Jump to content
Sign in to follow this  
Polgara

Commenti sul libro che ho appena letto....

Recommended Posts

Terminata la lettura de Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey.

 

L'ambientazione è davvero particolare in quanto si tratta di un'Europa, della quale si richiamano molti nomi (Serenissima, Milazzo) e fatti storici antichi. Nella zona di Francia-Germania vivono gli Angeline, caratterizzati da lineamenti bellissimi, dovuti dalla discendenza da Elua un "angelo" nato dalle lacrime della Maddalena e il sangue di Gesù (ovviamente rivisitato anche questo). Nella loro regno il precetto è "Ama a tuo piacimento" quindi si può capire come il sesso, in qualsiasi forma è qualcosa che fa parte del quotidiano senza troppi problemi. E' su questa scena che cresce Phèdre, l'unica anguissette (prova piacere nel dolore) da almeno 3 generazioni. La giovane viene istruita per diventare un'abile strumento per avere informazioni nella nobiltà (le solite trasse di corte) ma poi viene coinvolta in un intrigo molto più grande che mira a rovesciare il regno. Dal lusso della corte si ritrova tra i barbari che minacciano la sua terra e da qui fino a quella che sarebbe la Gran Bretagna, per salvare la terra che ama e la sua gente.

 

Scritto bene, a parlare è la stessa Phèdre, con molti intrighi, personaggi interessanti e molta azione. <img alt=" />

Attendo con ansia gli altri due libri (Aija sbrigati a passarmeli!!!)

 

<img alt=" />

 

lo stò leggendo ora bello ma sn solo alle prime 150 pagine! <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminata la lettura de Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey.

 

Ho letto dei commenti positivissimi ieri sul topic dedicato al libro..ne son rimasta entusiasta e così ho preso sia il primo che il secondo volume approfittando dello sconto teadue di questo periodo!!! Appena finisco I Giardini della Luna lo leggo <img alt=" />

 

Ornella. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho finito di leggere 'Die Drachen' (ovvero i Draghi) di Julia Conrad, pubblicato per la editrice tedesca Piper. Scrivo qui un commento, perchè il libro fa parte di una collana, che contiene 'Gli Orchi' di Stan Nicholls, 'Le cinque stirpi' (il titolo originale é 'I nani') di Markus Heitz, e 'Gli Elfi' di Bernhard Hennen, e probabilmente tra breve sarà tradotto e pubblicato anche in italia.

La storia che la scrittrice di Vienna costruisce, parte molto bene. I capitoli sono corti e appassionanti e scritti a mo'di pdv, come quelli di Martin. Tredici eroi (quasi) umani devono liberare una dea dei draghi e per ristabilire l'equilibrio naturale, che Phuram, il drago sole aveva manomesso, bruciando la terra, riducendola in un deserto. I tredici eroi saranno aiutati dalla setta degli adulatori di Datura, la draghessa luna, e dovranno lottare contro gli adepti di Phuram, che sono al potere.

Purtroppo da metà romanz in poi ci si rende conto, che nelle 250 pagine restanti, la scrittrice non riuscirà mai a completare le trame di tutti i pdv proposti sinora. Infatti, la seconda metà del libro, sebbene continui ad essere originale ed interessante, conclude troppo frettolosamente molte sottotrame, e fa fatica pure a concludere la trama principale.

Insomma, la scrittrice getta ottime basi, costruisce una gran bella storia, che poi completa frettolosamente in malo modo.

Tutto sommato é stato un libro piacevole e poco impegnativo da leggere, se vi sono piaciute le cinque stirpi di Heitz, vi piacerà ancora di piu questo. Il milgiore della serie, comunque resta 'Gli Efli' di Hennen. &lt;_&lt;

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminata ieri notte la lettura di La prescelta e l'erede di Jaqueline Carey, il secondo romanzo della trilogia di Kushiel. &lt;_&lt;

 

Ancora una volta la protagonista è Phèdre, che nel libro precedente aveva ottenuto grandi onori presso la sua terra per averla praticamente salvata da un invasione (vedi il mio commento su Il dardo e la rosa qualche post fa). Questa volta il confronto con la sua nemica di sempre la porta a La Serenissima, ossia Venezia, dove viene coinvolta negli intrighi di una città con usi e costumi diversi da quelle di Terre d'Ange: ancora una volta ad essere in pericolo e il suo regno in quanto si profila l'ombra di un traditore molto vicino alla regina e lei deve scoprirlo prima che possa compiere un colpo di stato.

Ancora una volta, dopo una parte quasi del tutto dedicata agli intrighi, si passa a una parte più avventurosa, stavolta sulle onde di quello che sarebbe il Mediterraneo, arrivando nelle zone della Grecia e dell'Illiria.

Troviamo ovviamente personaggi vecchi e nuovi che sanno reggere bene la scena. Per quanto concerne flachback inevitabili con il primo libro, a cui la trama è strettamente legata, non sono affatto di peso (e lo dico avendo finito il libro precedente nemmeno una settimana fa).

 

Davvero un ottimo seguito, ora aspetto con impazienza di leggere l'ultimo libro della trilogia

 

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lettura da spiaggia: "L'Acchiappasogni" ovvero uno dei pochi King non ancora letti..

 

Giudizio: piacevole, un po' troppo influenzato nelle tematiche dall'incidente subito da King (fu scritto da lui a penna durante la degenza), tutto sommato funziona anche se sul finale incespica un po' (ma per chi legge King, purtroppo questa non è una novità!)

 

Ora sotto con "La svastica sul sole" di Dick <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho terminato oggi Neve dello scrittore turco premio Nobel 2006 Orhan Pamuk.

Il giudizio è veramente positivo! ;)

 

La storia è ambientata a Kars, cittadina turca realmente esistente ai confini con l'Armenia, durante un'eccezionale nevicata che isolerà i suoi abitanti per quattro giorni dal resto del mondo. Proprio in quei giorni arriva a Kars il poeta ed esule Ka, rifugiato politico in Germania da molti anni e, come tanti suoi connazionali residenti in Europa, creatura da limbo, non ateo né veramente musulmano, non più turco, ma neppure europeo, condannato a un'invincibile solitudine. Nei quattro giorni di isolamento nella cittadina accadrà di tutto, in una santabarbara politico-religiosa-militare-farsesca che lentamente scivolerà verso la tragedia personale e collettiva...

 

Libro inizialmente lento nel ritmo, dalla struttura ristretta e claustrofobica, quasi teatrale per il numero chiuso di luoghi, situazioni e personaggi coinvolti... libro che parte lento, ma che rotolando giù per la china delle pagine si fa slavina e poi valanga.

Che dire? Che ve lo consiglio? Fin troppo ovvio! <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora sotto con "La svastica sul sole" di Dick <img alt=" />

 

a me è piaciuto tantisismo

 

finito "Io sono leggenda" (ebbene si, non l'avevo ancora letto...) di Matheson.

 

il libro è molto bello, fortunatamente mi ero ben guardato dal vedere il film prima di leggerlo, anche se la domanda sul cosa ci facesse will smith nella parte di robert (il portagonista) è sorta...

La storia è piuttosto semplice: un'epidemia colpisce il mondo e un solo uomo si trova a dover vivere in un mondo popolato da vampiri...

scritto veramente bene e molto scorrevole, lo consiglio a tutti quelli che vogliono leggere qualcosa di non troppo impegnativo, ma molto bello.

ciao a tutti <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

La fata Carabina di Pennac.

Bello, deisamente. E' un giallo, genere che non fa ptroppo per me perche' difficilmente riesce a colpirmi in modo particolare. Questo pero e' molto bello e originale. Intreccio molto ben strutturato, ma soprattutto... parecchio humor e personaggi particolari XD Pastor poi e' proprio un figo <img alt=" />

Inoltre condivido pure il tema sociale presente all'interno.

 

Voto: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ora sotto con "La svastica sul sole" di Dick <img alt=" />

 

a me è piaciuto tantisismo

 

finito "Io sono leggenda" (ebbene si, non l'avevo ancora letto...) di Matheson.

 

il libro è molto bello, fortunatamente mi ero ben guardato dal vedere il film prima di leggerlo, anche se la domanda sul cosa ci facesse will smith nella parte di robert (il portagonista) è sorta...

La storia è piuttosto semplice: un'epidemia colpisce il mondo e un solo uomo si trova a dover vivere in un mondo popolato da vampiri...

scritto veramente bene e molto scorrevole, lo consiglio a tutti quelli che vogliono leggere qualcosa di non troppo impegnativo, ma molto bello.

ciao a tutti <img alt=" />

 

beh il film e il libro sono ambientati in città diverse: los angeles e new york. ti dirò che il film mi è piaciuto tantissimo, il libro ancora di più.

 

da parte mia, ho finito oggi La notte di Roma. che dire? romanzetto di poco valore, scritto malino e con una trama che definire sciocca è poco. in sostanza, un sopravvissuto di teutoburgo torna a roma da schiavo per riportare alla sua amichezza germana il bracciale della madre, se ne innamora e scappa con lei. nel frattempo, un incapace come Varo passa per uomo d'onore ingannato, Arminio sembra un cretinotto dipendente dalle visioni drogate dell'indovina amichetta del romano, il romano da incapace perdigiorno diventa un eroe, augusto e livia sono visti come una specie di ruffiani che combinano matrimoni, e giulia minore, la nipote scellerata di augusto, è quasi un'eroina. inchiostro buttato invano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho finito harry potter e il principe mezzosangue. rimediarlo è stata solo una curiosità, per vedere per quale motivo tanta gente trova così belle le avventure di harry potter. il risutlato è: non lo so ancora. la storia in se è scritta male, svolta peggio e piena di infantilismi. è un godibilissimo libro per bambini, ma da qui a far passare ste storie per capolavori il passo è non lungo, di più. l'ho letto in 2 giorni scarsi, anche se alle prime 15 pagine volevo cancellare il pdf dalla memoria del pc. semplicemente orribile, se devo seguire un canone da adulto.

e pensare che c'è gente che in vita sua non ha letto che quello.... che amarena.... <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho finito harry potter e il principe mezzosangue. rimediarlo è stata solo una curiosità, per vedere per quale motivo tanta gente trova così belle le avventure di harry potter. il risutlato è: non lo so ancora. la storia in se è scritta male, svolta peggio e piena di infantilismi. è un godibilissimo libro per bambini, ma da qui a far passare ste storie per capolavori il passo è non lungo, di più. l'ho letto in 2 giorni scarsi, anche se alle prime 15 pagine volevo cancellare il pdf dalla memoria del pc. semplicemente orribile, se devo seguire un canone da adulto.

e pensare che c'è gente che in vita sua non ha letto che quello.... che amarena.... <img alt=" />

 

non posso che quotarti alla grande...c'è gente che dice che è stato il libro più bello mai letto!!!ma siamo pazzi?!

comunque io questa estate ho letto 2 thriller di Ken Follet:Il terzo gemello e una fortuna pericolosa...

poi ho letto un alto action thriller di clive glusser:tesoro e lo scontro dei re dello zio pubblicato da urania fantasy.domani prenderò la setta degli assassini

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho finito harry potter e il principe mezzosangue. rimediarlo è stata solo una curiosità, per vedere per quale motivo tanta gente trova così belle le avventure di harry potter. il risutlato è: non lo so ancora. la storia in se è scritta male, svolta peggio e piena di infantilismi. è un godibilissimo libro per bambini, ma da qui a far passare ste storie per capolavori il passo è non lungo, di più. l'ho letto in 2 giorni scarsi, anche se alle prime 15 pagine volevo cancellare il pdf dalla memoria del pc. semplicemente orribile, se devo seguire un canone da adulto.

e pensare che c'è gente che in vita sua non ha letto che quello.... che amarena.... <img alt=">

 

Beh, sei anche un po sfortunato, a beccare proprio il principe mezzosangue, definito da molti come libro peggiore della saga. E poi, scusa, perchè non sei andato a leggere il primo?

È come iniziare a leggere le cronache partendo dal dominio della regina, non ci capisci un H.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ho finito harry potter e il principe mezzosangue. rimediarlo è stata solo una curiosità, per vedere per quale motivo tanta gente trova così belle le avventure di harry potter. il risutlato è: non lo so ancora. la storia in se è scritta male, svolta peggio e piena di infantilismi. è un godibilissimo libro per bambini, ma da qui a far passare ste storie per capolavori il passo è non lungo, di più. l'ho letto in 2 giorni scarsi, anche se alle prime 15 pagine volevo cancellare il pdf dalla memoria del pc. semplicemente orribile, se devo seguire un canone da adulto.

e pensare che c'è gente che in vita sua non ha letto che quello.... che amarena.... <img alt=" />

 

Beh, sei anche un po sfortunato, a beccare proprio il principe mezzosangue, definito da molti come libro peggiore della saga. E poi, scusa, perchè non sei andato a leggere il primo?

È come iniziare a leggere le cronache partendo dal dominio della regina, non ci capisci un H.

 

 

se la storia è scritta bene si vede in ogni caso, al di là che piaccia o meno. non parlo della storia in sè, per quanto infantile e scontata, parlo proprio della scrittura, che è adatta ad un pubblico al massimo di preadolescenti. qst rafforza la mia convizione: hp è una saga buona per bambini e ragazzini, niente da dire, anzi è un'ottima cosa. quello che mi preoccupa, è quando gli adulti fanno la fila a mezzanotte in libreria per comprarlo, dato che molti di loro leggeranno solo QUEL libro in tutta la loro vita. ripeto, non capisco per quale motivo un libro per bambini debba diventare un successo editoriale per adulti. evidentemente, una stampa troppo buona.

 

p.s.

non ho iniziato dal primo perchè mi hanno detto che gli ultimi libri sono quelli più "maturi". è chiaro che se avessi letto il primo, dichiaratamente per bambini, avrei smesso dopo 3 pagine. ed in ogni caso, la trama di hp ormai, volente o nolente, la conoscono pure i sassi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

ho finito harry potter e il principe mezzosangue. rimediarlo è stata solo una curiosità, per vedere per quale motivo tanta gente trova così belle le avventure di harry potter. il risutlato è: non lo so ancora. la storia in se è scritta male, svolta peggio e piena di infantilismi. è un godibilissimo libro per bambini, ma da qui a far passare ste storie per capolavori il passo è non lungo, di più. l'ho letto in 2 giorni scarsi, anche se alle prime 15 pagine volevo cancellare il pdf dalla memoria del pc. semplicemente orribile, se devo seguire un canone da adulto.

e pensare che c'è gente che in vita sua non ha letto che quello.... che amarena.... <img alt=" />

 

Beh, sei anche un po sfortunato, a beccare proprio il principe mezzosangue, definito da molti come libro peggiore della saga. E poi, scusa, perchè non sei andato a leggere il primo?

È come iniziare a leggere le cronache partendo dal dominio della regina, non ci capisci un H.

 

 

se la storia è scritta bene si vede in ogni caso, al di là che piaccia o meno. non parlo della storia in sè, per quanto infantile e scontata, parlo proprio della scrittura, che è adatta ad un pubblico al massimo di preadolescenti. qst rafforza la mia convizione: hp è una saga buona per bambini e ragazzini, niente da dire, anzi è un'ottima cosa. quello che mi preoccupa, è quando gli adulti fanno la fila a mezzanotte in libreria per comprarlo, dato che molti di loro leggeranno solo QUEL libro in tutta la loro vita. ripeto, non capisco per quale motivo un libro per bambini debba diventare un successo editoriale per adulti. evidentemente, una stampa troppo buona.

 

p.s.

non ho iniziato dal primo perchè mi hanno detto che gli ultimi libri sono quelli più "maturi". è chiaro che se avessi letto il primo, dichiaratamente per bambini, avrei smesso dopo 3 pagine. ed in ogni caso, la trama di hp ormai, volente o nolente, la conoscono pure i sassi.

 

io ti riquoto di nuovo!!!!!!!!!

è vero che è una storia per i bambini...non c'è un minimo di descrizioni di lotta o di quant'altro

i personaggi sono monotoni,sempre statici...oddio una noiosità incredibile

anchio come te non capisco come persone adulte(come noi 16 enni in su)fanno la fila....

anzi forse lo sò...và di moda e si legge per questo...tanto per dire ho letto harry potter e sono più figo/a

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...