Jump to content
Sign in to follow this  
Polgara

Commenti sul libro che ho appena letto....

Recommended Posts

Terminata la rilettura de Il pozzo dell'Oscurità di M.Weis e T. Hickman, il primo libro della trilogia della Pietra sovrana. Infatti, il 22 agosto sono entrata in possesso del terzo volume che cercavo da ben 7 anni e quindi prima di divorarlo ho deciso di rileggere gli altri due.

 

La trama è davvero interessante. Il mondo è diviso tra Elfi, Uomini, Orchi e Nani le cui terre sono unite da dei magici portali che permettono di attraversare migliaia di Km in metà giornata. La creazione di questi portali è stata voluta dal saggio re umano Tamaros. Tuttavia i rapporti fra le varie razze non sono sempre facili in quanto invidie, pregiudizi e interessi politici prevalgono su quella che potrebbe essere una pacifica convivenza. Il secondo figlio del re è Dagnarus, bambino viziato, intelligente, coraggioso e invidioso del fratello maggiore. Questo bambino è ambizioso e la sua ambizione lo porta verso qualcosa di proibito, chiamato Vuoto.

E adesso vi lascio il piacere di scoprirlo da soli <img alt=" />

 

E' un libro davvero affascinante, fuori dal comune: l'ho riletto davvero con piacere.

 

Adesso sono passata al secondo libro della trilogia...I custodi del Passato <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

spero di non andare off-topic, ma l'ultimo libro che ho COMPLETATO di leggere non è di narrativa.

Si tratta, invece, di un saggio di divulgazione scientifica, "L'universo elegante" del Dottort Brian Greene.

 

L'ho trovato un saggio veramente eccezionale, adatto anche ad un lettore un pò profano come me (mi piace leggere di scienza, ma non sono un'esperta nel campo). Il libro - che per inciso è stato finalista per il premio pulitzer del 1998 mi pare - tratta della Teoria delle superstringhe e dei progressi che sono stati fatti in quest'ambito da metà degli anni '60 a oggi.

 

Ha una trattazione ampia e circostanziata, che parte da ovvie e necessarie premesse sulla teoria della relatività di einstein, per poi passare ad alcuni capitoli che trattano della natura dello spazio - tempo, delle geometrie teorizzate per uno spazio multidimensionale (spazi di Calabi-Yau mi pare si chiamino), e infine entrare nello specifico della teoria delle Stringhe.

 

L'ho trovato una lettura davvero illuminante. Alcuni passaggi, nei capitoli conclusivi, mi sono risultati piuttosto oscuri, ma l'argomento non era semplice e c'è da mettere in conto un pò di difficoltà nel mettere insieme alcuni di questi concetti, ma considerato quanto questi siano avanzati e da quali menti eccelse siano stati concepiti, devo dire che Brian Greene ha fatto un lavoro eccezionale.

 

il libro è edito da Einaudi ed è disponibile in varie versioni. Io ho comprato la versioe Super ET, che costa 13,50 €.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminato anche il secondo libro della trilogia della Pietra Sovrana: I custodi del passato di Margaret Weis e Tracy Hickman

 

Ambientato 200 anni dopo il primo libro, troviamo un mondo ancora diviso tra le razze sospettose una delle altre. Ciascuno tiene la propria parte di Pietra Sovrana, eccetto gli umani che la persero...(vedi primo libro <img alt=" /> ). Tuttavia un signore del dominio, dopo lunghe ricerche la trova, venendo ridotto tuttavia in fin di vita....cosa può significare questo per il mondo? Di certo potrebbe tornare utile dato che il Vuoto ancora una volta minaccia tutti i regni, anche se è ancora nascosto. Solo che per custodire la preziosa reliquia viene scelto uno strano trio iniziale...a cui si aggiungono sempre più strani personaggi.....soprattutto nelle ultime 100 pagine <img alt=" /><img alt=" />

 

Un libro fantastico, di poco inferiore al primo <img alt=" />

 

Adesso mi divorerò con passione l'ultimo: Viaggio nel Vuoto <img alt=" />

 

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche giorno fa ho finito di leggere "Il tesoro di Genghis Khan" di Clive Cussler.

 

E' la storia di alcuni geologi che lavorano per una compagnia petrolifera che si ritrovano a lavorare sul lago Baikal (russia siberiana) per eventuali depositi petroliferi, il guaio è che il lago viene investito da un onda anomala scatenata da un sisma subaqueo.

I geologi si salvano per miracolo ma alcuni della squadra vengono rapiti da pericolosi individui che non si sa per chi lavorino.

I protagonisti allora si dirigono in cerca dei colleghi e finiscono ad Ulaan Bator (capitale della Mongolia) dove scoprono che i loro amici geologi sono stati rapiti da un personaggio spietato a capo di una compagnia petrolifera mongola che sta architettando di distruggere i più grandi siti di stoccaggio di petrolio mondiali per diventare il signore del petrolio.

 

Romanzo dal ritmo incalzante e pieno di colpi di scena, enesimo capolavoro di Cussler che ha come protagonista Dirk Pitt e Al Giordino.

 

Voto 8 su 10.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finito da poco La prescelta e l'erede di Jacqueline Carey, sequel de Il dardo e la rosa.

All'altezza del primo, sicuramente giudizio buono. Piacerà soprattutto ad un pubblico femminile, credo (ed è una costante che ritrovo in tutti i romanzi scritti da donne, chissà come mai? <img alt=" /> ).

Stucchevole qua e là, ma trama ricca di emozioni e ben imbastita.

 

Adesso ho attaccato con Erikson <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminato anche il secondo libro della trilogia della Pietra Sovrana: I custodi del passato di Margaret Weis e Tracy Hickman

 

Ambientato 200 anni dopo il primo libro, troviamo un mondo ancora diviso tra le razze sospettose una delle altre. Ciascuno tiene la propria parte di Pietra Sovrana, eccetto gli umani che la persero...(vedi primo libro <img alt=" /> ). Tuttavia un signore del dominio, dopo lunghe ricerche la trova, venendo ridotto tuttavia in fin di vita....cosa può significare questo per il mondo? Di certo potrebbe tornare utile dato che il Vuoto ancora una volta minaccia tutti i regni, anche se è ancora nascosto. Solo che per custodire la preziosa reliquia viene scelto uno strano trio iniziale...a cui si aggiungono sempre più strani personaggi.....soprattutto nelle ultime 100 pagine <img alt=" /><img alt=" />

 

Un libro fantastico, di poco inferiore al primo <img alt=" />

 

Adesso mi divorerò con passione l'ultimo: Viaggio nel Vuoto ;)

 

<img alt=" />

 

 

e adesso ammettilo: di chi è il merito se puoi finire il ciclo della pietra sovrana? ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

e adesso ammettilo: di chi è il merito se puoi finire il ciclo della pietra sovrana? <img alt=" />

 

diamo a sergio quel che è di sergio....si è merito esclusivamente tuo...cosa per cui non smetterò mai di ringraziarti... <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />;)

 

ti basta? <img alt=" />

 

ps: a breve il resoconto del 3 libro che entro stasera sarà terminato <img alt=" />;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho finito Legends 2 (parte 2).

Raccolta di racconti stupenda (tanto che mi sono subito comprato la parte 1). <img alt=">

Il libro é suddiviso in cinque racconti:

(L'ho letto in tedesco, quindi titoli in traduzione libera)

 

Diana Gabaldon: Lord John e il patto magico.

Lord John é un ufficiale inglese (omosessuale, interessantissimo il POV), impegnato in Europa nella guerra dei 100 anni. Viene coinvolto nelle indagini di in terribile omicidio paranormale. Bellissimo giallo storico, il libro si apre alle grande.

 

George RR Martin: The Sworn Sword.

Il secondo capitolo di Dunk&Egg, leggermente inferiore al primo, anche se ci sono succulentissimi dettagli sulla ribellione dei Blackfyre. Ottimo racconto del BVZM.

 

Orscon Scott Card: La 'Yazoo Queen'.

Ambientato in un'america alternativa del 1800. Cosa sarebbe successo senza la guerra d'indipendenza. L'america é divisa in colonie e stati indigeni. Inoltre questa america alternativa é pervasa dalla magia. Alvin il creatore é il personaggio principale, uno dei maghi piu potenti. Questo racconto non mi é piaciuto, troppe carne al fuoco, zero trama.

 

Robin Hobb: il regno degli antichi

Prefazione alla trilogia che in tedesco viene chiamata 'le navi magiche' (Borgomago in Italia?)

Racconto stu-pen-do. <img alt="> Racconta dell'esodo forzato di alcuni nemici politici del re, per formare una colonia nel continente meriodionale del pianeta, in mezzo alla foresta tropicale. I coloni dovranno affrontare enormi difficoltà á la Robinson Crusoe. Tuttalpiù le loro notti sono disturbate da sogni e incubi misteriosi, e talvolta uno dei coloni si alza e sparisce nella notte per non tornare più. Sull'orlo della disperazioni gli esodi trovano una antichissima città sotterranea: sembra la salvezza. Purtroppo la città si rivela un pericolo: quelli che vi restano troppo tempo impazziscono. La protagonista cercherà di salvare gli ultimi sopravvissuti, studiando la misteriosa magia della città sotterranea.

Dopo aver letto questo racconto, mi sa che come prossima avventura affronteró qualcosa della Hobb.

 

Robert Silverberg: 'Il libro dei cambiamenti'

Il principe e poeta di Majipoor viene rapito da un fuorilegge per una richiesta di riscatto. Nel periodo della sua prigionia affronterà la sua piu grande opera letteraria. Il suo rapitore, interessato di letteratura diventerà presto suo amico, e gli aiuterà a scrivere una delle piu grandi opere di tutti i tempi. Interessante introspezione nella crisi artistica di un personaggio fittizio. Racconto introverso, filosofico, ma tuttavia leggibile.

 

Concludendo, Legends 2 é un ottimo libro, ed é un grandissimo peccato che non sia stato tradotto in lingua italiana. Consigliato a tutti gli amanti del fantasy. <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminato ieri sera Viaggio nel Vuoto di M.Weis e T.Hickman, l'ultimo libro della trilogia della pietra sovrana.

 

Gli eroi de I custodi del Passato sono ormai stati individuati dal nemico, che non da loro tregua. Tutto si decide nel luogo dove tutto era iniziato...Vecchia Vinnagel. Ovviamente prima di arrivarci ci sono le ovvie difficoltà...

 

Che dire...l'ho iniziato con molto entusiasmo e l'ho finito con molte perplessità. Sulla prima parte niente da dire, tutto faceva presagire ottime cose. Solo che poi ho avuto l'impressione che gli autori avessero urgenza di finire il libro (che non è nemmeno il più lungo della trilogia) e abbiano iniziato a lasciare i vari personaggi per strada, facendoli allontanare dalla trama in maniera...banale <img alt=" /> . Sul finale in se non trovo niente da ridire, solo che sembrava lo stesso tutto molto accelerato...sopratutto se si considera il libro precedente, che aveva delineato molte cose qui liquidate assai in fretta.

Peccato..

 

Cmq...voto al libro 7/10....sopratutto per la parte iniziale.

Voto complessivo della trilogia 9/10

 

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

terminato il ciclo di gemmel sulla guerra di tr**a...che dire? lo stile dello scomparso scrittore inglese rimane bello e tagliente, i personaggi sono molti ben delineati, pur nella semplicità che caratterizza lo stile di gemmel. e la storia regge molto bene, fin troppo bene direi. se non fosse che conosciamo tutti l'iliade, si potrebbe dire che la trama è perfettamente credibile. nel complesso una trilogia molto piacevole e scorrevole, che forse non si segnala per spunti geniali, ma che sicuramente impasta le mani in un mito arcinoto in modo piuttosto originale. certo, non può farsi un confronto con omero, qualunque scrittore che provi a confrontarsi con l'iliade ne uscirebbe con le ossa rotte, e gemmel non fa eccezione. ed infatti dal mito omerico si stacca parecchio, sia nella trama, molto più realistica e attenta ad alcuni dati storici, sia nella definizione dei personaggi. il risultato è una storia di mare, più che di guerra, di amore, più che di sangue. giudizio poisitivo, per me.

p.s.

i puristi della storia ovviamente troveranno incongruenze palesi, che gemmel prende come licenze letterare: una su tutte, ha anticipato la nascita di roma di un migliaio di anni almeno, o forse di più, e poi ha posticipato il disastro dell'isola di tera, se non erro, ma qst non so dirlo con sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che sono nel pieno di una certa sagha sconosciuta... una di cui nessuno sà niente... non mi ricordo nemmeno bene il titolo.. qualcosa che ha a che fare con il ghiaccio e con il fuoco... <img alt=" /><img alt=" /> ... vabbè, comunque vi parlo dell'ultima saga che ho concluso: EXCALIBUR - di Bernard Cornwell

 

la storia è molto semplice, è il racconto della vita di Derfel, un gueriero britanno, al fianco di Artù, racconto che parte dal giorno della nascita dell'erede al trono di Dumnonia, tale Mordred, giorno in cui il protagonista è poco più che bambino. la storia si svolge tra mille battaglie e giochi di potere tra i regni dell'antica Britannia (ora Gran Bretagna). ovviamente per quanto riguarda la trama mi fermo quì, per non togliere il piacere della lettura a chi volesse leggere questa bellisima saga in 5 libri, ma la cosa che si capisce fin da subito è che questa saga rimette in discussione tutta quella che è la leggenda di Artù, passando da Camelot, Tavola rotonda, Merlino e Lancillotto.. tutto quello che credevate di sapere e che davate per certo su questa leggenda, quì viene rimesso in discussione.. per quanto mi riguarda è il racconto più verosimile sulla leggenda di Artù, di cui è noto ne esistono molteplici versioni..

 

voto 5/5

 

BUONA LETTURA!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena finito di rileggere la trilogia tolkieniana Silmarillion + The Hobbit + The Lord of the Rings,in inglese per la prima volta. Trovare parole per definirla sarebbe lungo e inutile.Dico solo: fantastico. <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena finito di rileggere la trilogia tolkieniana Silmarillion + The Hobbit + The Lord of the Rings,in inglese per la prima volta. Trovare parole per definirla sarebbe lungo e inutile.Dico solo: fantastico. <img alt=" />

 

In Inglese????? <img alt=" />;)<img alt=" />

 

io il Silmarillion lo stò leggendo in italiano e lo trovo complicato <img alt=" />

 

comunque l'anno scorso è uscito anche "I figli di Hùrin" che fà parte della storia della Terra di Mezzo, è ambientato nella prima era nel Beleriand.. te lo consiglio, è molto molto bello.. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh,io ho qualche piccolo vantaggio,avendo studiato lingua e letteratura inglese all'univ <img alt="> ...

 

"I figli di Hurin" (nome originale Narn I Hin Hurin) ce l'ho,anche se la tragica vicenda di Hurin e di suo figlio Turin Turambar (Turun Ambartanen...)già l'ho letta nel Silmarillion. Tuttavia il libro è migliore perchè la vicenda è affrontata in maniera più completa.Inoltre la vicenda è affrontata completamente (non so ancora se come in "I figli di Hurin")nei Racconti Incompiuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...