Jump to content
Drogon

serie tv

Recommended Posts

Consiglio la visione di Caterina la Grande https://it.wikipedia.org/wiki/Caterina_la_Grande_(miniserie_televisiva) miniserie dedicata a caterina II imperatrice di tutte le russie. E' interpretata da una fantastica hellen mirren che si calza a pennello in una sovrana con il potere assoluto. Nelle varie serie storiche il re ha sempre un parlamento o qualche nobile più potente alle calcagna. In questo caso caterina ha il potere e lo usa per mantenere il proprio. Di solito odio i costumi del 1700 ma il vestiario è riprodotto molto bene e probabilmente meno pesante rispetto ai vestiti francesi dello stesso periodo. L' interpretazione di hellen mirren richiama molto quella di the queen e in alcuni passaggi ricorda cate blanchet in elisabeth. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono anche io molto interessata a Caterina la Grande, dalle immagini ho intravisto che sono stati riprodotti molto molto bene gli interni del Palazzo di Caterina a San Pietroburgo, appunto, ed avendolo visitato questa estate ho potuto apprezzarne la ricostruzione certosina. 
La Mirren è una certezza e credo anche io che la sua caratterizzazione sarà simile al lavoro fatto ai tempi dalla Foy per la sua Elisabetta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi accodo agli interessati. La guarderò perché mi interessano sia l'argomento che la realizzazione, che sembra proprio ottima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne avrò sicuramente già parlato ma ora che è iniziata la quarta e ultima stagione mi sento di riproporre la visione di Mr Robot. Per quanto mi riguarda si riconferma come una delle serie tv migliori degli ultimi 10 anni, per me una delle top 5 di sempre.

Al di là della storia in sè, la forza della serie è ovviamente il carismatico Rami ma le stagioni sono anche costellate di indizi, colpi di scena, easter egg  e addirittura enigmi che, se risolti, ti consentono di vincere premi come merchandising speciale della serie tv. Geniale.

 

Rami è Elliott, un giovane informatico che lavora nella cyber sicurezza per la All safe. E' sociopatico e paranoico. Nel privato è un bravissimo hacker che usa le sue abilità per smascherare le nefandezze di spacciatori, pedofili etc e consegnarli alla giustizia. Verrà coinvolto da Mr Robot, il capo di un gruppo di anarchici hacker stile Anonymous, nella progettazione del colpo informatico del secolo, per colpire la più grossa multinazionale americana, la E Corp (che fu colpevole della morte del padre di Elliott), distruggere il sistema di debito bancario esistente e riportare quindi l'America a un punto economico zero.

Da qui in poi vederemo Elliott immergersi sempre più in un mondo oscuro e pericoloso in cui nulla è come sembra e lo spettatore (a cui Elliott si rivolge come se fosse un amico immaginario) verrà costantemente trollato dagli eventi.

 

Ora sono alla seconda puntata dell'ultima stagione e sono a bocca aperta, non solo per l'appassionante storia in sè, per i colpi di scena, per la costante ansia e paranoia in cui mi sento coinvolta, ma anche per la magistrale capacità di storytelling che ha dimostrato l'autore Sam Esmail.

 

Non potete perdervelo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi ricordo se ne abbiamo già parlato ma sicuramente consigliata 

Glow di Netflix, attualmente 2 stagioni da 10 episodi di 30 min circa, già uscito il trailer della terza. 

Ironica, a tratti assurda e irriverente, con una vena drammatica, questa serie segue le vicende di un gruppo che negli anni 80? si trova a dover mettere in piedi uno show dedicato al wrestling femminile, il Gorgeous Ladies of Wrestling aka GLOW appunto.

Ogni episodio accanto alla trama orizzontale e a quella dello spettacolo in un gioco di più livelli esplora piccoli sprazzi di vita dei membri del team servendosi di un contesto apparentemente effimero e glitterato smaccatamente finto per inserire riflessioni e suggestioni più profonde. 

Carina senza essere pretenziosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

28 minutes fa, Lyra Stark dice:

Glow di Netflix, attualmente 2 stagioni da 10 episodi di 30 min circa, già uscito il trailer della terza. 

Ti correggo, la terza stagione è uscita quest'estate :)

 

Devo dire che le prime due mi erano piaciute molto, specie negli episodi che servivano da presentazione delle diverse protagoniste. Poi secondo me ha perso un po' di smalto, la terza stagione per esempio l'ho trovata molto meno divertente e un po' ripetitiva in certe dinamiche.

 

Comunque resta una serie piacevole da guardare e appunto, le prime due stagioni hanno diversi momenti molto azzeccati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare sia uscita in agosto, in effetti non il mese ideale per tener traccia delle nuove uscite^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Living with yourself.

 

Paul Rudd in questa amara commedia recita nel ruolo di Miles, un frustrato agente pubblicitario che, di fronte alla prospettiva del totale crollo della sua vita professionale e privata sceglie di seguire il consiglio di un collega di successo e si rivolge a una fantomatica spa che promette di renderti "la migliore versione possibile di te stesso".

 

Peccato che il giorno dopo si risveglia sotto terra e quando con fatica riesce a tornare a casa scopre che la migliore versione di se stesso è in realtà un clone realizzato dalla spa per sostituirlo. L'altro Miles ha un corredo genetico decisamente migliore, è più divertente, brillante, in ottima forma fisica e ben presto, dopo un iniziale scontro, si renderanno conto che hanno bisogno l'uno dell'altro per poter andare avanti. 

 

Ovviamente questo crea situazioni grottesche per i due, e finiranno col competere per invidia dell'altro.

Le varie situazioni sono spesso raccontate prima dal punto di vista di uno e poi dell'altro Miles.

 

Sono al quarto episodio e devo dire che, nonostante non posso dire che sia un capolavoro di originalità, la serie mi sta piacendo.

Consigliata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 17 novembre esce la terza stagione di the crown.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto il trailer... ma mi mancano troppo i vecchi attori e quelle atmosfere! <_<Comunque non vedo l'ora di vederla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finito Carnival Row, poliziesco fantasy molto ma molto carino - ma tenete sempre conto che ogni storia in cui gli elementi fantasy siano trattati come 'normali' nel 'nostro' mondo per me ha un bonus in partenza ;).

La regia è un po'cruda per un fantasy, più vicina ad un noir che ad un poliziesco (necessità di trama non pura voglia di 'mostrar sangue') quindi magari non è adatto visivamente per le bimbe di @Manifredde...I contenuti e la trama sono invece sfacciatamente idealisti con buoni e cattivi ben separati come singoli e come gruppi, livello Disney, con tanto di frecciatine ai razzisti moderni senza però il coraggio di calare la trama in luoghi realmente esistenti o esistiti: in genere è una cosa che non apprezzo ma la resa degli attori (tutti, davvero!) in questi ruoli mi ha piacevolmente sorpreso.

Bello come una trama che parte a fili slegati poi converga senza strappi o colpi di scena insensati.

Come giallo...ok si indovina a metà (quarta puntata) ma si gode lo stesso fino alla fine.

Occhio al finale che rende proprio necessaria una seconda stagione...se non ci sarà la storia è monca. Per ora un bel 7/10

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con te, @Neshira

Nonostante la storia in se non eccella per originalità, è carino il contesto (il vittoriano steampunk mi attira sempre). Gli attori sono bravi (mi ha sorpreso vedere Jared Harris e Indira) e l'intreccio è stato dipanato con eleganza.

Evidente la critica alla situazione geopolitica attuale.

Attendo la seconda stagione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Curioso, siete le uniche 2 persone che ho sentito a cui è piaciuto :ehmmm:

Purtroppo non è il mio genere perciò inutile che provi a farmi un'idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse perché ormai ci siamo abituando a un'asticella molto alta nelle serie tv, soprattutto quando esce fuori qualcosa con nomi importanti, per cui un prodotto del genere, non originalissimo ed eseguito senza infamia ne lode, passa in sordina rispetto ad altre cose. Io però l'ho apprezzato.

In questi giorni ho anche letto cose tipo che Mr Robot è calato nelle visioni alla 4 stagione e mi meraviglio, è una delle serie tv più originali e geniali del decennio e dopo l'oscar di Rami mi aspettavo che avrebbe raccolto ancora più audience però è anche vero che è un prodotto difficile, che pretende attenzione da parte dello spettatore (e mi dispiace fare la snob ma lo spettatore medio non vuole stare attento, vuole guardarsi roba semplice che lo intrattenga la sera mentre beve una birra e crolla a letto) è anche un po' da nerd forse, ma ti ricompensa enormemente. Eppure anche questa serie non ha avuto una diffusione come Braking Bad, nonostante sia pari a livello di scrittura e recitazione.

Vai a capire. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...