Jump to content

Oathkeeper

Utente
  • Content Count

    784
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Oathkeeper

  1. Il libro l'ho comprato ad una bancarella di usato ma ancora devo leggerlo. Comunque ho visto la serie tv e devo dire che è stata davvero divertente da guardare, soprattutto grazie alla magistrale interpretazione dei due protagonisti, perfettamente calati nella parte.
  2. Oathkeeper

    serie tv

    La serie rompe la quarta parete e non è solo un espediente narrativo, ha senso anche per lo sviluppo della storia. Eccessiva in che senso? Sam Esmail, il creatore e regista della serie, è stato lui stesso un nerd hacker da ragazzo e per tutti gli hack della serie si è avvalso della consulenza di specialisti ma non solo, tutte le operazioni che vedi a schermo durante le puntate sono veri script, non sono stati aggiunti a caso in post produzione o altro. La serie è piena di easter egg e a tale livello che in due stagioni Esmail ha disseminato indizi che, se li decrittavi, ti portavano a un sito web reale per vincere merchandising esclusivo a tema. (tipo un nr di telefono scritto su una scatola di cartone tenuta in mano da un personaggio, che se lo chiamavi sentivi un messaggio registrato che ti portava ad un altro indizio etc). Cose folli. Mi raccomando, non desistere alla seconda stagione, è lenta ma di preparazione al boom delle seguenti.
  3. Shantaram è un gran bel romanzo, scorrevole e offre un punto di vista onesto su una storia sicuramente "romanzata" ma vera, che l'autore incredibilmente ha scritto in carcere. Che vita che ha vissuto.
  4. Oathkeeper

    serie tv

    Ecco, una delle cose che mi è piaciuta di più sono i finali di puntata, quando attraverso le magnifiche colonne sonore scorrono potenti immagini dei protagonisti e non c'è nessun dialogo. Era come guardare un quadro, un potente momento emotivo. Ogni canzone era perfetta per ogni scena. La cover di Peter Gabriel di My body is a cage è anche più bella dell'originale. Potrei aprire un thread solo per parlare delle fantastiche musiche di Dark
  5. Ma lo avete frainteso, lui intendeva il Worldcon del 2322
  6. Oathkeeper

    serie tv

    Concordo, la colonna sonora mi ha fatto scoprire artisti incredibili, tipo Asaf Avidan (Labyrinth song è da pelle d'oca) o Agnes Obel. La terza stagione ha fatto un'ottima chiusura secondo me, non è mica facile chiudere gli intrecci di tale portata (altro che GOT) eppure ci sono riusciti. Sono d'accodo con te però che l'ultima stagione è volata, secondo me farne una quarta avrebbe permesso di mantenere stabile il ritmo narrativo e dare il tempo allo spettatore di digerire tutte le informazioni e i ribaltamenti visti. Una volta terminata la serie mi sono divertita a guardare alcuni video di Yt dove qualche matto ha riassunto tutti i collegamenti
  7. Oathkeeper

    serie tv

    E' successo forse perché diversi spettatori pigri, delusi dalla lentezza della seconda stagione, hanno mollato senza neppure arrivare agli ultimi (geniali) episodi della 2 e la serie è diventata una roba di nicchia. La terza stagione è pazzesca, gli episodi 5 e 6 sono allucinanti ed è qui che la storia si srotola, quando pensavi che con la prima e seconda stagione avevano già raccontato tutto. La quarta stagione poi secondo me è praticamente perfetta, un capolavoro, dalle citazioni ad altri film e registi, con quei cambi di tecnica ad ogni episodio, ai dialoghi, alla storia in sè, fino al finale emozionante, uno dei finali più belli mai visti. Senza parlare poi di Rami che ha reso Elliott quello che è, della magistrale interpretazione di Christian Slater e gli incredibili Bd Wong e Michael Christofer (tutte le scene tra Whiterose e Price sono pazzesche). Questa serie è un diamante tra gioielli, io la consiglio sempre e ancora non mi capacito del perché non sia osannata come Got o Breaking Bad.
  8. Divinity - Original Sin 2 Da appassionata di gdr non mi capacito di avere scoperto solo la settimana scorsa l'esistenza di questo titolo, originalmente creato per pc e dal 2018 portato su PS4. Sono appena agli inizi (una decina di ore di gioco) di un titolo immenso, complesso. Mi ha catturata subito perché è un gdr vecchia scuola (isometrico), ha una storia interessante e pg accattivanti. Le missioni principali possono essere portate a termine in molti modi diversi e spesso si intrecciano con le subquest. C'è tanta interazione con l'ambiente e con gli oggetti, le magie sfruttano vantaggi e svantaggi ambientali ed è pieno di trucchi da usare in combattimento e fuori. Il combat system è divertente ma molto tattico e penalizza i giocatori distratti, per cui ogni battaglia richiede impegno e non c'è pericolo di overpowering, mantenendo la sfida anche nelle fasi avanzate di gioco. C'è una elevata personalizzazione delle classi e dei talenti dei personaggi ed è la parte più difficile del gioco perché se non ti studi bene come distribuire le abilità rischi di creare una squadra sbilanciata. Il gioco può essere giocato in single player, single player controllando 4 personaggi oppure online insieme ad altri giocatori. Per me uno dei gdr migliori di sempre.
  9. Oathkeeper

    serie tv

    L'unica cosa che ho notato di queste nomination è che hanno vergognosamente escluso da ogni categoria Mr Robot che non solo è una delle serie tv più belle e meno conosciute della storia delle serie tv, ma potrebbe essere tranquillamente usata all'università per insegnare cinematografia e mostrare cosa vuol dire fare un prodotto praticamente perfetto sotto ogni aspetto: regia, recitazione, sceneggiatura, fotografia etc. L'unica mia speranza è che Better Call Saul si porti a casa un po' di premi perché tutti gli altri nominati per me sono un po' meh.
  10. L'originale mi era piaciuto. Non so se c'era bisogno di farne una versione americanizzata ma la guarderò.
  11. Infatti, troppo spesso la gente dimentica che si sta parlando di un romanzo. Inoltre siamo sempre bravi a dare dei barbari agli altri.
  12. Credo che accada perché a tutti gli effetti Dany poi si innamora del khal e viceversa, il che è però un po' come innamorarsi del proprio rapitore e stupratore. Quindi poi uno si dimentica che lei e Drogo non si sono sposati per amore ma per commercio. Un tempo però anche da noi esistevano i matrimoni combinati, a volte le coppie funzionavano e imparavano a rispettarsi almeno, altre volte era una vita da incubo (per la donna).
  13. Oathkeeper

    serie tv

    Incredibile, per me è una delle serie tv più belle
  14. Non sono una storica ma è da sempre che sento dire agli storici che in quei tempi le donne partorivano a 13 anni, i ragazzini a 15 andavano in guerra e i bambini in genere non erano tenuti sotto una campana di vetro come oggi, soprattutto i popolani. Per quanto riguarda la sessualità femminile, è vero che funzioniamo in modo diverso ma nella testa di una donna non ci sono solo principi azzurri, c'è molto altro di inconfessabile. @Jacaerys VelaryonSul rapporto malsano tra Dany e Drogo posso solo dire che ci si dovrebbe indignare del fatto che un fratello venda (tra una strizzata di capezzolo e l'altra) sua sorella poco più che bambina a un violento signore della guerra, più che indignarsi del fatto che lei riesca, in una situazione tragica, a ribaltarla con astuzia a suo favore. Invece di piangersi addosso e vivere da vittima e schiava, diventa una regina a tutti gli effetti. Comunque non capisco perché gli americani nel 2020 continuano ad essere puritani quanto i loro padri fondatori. Non si può mai scrivere nulla, santo cielo, senza essere criticati perché nel libro ci sono troppi bianchi, troppe poche donne, pochi neri o qualche altra sciocchezza. Su GRRM si erano scagliati accusandolo di essere poco attento alle minoranze (un modo viscido di dargli del razzista) e di odiare le donne. Mah. Scusate se sono andata OT.
  15. Oathkeeper

    serie tv

    Non è ancora uscita e non si sa nemmeno quando uscirà, ma ho visto oggi il trailer di "The book of vision" e mi ha intrigata. Tra i protagonisti il nostro mitico aka "padre dell'anno" Charles Dance. Qui il link alla news e al trailer https://www.comingsoon.it/cinema/news/the-book-of-vision-trailer-poster-e-sinossi-del-film-d-apertura-della/n108537/
  16. Anche io non vedevo l'ora di vederlo. Quest'anno l'unico interesse per il cinema me lo hanno creato Tenet e l'ultimo 007.
  17. Non ho messo in dubbio le critiche infatti, solo il modo con cui vengono espresse.
  18. Dico solo che quando la gente spaccia le opinioni personali come verità assoluta, facendo smorfie e risatine durante la lettura di opinioni altrui, non è degna neppure di essere visualizzata. Se esistesse una laurea in "Cronache del ghiaccio e del fuoco", loro la sventolerebbero in aria
  19. Oathkeeper

    serie tv

    Unbelievable, Netflix Si basa sulla vera storia di Marie Adler, 18enne dal passato problematico che viene stuprata in casa sua da uno sconosciuto. Denunciato lo stupro alla polizia, viene costretta a ritrattare la sua versione da un detective inetto sulla base di pregiudizi e così inizia a subire non solo il calvario come vittima di un crimine orrendo che ti segna la vita, ma anche come vittima di una società che la giudica una bugiarda. Parallelamente, dal lato opposto degli USa, due detective di diversi dipartimenti di polizia arrivano alla conclusione che i due casi di stupro su cui stanno rispettivamente indagando sono fin troppo simili e cominciano la caccia a quello che a tutti gli effetti si dimostra essere uno stupratore seriale. Mi è piaciuto molto il modo in cui è stata raccontata la storia, è un tema delicato e sono contenta che abbiano voluto sottolineare come ancora oggi nei casi di stupro spesso è la vittima a doversi vergognare di ciò che ha subito. Spesso lo stupro viene visto come un reato minore e non come un evento talmente traumatico da influire su tutto ciò che sarai e farai per il resto della tua vita. Ottima anche l'interpretazione della grandiosa Toni Colette nel ruolo della detective Rasmussen.
  20. Oathkeeper

    serie tv

    Cursed - Netlix Gli ho dato una possibilità, nonostante fin dal trailer avessi temuto di vedere la solita storiella young adult che tenta di prendersi sul serio e, indovinate, purtroppo è ciò che è. Ho visto i primi due episodi e poi mi sono arenata sulla piattezza dei personaggi e sulla banalità della storia. In alcuni momenti ha avuto un guizzo che ha destato l'interesse, ma non è stato abbastanza per coinvolgermi. Inoltre alcuni episodi erano così palesemente una copia di altro già visto da essere quasi fastidiosi. Questi parallelismi ci potrebbero anche stare, essendo temi ricorrenti ed espedienti narrativi non solo nel genere fantasy, ma potevano essere resi meglio, almeno tentare di raccontarli in modo leggermente diverso per dare l'illusione di stare guardando qualcosa di nuovo. Anche il Merlino giovane ed ubriacone, perennemente a petto nudo non mi ha affascinata, anzi al contrario. Più di tutto è il tono generale dell'opera a non coinvolgermi, perché è quel tipo di narrazione ingenuotta che ho visto in altri prodotti del genere, ma capisco che o ti piace o non ti piace. A me non piace. Infine, scusate ma non mando proprio giù l'immancabile quota black "perchè sì", con un futuro re Artù di colore perchè bisogna essere inclusivi anche nella storia e mitologia nord europee. Ma anche questo è un gusto personale e sottolineo che forse non mi avrebbe neppure dato fastidio se l'opera fosse eccezionale, ma tutto l'insieme è un po' meh.
  21. Il mio compagno mi compra spesso gli assorbenti al supermercato, l'ho abituato a non considerarla una vergogna.
  22. Oathkeeper

    serie tv

    L'albero genealogico degli abitanti è più intricato di quanto si capisca nella prima e seconda stagione, il loop temporale in cui vivono avrà spiegazione nella terza stagione. La conclusione è degna, forse solo un po' veloce, avrei preferito 4 stagioni ma va bene così, almeno è stata finita con coerenza.
  23. Esatto! E' per questo che abbassarne l'IVA secondo me non cambia la vita. Utile ma non prioritario.
  24. Oathkeeper

    serie tv

    Carina?? Dalle tempo, dalla seconda metà della prima stagione diventa una bomba. Per me una delle serie tv più belle mai fatte. Intricata, complessa, piena di easter egg, colonna sonora da paura, sceneggiatura ottima. Una vera chicca. Snowpiercer è guardabile, però come ha scritto Manifredde, contiene incongruenze. (Gente che da 7 anni vive nel "fondo" del treno, senza luce, acqua e provviste ridotte all'osso e sono tutti belli in carne, senza malattie e problemi psicologici. Oppure mi chiedo quando quelli della prima classe finiranno le scorte di champagne, visto che non è prioritario come carico su un treno ideato per sopravvivere ad una apocalisse climatica. Ma anche tante altre cose).
×
×
  • Create New...