Jump to content
Sign in to follow this  
sharingan

Politica internazionale

Recommended Posts

Non vedo poi che c'entri la banda Stern, che combatteva contro i Britannici: forse volevi riferirti all'Haganah, nata per difendere gli insediamenti ebraici dai continui attacchi di gruppi armati palestinesi, o all'Irgun

la banda Stern, che come hai detto te combatteva gli inglesi, che avevano il "protettorato" o "mandato" della Palestina, operavano attacchi terroristici. Io ho fatto esempi di terrorismo, non di lotta israelo-palestinese.

non mantenute da chi? Israele le sue promesse le ha mantenute, o non avrebbe potuto firmare la pace con Egitto, Giordania, ecc

<img alt=" /> la pace? scusa ma la "pace", l'hanno firmata, numerose volte, dopo una guerra, precisamente una guerra persa, quindi perfavore tieniti le tue promesse mantenute.

Già: a quanto pare costruire uno stato moderno, democratico e all'avanguardia grande come la Toscana in mezzo a un territorio esteso quanto l'Europa, e dove regna il feudalesimo, è cosa da pazzi

penso non hai capito quello che volevo dire.. se rileggi i post penso potrai afferrare meglio

Vedi, è facile gridare a gran voce contro il nazismo di 70 anni fa, e la religione di 1000 anni fa. Ma è il nazismo di oggi, e la religione di oggi, che dovremmo riconoscere e saper condannare, e combattere. Io sostengo il popolo palestinese, e voglio uno stato palestinese: ma per sostenerlo veramente, occorre riconoscere il male dei terroristi da cui è tenuto in ostaggio, utilizzato come scudo umano. Essere anti-nazisti mica significa essere anti-tedeschi, sai?

 

allora, quello che mi fa incaxxare davvero è che appena si parla di Israele, della sua politica, ecco che la gente si riempie la bocca di Olocausti, campi di concentramento e compagnia bella, come se adesso gli ebrei, che ne hanno passate tante, hanno il diritto di rifarsi sui Palestinesi a causa dell'Olocausto. Ecco che la gente parla di antisemitismo, antiebraismo e compagnia bella..

Ti prego di CITARE dove DICO PRECISAMENTE che non bisogna combattere Hamas, che Hamas non è una formazione terroristica eccetera.. ti vorrei rigirare la domanda: essere antisrealiano mica significa essere antisemita, sai?

Il fatto che Hamas nega l'Olocausto, è solo per convenienza di propaganda... ci sono fior di negazionisti in giro per l'Europa, allora che facciamo, LI BOMBARDIAMO? io penso che Hamas deve fare schifo per il terrorismo che attua, non per le caxxate come il negazionismo (caxxate non per livello di importanza, ma per le motivazioni adottate nel negare l'Olocausto, bada bene)

l'unica fazione che in parte si prende cura degli abitanti con strutture e attività sociali è proprio Hamas... poichè è l'unica fazione piena di soldi.

 

soldi che vengono dai ricconi dell'arabia suadita, emirati e compagnia bella, i fantastici "Stati Islamici progressisti e moderati" citati da Lady Lyanna.

Hamas, prende i soldi dall'Iran. Non da Dubai, Arabia Saudita e compagnia bella, che anzi sono (a livello di governi) filo-occidentali.. anche Hezbollah, che ha l'appoggio anche della Siria..

Condivido questa analisi, Hamas basa il consenso di cui gode proprio sul mantenimento del conflitto permanente con Israele, altrimenti non cercherebbe di fomentarlo con continue provocazioni

questo è verissimo.. ma proprio per questo mi chiedo: la soluzione è invadere Gaza, col rischio di ricompattare i Palestinesi intorno ad Hamas, oppure ISOLARLI, dando appoggio a Fatah, che sarà corrotta quanto vi pare ma almeno è moderata, avviando seri colloqui di pace?

Share this post


Link to post
Share on other sites

soldi che vengono dai ricconi dell'arabia suadita, emirati e compagnia bella, i fantastici "Stati Islamici progressisti e moderati" citati da Lady Lyanna.

 

Allora forse come paese a base islamica piacciono di più le Maldive??

Io non ho mai parlato di Arabia Saudita e nemmeno di "compagnia bella" ma ho citato specifici paesi che ho visitato e toccato con mano e dove non si vive in mezzo al fanatismo solo perchè islamici.

Senza contare che il mio discorso era riferito ad un'affermazione specifica di Sharingan. Se le Maldive finanziano Hamas non vuol dire che alle Maldive siano tutti fanatici e arretrati come i talebani solo perchè in comune hanno l'islam.

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai citato Marocco, Egitto e EAU, rispettivamente finanziatori di terroristi, una dittatura che finanzia i terroristi, e un paese di schiavisti che finanzia i terroristi

 

ma sì dai le maldive saranno anche innocue sullo scenario internazionale... come San Marino e Andorra, insomma...

 

 

ovvio che essere mussulmano non implica essere fanatico finanziatore di terroristi, resta il fatto che i Governi dei maggiori stati islamici lo sono.

 

 

Hamas, prende i soldi dall'Iran. Non da Dubai, Arabia Saudita e compagnia bella, che anzi sono (a livello di governi) filo-occidentali.. anche Hezbollah, che ha l'appoggio anche della Siria..

ti assicuro che li prende anche da Arabia e Eau (magari tramite intermediari), l'Iran e di soldi ne ha pochi in questo momento.

 

così come le armi dei talebani arrivano dalla Cina, che recentemente si è aperta all'occidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza contare che il mio discorso era riferito ad un'affermazione specifica di Sharingan. Se le Maldive finanziano Hamas non vuol dire che alle Maldive siano tutti fanatici e arretrati come i talebani solo perchè in comune hanno l'islam.

 

Preciso. Per Paesi islamici intendo quelli dove l'islam è al potere tramite un regime o un partito. Egitto e Marocco sono retti da Governi più o meno laici.

 

Resta il fatto che anche i Paesi a maggioranza islamica più avanzati hanno comunque un tasso di arretratezza superiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido questa analisi, Hamas basa il consenso di cui gode proprio sul mantenimento del conflitto permanente con Israele, altrimenti non cercherebbe di fomentarlo con continue provocazioni

questo è verissimo.. ma proprio per questo mi chiedo: la soluzione è invadere Gaza, col rischio di ricompattare i Palestinesi intorno ad Hamas, oppure ISOLARLI, dando appoggio a Fatah, che sarà corrotta quanto vi pare ma almeno è moderata, avviando seri colloqui di pace?
Certo che sarebbe meglio appoggiare l'ormai moderata Al Fatah ed isolare Hamas, peccato però che la striscia di Gaza sia diventata una sorta di unità indipendente rispetto al resto del territorio palestinese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Approfondisco solo questi punti perchè la mia visione di Governo Israele colpevole tanto quanto i fanatici fondamentalisti di non volere una pace non me la sono creata sul nulla. Ti posto la traduzione di un'intervista a Dov Weisglass, avvocato personale di Ariel Sharon e suo tramite ufficiale nei rapporti con la Casa Bianca del 2004 (il link originario credo sia andato disperso) tanto per farti capire più o meno come anche negli sforzi fatti da Israele negli anni passati ci sia la volontà di mantenere lo status quo.

Puoi trovare un commento di Sandro Viola al piano cui si discute nell'intervista che conferma la volontà di Sharon di generare uno stallo nelle trattative: [...]

 

Ho già detto ieri, con chiarezza, che cosa penso di Ariel Sharon. Aggiungerò di essere fermamente convinto che Sharon sia un malato di mente. Ho letto interviste a Sharon, molto, molto peggiori di quella citata da te: era un insieme di affermazioni che vanno oltre il delirio. "Delirio" nel senso clinico del termine: quell'uomo non è veramente in contatto con la realtà: sono convinto che viva nel mondo della fantasia, perché ciò che dice non corrisponde minimamente alla politica perseguita da Israele. Vorrei ricordarti che qualche anno fa Barak era stato disposto a dare anche il c**o, ai palestinesi. Il 92% della Cisgiordania - ricordi? Tanto da seminare il terrore nell'opinione pubblica israeliana (della serie: "Questo è impazzito, ora ci spareranno razzi anche da est"). E Arafat ha rifiutato! Perché la dirigenza palestinese non vuole realmente uno stato: vuole mantenere lo status quo. Lo sappiamo benissimo che la loro politica è questa. Israele di fatto ha mostrato di essere capace di dare terra in cambio di pace. I fatti contano, non i deliri di quel folle di Sharon.

 

E se vuoi davvero trovare deliri a profusione, prova ad andare qui: clicca, clicca, basta la prima schermata... Ci troverai cose come il sermone mandato in onda l'11 aprile del 2008 dalla tv di Hamas, Al-Aksa, dove il parlamentare e chierico di Hamas, Yunis al-Astal, ha detto ai fedeli che l’islam presto conquisterà Roma, “la capitale dei cattolici, la capitale crociata che ha dichiarato guerra all’islam e che ha insediato in Palestina i fratelli delle scimmie e dei maiali [gli ebrei] per impedire il risveglio dell’islam”, come fu per Costantinopoli. Roma, ha affermato Al-Astal, diventerà “un avamposto della conquista islamica che si estenderà su tutta l’Europa e poi si volgerà alle due Americhe ed anche all’Europa orientale”. “Allah ha scelto voi per sé e per la sua religione – ha continuato il predicatore palestinese – affinché serviate da motore che traini questa nazione verso la fase della successione, della sicurezza e del consolidamento del potere, e verso la conquista delle capitali di tutto il mondo per mezzo della predicazione e delle conquiste militare. Credo che i nostri figli e i nostri nipoti erediteranno la nostra jihad e i nostri sacrifici e, a Dio piacendo, i comandanti delle conquista si leveranno fra loro. Oggi noi instilliamo queste buone nozioni nelle loro anime e, mediante le moschee, i libri coranici e le storie del nostro Profeta, dei suoi compagni e dei grandi condottieri, li prepariamo per la missione di salvare l’umanità dal fuoco dell’inferno sul cui orlo oggi si trova”.

Il video del sermone di Yunis al-Astal è disponibile (con sottotitoli in inglese) qui.

 

Questo è quanto viene insegnato oggi, nelle scuole di Gaza, ai bambini palestinesi. Non parla di liberazione, di diritto alla loro terra, alle loro case, alla loro pace. Parla di conquistare il mondo. Parla di guerra. E i "pacifisti" li amano... <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mantenute da chi? Israele le sue promesse le ha mantenute, o non avrebbe potuto firmare la pace con Egitto, Giordania, ecc

<img alt=" /> la pace? scusa ma la "pace", l'hanno firmata, numerose volte, dopo una guerra, precisamente una guerra persa, quindi perfavore tieniti le tue promesse mantenute.

 

Scusa? Non ti seguo. <img alt=" />

Già: a quanto pare costruire uno stato moderno, democratico e all'avanguardia grande come la Toscana in mezzo a un territorio esteso quanto l'Europa, e dove regna il feudalesimo, è cosa da pazzi

penso non hai capito quello che volevo dire.. se rileggi i post penso potrai afferrare meglio

 

Ho riletto, mi sembra che sia tu a non capire... <img alt=" />

Vedi, è facile gridare a gran voce contro il nazismo di 70 anni fa, e la religione di 1000 anni fa. Ma è il nazismo di oggi, e la religione di oggi, che dovremmo riconoscere e saper condannare, e combattere. Io sostengo il popolo palestinese, e voglio uno stato palestinese: ma per sostenerlo veramente, occorre riconoscere il male dei terroristi da cui è tenuto in ostaggio, utilizzato come scudo umano. Essere anti-nazisti mica significa essere anti-tedeschi, sai?

 

allora, quello che mi fa incaxxare davvero è che appena si parla di Israele, della sua politica, ecco che la gente si riempie la bocca di Olocausti, campi di concentramento e compagnia bella, come se adesso gli ebrei, che ne hanno passate tante, hanno il diritto di rifarsi sui Palestinesi a causa dell'Olocausto. Ecco che la gente parla di antisemitismo, antiebraismo e compagnia bella..

 

Che grande, immensa, e sostanziosa coda di paglia... Dove mai ti avrei accusato di antisemitismo? Ho semplicemente fatto notare, insieme ad altri, che Hamas si aggiunge alla schiera di chi nega l'Olocausto. Ora a me sembra che, se si parte da questi presupposti, è difficile poi pretendere che venga presa sul serio la propria condizione di vittime (e viene generosamente presa sul serio comunque, a quanto mi consta, perché - diciamocelo francamente - è chiaro che dell'Olocauso ormai non fotte più un ca**o a nessuno).

 

In ogni caso, io stavo sostenendo che i palestinesi sono vittime di Hamas, e per questo dicevo che essere contro Hamas non significa essere contro i palestinesi - anzi, significa essere a favore dei palestinesi. Sono contro Hamas per questa ragione, e non perché sono nemici di Israele. Mi fanno schifo perché parlano come nazisti, mentono come nazisti, e agiscono come nazisti. E a me i nazisti fanno schifo - capisci? Non mi importa di quale razza o religione siano.

Ti prego di CITARE dove DICO PRECISAMENTE che non bisogna combattere Hamas, che Hamas non è una formazione terroristica eccetera..

 

Beh, tu scrivi:

Hamas nelle elezioni ha preso il 60% ed oltre di voti, indi [...] sono un movimento politico-militare che lotta per la propria gente. [...] Quindi, volenti o nolenti, condannandoli eccetera eccetera, bisognerà scendere a patti con tutti i Palestinesi, quindi, purtroppo, anche con Hamas. [...] Capisco perchè molti di loro sono costretti ad arrivare a tali mezzi...

Dici di combatterli? <img alt=" /> Mi ricordi quelli che volevano giungere a patti con Hitler.

ti vorrei rigirare la domanda: essere antisrealiano mica significa essere antisemita, sai?

 

Ma se neghi l'Olocausto sí che lo sei... Comunque, vedo che non afferri il dramma dei bambini palestinesi in ostaggio e usati come scudi umani da Hamas.

Il fatto che Hamas nega l'Olocausto, è solo per convenienza di propaganda... ci sono fior di negazionisti in giro per l'Europa, allora che facciamo, LI BOMBARDIAMO?

 

Se sparano missili sui centri abitati sí, certo... E a proposito, mi fai venire in mente questo articolo dell'Unità di esattamente un anno fa. L'Unità non è notoriamente un giornale filo-israeliano, ne converrai, quindi la fonte mi sembra equa... Pagina 11 dell'Unità del 18 gennaio 2008:

I bambini di Sderot, malati di guerra

 

LE CIFRE:

 

5785 SONO I RAZZI Qaasam che hanno bersagliato negli ultimi sette anni Sderot.

525 SONO I BAMBINI da 1 a 6 anni che sono sottoposti a trattamento psicologico prolungato per stress post-traumatico.

75% È LA PERCENTUALE dei bambini e adolescenti da 4 a 18 anni di Sderot che, secondo il rapporto del Centro per le vittime di guerra e del terrorismo, mostrano sintomi da stress post-traumatico.

54% È LA PERCENTUALE dei genitori di Sderot che soffrono di stress post-traumatico.

15 SECONDI È il tempo che i bambini di Sderot hanno per cercare riparo dal momento in cui suona l’"allarme rosso".

Puoi leggere il resto dell'articolo se vuoi. Tu mi dirai che i bambini palestinesi - altro che "stress post-traumatico": quelli muoiono sotto le bombe israeliane. Il guaio, però, è che gli israeliani non hanno l'abitudine di erudire i propri figli alla guerra santa e di usarli come scudi umani: cercano di proteggerli. A Sderot i missili cadono ogni giorno da sette anni a questa parte. Solo 13 morti in sette anni, macchevvuoichessia, una piccolezza. Vacci a vivere tu, si sono liberati molti appartamenti, il 25% della popolazione se ne è andato altrove perché non ci resisteva più. Ora tu dici: e che diamine, ma diamoglielo questo benedetto stato ad Hamas e ai palestinesi tutti... Non riesci a capire che questo è impensabile, senza garanzie di pace? Giusto per evitare di avere piogge di missili quotidiani da tutte le parti, sai, è fastidioso. Se la Slovenia - poniamo - sparasse missili sull'Italia perché vuole indietro i territori che gli abbiamo rubato, tu che penseresti? "Diamoglieli"?

io penso che Hamas deve fare schifo per il terrorismo che attua, non per le caxxate come il negazionismo

 

Invece è tutto lí, mio caro amico... è lí che vedi la statura di chi usa i palestinesi come carne da macello. È perfettamente consequenziale, poi, se ci pensi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa? Non ti seguo

non mi segui? dici che Israele ha mantenuto le promesse perchè ha firmato la pace dopo guerre vinte con i paesi vicini.. non c'è molto da seguire in effetti..

Ho riletto, mi sembra che sia tu a non capire

io ho detto che gli ebrei hanno costruito uno stato moderno bla bla bla no?, ma costato parecchio, soprattutto ai palestinesi. ora mi chiedo: sono io a non capire?

Che grande, immensa, e sostanziosa coda di paglia... Dove mai ti avrei accusato di antisemitismo? Ho semplicemente fatto notare, insieme ad altri, che Hamas si aggiunge alla schiera di chi nega l'Olocausto. Ora a me sembra che, se si parte da questi presupposti, è difficile poi pretendere che venga presa sul serio la propria condizione di vittime (e viene generosamente presa sul serio comunque, a quanto mi consta, perché - diciamocelo francamente - è chiaro che dell'Olocauso ormai non fotte più un ca**o a nessuno).

non mi hai accusato di antisemitismo, ho solo fatto un elenco di cose che si sparano in difesa della politica israeliana, la prima delle quali è citare l'Olocausto, cosa che hai fatto, se sommi ai morti israeliani i milioni di morti ebrei.

Ora ti vorrei dipingere un bel quadretto: ci sono centinaia di migliaia di persone che, a causa della propria etnia, vengono rinchiuse in un territorio ristretto (diciamo una striscia qualunque <img alt=" /> ), coni confini del quale sigillati ermeticamente. Ti ricorda forse qualcosa? certo gli ebrei nei ghetti non lanciavano certo razzi sugli altri quartieri, e non erano governati dai sacerdoti del Tempio, ma una certa somiglianza io ce la vedo. Tu no?

Dici di combatterli? Mi ricordi quelli che volevano giungere a patti con Hitler

no caro, non rigiriamo la frittata. ti ripeto di citare dove dico di non combatterli.. Hamas chiedeva l'apertura dei valichi in cambio del cessato lancio di razzi, e non dirmi che se si aprono i confini possono avere armi, perchè le ricevono cmq.. non hanno forse avuto il 60 % di voti? secondo te hanno costretto la popolazione a votarli con la forza? ma dai su..

Comunque, vedo che non afferri il dramma dei bambini palestinesi in ostaggio e usati come scudi umani da Hamas

è sicuramente un dramma e ne sono ben conscio. se dico che a malinquore bisogna trattare con Hamas forse tu sottintenderai che li ammiro, o che li giustifico, o che li sopporto, o altre caxxate, invece niente di tutto questo.. però forse a te ti sfugge il dramma delle intere famiglie palestinesi annientate dalle bombe israeliane? o delle scuole Onu piene di sfollati bombardate perchè da là partivano razzi?? <img alt=" />

Ripeto, ci sono fior di negazionisti in Occidente, mi fanno schifo, ma li tollero. Se si facessero esplodere non li tollererei più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

delle scuole Onu piene di sfollati bombardate perchè da là partivano razzi?

Tempo fa si era discusso di questo, e, se non ricordo male, era uscito che secondo la Convenzione di Ginevra sparare su obiettivi civili non è crimine di guerra, se questi sono usati per nascondere postazioni militari.

Ora, sicuramente l'idea di scuole bombardate non è bella, e pensare agli sfollati che si vedono cadere in testa bombe penso non faccia piacere a nessuno; ma, se i missili veramente partono da lí, come li si ferma?

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi segui? dici che Israele ha mantenuto le promesse perchè ha firmato la pace dopo guerre vinte con i paesi vicini.. non c'è molto da seguire in effetti..

 

Ma, santo cielo: Israele è stata attaccata, ha vinto, e ha restituito tutti i territori conquistati in cambio di pace. Altrimenti se li teneva. Dove sarebbe il problema?

io ho detto che gli ebrei hanno costruito uno stato moderno bla bla bla no?, ma costato parecchio, soprattutto ai palestinesi. ora mi chiedo: sono io a non capire?

 

Boh... e io ho ironizzato facendo notare che sí, costa tanto osare di creare un'isoletta di democrazia grande quanto la Toscana in mezzo a un territorio grande quanto l'Europa dove regna il feudalesimo. Di nuovo, dov'è il problema?

non mi hai accusato di antisemitismo, ho solo fatto un elenco di cose che si sparano in difesa della politica israeliana, la prima delle quali è citare l'Olocausto, cosa che hai fatto,

 

... no, lo ha fatto Hamas... <img alt=" />

Negare l'Olocausto significa esserne complici. Correggimi pure, se sbaglio...

Ora ti vorrei dipingere un bel quadretto: ci sono centinaia di migliaia di persone che, a causa della propria etnia, vengono rinchiuse in un territorio ristretto (diciamo una striscia qualunque <img alt=" /> ), coni confini del quale sigillati ermeticamente. Ti ricorda forse qualcosa?

 

Sí, mi ricorda i campi di concentramento. E i kapo sono Hamas & C. Per fortuna in Israele vivono felicemente milioni di palestinesi, cosa che immagino non ti renderà più cauto nella costruzione di analogie che si reggono in piedi giusto il tempo di dare un colpo di tosse e disfarsi...

ti ripeto di citare dove dico di non combatterli..

 

Appena fatto...

Hamas chiedeva l'apertura dei valichi in cambio del cessato lancio di razzi, e non dirmi che se si aprono i confini possono avere armi, perchè le ricevono cmq..

 

No, dico che cosí oltre ai missili arrivano pure i kamikaze... <img alt=" />

non hanno forse avuto il 60 % di voti? secondo te hanno costretto la popolazione a votarli con la forza? ma dai su..

 

A questo ti si è risposto ormai cosí tante volte che non restano nemmeno più lacrime per piangere.

è sicuramente un dramma e ne sono ben conscio. se dico che a malinquore bisogna trattare con Hamas forse tu sottintenderai che li ammiro, o che li giustifico, o che li sopporto, o altre caxxate,

 

... dico che non li vuoi combattere. Non vedo perché dovrei avallare un governo nazista per il povero popolo palestinese.

invece niente di tutto questo.. però forse a te ti sfugge il dramma delle intere famiglie palestinesi annientate dalle bombe israeliane? o delle scuole Onu piene di sfollati bombardate perchè da là partivano razzi?? <img alt=" />

 

Già, bombardate perché da la' partivano razzi. Guarda un po'.

Ripeto, ci sono fior di negazionisti in Occidente, mi fanno schifo, ma li tollero. Se si facessero esplodere non li tollererei più.

 

Esatto... <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Già, bombardate perché da la' partivano razzi. Guarda un po'

eh si.. allora i fatti sono andati così: c'è una scuola Unrwa (agenzia Onu x il soccorso ai profughi palestinesi), piena di gente a cui si aggiungono gli sfollati dal nord della striscia. arrivano i terroristi di Hamas, dicono tutti fuori che da qui tiriamo due Qassam, sparano sti missili e poi, tutti dentro di nuovo. peccato, proprio poco prima che arriva il bombardamento israeliano, che voleva naturalmente colpire la scuola, dove stava Hamas. Poveri palestinesi. Fortuna che ci stanno gli israeliani. <img alt=" />

Almeno dicessere:scusate abbiamo sbagliato a colpire.

Insomma uomini aprite gli occhi: gli ebrei sono arrivati in Palestina per liberarli, emanciparvi e darvi ADDIRITTURA la Striscia di Gaza e la Cisgiordania! Clamoroso!

Non fai ridere, anzi. Mi dispiace ma io sono dalla parte dei Palestinesi, non di Hamas, ma soprattutto non dalla parte degli Israeliani. Per me vale molto di più la storia degli ultimi 2000 anni che i 5000 anni prima, guarda un pò.

Vuoi invadere Gaza? ok, ma dopo invadi anche Siria ed Iran eh. Anche loro negano l'Olocausto e sono antisemiti e minacciano militarmente Israele (indirettamente)..

Ma, santo cielo: Israele è stata attaccata, ha vinto, e ha restituito tutti i territori conquistati in cambio di pace. Altrimenti se li teneva. Dove sarebbe il problema?

 

Boh... e io ho ironizzato facendo notare che sí, costa tanto osare di creare un'isoletta di democrazia grande quanto la Toscana in mezzo a un territorio grande quanto l'Europa dove regna il feudalesimo. Di nuovo, dov'è il problema?

non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire..

 

... no, lo ha fatto Hamas...

Negare l'Olocausto significa esserne complici. Correggimi pure, se sbaglio

senti, mi irrita fortemente fare lo spelling di ogni singola frase però..

io dico CITARE nn NEGARE l'Olocausto, o è venuto un portavoce di Hamas a pigiare sulla tua tastiera?

il mio ragionamento è: Hamas nega l'Olocausto. uno storico francese di cui nn mi ricordo il nome nega l'Olocausto: sicuramente entrambi sono fuori di testa, ma Hamas lo fa per motivi che capisco (non che condivido eh!, ma capisco,nel senso di comprendere,ok?), per propaganda, populismo, interessi politici ecc..

Però non significa che hamas ha fatto i campi di concentramento, che ha sterminato gli ebrei. sono stati i nazisti ok? quindi se delle persone schizzate dicono caxxate non è gravissimo in se, o meglio si può quantomeno tollerare la loro esistenza, ok?

se però fanno ben altro, bè allora la musica cambia, ok? allora Hamas non mi repelle perchè nega l'Olocausto (non è vero, mi repelle per quello, ma non li bombaderei per quello ok?), perchè inneggia alla conquista di Roma e altre putt****e simili. E' pericolosa in quanto attua attacchi terroristici su larga scala con metodi a dir poco disumani, la maggior parte delle volte su civili inermi.. Punto. Se vuoi ti faccio un disegnino, non so, dimmi te..

Continuando, se pensi che invadendo Gaza il problema Hamas si risolve ok. discussione finita. Per me non si risolve, ma si acutizza. Saddam è un dittatore assassino, vero no? Però l'invasione dell'Iraq cosa ha portato? Più morti dopo mission accomplished, o sbaglio? Soprattutti tra gli iracheni. Magari quelle centinaia di migliaia di morti avrebbero preferito vivere un altro pò sotto Saddam, giusto per vedere se a livello diplomatico proprio nn si poteva fare nulla. Ecco, ora sostituisci pure a Saddam Hamas..

Sí, mi ricorda i campi di concentramento. E i kapo sono Hamas & C. Per fortuna in Israele vivono felicemente milioni di palestinesi, cosa che immagino non ti renderà più cauto nella costruzione di analogie che si reggono in piedi giusto il tempo di dare un colpo di tosse e disfarsi

Eh si. Ok, prendo nota della tua visione di Hamas odiata dai palestinesi. passo e chiudo.

Non vedo perché dovrei avallare un governo nazista per il povero popolo palestinese

ho detto più volte che bisogna favorire Al Fatah per il governo palestinese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non sarà un crimine di guerra, ma bombardare una struttura civile e ammazzare 40 civili per beccare 2 terroristi che lanciano razzi che al 90% andrebbero a vuoto a me continua a sembrare una porcata

 

certo magari la colpa sarà anche tutta di Hamas, però la decisione di sganciare le bombe comunque, pur sapendo che sotto non ci finiscono solo terroristi ma anche bambini, è tutta israeliana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non sarà un crimine di guerra, ma bombardare una struttura civile e ammazzare 40 civili per beccare 2 terroristi che lanciano razzi che al 90% andrebbero a vuoto a me continua a sembrare una porcata

 

certo magari la colpa sarà anche tutta di Hamas, però la decisione di sganciare le bombe comunque, pur sapendo che sotto non ci finiscono solo terroristi ma anche bambini, è tutta israeliana

Questo non risponde alla domanda: se i missili veramente partono da lí, come li si ferma? Onestamente, il discorso "Continuate a beccarveli senza fare nulla, perché è una struttura civile" (non dico che tu abbia fatto un simile discorso) non mi pare molto logico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho già detto ieri, con chiarezza, che cosa penso di Ariel Sharon. Aggiungerò di essere fermamente convinto che Sharon sia un malato di mente. Ho letto interviste a Sharon, molto, molto peggiori di quella citata da te: era un insieme di affermazioni che vanno oltre il delirio. "Delirio" nel senso clinico del termine: quell'uomo non è veramente in contatto con la realtà: sono convinto che viva nel mondo della fantasia, perché ciò che dice non corrisponde minimamente alla politica perseguita da Israele. Vorrei ricordarti che qualche anno fa Barak era stato disposto a dare anche il c**o, ai palestinesi. Il 92% della Cisgiordania - ricordi? Tanto da seminare il terrore nell'opinione pubblica israeliana (della serie: "Questo è impazzito, ora ci spareranno razzi anche da est"). E Arafat ha rifiutato! Perché la dirigenza palestinese non vuole realmente uno stato: vuole mantenere lo status quo. Lo sappiamo benissimo che la loro politica è questa. Israele di fatto ha mostrato di essere capace di dare terra in cambio di pace. I fatti contano, non i deliri di quel folle di Sharon.

Ma in questo caso chi parlava non era Sharon. Se non vogliamo prendere per pazzi tutti i suoi collaboratori mi sembra che l'intervista sia tuttaltro che delirante. Anzi è proprio l'espressione di un pensiero lucido ed esprime la volontà di raggiungere i suoi scopi con atti politici, non con farneticazioni. Secondo me, ma è una mia personalissima opinione, come c'è stato Arafat e Hamas a voler mantenere lo status quo, così c'è anche la politica realizzata da Israele utilizzata per lo stesso fine. Come detto nei post precedenti imho nessuna delle due parti ha fatto nulla per avviare delle trattative serie. Anche l'esempio da te portato dell'offerta di Barack non era proprio espressione di un processo politico che includesse la nascita di uno Stato Palestinese, ma un ritiro unilaterale degli Israeliani e la nascita successiva quindi di una striscia di territorio soggetta ad un'autorità palestinese, ma all'interno dei confini di Israele. Una specie di regione a statuto speciale. Inoltre in quel 92% di territorio, non vi era nessun accenno ai territori intorno a gerusalemme che sarebbero rimasti tutti compatti ad Israele. Quel 92% era quasi tutto deserto, a quanto ricordo. Ci sarebbe da rivedere per non dire caXXate. Noterai quantomeno che questa trappola, se accettata, avrebbe sancito la fine della leadership di Arafat. E' un gioco vecchio, applicato anche dall'altra parte, per dimostrare la propria buona volontà e far apparire l'altra parte l'unica a non volere la pace. Come quando Hamas disse che avrebbe smesso di bombardare obiettivi civili se lo stesso avesse fatto Israele. Ovviamente Israele non lo ha fatto, come vediamo anche dalle news di questi giorni, perciò Hamas dice "ma io gliel'ho proposto. Sono loro che ci sparano sulle scuole."

Questo è quanto viene insegnato oggi, nelle scuole di Gaza, ai bambini palestinesi. Non parla di liberazione, di diritto alla loro terra, alle loro case, alla loro pace. Parla di conquistare il mondo. Parla di guerra. E i "pacifisti" li amano... <img alt=" />

 

Non sono "pacifista". Altrimenti nel mio primo intervento avrei detto che Ghandi avrebbe ottenuto più successo di Hamas. Invece so bene che in questa situazione il popolo palestinese sarebbe morto di indifferenza, come i milioni di africani che muoiono di vaiolo ogni giorno.

Credo che il comportamento che ritrai si verificherebbe anche in italia in una situazione del genere. Solo che noi, non potendoci ispirare alla Bibbia, la chiameremmo semplicemente Resistenza o lotta armata o come ti pare. E' solo una propaganda che trova facile appiglio nella povertà delle persone, nel loro risentimento per i parenti uccisi, nella loro voglia di una vita umana. Detto questo non vorrei una serie infinita di risposte su quest'ultimo punto, che secondo me è irrilevante. mandatemi MP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo non risponde alla domanda: se i missili veramente partono da lí, come li si ferma? Onestamente, il discorso "Continuate a beccarveli senza fare nulla, perché è una struttura civile" (non dico che tu abbia fatto un simile discorso) non mi pare molto logico.

 

concordo con quello che dici, ma il discorso "bombardate le scuole per non far partire più razzi, ma poi continuate a beccarveli lo stesso" è forse ancora meno logico

 

q

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...