagonisti affrontare anche il ritorno del padre di Orlandu il terribile inquisitore.

Un libro ripeto a mio giudizio bellissimo, anche crudo in certi momenti ma che rispecchia l'evento storico che fa da sfondo alla trama e che prende dalla prima all'ultima pagina.

Edited by Guardiano della notte
In un topic marcato come "no spoiler" gli spoiler della trama vanno evidenziati con l'apposito tag.

Share this post


Link to post
Share on other sites

s​ono contento ti sia piaciuto (ero io ad avertelo consigliato!) :cool2:

non è male neanche il seguito "I dodici bambini di parigi"

sempre splatter, ma a me ha preso dall'inizio alla fine parecchio....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per il nuovo consiglio, cmq sugli spoiler ho solo riassunto l'incipit che si trova sulla copertina senza dire nulla di più per dare un'idea maggiore sul contenuto del romanzo qualora interessasse a qualcun'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi segnalo che quest'autunno è uscito il terzo volume del ciclo storico di Conn Iggulden dedicato alla Guerra delle rose Bloodline seguito di Stormbird e Trinity di cui avevamo già parlato in questo topic in passato. Devo leggerlo ancora essendo in coda per ora nei libri che attendono sulla mia scrivania ma avevo se ricordate parlato molto bene dei due precedenti. Segnalo inoltre che la Piemme ha fatto uscire un cofanetto con i tre libri qualora qualcuno è interessato può acquistarli spendendo qualcosa in meno che separatamente.

 

http://www.edizpiemme.it/libri/la-guerra-delle-rose-cofanetto

 

Ecco l'incipit di copertina:

 

Riccardo duca di York è stato ucciso: le sue ambizioni di regnante si sono dissolte come nuvole dopo un temporale, e la sua testa decapitata, con una corona di carta e paglia, è stata posta sulle porte delle mura di York, macabro memento per tutti quelli che pensano di opporsi ai Lancaster. Nel frattempo, mentre il re Enrico VI è ancora prigioniero, la regina dei Lancaster Margherita d’Angiò è in marcia verso sud, con il suo seguito di guerrieri scozzesi, un esercito che sembra ormai inarrestabile.
Ma uccidere un padre vuol dire scatenare l’odio dei figli. Così Edward di March, ora duca di York, si proclama legittimo re d’Inghilterra. Nuove fazioni si formano e si disfano come fiocchi di neve, e molto sangue dovrà ancora scorrere, molte vendette dovranno ancora compiersi, fino al momento finale, in cui un re fronteggerà l’altro. Perché due uomini possono sempre contendersi una corona. Ma solo uno potrà tenerla.

 

25552343.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...