Jump to content

hacktuhana

Utente
  • Content Count

    5,937
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by hacktuhana

  1. No non è un limite, è gusto, non è mai sbagliato e pone pure le domande(sempre giusto porsi dubbi) a chi magari dà per scontato che essendo Carpenter/Tarantino/ Scott/eccetera è facile che sia fatto bene. Tutti lo credevano morto perché è un ex eroe condannato all'ergastolo e non s'è più visto... almeno io ho ragionato così. È diventato galeotto per colpa del canotto... XD no, perché per lui il governo/paese che serviva era in errore, e quindi un nemico del suo essere completamente anarchico, evidentemente e viste le conclusioni. Diciamo anche che per dare autorità a questo personaggio che viene mandato in una missione impossibile, c'era bisogno di far capire di quanto fosse famoso il suo nome, da giustificare tale scelta.
  2. E l'ho visto "the Visit" di M. Night Shyamalan: Seppur girato come finto documentario, generalmente soluzione che detesto, il risultato è molto buono. Si vede che Shyamalan ha voluto "giocare" con questa nuova tipologia di film e renderla più classica. Riesce peraltro a distogliere l'attenzione al "modo" di film costruendo una storia che ti cattura col mistero sempre più crescente di sapere. Certe classiche situazioni da brivido risultano identiche al canonico modo di ripresa. (ecco lo consiglierei a Monica per esempio XD). Non si smentisce neanche per il colpo di scena, per i quali è famoso. Ottimo film! Ah.. Ps. Mi sto godendo c'era una volta il west su rai3!!! Uno dei miei film preferiti in assoluto.
  3. hacktuhana

    James Cameron

    Beh Ripley era una personalità mitica(oltre che personale scientifico, visto infatti altezzoso da principessa dai marines stessi), al cui confronto il marine che si salva alla fine non è nessuno. Sarah Connor è un tipo tutto gni gni gni XD(esagero) che si innamora con un disperato della resistenza contro le macchine. Jamie Lee Curtis è certamente di famiglia più nobile di quel bisteccone austriaco Zoe Saldana N'Tyry o come si chiama è di alto lignaggio rispetto al finto Navì che è pure per "sbaglio" un soldato(doveva esserlo il fratello). Tutto sommato, non così nettamente come in Titanic, il discorso/tesi di MezzoUomo è accettabile(a parte le mie scemenze extra) XD
  4. Knock knock di Eli Roth: Non sapevo neanche fosse un remake di un film, che sicuramente sarà più bello di questo! Eli Roth, quello di Hostel, continua a voler strafare, a metter dentro troppo oltre un'idea ed uno svolgimento che di per sé sarebbero bastati tranquillamente a mostrare un buon film(recitato pure bene), peraltro non gli manca affatto la capacità tecnica registica, anzi ne ha da vendere e si vede anche in questo film dove spesso ti ritrovi a dire:-ma per favore! Ma che caxxata! Ma noooo è inverosimile! Ecco è inverosimile. Mannaggia a lui e a me che continuo a credere possa riuscire a fare un film degno dei maestri e di certi miti cinematografici che dice di avere(io gli credo eh). Vabbè... vedremo The Visit, e prima o poi La Forma dell'acqua(e tanti altri, ormai voglio essere un filmdipendente XD), purtroppo per l'ordine con cui vedere i film comanda mia moglie... oddio non solo su quello, ma è OT lasciamo stare
  5. Ma che è oggi la giornata anti Carpenter? XD Forse sono di parte temo... ma a me è piaciuto. XD
  6. Mio dio, 1997 fuga da New York è uno dei miei film preferiti!(l'avrò visto più di dieci volte). XD Carpenter in gran forma alla regia(non so quando non lo sia stato ma vabbeh XD), l'idea di una città prigione dove regna l'anarchia è splendida, e il finale vale tutto il film. Gli attori mi sembrano bravi, a parte Mente(grande Harry Dean Stanton, un volto caratteristico di tanti film, scomparso recentemente) c'era il tassista! Lo spettacolare Ernest Borgnine, altro famosissimo volto di Hollywood!(r.i.p. anche lui) e seppur non in un ruolo fondamentale per minutaggio, Lee Van Cleef(e vabbeh altro gran volto del cinema, scomparso... ) . Credo che lo stile registico di Carpenter sia da assimilare in maniera diversa riguardo alle recitazioni degli attori nei suoi film. Forse è per quello che non ti hanno convinto, boh XD Io intanto mi sono visto the VVitch(scritto proprio così), di Robert Eggers: Da quanto ne sappia questo è l'unico lungometraggio di questo regista, che ha fatto un lavoro splendido! Gioca moltissimo sulla superstizione e sulla fede, e riesce a girare un film davvero ammirevole. Il finale è splendido...
  7. Infatti l'ho preso perché a me Shyamalan piace, e di questo film mi avevano parlato bene, ma non ancora lo guardo, dopo che ho visto il modo in cui è girato, l'ho messo in lista ma spostato un pochino XD Comunque Shyamalan ha già abbondantemente riconquistato il mio cuore con Split! Un capolavoro!
  8. Aaargh! Alien(almeno il primo) devi vederlo per forza! XD Se poi ti è piaciuto Pitch Black, insomma non dovresti temerlo. Forse... XD Kubrick ti annoia da pazzi... Io a queste affermazioni piango, mi taglio per autolesionismo onde togliere il dolore che provo! Vabbeh non esageriamo... In effetti Kubrick può risultare difficile da digerire, non è certo stato lì a far film per intrattenere. Insomma non è affatto strano che in tanti lo trovino "pesante". Il filo horror non lo guardi per paura... Guarda, a parte qualcuno che veramente ti cosi addosso XD, ce ne sono tantissimi che per quanto sia demenziale il comportamento dei personaggi, e per come siano ripetitivi i cliché del genere, in realtà ti fanno ammazzare dal ridere XD Per esorcizzare la paura della visione dei film di paura, è una buona tecnica anche quella di guardare i bordi del televisore o quel che è dove lo si guarda, fa un effetto stacco emotivo molto immediato XD Giusto per dire due fesserie sugli horror eh, mica per criticare quello che hai scritto, Monica. XD
  9. Per essere film sono film, a voler guardare la definizione di cosa sarebbe un film, mentre il secondo episodio della tetralogia, in effetti sarebbe un cartone animato XD (abbastanza sconosciuto, che collega il primo e il secondo film). Ma a parte le definizioni io non faccio fatica a capire che il secondo ed il terzo film possano essere considerati brutti, ma Pitch Black, tolto il fatto che per gusto non possa piacere legittimamente, è un film di fantascienza tra i migliori degli ultimi tempi(ed è pure vecchiotto, sarà dei primi 2000). Mi piacerebbe sapere il criterio, la critica a tale film, per poterne anche discutere, naturalmente in maniera civile e se possibile costruttiva pure. Ma si fa fatica partendo da una mancanza di considerazione così estrema. Questo lo dico in generale e non nel caso specifico, perché alla fin fine non è che si è smontato un capolavoro: ma se qualcuno facesse un intervento del tipo:- a me Intrigo Internazionale non sembra neanche un film-, con tutta la buona volontà che si può avere, no, non ci sarebbe gusto personale che tenga. Perché poi i giudizi negativi assoluti andrebbero motivati. Almeno per rispetto di chi quel film dice di trovarlo un capolavoro. Penso di essere stato chiaro. XD
  10. Si si, dalla prospettiva dei ragazzi che vanno dai nonni...
  11. Mi sono visto qualche film in tv, tra i quali Red Lights di Rodrigo Cortes(regista di Buried, un film da vedere) con Robert De Niro, Sigourney Weaver e Cillian Murphy, godibile e carino, con sorpresa finale interessante. Cast ottimo(tra cui una giovanissima Elisabeth Olsen). The Machine di Caradog W. James, un film fantascientifico con una bella trama, incentrata sull'intelligenza artificiale e dintorni. Poi per passatempo senza impegno, un paio di film dove puoi staccare il cervello XD Il "famoso" Ultimo dominatore dell'aria di Shyamalan, di cui ho già detto essere soporifero, e di cui ne ribadisco il concetto XD (ho da vedermi The Visit di Shyamalan... ma ho scoperto che è un nocumentario 'cci sua!) E Victor, la storia segreta del dottor Frankenstein di Paul McGuigan(regista di Push, un film dello stesso genere intrattenimento fantastico, ma fatto bene), che credevo una stupidata, e invece... insomma intrattiene pure questo discretamente, con McAvoy(sempre più bravo) e Harry Pott... Daniel Redcliff XD (c'è pure ser Charles Dance in persona nel ruolo del padre tywinesco di Victor Frankenstein(ormai è il suo ruolo per antonomasia sembrerebbe) XD Solo che insomma, basta co sti rifacimenti di Frankenstein e Dracula in chiave originale! Sono più che ottimi gli originali, non hanno nulla cui aggiungere, togliere o cambiare. Insomma inventatevi storie nuove! Ecco XD Così continuo il topic, quasi alla stregua di quello di motomondiale...
  12. Ho visto il cielo andare in pezzi a scoprirsi diverso. Gli ho chiesto quale fosse l'acqua delle nuvole, per aiutarlo a piangere senza lasciarlo solo. Non mi ha mai risposto, se non con il vento. Il passante, di una strada percorsa per caso, mi volle donare il pensiero: "Prendi la vita all'istante, e portaci dentro ogni pezzo di cuore che senti bruciare nel petto, senza nessuna intenzione di smettere. Questa strada non sarà diversa, ma imparerai a conoscerla, passo per passo diventerà quella che volevi prendere per sempre". Guardando il mio specchio ho capito. Nessuno mi ha mai detto chi fossi, nessuno mai dirà chi sarò stato. Lo specchio adesso riflette ogni cosa che sento. Lo farà fino a quando è domani.
  13. Mi intrometto riguardo Riddick: Pitch Black è un piccolo gioiellino da vedere assolutamente, Le cronache di Riddick e Riddick, sono un buon intrattenimento e nulla più. Imho.
  14. Secondo la mia personale immancabile classifica sui film di Cameron che adesso vi elenco... XD 1. Terminator(1984). È il miglior film di mister James. Ancora oggi a rivederlo temi(io almeno si) che spunti fuori da qualche parte quel cavolo di robot! 2. Titanic(1997). Cioè è di vent'anni fa! Guardatelo e ditemi se non sia invecchiato bene. È vero, questo film è l'unico di Cameron che tratta di classi sociali e stili di vita, credo sia il suo film più sovversivo comunista!!! Per il pubblico americano. XD Per fare sto film è andato a cercare il vero Titanic(l'acqua peraltro come elemento dominante in un modo o nell'altro nei suoi film c'è spesso), per andarci dentro a filmare con delle telecamere! Lui pensa veramente a come stupire il pubblico, ma non con una cosa qualunque, no, con qualcosa che piaccia anzitutto a lui come film/prodotto. E come regista non si discute! 3. Terminator 2 il giorno del giudizio(1991). A mio parere il miglior sequel di un capolavoro(o giù di lì, se non proprio primo), soprattutto grazie al T1000 ed il suo interprete, Robert(bel nome! XD) Patrick, peraltro molto "acquatico" anche lui coi suoi effetti speciali. E come si può vedere gli effetti speciali sono un elemento importante per Cameron, che pensa certamente ai soldoni da incassare, ma anche alla tecnica sempre nuova da presentare per stupire. Saper meravigliare è l'elemento base dell'artista. Ricerca del superamento del linguaggio attraverso cui comunicare. 4. Aliens scontro finale(manco pe niente finale XD - 1986). Ancora grande intuito della e sulla tecnica e tecnologia. Bissare(quasi, per me non ci arriva) il livello artistico di Alien era impensabile. Non ricordo se pure qui l'acqua entri da qualche parte XD 5. Avatar(2009). E beh, infatti non è il suo miglior film, però ancora una volta, pur dovendoci impiegare dodici anni, è riuscito a tirar fuori un film da guardare per restare ammutoliti Quel 3D al cinema era veramente assurdo! Lo hanno copiato per un decennio prima di capire che meglio non si poteva fare, e che quindi per fare presa sul pubblico bisognava pensare a qualcos'altro, peccato che non sempre questo sia coinciso con "una bella storia da raccontare", ma vabbeh pazienza XD 6. The Abyss(1989). Nuovamente grande spazio e ruolo per gli effetti scenici(con l'acqua, la sua amata acqua XD, pare poter fare quello che vuole), per una trama che non è così memorabile, ma certamente buona. 7. True Lies(1994). Carino e pieno di ironia e ribaltamenti di ruoli e situazioni, tecnicamente niente affatto da sottovalutare, ma a mio parere il suo film più "normale". Perché poi James Cameron è appunto il regista che aspetti ti lasci a bocca aperta per un effetto visto sullo schermo(possibilmente grande schermo...). Ecco... Ho fatto un'altra classifica-lista. Da bere per tutti! Acqua, ovviamente. XD
  15. Troppi film mai visti e che credo, purtroppo non vedrò mai, ma non per scelta. Da appassionato come sto cercando di diventare, vorrei tanto poter vedere i classici film muti... tipo Nosferatu il Vampiro(questo l'ho visto, ma mi serviva un esempio calzante) che hanno fatto la storia, oppure film indipendenti già introvabili... Invece per entrare più nello spirito del topic, credo che farei parecchia difficoltà a vedere i musical, e i comici demenziali. Ma a dire il vero, curioso come sono potrei rischiare di vedere, magari qualche minuto, praticamente tutto! Ps. Mi associo al disappunto di Aeron(a proposito benriletto!) riguardo Kubrick. Personalmente lo metterei come materia scolastica, assieme a Hitchcock, e qualche altro mostro sacro. Ma de gustibus... etc etc. Ps. Scusate se son sempre lungo, pure la repulsione per il genere horror(thriller compreso) è un peccato, la capisco ovviamente, ma da quel tipo di film son saltati fuori autentici maestri. Hitchcock per l'appunto... ma anche l'ottimo Guillermo Del Toro, per dire... e la lista basta cercarla sul web, che prima o poi contiene praticamente tutti i più bravi, che almeno una volta si son cimentati col genere, a parte gli specialisti come Carpenter, Romero o Dario Argento.
  16. hacktuhana

    Il Piano DC

    Va a finire che questo esce un buon film! Nessuna pretesa... e tac! Speriamo.
  17. E non resta che il tempo, a perdersi tra strappi di rami, secchi, spostati da respiri, desideri che a nascere aspiri. Uno è l'assioma, due la prova che tutto da solo non vale. L'occhio è rosso di sangue vissuto. Sulla guancia il cemento è caduto. Asciugato è il dolore che versare le sue lacrime non smette. Lo sguardo rimane, Il resto scompare.
  18. Black Panther di Ryan Coogler: Si parte! Inizio con voce narrante che spiega la storia del vibranio caduto nel Wakanda, ed un legame anche mistico, attraverso la dea Bast(Bastet, seppure nella forma aggressiva e non gatto, dovrebbe chiamarsi Sekmeth la dea giaguaro, e il giaguaro è una pantera, ma insomma l'elemento mistico divino c'è ed è ben pensato). Inizio che mi ricorda tanto e Thor e Wonder Woman. Quindi dopo una guerra tra i 5 popoli wakandiani, mostrato come una battaglia degna dei migliori film sui Transformers, dove tutto gira senza motivo, il Wakanda decide di nascondersi al mondo. Per secoli! Il perché della bimba(era una bimba?) che ascolta il racconto, e che resta senza risposta è emblematico. (perché siamo str...) vabbeh XD Vediamo quindi il bellissimo Wakanda, un po' Themyscira(pure per come si nasconde al mondo), un po' Asgard, ma non all'altezza di nessuna delle due, soprattutto per presentazione e sequenza di immagini. Anche per ambientazione. Jenkins e Branagh sono stati più bravi. Ma non che questa "Eldorado" faccia schifo, anzi! C'è una parentesi determinante ambientata negli anni 90, fatto molto importante per tanti motivi. Curiosità: i wakandiani che si riconoscono dai simboli dentro la bocca mi ha ricordato Blade, chissà se è una(bella) citazione. Passiamo alla prima scena d'azione, confusa e con diversi scavalcamenti di campo senza motivo, che a volte qualcuno pare dotato di teletrasporto, stavolta Snyder e i suoi rallenty proverbiali sarebbero stati utilissimi! Tutto velocissimo! Troppo. Arriviamo al rito dove il principe T'Challa viene privato del suo potere di pantera, per permettere alle altre tribù storiche di presentare, eventualmente, uno sfidante. Cioè questi con una tecnologia(non ancora spiegato in che modo evolutasi) pazzesca, e un'emancipazione evidente in tutti gli aspetti sociali, scelgono il re a botte! Capisco la tradizione, specie per un popolo che usa nascondersi, ma così, se capitasse un pretendente forte ma folle, oppure veramente scemo, il Wakanda si ritroverebbe con un re tale, per giusto diritto! È assurdo! Ovviamente la sfida c'è, ti pare se non c'è? Altra scena di combattimento veramente confusa, per fortuna c'è molta luce XD Non dico altro. Peraltro i wakandiani che assistono al rito sono su solidissime e sicurissime postazioni fatte di roccia dove scorre acqua da tutte le parti, equlibristi! XD Poi tocca al rito dell'incontro coi morti suoi(forse di origini romane) Dialogo: -non sono pronto. -Ma non ti sei preparato da sempre a questo?(certo se perdevi contro M'Baku sarebbe servito a molto eh, e meno male che solo uno ha voluto sfidarti, pensa se tutte e 5 le tribù... Ok ok la smetto). -non son pronto alla tua morte, come faccio a essere un buon re? -Devi essere un buon uomo(per un attimo ho temuto gli rispondesse che doveva essere un buon re...) XD Nakia intanto dice che dovrebbero condividere le risorse(quelli del Wakanda), T'Challa risponde che così rischierebbero(neanche certo eh), le loro tradizioni. Fare entrare profughi da noi? Giammai aggiunge Salvinero... Vabbeh il Wakanda è un popolo di m! Parere personale eh. E lo è da secoli! La sorella di T'Challa leggermente sopra le righe oltre che un genio cervellone, presenta le novità tecnologiche di 007 o Nati con la Camicia dei grandi Bud e Terence. Bella citazione XD Salta fuori Bilbo agente americano che starebbe trattando con Gollum Klaw XD, e c'è il cameo del grande Stan Lee! Ci si prepara per le scene d'azione... che stavolta, nel locale, sono ottime! E anche quelle dell'insegnamento(immancabile maledetto Inseguimento! Ehm...) seppur esagerate. Lo scenario oscuro non aiuta la comprensione, specie con uno vestito tutto di nero, ma è pure vero che io. ci vedo molto bene XD L'agente Rossi scopre grazie al racconto di Klaw/Klaue che il Wakanda non è affatto povero, ma è straricco grazie al Vibranio che estraggono da secoli(come lo facciano fruttare non si capisce ancora). Arriva Killmonger! Azione! Klaw viene recuperato. Rossi si sacrifica quasi fatalmente per salvare Nakìa. Merita di essere salvato pure se dovrà scoprire la verità sul Wakanda! (io l'avrei fatto fuori... no scherzo XD). I cattivi hanno un diverbio, dove Killmonger deve dimostrare di essere molto più cattivo di Klaw. E lo fa... ovviamente. T'Challa comincia a sospettare che forse un ramo della famiglia è ancora vivo, e scopre la verità su quello che sarebbe suo cugino. Lo zio di T'Challa(padre di Killmonger) avrebbe voluto che il Wakanda si fosse deciso ad aiutare i poveri che soffrono per colpa dei potenti che usano le loro ricchezze per sottometterli, ma T'Chaka(papino di T'Challa) lo uccide per continuare a tener nascosto il Wakanda perché si... Iper-xenofobia portami via. T'Challa comincia a dubitare del sistema Wakanda... Killmonger è comunque un mercenario ai livelli di Deadpool, ma più cattivo e meno divertente. Vuole il trono ovviamente. E come si deciderà a chi spetta? Si accettano scommesse XD T'Challa non vuole difendere popoli diversi dal Wakanda...(prima i wakandiani!) perché non si sente re del mondo(però è re del popolo, di fatto, più potente del mondo stesso, nettamente, con tutto il potere che ha il Wakanda), per cui in realtà si deresponsabilizza comodamente. "Cacchi vostri mondo, noi stiamo benissimo!" Vabbeh... Combattimento per decidere il re: Ovviamente vince Killmonger che però getta T'Challa giù per la cascata, non si sa mai che muoia inevitabilmente, tipo come Forest Whitaker un attimo prima. Quindi tocca a Killmonger vedere i morti suoi, come da tradizione romana, anche lui. Dal discorso col padre non si capisce molto, ma vabbeh son tardo io... Killmonger poi dimostra tutta la sua cattiveria d'animo bruciando a cacchio una sacerdotessa(se ricordo bene), anche se ha in mente di aiutare tutti i neri, compresi i wakandiani... (la sacerdotessa era nera). Il nuovo re decide di fare guerra all'occidente bianco(cattivo! Lui non l'occidente sfruttatore ovvio). Alcuni parenti dissidenti vanno a chiedere aiuto alla tribù di M'Baku al quale dovrebbero dare l'erba a forma di cuore(che dà il potere della Pantera), ma la madre di T'Challa sostiene che questa appartendo a loro, non a M'Baku, sarebbe sbagliato dargliela(a inizio film si sono sfidati M'Baku e T'Challa per diventare re e... ricevere il potere di Pantera attraverso l'erba, insomma qualcosa non torna). Colpo di scena! A cu...ello M'Baku aveva ripescato T'Challa, che... Ta da! Non è morto! T'Challa realizza che la chiusura del Wakanda al resto del mondo era un errore, mentre è tra i morti suoi, rimprovera tutti i meglio morti della dinastia! E Killmonger non può governare! Ci si prepara alla guerra finale. Pantera contro Pantera! Boseman continua a cambiare espressione mantenendo sempre la stessa a seconda delle situazioni, un attorone! XD Angela Bassett(attrice alle prime armi), sarà stata contenta di dividere il set con lui. I Rinoceronti corazzati sono bellissimi come idea! Fa venire le lacrime. Peccato che Thanos non appaia... Vabbeh la smetto! XD L'ultimo combattimento tra le due pantere avviene nel pozzo dove Leonida buttava i venditori di accendini, e ci si vede veramente tanto poco(colpa pure mia eh). Ci passa il treno di Sourcecode, e insomma si fa fatica a vedere per uno come me, appunto. Intanto, fedele alla parola data, M'Baku con la sua tribù non interviene alla guerrahahaha scherzone! È arrivato. La sfida tra le pantere la vince T'Challa. Filosoficamente il rivoluzionario resta Killmonger che sceglie di farsi seppellire/buttare in mare, come gli antenati(i neri), piuttosto di una vita da schiavo cui andare incontro. Alla fine il Wakanda decide di rivelarsi al mondo! Tutto merito di T'Challa direte voi... NO! Tutto merito di Killmonger che ha messo un popolo di fronte alle sue responsabilità. Dico io. Comunque Responso finale: Non mi è particolarmente piaciuto, ma merita di essere visto, e certo non è brutto, seppure ci abbia scherzato parecchio con questa versione della storia XD. Volevo paragonarlo ai precedenti visti, Thor di Branagh e Wonder Woman, in alcuni momenti l'ho fatto, poi ho deciso di scriverne a parte anche perché questo l'ho visto meno volte(soprattutto di Thor, per ovvi motivi). Quale preferisco? Wonder Woman per emozioni e caratterizzazione protagonisti. Thor per comparto tecnico, storia e personaggi in totale. Black Panther non saprei... resta a secco a confronto, eppure ha incassato un botto di più XD, ecco dove vince. (non che gli altri siano morti di fame eh). Vabbeh, tra un po' esce il dvd di Infinity War! Non vedo l'ora di rivederlo per poterne scrivere, dopo che al cinema l'ho letteralmente amato! XD
  19. Anzitutto sei impreciso, perché ho detto uno dei migliori dell'ultimo periodo, che poi vorrebbe dire ultimi due anni circa, e quindi non l'unico. Sarebbe bello che si capisse che ognuno ha i suoi gusti. D'altra parte guarda, se non ti piace , sono il primo a capirlo ed anche ad esser disposto a discuterne tranquillamente, senza alcuna pretesa di avere ragione. Sai a quanti fan schifo cose che a me piacciono. Il mondo va così. Però per favore, sarà colpa del mio caratteraccio, ma la risatina e che adesso capisci molte cose, per me è una presa per i fondelli. Perché capisco qualcosa pure io. Beh allora non andiamo più d'accordo così. Vabbeh va... tiramm innanz.
  20. Volevo fare una specie di esperimento. Dunque... Wonder Woman di Patty Jenkins, Thor di Kenneth Branagh: Eccoci ad un trittico di film supereroistici che per tematica, ambientazione e caratteristica sono molto paragonabili. Vediamo chi vince Il primo che ho rivisto è Wonder Woman, che la regista Patty Jenkins riesce a mettere in scena con ottima maestria, presentando il personaggio, e l'antefatto della trama, in stile epico, seppure un po' "moderno" nella concezione del guerriero "antico" XD, (tipo atleta culturista che richiama alla mente il guerriero spartano di 300, piuttosto che un Achille Bradpittiano, atletico lo stesso, ma perché il migliore di tutti, ma è una piccolezza). Molto simile la parte iniziale di Thor(secondo che ho visto), che dopo un breve passaggio(Jane Foster e co.) atto a farci capire che siamo nel presente(più o meno), parte con la maestosa presentazione di Asgard. In entrambi i casi ci sono voci narranti la storia, che si mescolano a scene di battaglia, dove ammetto di preferire molto la scelta di Branagh, che richiama più il fantasy e l'epica classica, piuttosto che quella della Jenkins che invece sembra voler compararsi allo stile pittorico o fotografico, probabilmente per segnare una linea comune con lo stile di Snyder che era il "supervisore" del progetto generale dell'universo condiviso DC, seppure riesca ad appropriarsene rendendolo più fruibile e meno statico. Themyscira, come Asgard sono posti fantastici, tra i quali è difficile scegliere il miglior "paradiso" rappresentato, seppure sia palese che l'isola delle Amazzoni è un posto sito sulla Terra, ed abbia la bellezza che infonde pace e serenità di luoghi da sogno tipici di questo genere, mentre Asgard è proprio un altro mondo. Qui la storia si diversifica: da una parte Diana, unica bimba dell'intera razza amazzone (che lascia già capire che sia molto di più di quanto non sembri, per la verità si capisce proprio che può essere benissimo la figlia di Zeus), che aspira ad essere una guerriera come le sue "simili", protetta dall'amore e dal timore della madre; dall'altra due fratelli diversi e complementari, tra i quali spicca l'esuberanza di Thor, fino al punto di farlo apparire un po' fastidioso, e persino odioso. Anche il parallelo dell'arma definitiva di cui esser degni è interessante, seppure il martello venga presentato come qualcosa destinato alla saggezza, a differenza della "ammazzadei". Due parole in più sul Mjolnir: ci viene presentato come un oggetto(arma) molto singolare ed inimitabile, unico! Peccato che poi nei film successivi, vabbeh... Le ambientazioni sono decisamente le migliori di entrambi i film, seppure personalmente preferisca la maestosità con la quale Branagh mostra la città eterna. Peraltro ai tempi(2011) molto era realizzato in funzione del nuovo 3D, e ricordo che faceva un ottimo effetto, probabilmente il migliore riguardo i film Marvel del periodo. L'evoluzione di entrambe le trame ha delle semplificazioni che sarebbero potute esser curate meglio con maggior attenzione. Ad esempio non è credibile che dopo eoni di storia, sia Steve Trevor ad entrare a Themyscira, casualmente e senza spezzare alcun incantesimo protettivo(per esempio) seguito peraltro poi dai tedeschi. Neanche il rapporto di forza Amazzoni/tedeschi è credibile, nonostante le armi "antiche" le Amazzoni dovrebbero essere molto più forti, non solo in prestanza atletica, perché trattasi di un popolo mitico nato per volere di Zeus per fronteggiare il pericolosissimo figlio Ares, capace di uccidere tutti gli dei... Riguardo Thor, è piuttosto debole il modo come si riesca a portarlo fuori dalle grinfie dello Shield con la spiegazione che richiama peraltro l'alter ego storico del fumetto di Thor, il dottore zoppo Donald Blake. Fatto sta che i film portano avanti entrambi alchimie tra un essere divino ed uno umano, dove decisamente risulta molto più riuscita e centrale quella tra Diana e Steve Trevor. In tutti e due i film ci sono gag che non occupano spazio eccessivo e soprattutto non creano atmosfere comedy, per fortuna, seppure in Thor ne noto qualcuna in più, ma che funziona nel contesto generale. I comportamenti bizzarri sia di Diana che di Thor, nelle interazioni con le usanze umane, ad esempio sono un buon viatico per situazioni "comiche". Mi è piaciuto come non venga mai affrontata seriamente a livello storico, la conseguenza della prima grande guerra, e piuttosto sembra si fosse in un mondo alternativo dove la stessa ha avuto protagonisti eccezionali, e non semplici e poveri uomini, come è stato in realtà. Credo sia stata una scelta intelligente, perché pretendere di narrare la storia attraverso Wonder Woman poteva risultare oltre che fasullo, pure irrispettoso. La scena migliore: di Wonder Woman è quella che viene chiamata "no man's land" dove l'epicità fa centro, la musica è di buona fattura ed aiuta molto la situazione, le riprese sono moderne ma anche di "sapienza" classica, sicuramente merito di una regista che è da tenere d'occhio per i prossimi film(magari non solo su Wonder Woman) XD Riguardo Thor l'epicità è raggiunta dal momento del fallimento nell'alzare il martello, che sotto la pioggia cadente richiama addirittura l'arrendevolezza di Roy Batty! E qui Branagh da sfogo a tutta la sua capacità teatrale, rendendo Thor davvero maestoso e tragico, seppure per pochi attimi, ma sono quelli che fanno la storia, o no? I finali sono emozionanti, seppure non memorabili. L'esplosione di rabbia di Diana che si scaglia sugli umani a caso in un tipo di scena dal colore disturbante, piuttosto che attaccare Ares(dopo la morte di Steve!) è abbastanza insensata e peraltro assomiglia molto di più al Thor che combatte sulle note dei Led Zeppelin(l'anno dopo in Ragnarok). Diciamo che sembrano proprio messe per fare scena... e non altro. Invece è di grande effetto emotivo l'ultimo saluto tra Diana e Steve, veramente toccante e dai tempi perfetti. Una particolarità riguardante Wonder Woman voglio dirla a parte: ho trovato meno pacchiana di quanto ricordassi la scena della spada dietro al vestito da sera di Diana, che seppur resti non un eccelso momento, in realtà ha più spiegazioni di quanto mi ero accorto: Diana prende il vestito ad una signora elegante ed evidentemente ricca, invitata alla festa, lo indossa sopra la sua armatura che evidentemente le permette di tenere la spada dritta dietro la schiena(seppure non sia molto canonica come soluzione da vedere) XD e soprattutto non è vero che passi inosservata, tutt'altro, balla con il comandante tedesco(che non sa mica che sia una dea) e la nota pure la dottoressa Poison, che discuteva con Trevor, facendo un apprezzamento che non lascia alcun dubbio sulla bellezza della amazzone appena arrivata. Il paragone tra i villain è nettamente a favore di Thor, perché se Laufey non sia poi così migliore dei cattivi tedeschi, Loki è decisamente superiore in tutto ad Ares, ed è un punto di forza del film, a differenza degli altri. Infine mi è piaciuto molto che Odino avesse "sempre un disegno" cui dover andare incontro, proprio come un vero dio preveggente e molto più saggio di quanto non mostri il suo aspetto. Per concludere: Ritengo Wonder Woman oltre che il miglior film del DCEU, anche uno dei migliori del genere supereroi, dell' ultimo periodo. Thor ancora un po' acerbo, ma efficace a livello mitologico/fantasy, cosa che non hanno saputo recuperare più. Eppure il film stupì per successo, incassando meglio del più blasonato Capitan America, nell'era pre Avengers, che avrebbe alzato l'asticella incassi di default, di molto, solo l'anno dopo, ossia se fosse uscito dopo il successo di Avengers avrebbe fatto il botto almeno quanto Ragnarok, ma con un sei sette anni d'anticipo(vedi l'incasso notevole dello stesso Dark World, come prova). Ritengo che entrambi i film siano molto sottovalutati rispetto ad altri del loro genere, e tra i due forse dò un leggero vantaggio a Wonder Woman, ma forse...
  21. Inter già in fuga! XD Peccato per la Lazio... Pronostico per la classifica finale con doppia opzione! 1) Roma/Juventus 2) Juventus/Napoli 3) Napoli/Roma 4) Milan/Inter 5) Inter/Lazio 6) Torino/Milan 7) Lazio/Torino XD
  22. Massì, sono io che perdo tempo a rileggere pagine e pagine di topic che mi piacciono e poi necroposto a cavolo XD Non ce l'avevo mica con te, anzi(non dirlo a nessuno ma... mi sei simpatico, e pure parecchio, e non lo dico per evitare di dirti apertamente che tra noi non può esserci nulla di tenero... sono sincero). Detto ciò... XD Nuovo film(visto)! The invitation di Karyn Kusama: Classico film raduno tra amici che si trasforma in una sorta di incubo, occasione per un'organizzazione settaria di mettere in atto il suo piano. Qui si parte da un fatto personale di una ex coppia, e si finisce con l'intera Los Angeles(ok un quartiere probabilmente, che dalla visuale pare tipo il presepe di notte), vittima del grande piano... Esagerato! Anche spiegato maluccio. Boh... Consigliato! XD No comunque qualcosa di carino c'è nel film, che non è una ciofeca. XD Ps. Saluti a Menevyn.
  23. La forma dell'acqua è anche nella mia lista XD Blade Runner 2049 a me è piaciuto. Infine ringrazio tre asterischi-silk-tre stellette, per darmi la COLPA di fargli venir voglia di vedere tanti film (interessante Soderbergh - > Che) attendo responso XD
  24. Scusate ma ho notato sta cosa... XD Seriamente ci credete? La frase sta alla fine in originale, se non volete vedervi tutto il video. Se è vero che Ward ha detto na cosa del genere lo denuncio io! Edit. Mi sono informato meglio per curiosità e solo su un sito ho letto questo aneddoto seppure diverso, ossia, Ridley Scott fece cambiare la frase originaria dopo aver ascoltato quella definitiva, ma non si fa riferimento a chi ne abbia avuto merito, eventualmente fosse vera sta cosa. Peraltro, questo è uno degli errori che di solito dicono nelle considerazioni del film, a livello storico: inferno come concetto non aveva senso al tempo di Marco Aurelio e Commodo XD Ma il film non è certo nato per essere una fedele ricostruzione storica, piuttosto doveva proprio essere un connubio di immagini possenti e frasi memorabili... per l'appunto XD
  25. Paterson di Jim Jarmusch: Se avete davvero la forza e la capacità di resistenza nel vedere un film dove non succede nulla, forse potreste riuscire ad apprezzare la riuscita volontà del regista di mostrare la quotidianità in tutta la sua normalità. Il comparto tecnico è visibilmente valido, si vede che chi realizza il film, sa fare il proprio mestiere molto bene. E allora perché fare un film come questo? È quello che continuo a chiedermi da quando l'ho visto, anche perché Jim Jarmusch è un regista che ammiro molto. Il protagonista è Kylo Ren XD alias Adam Driver, bravissimo nell'interpretare questo personaggio, assieme alla sua compagna(di cui non ricordo il nome) altrettanto brava ad interpretare il suo, ed al cane Marvin, un vero e proprio personaggio del film, forse l'elemento più importante atto a rompere in qualche modo la riproduzione di una vita qualunque su pellicola. La suddivisione in giorni, come capitoli del film, mostra e sottolinea la volontà del regista di fare qualcosa che racconti un tran tran quotidiano, dove nonostante si cerchino input per anticipare il momento in cui il film prenderà la sua svolta, da parte dello spettatore(io e mia moglie sembrava facessimo a gara a trovare "il momento" per esempio) XD, alla fin fine non succede proprio nulla. Resta una poetica di fondo, di cui proprio Paterson che è un posto che esiste davvero(oltre ad essere il nome del protagonista, poeta, come siamo tanti XD) è impregnata, attraverso la sua storia. È uno di quei film che probabilmente non rivedrò mai più XD Ma ti lascia tante domande... Paterson sono io... ma anche tu, e tu...
×
×
  • Create New...