Jump to content
Sign in to follow this  
GIL GALAD

J. R. R. TOLKIEN

Recommended Posts

Piano, piano Jubal... non volevo il mio intervento ti sembrasse un attacco. Immaginavo che dietro quello "scartato" ci fosse quanto hai detto; volevo semplicemente esprimere il mio pensiero in merito, prendendo spunto da una tua parola. :)

 

E quello che volevo dire, per l'appunto, è proprio che a un autore non piace nemmeno un po' dare tutto il proprio materiale in pasto ai lettori, mentre adora farlo con ciò che ne deriva (a me darebbe molto fastidio anche tenendo conto di un eventuale successo. Sarò franco, per un motivo: non vedo che tipo di successo potrei ottenere rivelando tutti i retroscena e i particolari delle mie storie, che molto si reggono su misteri che vengono svelati gradualmente; probabilmente un successo dovuto a motivi a me poco cari... ogni scrittore vuole essere ricordato per qualcosa e non per qualcos'altro, senza nascondersi troppo dietro a un dito).

 

In pratica siamo d'accordo su tutto.

Scusa se ti è sembrato un attacco, voleva essere quasi il contrario: uno spunto per sottolineare un aspetto degli scrittori fantasy (cosa a me cara, come immaginerai); e, anche se molto alla lontana (senza falsa modestia), Tolkien e chi scrive fantasy oggi sono un po' compagni d'avventura in molti aspetti dell'appassionante viaggio che è ideare e infine portare a compimento il progetto di un romanzo fantasy.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto solo le risposte che mi hai dato all'inizio. Grazie mille! sei stato molto chiaro. Se ho altri dubbi, ti fdarò sapere! <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Negrore

Non ho affatto pensato ad un attacco, (io avevo espresso la mia propio in cerca di una discussione), poi cmq, anche se l'avessi preso per tale (cosa che non è), x mè il bello nelle discussioni sono sempre i differenti punti di vista e i contrasti di opinione, altrimenti tanto varrebbe incensarsi a discutere con sè stessi (.......no?).

 

Avevo pensato ad un fraintendimento, perchè quello che avevi scritto era +/- quello che intendevo dire anch' io, poi il mio modo di scrivere è spesso frainteso ( <img alt=" /> dò per scontato troppe cose e mi spiego sempre troppo poco <img alt=" /> )

 

 

 

 

 

PS: Stò finendo un libro SF di Poul Anderson poi il primo della lista "da comperare", sarà sicuramente uno dei tuoi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io mi reputavo un esperto di Tolkien, ma mi inchino a chi ha avuto la pazienza e la forza di leggere tutto il materiale non tradotto, con la vera passione del ricercatore. Spero di poter approfittare della tua vasta preparazione sull'argomento...

 

Domanda: nel SDA e nel Silmarillon emergono le figure degli Istari. Se ne conoscono solo tre però: il bianco il grigio e il bruno, sebbene loro siano di più (5?) (7?), ora non ricordo bene.

 

Mi sapresti dire qualcosa degli altri?

 

Si parla poi della magia dei colori. A ogni saggio-mago-mayar viene abbinato un colore. C'è un motivo particolare?

 

Oltretutto sembra, ma solo nel SDA che ci sia notevole disparità tra i poteri dei mayar-istari, nel senso che Saruman e Gandalf sono i più potenti di tutti. Mi è venuto quindi il dubbio che Radagast non giungesse da Valinor, ma facesse parte del gruppo solo in quanto "addestrato". Purtroppo però non ho mai trovato conferma al dubbio, quindi devo considerarlo un mayar, sebbene molto minore, quasi un elementale. Cosa ne pensi?

 

Ho sempre provato un certo rammarico per la superficialità con cui viene trattata la morte di Echtallion della fonte, che uccide il signore dei Balrog e per la morte di Golfrindel duramte la fuga. Nel materiale in più che hai letto, si tratta la cosa più approfonditamente?.

 

I nomi dei Nauzgul?

 

Ovviamente ti chiederò delucidazioni sulla vera "ultima battaglia"

Share this post


Link to post
Share on other sites

------------------------------------------------------------------------------------------------

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non posso che umilmente e calorosamente ringraziarti per tutto il tempo e la competenza con la quale mi hai risposto.

 

Mi inchino al tuo sapere http://www.hinaworld.it/labarriera.net/forum/public/style_emoticons/default/ninja.gif http://www.hinaworld.it/labarriera.net/forum/public/style_emoticons/default/ninja.gif http://www.hinaworld.it/labarriera.net/forum/public/style_emoticons/default/ninja.gif <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

 

Ti chiedo ancora una delucidazione.

 

quella del Fiore d’Oro, che ha a capo il famoso Glorfindel dai capelli gialli (lo stesso che, migliaia di anni dopo, accorrerà da Aragorn e Frodo prima del guado del Bruinen).

Come hai anche riportato tu Golfrindel della casa del fiore d'oro muore uccidendo un Balrog che sbarrava loro il passo verso la salvezza, dopo essere fuggiti da Gondolin. Motivo per cui avevo pensato che il G. del signore delgli anelli, fosse solo un caso di omonimia.

 

Ho sbagliato io a interpretare le parole del Silarillon, o in effetti la versione estesa della caduta di Gondolin si differisce in questa parte?

 

Oppure G. si salva in una parte che non conosco?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jeyne ti ho inviato un nuovo MP per discutere della cosa.

Ciao <img alt=" />http://www.hinaworld.it/labarriera.net/forum/public/style_emoticons/default/biggrin.gif <img alt=" /><img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jeyne ti ho spedito in un MP quello che tu sai..............

Ciao <img alt=" /><img alt=" />;):)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa l'ignoranza ,macosa sono le terre al di là del mare?E perche gli elfi ci vanno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uau!!! Hai messo una mega immagine come firma! Ma che rappresenta? Una scena tratta dal mondo di Tolkien???

 

Visto che sei molto esperto della Terra di Mezzo ti pongo una domanda molto specifica... Mi sapresti dire se effettivamente i nani usano come armi da tiro archi??? O usano balestre? Mi servirebbe saperlo per un gioco di miniature basato sulla saga! Grazie! &gt;_&gt;

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao vedro' di rispondere alle domande arretrate:

 

Per prima cosa rispondo ad Ishamael :

Questa di Glorfindel è stata una faccenda che ha sollevato molte controversie. Ciò non fu pianificato da Tolkien e fu quindi qualcosa su cui decidere a posteriori. Le uniche informazioni dirette che abbiamo a proposito provengono da un commento di Christopher Tolkien nel 12 volume della Hom The peoples of Middle Earth.

Citazione dal libro:

Alcune note furono buttate giù a Sidmouth nel Devon verso la fine dell'estate del 1938 (biografia), in alcuni scarabocchi, che evidentemente rappresentavano i pensieri di mio padre per le fasi successive della storia a quel tempo: Consultazione. Sopra Montagne Nebbiose. Sotto Grande Fiume per Mordor. Torre Oscura. Al di là(?) che era la Collina Ardente.

La storia di Gil-galad raccontata da Elrond? Chi è Trotter? Glorfindel racconta della sua ascendenza a Gondolin.

... Da notare "Glorfindel racconta della sua ascendenza a Gondolin". Molti anni dopo, molto dopo la pubblicazione de Il Signore degli Anelli, mio padre prese in gran considerazione la faccenda di Glorfindel, ed in quel tempo scrisse: "[L'uso di Glorfindel] ne Il Signore degli Anelli è uno dei casi di uso, alquanto casuale, di nomi provenienti da antiche leggende, ora racchiuse ne Il Silmarillion, che sfuggì alle riconsiderazioni all'atto della pubblicazione della versione finale de Il Signore degli Anelli". Egli giunse alla conclusione che Glorfindel di Gondolin, che cadde nel combattimento contro il Balrog dopo il saccheggio della città, e Glorfindel di Rivendell erano la stessa persona: egli fu liberato da Mandos e ritornò nella Terra-di-Mezzo durante la Seconda Età."

[Trotter era il nome originario del misterioso straniero chiamato poi "Grampasso", che a questo punto della composizione era uno Hobbit]

Un certo numero di opinioni sono state avanzate per negare quanto detto. Dal momento che il rapporto di Christopher sulle conclusioni del padre non fa parte delle bozze iniziali, la questione circa il fatto che le bozze debbano essere considerate documenti "canonici" non si pone in questo caso.

Inoltre, l'ipotesi che la mancanza di premeditazione dev'essere motivo di rifiuto di questa tesi sembra inadeguata, in quanto diversi elementi sono stati introdotti senza pensare alle conseguenze, e sono diventati, successivamente, parti integranti del Mito.

 

E' vero che non abbiamo altri esempi di elfi che si sono messi in viaggio dall'Est "verso" la Terra-di-Mezzo durante la Seconda Età (sebbene alcuni visitarono Númenor), ma questo non è abbastanza per confutare la possibilità che Glorfindel lo abbia fatto.

Di fatto non ci sono dichiarazioni esplicite, in nessuno dei due sensi, che ci consentano di capire qual'è lo sfondo da cui Tolkien può aver attinto per le storie che ha scritto.

La più grande obiezione è che il modo in cui Chistopher Tolkien presenta ciò ispira meno confidenza di quanto potrebbe in quanto egli non fornisce nessun riferimento diretto - piuttosto, egli descrive semplicemente una "conclusione" alla quale il padre sarebbe infine "pervenuto". Evidentemente, Tolkien non scrisse mai realmente le sue conclusioni. La faccenda conduce comunque alla questione su quanto ci si può fidare di Christopher, e se si deve supporre che egli attribuisca troppa importanza ad espressioni legate al caso.

La maggior parte degli studiosi di Tolkien sembra accettare che questa sia dunque una conclusione ponderata cui Tolkien arriva dopo lunghe deliberazioni (sappiamo che lui e Christopher discutevano spesso delle faccende riguardanti la Terra-di-Mezzo).

 

In ultima analisi, senza dubbio, certezze incrollabili non ve ne sono, dal momento che non vi sono evidenze al di là di quelle sopra citate.

Da un lato, possiamo infine dire che Tolkien non manifesta apertamento obiezioni all'idea del ritorno di un reincarnato Glorfindel. Dall'altro, le solite opposizioni concernenti il materiale non pubblicato sono più forti del solito in questo particolare caso, dal momento che non solo Tolkien avrebbe potuto cambiare idea in proposito prima di pubblicare l'opera, ma anche lo avrebbe fatto prima di aver scritto la storia, oppure mentre la scriveva, evento non insolito. Nondimeno, ci sembra molto probabile che dovendo rispondere avrebbe accettato la prima idea di Glorfindel, dal momento che sembra che egli non ebbe mai un'idea chiara in merito.

 

Rispondo ora a Lorenzo:

Da quello che capisco non hai letto il Silmarillion e gli altri libri ad esso collegati per cui la mia risposta forse non ti sara' chiarissima: le terre al dì là del mare sono le terre dei Valar (gli dei) , Aman, dove si trova Valinor e gli elfi che sono i primogeniti e favoriti sono gli unici che vi possono andare (fù fatta eccezione solo per Earendil che era un mezzo elfo cosi' come suo figlio Elrond e per Bilbo e Frodo) e alla fine della Terza Era sia che Sauron fosse stato sconfitto o meno gli elfi immortali (ormai pochi erano rimasti) furono costretti a lasciare la terra di mezzo perche' il loro tempo era finito. L'era successiva sarebbe stata l'era dei Mortali, l'era degli uomini come poi fù o l'era dell' oscurità nel caso Sauron avesse prevalso.

 

Grazie Albione sono contento che l'immagine ti piaccia ( è di John Howe uno dei più grandi ArtGraphic del mondo di Tolkien) : si riferisce al Silmarillion ( se non lo hai letto te lo consiglio vivamente perche' seppur di difficile lettura e' un'opera meravigliosa e fondamentale nella cosmogonia del mondo di Tolkien, infatti tutto nasce da qui, se non ci fosse stato il Silmarillion pubblicato postumo dopo la morte di J.R.R. dal figlio Christopher il SDA non avrebbe mai visto la luce) e alla distruzione dei due Alberi di Valinor da parte di Morgoth (il Primo Signore dell'Oscurità di cui Sauron fù solo un servo nella Prima Era) che chiese l'aiuto di Ungoliante ( la tessitrice di negre tele, il Grande Ragno, di cui Shelob e' una discendente per distruggere cio' che era piu' prezioso sia ai Valar: gli dèi, che agli Eldar: gli elfi ). Per quanto riguarda i nani nel mondo di Tolkien utilizzano solo asce e mazze da guerra per quello che ne so io.

 

 

Ciao alla prossima. &gt;_&gt;<img alt=" /><img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la ripsosta.

 

Il Silmarillion purtroppo l'ho iniziato, ma non l'ho finito... Non ce l'ho fatta... E troppo pesante per me!

 

Volevo farti una domanda che mi è venuta... Tu dici che tutti gli Elfi se ne vanno dalla terra di mezzo... A me però non risulta... Nell'Atlante della Terra di Mezzo della Bompiani si legge che, per esempio, Celeborn fondò un nuovo Regno nei pressi di Lothlorien! E' vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao volevo solo indicarvi un sito dove potete trovare tutto il meglio dell'artgraphic sul mondo di Tolkien, io lo conosco da parecchio tempo e penso che vi farà piacere dargli una guardata.

Il sito contiene una lista di tantissimi autori di ArtGallery, io vi consiglio di clikare su questi nomi (sono i piu' bravi):

- John Howe

- Ted Nesmith

- Greg and Tim Hildebrandt

- Alan Lee

- Luca Michelucci

- Green, Michael

 

Vi consiglio poi di visitare la sezione Calendari.

 

Il sito è :

http://fan.theonering.net/rolozo/news/?hide=-3

 

Albione appena posso ti rispondo sul tuo dubbio riguardo Celeborn.

 

Ciao &gt;_&gt;&gt;_&gt;<img alt=" />:):)<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...