Jump to content

Lady Joanna

Utente
  • Content Count

    2,158
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Lady Joanna

  1. Continente Orientale, Mare Dothraki Daenerys è in viaggio insieme al khalasar di Drogo quando Ser Jorah, vedendola debilitata, le consiglia di bere e di nutrirsi e le offre un pezzo di carne di (capra, pecora, cavallo??) essiccata. Lei infatti sembra non apprezzare molto i cibi dothraki e chiede se non ci sia altro da mangiare, ma Ser Jorah le ricorda che i Dothraki hanno due cose abbondanti: l’erba e i cavalli. E che non si vive di erba. Le racconta inoltre della credenza per cui il giorno in cui gli oceani di erba fantasma con steli pallidi come il latte che brillano nell’oscurità delle Terre dell’Ombra oltre Asshai, e che uccidono ogni altra erba copriranno ogni cosa, il mondo avrà fine. Questo lascia perplessa Dany che con lo sguardo trova Drogo e Ser Jorah, vedendola, la incoraggia dicendole che ce la farà (allusione al fatto che riuscirà a conquistarlo? Le parole che usa sono. “Sarà facile”). Arrivati all’accampamento Dothtraki Ser Jorah aiuta Dany, che è piena di piaghe, a scendere da cavallo e la lascia poi alle cure delle sue tre ancelle. Poco dopo gli passa davanti Viserys a cui ricorda che sono vicini a Pentos e di come Magistro Illyrio gli abbia offerto ospitalità e comodità; di rimando, Viserys risponde che non gli interessano né ospitalità né comodità e che starà con Drogo fino a quando non avrà rispettato gli accordi e lui avrà la corona. Afferma anche che una vita selvaggia come quella sia preferibile alla decapitazione e chiede a Ser Jorah il perché Ned Stark lo volesse morto, se fosse perché avesse comprato uomini. Mormont risponde che era perché li aveva venduti, e che bracconieri trovati sulle sue terre; Viserys, ridendo, dice che sotto il suo regno il cavaliere non verrà punito per quella sciocchezza. Continente Occidentale, Grande Inverno Tyrion Lannister si sveglia nel canile del castello con Joffrey e Sandor Clegane che lo stanno guardando. Joffrey schernisce lo zio, dicendo che le cagne con cui ha dormito sono più attraenti di quelle che solitamente frequenta , che la madre lo sta cercando e che faranno ritorno ad Approdo del Re. Tyrion risponde che Joffrey dovrà offrire la sua solidarietà a Lord e Lady Stark per Bran, poiché loro se lo aspettano; alle rimostranze e derisioni del ragazzo, gli dà uno schiaffo; alle proteste per quello schiaffo e alla minaccia di dirlo alla madre, gliene dà un altro. Tyrion dice al nipote di parlare pure con sua madre, ma prima di tutto dovrà andare dagli Stark e dir loro che è dispiaciuto per ciò che è accaduto al piccolo Bran. Alle nuove proteste del ragazzo, gli dà un terzo schiaffo; a quel punto Joffrey, provato, se ne va. Sandor Clegane, che ha assistito a tutto, afferma che il principe se ne ricorderà e Tyrion gli dice che nel caso in cui non fosse così, sarà suo compito ricordarglielo. Dopodichè, si reca a fare colazione. Nella sala della colazione Tyrion ordina il cibo e trova al tavolo i fratelli e i nipotini intenti a mangiare. Myrcella gli chiede notizie di Bran e lui le risponde che sembra che non morirà. Cersei chiede spiegazioni e Tyrion le risponde chiaramente che potrebbe sopravvivere. Jamie guarda Cersei che afferma che non è misericordioso allungare l’agonia di un bambino; Tyrion ribatte dicendo che è una cosa che solo gli Dei sanno e che loro possono solamente pregare per il bambino. Il discorso viene poi spostato sull’incredulità di Cersei alla notizia che Tyrion andrà sulla Barriera. Lui scherzando, chiede se il suo stupore sia dovuto per la struttura imponente della Barriera, per gli intrepidi Guardiani della Notte o per la gelida dimora degli Estranei. Jamie a quel punto chiede al fratello se non abbia seriamente l’intenzione di indossare il nero e Tyrion risponde che se lo facesse, dovrebbe accettare il celibato e che le puttane sarebbero in lutto da Dorne a Castel Granito e che la sua unica e vera intenzione è quella di mettersi in piedi sulla Barriera e pisciare dall’altra parte. Cersei, prima di congedarsi con i figli, ricorda a Tyrion di non essere osceno davanti ai bambini. Dopo che se ne sono andati, Jaime afferma che se Bran si svegliasse, rimarrebbe storpio e di come lui preferirebbe una fine istantanea. Tyrion dissente, dicendo che la morte sarebbe definitiva ,di come la vita è piena di possibilità e che si augura che il ragazzo si risvegli presto, anche perché sarebbe curioso di sapere che cosa avrebbe da dire. Jaime a quel punto gli dice che a volte non sa da che parte sta e Tyrion gli risponde che così dicendo lui lo ferisce e di come lui sa quanto amore prova per la sua famiglia. Lady Stark si trova al capezzale di Bran e sta intrecciando (cosa? Un talismano, un porta fortuna??Un fantoccio voodoo? http://it.tinypic.com/m/hu3uqg/1) quando entra Cersei. Vedendola Cat si alza e si scusa, in quanto se avesse saputo della sua visita, si sarebbe cambiata d’abito. La regina le risponde che è solo un’ospite e la casa è della Stark. Affermando che Bran è un vero splendore, Cersei ricorda di come anni fa lei abbia perso il suo primo figlio, una meraviglia, un vero lottatore che ha tentato di vincere la febbre e di come Robert impazzì dal dolore, dando pugni ad una parete fino a quando non gli sanguinarono le mani. Di come Robert la strinse mentre lei si dibatteva perché erano venuti a prendere il bambino e di come da allora non lo abbia più visto e che da quel giorno non è più andata nella cripta. Dice a Cat che prega La Madre ogni mattina e sera affinché le restituisca Bran e che spera che le darà ascolto. Cat, scossa anche perle rivelazioni della regina, la ringrazia. Nella fucina, Jon è insieme al fabbro Mikken e sta visionando la (lucidatura?) di una spada, quando viene raggiunto da Jaime. Egli chiede se quella spada sia per la Barriera e Jon risponde che ne possiede già una. Jaime rincara la dose chiedendo se l’abbia già brandita contro qualcuno e parla dello strano effetto che si ha quando si infilza un uomo, momento in cui ci si rende conto che si è solo sacchi di carne pieni di sangue tenuti insieme dalle ossa. Alla fine, stringe la mano di Jon, ringraziandolo anticipatamente per la sua difesa del Reame dai pericoli oltre la Barriera. Jon gli risponde che difendono i regni da 8000 anni e Jaime, vedendo che il ragazzo ha usato il “noi”, gli chiede se abbia già fatto il giuramento. Jon dice che lo farà a breve e quindi Jaime manda i suoi saluti ai Guardiani della Notte e che spera di essere felice di servire in un ordine di tale rango, anche perché durerà per tutta la vita. Arya si trova nelle sue stanze insieme alla sua metalupa Nymeria e sta riempiendo il suo baule di abiti, quando entra Jon. Lei dice al fratello che Septa Mordane le ha detto di rifare tutto da capo poiché gli abiti non sono stati piegati bene e di come lei non capisca ciò perché tanto gli abiti si stropicceranno lo stesso, piegati bene o meno. Jon le dice che dovrebbe farsi aiutare e a quel punto Arya chiama Nymeria , dandole l’ordine di portarle i guanti. La metalupa non obbedisce. Arya tenta nuovamente, ma l’esito è sempre lo stesso. A quel punto Jon le dice che le deve dare una cosa e che vuole che la custodisca con molta cura. Fa chiudere la porta alla bambina e le mostra una piccola spada e le ricorda che non è un giocattolo. La toglie dal fodero e la dà in mano alla sorella, dicendole di stare attenta perché è bene affilata e che il fabbro l’ha forgiata proprio per lei. E’ una spada piccola, con cui non mozzerà teste, ma se sarà svelta, lascerà il segno. Le chiede se il bilanciamento va bene e, come prima lezione, dice che deve infilzare con la parte aguzza. Le dice inoltre che gli mancherà . Arya gli salta tra le braccia e Jon le dice che le spade di valore hanno un nome e lei, dicendo che Sansa può tenersi tutti i suoi aghi, ne avrà uno tutto suo. Lady Stark è sempre al capezzale di Bran intenta ad intrecciare una bambolina (sembra sempre di più un fantoccio voodoo ), quando entra Jon che le dice che vuole salutare Bran. Si avvicina al letto e gli dice che vorrebbe essere lì quando si risveglierà, ma va al Nord con zio Benjen e che prenderà il nero. Gli ricorda di come avessero deciso di vedere la Barriera insieme, ma anche di come, non appena si risveglierà, il bambino potrà andare a trovare il fratello e di come andranno a fare una passeggiata oltre la Barriera. Cat, per tutto il tempo in cui Jon ha parlato lo ha sempre guardato con disprezzo e alla fine gli dice che è arrivato il momento che se ne vada via. Nel mentre, nella stanza è entrato Ned che ha sentito l’invito ad andar via di Cat al figliastro. Jon bacia sulla fronte Bran e si congeda da lui e se ne va. Ned, chiudendo la porta, si avvicina alla moglie e si siede sul letto; lei gli ricorda di come circa diciassette anni fa lui partì insieme a Robert Baratheon e di come l’anno seguente lui tornò con il figlio di un’altra donna. Gli dice che nonostante tutto questo, adesso lui voglia ripartire e che quando lui le risponde che non ha scelta, è la giustificazione che danno gli uomini quando l’onore chiama, che raccontano alle famiglie e a loro stessi e di come lui una scelta l’ha avuta e l’ha respinta e di come lei non ce la possa fare (a sopportare una sua nuova partenza?) e Ned le risponde che può e che deve farcela. Detto questo, lascia la stanza. Nel cortile vicino alle stalle Jon sta andando a sellare il suo cavallo quando viene raggiunto da Rob che gli chiede se sia andato a salutare Bran e che secondo lui il piccolo non morirà. Jon gli risponde che gli Stark sono duri da annientare. Rob chiede come si sia comportata la madre nei suoi confronti e che la prossima volta che si vedranno, Jon avrà gli abiti neri dei Guardiani della Notte. Rob saluta il fratello chiamandolo Snow e Jon lo risaluta chiamandolo Stark e si congedano abbracciandosi. Continente Occidentale, Strada del Re Ned e Jon si mettono in viaggio, che per un piccolo tratto fanno insieme, scortati dai soldati della corte e anche da Benjen e Tyrion diretti alla Barriera. Arrivati al bivio tra le due differenti destinazioni, Ned ricorda al figlio di come sia un onore servire nei Guardiani della Notte e che gli Stark presidiano la Barriera da migliaia di anni ; gli dice inoltre che lui è uno Stark, che se non ha il suo cognome ha comunque il suo sangue. Jon gli chiede di sua madre, se sia viva e se sappia cosa lui stia per fare e Ned gli promette che quando si rincontreranno, parleranno di lei. A quel punto Ned va verso Approdo del Re, mentre Jon va verso la Barriera. Robert e Ned sono accampati per pranzare e il re, dopo aver urinato vicino ad un albero, afferma che vorrebbe lasciare tutti i soldati lì ed andare avanti da solo. Ned gli risponde che avrebbe una mezza idea di seguirlo e Robert gli dice che potrebbero farlo, loro due soli, con le loro spade e qualche prostituta, ma Ned ribatte che avrebbe preso seriamente questa idea se l’avesse proposta quando erano giovani. Robert gli ricorda di come ai quei tempi c’erano guerre da combattere, donne da sposare e di come non abbiano potuto fare i giovani. Ricordano così le loro conquiste amorose giovanili, da Bessy dal seno prosperoso a Wylla, la madre di Jon, che secondo Robert era una monta rara se era riuscita a far perdere l’onore a Lord Eddard Strak, che non ne vuole parlar all’amico. Robert dice a Ned è troppo severo con se stesso e che ai quei tempi erano in guerra, che nessuno sapeva se fossero tornati a casa e che se non fosse il suo re, Ned lo avrebbe già preso a pugni. Egli risponde che nel suo stato non gli è più possibile farlo. Robert a quel punto porge a Ned un biglietto arrivato quella notte in cui viene annunciato che Daenerys Targaryen sposerà un signore Dothraki; Ned chiede se le dovrebbero fare un regalo di nozze e Robert suggerisce un pugnale ben affilato e un uomo abile nel maneggiarlo e che se è ancora una bambina, presto genererà dei figli. Ned chiede se non stiano parlando di assassinarla e Robert gli chiede se per lui sia una cosa innominabile; le cose innominabili, gli ricorda Robert, sono state quelle che il padre della fanciulla ha fatto alla famiglia di Ned, quello che Raeghar Targaryen ha fatto alla sorella di Ned, la donna amata da Robert e di come lui ucciderà ogni Targaryen che gli capiterà a tiro. Ned ribatte che questa Targaryen non lo impensierirà mai, né lei né il suo sposo e i suoi centomila guerrieri fino a quando saranno dall’altra parte della costa, nel continente orientale e che non hanno navi. Robert ricorda di come nei Sette Regni ci sia gente che lo chiama ancora l’Usurpatore e di come se Viserys attraversasse il mare e arriverebbe in occidente con i soldati del cognato, raccoglierebbe tutta la feccia. Ned sembra più tranquillo, dicendo che non accadrà e anche se avverrà, lo ributteranno in acqua. Robert alla fine avverte Ned dicendo che c’è una guerra alle porte, senza sapere quando avverrà e chi la combatterà, ma secondo lui ci sarà. Continente Orientale, Mare Dothraki Khal Drogo, dopo aver passato la serata con i suoi cavalieri si reca nella tenda di Dany . Mentre fanno sesso nel tipico stile dothraki, Dany prova dolore, ma le basta guardare le uova di drago regalatele per le nozze per sentirsi meglio. Continente Occidentale, nel Nord Jon e Tyrion sono accampati vicino ad un fiume quando arriva Benjen con tre prigionieri, a cui dice di sedersi e di mangiare ed ordina ad un soldato di slegarli. Tyrion, che sta leggendo un libro, si rivolge a Jon spiegandogli che sono stupratori a cui è stata data una scelta: la castrazione o la Barriera e di come molti scelgano il coltello. Di fronte all’espressione perplessa di Jon, gli chiede se non sia colpito dai suoi nuovi confratelli e di come sia bello fare il guerriero, lasciare la propria famiglia per trovarne una nuova. Jon come risposta gli chiede il perché egli legga sempre. Tyrion gli dice quindi di guardarlo e di dire ciò che vede e di fronte alla diffidenza del giovane, afferma che ciò che lui ha davanti è un nano, che se fosse nato bifolco lo avrebbero lasciato morire nei boschi, ma che invece è nato Lannister di Castel Granito e che da lui si aspettano molto; suo padre è stato per vent’anni Primo Cavaliere del Re e Jon conclude la sua frase ricordando di come poi il fratello Jaime abbia ucciso il quel re. Tyrion conferma e afferma di come la vita sia piena di queste piccole ironie. Ricorda di come poi la sorella abbia sposato il nuovo re e di come suo nipote sarà il prossimo sovrano e che quindi anche lui deve fare la sua parte per la gloria della casata. Se Jaime ha l’armatura, lui ha la mente e la mente dipende dai libri come la spada dall’affilatura. Chiede quindi a Jon quale sia la sua storia e il ragazzo gli risponde che se glielo chiede gentilmente ne parlerà. Tyrion allora lo prende in giro dicendo che non può credere che esistano mostri talpa, elfi crudeli e a tutte le sciocchezze narrategli dalla sua balia e, porgendogli una, afferma che si pensa meglio con un po’ di vino nello stomaco. Continente Occidentale, Grande Inverno Lady Stark è sempre al capezzale di Bran intenta a terminare il suo lavoro (sempre più voodoo), quando entra Maestro Luwin che le ricorda che è tempo di controllare quanto sia costata la visita reale. Cat gli dice di rivolgersi a Poole, ma il maestro le ricorda che lui è andato a Sud con Lord Eddard e che serve un nuovo attendente e che ci sono tanti altri impegni che necessitano immediata attenzione. Mentre Cat ribatte dicendo che non le interessano questi impegni, nella stanza entra Robb che si offre di seguirli e di come ne parleranno domattina. Maestro Luwin ne è contento e di congeda. Robb va ad aprire le imposte della finestra e ricorda alla madre di come non è più uscita dalla stanza dal giorno dell’incidente; sua madre ribatte dicendo che Bran ha bisogno di lei, ma Robb le ricorda che è Rickon che ha bisogno di lei, che ha solo sei anni e che non capendo che cosa stia accadendo, sta sempre attaccato al fratello maggiore, che piange sempre. Cat ha una reazione quasi isterica, dicendo al figlio di chiudere la finestra perché non sopporta gli ululati che provengono dal cortile. Robb, guardando fuori , si accorge che c’è un incendio e dicendo alla madre di stare lì, esce dalla stanza. Cat si avvicina alla finestra per vedere cosa stia succedendo e quando si volta trova un uomo incappucciato nella stanza che le ricorda di come lei e nessun altro dovrebbero essere lì. Guardando Bran e affermando che lui è già morto e che quindi è un gesto di carità, estrae una daga, ma Cat gli si avventa contro ed inizia una colluttazione tra i due. La donna afferra con entrambe le mani la lama della daga e riesce a mordere la mano dello sconosciuto, che riesce però a scaraventarla a terra. In quel momento arriva il metalupo di Bran, che azzanna l’assalitore al collo e, dopo averlo ucciso, sale sul letto di Bran e gli si accovaccia accanto. Continente Orientale, Mare Dothraki Dany si trova nella sua tenda e si sta facendo medicare le piaghe dalle sue ancelle, quando chiede loro se abbiano mai visto un drago. Loro le rispondono che sono stati tutti annientati, anche in oriente. Una di loro però, le racconta di come una volta un mercante disse che i draghi vengano dalla luna, che la luna in realtà sia un uovo, di come una volta c’erano due lune e che quando una di esse si avvicinò troppo al sole il calore la frantumò e che quei frammenti generarono migliaia di draghi che bevvero il fuoco del sole. A questa storia ribatte un’altra ancella affermando che la luna non è un uovo, ma solo una dea, moglie del Sole. Dany chiede di essere lasciata da sola con l’ancella che le ha raccontato che i draghi vengono dalla luna e dopo che le altre se ne sono andate, le chiede come mai quel mercante le abbia raccontato quella storia. La schiava risponde dicendo che ad un uomo soddisfatto piace parlare e di come lei, prima di essere comprata di Viserys, avesse tale compito, quello di soddisfare gli uomini. Dice che quando è stata venduta alla Casa del Piacere aveva nove anni e di come per tre anni non abbia toccato un uomo, perché ha dovuto prima imparare l’arte del piacere. Dany allora le chiede se vuole insegnarle a dare piacere a Drogo e la ragazza accetta. Continente Occidentale, nel Nord, vicino alla Barriera Benjen, Jon e Tyrion arrivano su un’altura da cui si vede benissimo la Barriera e Jon e Tyrion rimangono stupefatti da quella visione. Continente Occidentale, Grande Inverno Lady Catelyn si reca nel luogo in cui è stato trovato Bran ai piedi della torre e dopo aver dato un’occhiata intorno, sale sulla torre, nella stanza dalla cui finestra è caduto il figlio. Inizia ad ispezionare il pavimento, in cerca di qualcosa, fino a quando non trova un lungo capello biondo. (è un capello biondo? O un filo di un abito? A me sembra più un capello biondo di Cersei) Nel parco degli dei, Cat ha riunito il figlio Robb, Theon Greyjoy, Ser Rodrick Cassel e Maestro Luwin. Lì li informa dei suoi sospetti sul fatto che sia stato qualcuno a buttare Bran giù dalla torre e si chiede se non abbia visto qualcosa che non doveva vedere, contando anche il fallito tentativo di assassinarlo. Dice che ha dei sospetti sui Lannister, che ha motivo di sospettare anche sulla loro fedeltà alla corona. Ser Rodrick a quel punto fa notare che la lama della daga è di acciaio di Valyria, con l’elsa di osso di drago e che è un’arma troppo costosa per un sicario come quello che ha tentato di uccidere Bran e che quindi gliel’ha data qualcuno. All’affermazione di Robb di fare la guerra se i Lannister vogliono la guerra, Maestro Luwin invita alla calma e dice che Lord Stark deve venire a conoscenza di questi fatti. Cat non vuole affidare questi sospetti ad un corvo e decide di informarlo di persona, scortata da Ser Rodrick. Cat appende vicino al letto di Bran il suo lavoro ultimato (non so proprio cosa sia, ho pensato fosse una rappresentazione dei Sette, ma non mi sembrano sette, è sempre più simile a una cosa voodoo http://it.tinypic.com/m/hu3uqq/1) e bacia poi il figlio sulla fronte. Continente Orientale, Mare Dothraki L’ancella comprata da Viserys (non hanno ancora detto che si chiama Doreah e nemmeno che arriva da Lys) sta insegnando a Dany le tecniche amorose per conquistare Drogo. Le dice che lo deve sempre guardare negli occhi poiché è dagli occhi che ha origine l’amore; le racconta di come Irogenia di Lys annientasse gli uomini usando solo lo sguardo, che i re attraversavano il mondo per una notte con lei, che i Magistri vendevano i loro palazzi, i Khal bruciavano i loro nemici pur di averla per poche ore e di come in centinaia la chiesero in sposa e che lei rifiutò tutte le proposte. Dany, in imbarazzo, pensa che a Drogo non piacerà che si metta sul suo corpo e la schiava le risponde che starà a lei farglielo piacere, di come gli uomini vogliano le novità e di come i Dothraki montino le schiave come i mastini montano le cagne. Se Dany non lo vuole conquistare come schiava, deve ricordarsi che fuori da quella tenda Drogo è il potente Khal, mentre nella tenda lui appartenga a lei. Alle perplessità di Dany, la schiava le ricorda che se Drogo avesse voluto una Dothraki, non avrebbe sposato lei. Da sola nella sua tenda, con la rassicurante presenza delle uova di drago, Dany attende il marito. Quando arriva e sta per accoppiarsi con lei come ogni Dothraki, la ragazza fa resistenza e gli dice che quella notte lo vuole guardare negli occhi ed inizia a mettere in pratica gli insegnamenti della sua ancella. (mettiamo che Drogo apprezza? ) Continente Occidentale, Strada del Re L’intera corte è accampata in qualche località sulla Strada del Re. Sansa sta andando a passeggio insieme alla sua metalupa che tiene al guinzaglio, quando quasi si scontra con un inquietante cavaliere. Quando gli chiede scusa, viene raggiunta da Sandor Clegane, che le chiede se sia lui che le fa così tanta paura o sia Ser Ilyn Payne, l’uomo a cui stava per andare addosso e che anche lui ne ha paura. Sansa si scusa nuovamente con Ser Payne, che se ne va, e chiede a Clegane come mai non ha parlato e le viene spiegato come circa vent’anni prima il Re Folle gli abbia fatto strappare la lingua. Sopraggiunge il principe Joffrey che spiega a Sansa che Ser Ilyn Payne è la giustizia del re, il boia del regno. A quelle parole Sansa si turba (è corretto usare questa espressione?) ancora di più e Joffrey, pensando sia a causa del Mastino, lo manda via. Vedendo che il sole è spuntato, invita Sansa a fare una passeggiata, che lascia sola Lady, la metalupa. Sulle rive di un fiume, Arya sta duellando con rami di legno insieme ad un ragazzo. Sansa e Joffrey stanno passeggiando e il ragazzo offre la sua borraccia di vino alla ragazza, che gli ricorda come alle ragazze è concessa solo una coppa di vino ai banchetti. Joffrey le risponde che la sua signora può bere tutto il vino che vuole e a quel punto Sansa accetta e ne beve un sorso, quando vengono attirati da dei rumori si dirigono verso essi. Incontrano Arya e il suo amico giocare e Sansa richiama la sorella, dicendo a Joffrey che il ragazzo, Mykah, è il garzone del macellaio Joffrey sfida il ragazzo dicendogli di raccogliere la spada. Quando Mykah obietta affermando che è stata Arya a voler giocare e che le spade sono di legno, il principe ribatte che lui non è né un cavaliere né un macellaio e con la punta della spada lo ferisce alla guancia. Arya a quel punto interviene colpendo Joffrey con il suo bastone di legno e dando il tempo a Mykah di fuggire. Joffrey perde il controllo e cerca di colpire con la spada Arya e, quando lei cade a terra, minaccia di sbudellarla; a quel punto compare Nymeria che azzanna il braccio del ragazzo. Dopo che la metalupa ha lasciato la presa, Arya impugna la spada di Joffrey, che, pensando che lo volesse colpire, piagnucolando le chiede di non fargli nulla; la ragazza butta la spada nel fiume e scappa con Nymeria. Sansa accorre verso Joffrey e gli dice che andrà a cercare soccorsi. Arya è nascosta nella foresta insieme a Nymeria a cui dice di andar via perché la uccideranno per ciò che ha fatto. Dopo un po’ di insistenza la metalupa si allontana di poco e Arya per farla allontanare definitivamente le lancia un sasso. Ned Stark insieme a dei soldati perlustra di notte la foresta alla ricerca di Arya quando arriva Jory Cassell che lo avverte che qualcuno dei Lannister l’ha ritrovata, che è sana e salva e che è stata portata al cospetto del re su ordine della regina. Tornato indietro, si reca nella sala in cui vi sono i sovrani e sua figlia e, alterato, chiede il motivo per cui non è stata portata nei suoi alloggi. Re Robert si dice dispiaciuto per la situazione, ma afferma che si deve anche risolvere la questione. La regina accusa Arya e il garzone per aver aggredito il figlio e che hanno aizzato la metalupa contro di lui e che stava per staccargli un braccio. Arya ribatte che non è vero, che Nymeria gli ha dato solo un morso e che lui ha ferito Mykah. Robert, vedendo che i ragazzi danno versioni opposte, chiede di convocare Sansa, che Ned crede a letto a dormire, mentre invece viene chiamata dalla regina. La ragazza afferma di non ricordare, di essere confusa e a quelle parole Arya la aggredisce, salvo poi essere separata dalla sorella da Ned. Cersei insiste nel volere una punizione e Robert ammonisce l’amico dicendogli di pretendere più disciplina per la figlia, così come lui la pretenderà dal figlio. Il re sta per andarsene quando la regina chiede cosa ne sarà della metalupa; quando gli viene detto che non è stato ancora trovata sempre Cersei ricorda di come ci sia un’altra metalupa; Robert a quel punto, dice a Ned di dare alla figlia un cane, più domestico, a differenza del lupo. Quando Sansa capisce che stanno parlando di Lady implora il padre di non permettere che venga uccisa, poiché è sempre stata docile e non ha mai morso nessuno. Ned si rivolge un’ultima volta a Robert, che lo ignora e se va. Al suggerimento di Cersei di usare Ser Ilyn, Ned decide di essere lui ad uccidere Lady. Mentre si sta recando nel posto in cui è tenuta, incrocia il Mastino, che ha sulla sella del cavallo il cadavere di Mykah. Raggiunta Lady e coccolata un po’, la uccide. Continente Occidentale, Grande Inverno Nell’istante in cui Ned Stark uccide Lady, Bran si risveglia. E' lunghiiiissimo, io ho messo tutto, come al solito .
  2. Molto molto bello! Complimenti!!!!! :)
  3. Lady Joanna

    Gendry

    Nella prima riga della descrizione fisica è scritto " paiono fatte per impugnare il un martello". . E' una svista?
  4. Due delle mie canzoni natalizie preferite: e E domani si preparano albero e presepe!!!
  5. Caro diario, oggi ho scoperto che una delle mie ex compagne di classe delle superiori aspetta un bambino!!! Nascerà a gennaio!!! Sono contentissima per lei!!! Sono notizie magnifiche!!!
  6. Oltre la Barriera: 2 Approdo del Re: 1 Grande Inverno: 1 e 7 Pentos: 2
×
×
  • Create New...