Jump to content

Politica internazionale


Recommended Posts

 

Parla Edward Snowden l'ex agente della NSA che ha rivelato gli scandali di spionaggio compiuti dal suo paese ed ora sotto protezione in Russia; se ciò che dice fosse vero saremmo difronte alla più grande macchinazione e cospirazione della Storia. Secondo Snowden Bin Laden è vivo, si trova alle Bahamas nei lussi e negli agi:

 

http://worldnewsdailyreport.com/bin-laden-is-alive-and-well-in-the-bahamas-says-edward-snowden/

Bufala di proporzioni esagerate :P

 

Vedi Butac (Bufale un tanto al chilo) per tutti i riferimenti.

 

 

 

Loch sono stato il primo a scrivere di essere pronto a smentite quindi ti ringrazio ma vorrei che portassi documenti o fonti che suffraghino questa presunta bufala. Lo dico senza alcuna animosità ben inteso ma dato che giustamente mi si corregge se do info sbagliate vorrei leggere le smentite tutto qui.

 

 

Intanto una notizia molto importante, pare che qualcuno finalmente alzi il sedere e vada veramente a combattere contro l'ISIS in Siria. Quel qualcuno è la Russia che oltre ad ever mandato già una decina di MIG 29 ora si prepara a inviare un vero contingente militare che appoggerà Assad contro il Califfato. Ovviamente da quello che leggo in questo articolo è una mossa destinata a sparigliare le carte di tutto il Medio Oriente. Beh come dicevo finalmente qualcuno che non fa chiacchiere e false promesse ma va, naturalmente per tutelare suoi interessi geopolitici e militari, a combattere contro i tagliatori di teste:

 

http://www.rightsreporter.org/russia-interviene-direttamente-in-siria-grande-allarme-in-medio-oriente/

Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.7k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non voglio fare l'avvocato del diavolo, però non è che Snowden debba essere considerato il massimo dell'affidabilità solo perché ha rivelato informazioni top-secret e quindi fa la parte di colui che vuole scuotere le coscienze. Il fatto che riveli queste cose su Bin Laden a un giornale russo deve far riflettere: sembra quasi che la Russia lo voglia usare per far apparire gli Usa ancora più biechi di quanto non siano. Perciò ripeto: che interessi hanno gli Usa a tenere Bin Laden vivo e vegeto?

Link to post
Share on other sites

Infatti può essere che Snowden si sia inventato tutto per danneggiare il suo paese, è una possibiltà concreta. Quanto ai motivi che porterebbero Bin Laden ad essere ancora vivo, ipotiziamo ovviamente, vi sarebbe la prova da pistola fumante che tutti i complottisti e cospirazionisti del mondo pensano e cioé che l'11 Settembre e Al Qaeda siano tutta una manipolazione e una costruzione americana per creare la minaccia terroristica e invadere così dopo Afganistan e Iraq. Strategia che starebbe continuando tutt'ora con la Siria e l'ISIS altro mostro "creato" da Washington...

Link to post
Share on other sites

Non so quanto effettivamente gli Usa ci abbiano guadagnato dall'invasione di Irak e Afghanistan, visti i costi in termini di soldi e vite umane. Le nazioni che più ci hanno guadagnato sono Iran e Israele, che paradossalmente si odiano. Riguardo l'11 settembre, credo non che gli americani si siano auto-colpiti ma che sapessero di quanto stava avvenendo ma non abbiano fatto nulla per impedirlo, un pò come Pearl Harbour, in modo da avere il pretesto per le successive guerre (ma come ho detto prima, hanno sbagliato i loro calcoli.

Riguardo l'Isis invece sono d'accordo sul fatto che dietro tutto ci sia la mano americana, ma anche qui è evidente che hanno sbagliato i loro calcoli.

Link to post
Share on other sites

Guarda sul fatto se ci abbiano guadagnato o meno è indubbio che invadendo l'Afganistan ed Iraq abbiano da una parte messo un cuneo in Asia Centrale nel tentativo (poi fallito) di conquistare influenza nelle ex Repubbliche Sovietiche asiatiche e di mettersi di mezzo ad un possibile riavvicinamento che oramai è conclamato tra Russia e Cina. Sull'Iraq il petrolio è stata la cosa fondamentale che li ha spinti dato che per anni le compagnie americane hanno fatto soldi a palate da una parte mentre dall'altra è stato il voler mettere le basi per poi attaccare l'Iran. Tutte strategie che stiamo vedendo sono fallite tanto da far dire a molti che la politica estera USA sia stata condotta da degli incapaci che ahimè non si sono ancora stufati di portare avanti piani sconclusionati e pericolosi per il mondo intero. Purtroppo soprattutto i cosidetti neocon non sopportano che il secolo americano stia finendo e che il dominio globale americano venga messo in discussione e minacciato; un progetto assecondato desolatamente anche dai democratici in questi anni con Obama.

Link to post
Share on other sites

 

 

Parla Edward Snowden l'ex agente della NSA che ha rivelato gli scandali di spionaggio compiuti dal suo paese ed ora sotto protezione in Russia; se ciò che dice fosse vero saremmo difronte alla più grande macchinazione e cospirazione della Storia. Secondo Snowden Bin Laden è vivo, si trova alle Bahamas nei lussi e negli agi:

 

http://worldnewsdailyreport.com/bin-laden-is-alive-and-well-in-the-bahamas-says-edward-snowden/

Bufala di proporzioni esagerate :P

 

Vedi Butac (Bufale un tanto al chilo) per tutti i riferimenti.

 

 

 

Loch sono stato il primo a scrivere di essere pronto a smentite quindi ti ringrazio ma vorrei che portassi documenti o fonti che suffraghino questa presunta bufala. Lo dico senza alcuna animosità ben inteso ma dato che giustamente mi si corregge se do info sbagliate vorrei leggere le smentite tutto qui.

 

Premesso che non funziona così, perché deve essere Snowden o chi per lui a fornire prove certe di quello che dice, altrimenti chiunque può dire la prima cagata che gli passa per la testa e trincerarsi dietro un "adesso sta a voi smentirmi" col rischio di costringere la gente a passare la vita a confutare miliardi di cagate, ecco il link con tutti i riferimenti da cui si evince l'assoluta mancanza di fonti della presunta "notizia":

 

http://www.butac.it/bin-laden-alle-bahamas/

 

Sulla barzelletta della Russia che combatte l'Isis perché ha mandato tot Mig ad Assad, lo stesso cioè diretto responsabile di una robetta come duecentocinquantamila morti, ripetiamo assieme DUECENTOCINQUANTAMILA, grazie, c'è una sottile differenza tra l'aiutare militarmente un dittatore sanguinario che ormai controlla una frazione minima del suo ex-paese e che senza sostegno di Russia ed Iran sarebbe stato buttato giù da due anni almeno, quando Daesh (l'Isis come lo chiamiamo noi) era poca roba, e il combattere DIRETTAMENTE l'Isis.

 

La stessa differenza che passa tra Curdi dell'Ypg e Turchi, per dirne una.

 

A differenza delle bufale propagandistiche distribuite nel web da stormi di impiegati a busta paga di Putin (vedi ad esempio http://www.newsweek.com/stories-inside-putin-propaganda-machine-317425 ma posso citare decine di altre fonti) l'Isis non è foraggiato dagli Usa, ma anzi lo stesso Assad è direttamente responsabile della sua ascesa. "Chi è causa del suo mal pianga se stesso" e Assad avrebbe dovuto pensarci meglio prima di dare rifugio agli ex militari e servizi segreti di Saddam quando furono cacciati dall'Iraq dagli americani, nucleo su cui col tempo si è formato Daesh.

Link to post
Share on other sites

Il problema non è l'attendibilità o meno di Snowden, il problema è che Snowden quell'intervista non l'ha mai fatta. Un link preso a caso nel magma del web non può essere considerato una fonte affidabile, anzi non può essere considerato nemmeno una fonte stessa. Sono i complottisti a dover dimostrare le loro tesi, dire "provami che la mia tesi non è vera" è scorretto, è l'essenza stessa del complottismo, il quale non si basa su fatti e dati reali ma su ipotesi mai verificabili che ovviamente non sempre possono essere dimostrate false ma che per questo non sono per forza vere.

 

Io per es. potrei dichiarare che Rocco Siffredi è gay, suffragando per tale tesi un link proveniente dal sito ilpuzzone.it. Ad un obiezione, io potrei dire: "e come fai a dire che è falso"?

 

Ma usando questo strumento dialettico si fa presto ad avere ragione. Per fortuna la ricerca storica e la verifica delle fonti sono una cosa molto più seria degli smanettoni di internet e del complottismo patologico che in determinati casi non è altro che la manifestazione delle nostre fobie.

Link to post
Share on other sites

Per curiosità, i 250mila morti sono tutti responsabilità di Assad?

Sia chiaro, non lo dico assolutamente con tono polemico, voglio solo capire se sono tutte vittime dell'esercito siriano

 

I 300000 morti italiani nella seconda guerra mondiale sono tutti responsabilità di Mussolini?

 

Praticamente sì.

 

Stessa identica cosa per la Siria.

Link to post
Share on other sites

Paragone sbagliato, visto che nel caso italiano metterei in mezzo partigiani, americani e tedeschi.

E nel caso siriano uguale, visto che ci stanno in mezzo ribelli e Isis.

 

E nel caso siriano metti in mezzo esercito di Assad, ribelli vari, Isis, bombardamenti di Paesi stranieri.

 

Ma la responsabilità diretta è di chi scatena il conflitto. Assad ha oppresso i siriani al punto di farli ribellare al suo regime, e i morti pesano sulla sua coscienza così come gli italiani pesano su quella del ǝɔnp

Link to post
Share on other sites

Ok, in linea di principio sono d'accordo, anche se non sono convinto che le ribellioni siriane siano state così "spontanee" come sembrerebbe.

Sta di fatto che un'alternativa migliore ad Assad al momento non c'è, a meno che non si faccia qualcosa di radicale: un intervento militare coordinato dall'ONU che faccia piazza pulita dell'Isis e deponga Assad. Ma considerando che la Russia ha diritto di veto...

Link to post
Share on other sites

Ma l'Onu, a prescindere dal veto russo, è inutile già da tempo.

 

Il problema vero per il conflitto siriano sono i veti incrociati che inchiodano all'inazione Turchia, Israele, Arabia Saudita, Iran, Usa e Russia. Cioè le potenze regionali e mondiali che nel giro di pochi mesi potrebbero spazzare via Daesh, se potessero agire senza reazioni dagli altri protagonisti.

 

Ormai Assad, anche volendo, è irrecuperabile. Controlla la zona di Damasco e la parte nord-occidentale alawita (il suo gruppo religioso), il resto del paese è fuori controllo, il suo esercito è sulla difensiva da oltre un anno e le poche offensive locali sono "merito" solamente delle brigate fornite da "volontari" iraniani. E anche con uomini dall'Iran e mezzi dalla Russia non riesce a fronteggiare tutti i suoi nemici. Recentemente la sua leadership ha iniziato a scricchiolare anche tra gli alawiti. I ribelli siriani sono una fazione che in pratica non esiste, un marasma mutevole di giorno in giorno che va dagli integralisti filo-qaedisti ai (pochi) laici moderati filo-occidentali. Gli unici che sono riusciti a contrastare davvero Daesh sono stati i curdi del nord-est ma solo grazie all'appoggio del Pkk turco, che tra parentesi è iscritto nell'elenco delle organizzazioni terroristiche internazionali di fianco a Daesh.

 

Insomma se si volesse "risolvere" il problema siriano bisognerebbe mediare un accordo americano-iraniano che non scontenti arabi, turchi e russi e appoggi curdi e ribelli moderati. Buona fortuna.

Link to post
Share on other sites

A volerlo fare, a occhio ci vorrebbe:

-Israele repubblica paritaria palestinese e ebraica (gli ebrei mi spiace ma si dovranno stare, se vogliono la pace vera)
-Kurdistan, nuovo stato
-alla Turchia che sarà inc*****issima per il kurdistan diamo la crimea
-alla Russia per vedi sopra riconosciamo mezza ucraina e togliamo le sanzioni, tanto ormai la frittata è fatta
-lo yemen resta sunnita e all'iran vietiamo qualunque ulteriore azione lì
-in cambio diamo all'iran carta quasi bianca per occuparsi dell'isis, e magari qualche pezzo d'iraq, che tanto come nazione non esiste, il nord già farà parte del Kurdistan
-il sudovest iraq va alla Giordania che si occupa dell'isis là aiutata dalla nato. La Giordania andrà rafforzata, rimanendo una monarchia, ma dovrà essere la via di mezzo nonché il cuscinetto tra la teocrazia iraniana e la repubblica isra-palestinese.

Ok, è scritto abbastanza di getto, ma è migliorabile.

P.S. Lochlann, che intendi per "noi lo chiamiamo Daesh"? Chi siete voi? paura!

Edited by Darklady
Occhio al linguaggio, please!!!!
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...