Jump to content

Menevyn

Utente
  • Content Count

    5,259
  • Joined

  • Last visited

6 Followers

About Menevyn

  • Rank
    Confratello
  • Birthday February 19

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

4,911 profile views
  1. Invasione di un Paese sovrano senza provocazioni basata su propaganda e falsità, uso di armi proibite, violazione di diritti umani, abusi dei militari sui civili... è concepibile che George Jr. abbia finito col fare confusione...
  2. The Northman, di Robert Eggers, ha imbarcato una buona dose di attori di GoT. Iniziamo con Hafþór Júlíus Björnsson, già Montagna che Cavalca, che ci delizia nel ruolo di un'altro omaccione grande, grosso, violento e poco incline a smettere di menare una volta che ha iniziato. Poi Ian Whyte, anche lui Montagna ed Estraneo, in un ruolo abbastanza anonimo - è un soldato che credo pronunci due parole in due ore, e Kate Dickie, Lysa Tully, altro ruolo molto anonimo, e altro ruolo identico per Ralph "Dagmer Mascella Spezzata" Ineson.
  3. The Northman (2022), di Robert Eggers Film che sono andato a vedere con un pelo di pregiudizio - dal trailer mi aspettavo di trovarmi davanti a due ore di Alexander Skarsgard che mena fendenti a petto nudo e basta - e che invece si è rivelato una sorpresa. Il film è la trasposizione di una leggenda norrena narrata nella Vita Amleti da Saxo Grammaticus, dalla quale attingeranno Shakespeare per il suo Amleto (le due storie sono quasi identiche) e anche il Professor Tolkien per alcuni personaggi ed episodi del Silmarillion - il padre di Amleth si chiama Aurvandill; vi ricorda nie
  4. Del resto è di un'industria, che stiamo parlando, non di ong. Che puntino principalmente a far soldi mi sembra ovvio e naturale...
  5. Alla fine dubito che nell'MCU vedremo in maniera estesa altri universi, quindi, suppongo che alla fine sia opportuno fare così...
  6. Potrebbe benissimo darsi che sia proprio un gioco di Martin per sviare noi lettori*. E' nel suo stile, no? *Frecciatina personale: poi però se sono anni che trascina il romanzo è perchè non riesce a risolvere "il nodo di Mereen" e non perchè magari perde una marea di tempo per menate come questa...
  7. Come ho già detto, non penso che siano battaglie perse in partenza o alle quali si debba rinunciare, ma in una situazione simile è chiaramente difficilissimo riuscire a fare qualcosa, specie con una larga fetta del mondo politico che asseconda, per non dire cavalca, certi atteggiamenti - che è poi il vero male rappresentato dal populismo.
  8. Visto Doc Strange 2 ieri sera. Non so, nonostante la regia di Sam Raimi, e il fatto che, in virtù di quest'ultima, il film fosse stato lanciato come "visionario", "innovativo" eccetera (sì lo so, lo so, ormai tutti i film della Disney vengono promossi in questo modo, il vero potere della Casa di Topolino sta nel marketing, lì sì che sarebbero da Oscar), l'ho trovato il solito calderone riempito di un mucchio di cose più o meno spettacolari, tanta azione, i siparietti che tanto piacciono alle famiglie (povero Campbell, ma non c'era davvero nient'altro, per lui?) e la solita sceneggiatura iper
  9. Questo è vero, però una presa di posizione netta mi pare che continui a mancare; la sensazione è che per ora il PD voglia tenere il piede in due scarpe, da una parte si riconosce che Conte sta spostando il suo baricentro politico lontano dalle posizioni del PD, dall'altra però si ricorda che i dem e i grillisti sono già alleati sul territorio e che "alla fine vince la coalizione più grande", come ha detto Damiano (mi pare). Se rottura finalmente ci sarà, si spera arrivi un pò prima che manchi un mese alle elezioni. Neppure io penso che Calenda sia di sinistra,
  10. Probabilmente sarà Arya; trovo che sia un'ideale chiusura del cerchio, che ad uccidere definitivamente Cat sia uno dei figli che ha cercato di proteggere così tenacemente. Jaime non penso sia un buon candidato, penso che il trovarsi davanti Catelyn sarà l'apice della crisi personale che sta vivendo - a cosa lo porterà, poi, è da vedere.
  11. Sì chiama Rickon, ed è il padre di Cregan.
  12. Beh, peggio di Zingaretti è difficile fare (anche se non bisogna mai, mai, sottovalutare il PD, in tal senso), ma non è che Letta si sia spinto tanto più in là: ostinarsi a definire progressista un Movimento sempre più populista (e con la guerra in Ucraina sta superando i livelli di guardia, praticamente Conte sta sposando la linea di Di Battista) mi pare sia abbastanza problematico, perchè i grillisti non diventeranno progressisti ed europeisti solo perchè Letta vuole, o ha bisogno, che lo siano. Nella situazione in cui siamo, direi che più che accontentarci di Calenda b
  13. Chiaramente non su tutte, e non tutti allo stesso modo; e benchè sia d'accordo con tutto quello hai scritto, c'è da prendere atto che in un Paese come il nostro non so quanto di tutto ciò sia effettivamente fattibile - già sulla politica fiscale siamo fottuti, figurarsi se si inizia a parlare di politiche più umane sull'immigrazione o di potenziare le istituzioni europee. Il che non le rende battaglie da accantonare, ma secondo me ci aspetta un calvario. In ogni caso, ho citato Calenda per sottolineare che, per quanto non mi piaccia del tutto, rispetto a Conte ha un programma un pe
  14. Funziona così in ogni Paese. La politica fa dell'altro. Oddio, compromesso e giravolta non sono la stessa cosa; il compromesso è l'anima della politica - cosa che non sembrano capire in molti, tanto a dx quanto a sx; la giravolta è una cosa diversa, le giravolte sono quelle di cui hai ben parlato tu prima, il passare di Conte dal sovranismo all'europeismo, dal rivendicare con orgoglio i decreti sicurezza di Salvini al far finta di non sapere neanche cosa siano. E' trasformismo, un'altra triste caratteristica della nostra politica, ma il compromesso è un'altra cosa, e il C
×
×
  • Create New...