Jump to content

Game of Thrones, Episodio 1x05


Recommended Posts

Che lo sappiano tutti è una tua supposizione, sono ben pochi coloro che ne parlano apertamente, io ricordo solo Baelish e Olenna.

 

http://www.labarriera.net/forum/index.php?showtopic=1755

 

Sul fatto che Renly abbia un certo seguito, il carisma non c'entra nulla. Viene scelto per tre motivi:

 

_ E' Baratheon

_ Non è sposato

_ E' il Lord di Capo Tempesta

Link to post
Share on other sites
  • Replies 249
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Far sollevare in questo momento il problema della successione lo vedo anche come una maliziosa allusione al fatto che il re potrebbe morire a breve. E siccome Robert non è nè vecchio, nè malato è facile pensare che l'unico modo per farlo morire sia quello di levarlo di mezzo.

Se lo scopo principale della scena è inquadrare il personaggio in previsione del dopo-Robert e se la trama non verrà modificata, non vedo alternative migliori per fornire le stesse informazioni, evitando allo stesso tempo qualsiasi ambiguità. Fornirle in un altro momento non è possibile, perché la battuta di caccia è imminente e, dall'incidente in poi, Renly sarà già pronto ad agire.
Link to post
Share on other sites

 

Che lo sappiano tutti è una tua supposizione, sono ben pochi coloro che ne parlano apertamente, io ricordo solo Baelish e Olenna.

 

http://www.labarriera.net/forum/index.php?showtopic=1755

 

Sul fatto che Renly abbia un certo seguito, il carisma non c'entra nulla. Viene scelto per tre motivi:

 

_ E' Baratheon

_ Non è sposato

_ E' il Lord di Capo Tempesta

 

Ho forse parlato di carisma? <img alt=" />

 

Ho parlato di credibilità e di efficacia nel ruolo, cosa che il Renly della serie non ha affatto, a differenza di quello dei libri.

 

Tra l'altro, la discussione da te linkata dice che a saperlo con certezza potrebbe essere Stannis, che è suo fratello, per il resto si tratta di voci, dicerie, e di due stereotipi belli e buoni (guardia arcobaleno e senso estetico, il secondo poi è particolarmente labile).

Noi sappiamo con certezza della sua omosessualità perchè abbiamo messo insieme tutti gli elementi guardando dall'alto della nostra posizione di lettori (oltre ad averlo sentito dire da Martin, cosa che i personaggi da lui creati non possono fare), ciò non vuol dire affatto che tali voci siano di dominio pubblico, ne tantomeno che siano COMPROVATE.

Anzi, probabilmente si preferisce non credere a tali voci e ritenerlo etero, o al massimo bisex, altrimenti Mace Tyrell non avrebbe mai dato in sposa sua figlia a qualcuno che rischia di non essere in grado di portarla a letto e di farle avere dei figli, visto che il bello di avere una Regina che appartiene alla tua Casata è quello di poter instaurare una stirpe di sangue reale (i Tyrell non sono mai stati Re, del resto).

 

Ma ripeto, tutto questo è secondario, ero già partito da un "ammesso e non concesso".

 

Il Renly dei libri può benissimo essere omosessuale e rappresentare comunque un candidato ideale all'ascesa al trono (pubblicamente perfetto, ma in fondo manovrabile e non sostanzioso, dunque "comodo"), quello mostrato nella serie invece non lo è per nulla, e non lo sarebbe neanche se fosse etero, perchè è un vigliacco tremebondo.

 

E a questo punto delle due l'una:

 

Se tutti sanno della sua omosessualità, allora tutti devono anche sapere che è un vigliacco tremebondo.

 

E a differenza di Joffrey, che fino a che non viene provato l'incesto è il Re di diritto e può anche permettersi di essere uno psicopatico come Aerys per rimanere tranquillamente a regnare, Renly fino all'eventuale vittoria è solo un Lord ribelle, e chi si schiera con lui sa che se non si dimostrerà all'altezza del compito, finiranno tutti con la testa infilzata su una picca.

Quindi, visto che Renly ha bisogno di vincere una guerra per non finire al patibolo con tutti i suoi sostenitori, deve essere in grado di suscitare sufficiente lealtà nei suoi Lord e nelle truppe.

Schierarsi con qualcuno che non è in grado di fare questo, dato che fino all'eventuale vittoria i ribelli sono dalla parte SBAGLIATA, equivale a suicidio.

 

Io proprio non ce lo vedo, il Renly della serie, a guidare i suoi uomini alla vittoria, ad ispirare fedeltà e coraggio in soldati e cavalieri come invece fa il Renly originale.

 

Loras dice che ci vuole un Sovrano che sia amato e non temuto/odiato? Il Renly originale era amato, quello della serie al massimo sarebbe deriso, oppure ignorato.

 

La forzatura operata dalla HBO sull'ambientazione di ASOIAF sta proprio qui, far si che un uomo come il Renly visto su schermo sarà appoggiato da gente che nell'originale si farebbe soltanto beffe di lui, ed ha appoggiato un uomo COMPLETAMENTE diverso.

 

Questo è il mio pensiero, e fino a che la HBO non mi mostrerà il contrario resterò fedele ad esso.

 

Non ho altro da aggiungere sull'argomento, e non credevo mai che avrei sprecato tanto "inchiostro" su un personaggino come Renly.

 

Meno male che ormai arriva la sesta! <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Puntata vista. Non ho capito per quale motivo Gianlcua Grignan...Loras si ritrova a confabulare per un dopo Robert.

Così come veramente non mi è piaciuta la resa di Lysa. Tremenda, è una macchietta, non una persona.

Nido del'acquila... preferivo la descrizione data da Martin, con la salita impervia, etc, non come un carciofo.

Anche se le celle me le ero immaginate pure peggio <img alt=" />

 

Mi riviene in mente il commento del mio amico circa il fatto che ci siano due città in tutti i regni... effettivamente far vedere che nella valle c'era uno straccio di città, paese etc non mi sembra così sballato.

Così è difficile credere che si tratti di un territorio vasto e tutto sommato ben popolato come quello descritto.

 

Invece mi è piaciuta la scena aggiunta con Robert e Cersei. Da informazioni utili a chi non ha letto i libri, ed è stata ideata e recitata bene, mi è piaciuta. Anche le osservazioni sulle conseguenze di restare a guardare la razzia le ho trovate interessanti.

Link to post
Share on other sites

premesso che anche questa puntata mi è sembrata molto ben fatta, potevano concentrarsi di più sulle scene sulla Strada Alta con bronn e tyrion, oppure provare a far sembrare il torneo un vero torneo invece che una sagra della melanzana (jaime vs mastino o renly vs cappa bianca) invece che mettere la scena tra renly e loras, che oltre ad essere anacronistica rispetto ai libri fa sembrare renly una signorinella che ha paura del sangue (senza scendere in polemica, eh <img alt=" /> )

Link to post
Share on other sites

[...]

Loras è esile, ma con muscoli allenati e definiti. Lo stesso Bronn, o Oberyn..sono tipi magri, scattanti, perfettamente in grado di reggere una lancia da torneo pur senza avere il fisico di Conan il Barbaro o di Arnold. Il problema di Loras non è il 'braccino sottile'..semmai è il 'braccino morbido' <img alt=">

 

Vabbè, ma qui non si può chiedere l'impossibile a chi ha fatto il cast: prendere attori bravi, e non costosissimi, che fossero simili di aspetto o che dessero l'idea del personaggio, fargli imparare la parte e intanto procurargli fino alla muscolatura credibile per il ruolo, che uno non si crea certo in due settimane di palestra? Beh si, si può fare ma in quanto, con quanto?

Sui nudi visti finora, Khal Drogo non ha le gambe (nè il didietro) di uno che va a cavallo fin da lattante, e Theon, per quanto si vede che palestra ne ha fatta, non ha certo un fisico da arciere (bicipiti troppo 'tondi' poco trapezio etc). Sono comunque Drogo e Theon, come Loras è Loras...per me il sorrisetto arrogante di Finn fa molto più Cavaliere di Fiori di quanto lo disfacciano i muscoli in meno :P.

 

Nessuno trova improbabile la 'bellissima' Ros per nulla, proprio nulla sfatta, come se facesse palestra tutti i giorni anche lei e una vita più che sana? Pure quel lavoro porta ad avere un certo fisico ben definito, e già dopo uno o due anni...

Link to post
Share on other sites

Resta il fatto che più si procede, più si è dovuto utilizzare stratagemmi per far quadrare le situazioni, altrimenti diviene una serie unicamente per chi ha letto i libri.

Per fare questo utilizzano simpatiche chiaccherate tra i personaggi.

Sino ad ora, l'unico personaggio che mi ha sollevato qualche dubbio è Jaime, rapportato al libro ovviamente, perchè seppur perfetto e bravo (onore a lui), alternano troppo momenti di quella freddezza tipica dei primi libri, a quella sua umanità dei capitoli successivi.

Link to post
Share on other sites

Mah...onestamente devo dire che Jaime è il personaggio su cui ho maggiormente cambiato idea rileggendo le Cronache.

Anzi,devo dire che ha scalato la mia classifica di preferenze,piazzandosi davanti a tutti gli Stark (Ned e Arya compresi),e probabilmente anche a Tyrion.E di sicuro tra i personaggi più "dinamici" delle Cronache,e la sua evoluzione come personaggio è probabilmente la più intrigante da leggere,anche per il la verosimiglianza con cui Martin la descrive (sono sempre più convinto che una delle passioni dello Zio sia la psicologia... <img alt=" /> ).

Narrativamente parlando,penso che Jaime sia anche il personaggio che ci guadagna di più nel passaggio da non-PDV a PDV.

Premesso questo,dico che personalmente trovo l'interpretazione di Koster - Waldau davvero eccezionale,perfettamente aderente al Jaime strafottente del primo libro.Per me stacca nettamente Bean,e si colloca sullo stesso livello di Dinklage e della Williams

Link to post
Share on other sites

Non per niente in diversi sostengono che Jaime non è un personaggio ma una macchietta.

 

Forse in AGOT, da ACOK e soprattutto ASOS in avanti diventa sempre più IL personaggio delle Cronache, a livello di evoluzione narrativa e di approfondimento psicologico nessuno è ai suoi livelli, per il momento.

Link to post
Share on other sites

 

Che lo sappiano tutti è una tua supposizione, sono ben pochi coloro che ne parlano apertamente, io ricordo solo Baelish e Olenna.

 

http://www.labarriera.net/forum/index.php?showtopic=1755

 

Sul fatto che Renly abbia un certo seguito, il carisma non c'entra nulla. Viene scelto per tre motivi:

 

_ E' Baratheon

_ Non è sposato

_ E' il Lord di Capo Tempesta

 

Troppo giusto; inoltre è ovvio che avrà fatto le sue concessioni, avrà avuto i suoi incontri con i possibili sostenitori, avrà fatto intendere una cosa ad uno e un'altra al secondo... Il tutto è perfettamente compatibile con il personaggio presentato nella serie televisiva che non appare affatto stupido (non diabolico come Littlefinger, ma nemmeno "a fool" come il fratello). Ma ora mi verranno a dire che bisogna essere brutali e magari anche pelosi. Magari anche qualche rutto in pubblico aiuterebbe.

Link to post
Share on other sites

 

Si, da lanciabambini rotante diviene paladino della giustizia. Un vero approfondimento <img alt=" />

 

La fai davvero troppo semplicistica <img alt=" />

 

Mooolto semplicistica.

Intanto, fin dall'inizio, Jaime non è il malvagione della situazione e, allo stato attuale, non è questo paladino senza macchia. Inoltre, le sue azioni sono inizialmente dettate soprattutto da istintività (a causa di ciò che era), e in seguito diventa più riflessivo (per via di ciò che è).

Infine, questo mutamento dall'istintività alla riflessività (e anche la diversa visione delle medesime cose) è giustificato

dall'avvenimento traumatico e sconvolgente della perdita della mano della spada, che non è "soltanto una mano" ma rappresentava l'intera vita del guerriero Jaime, tutto ciò in cui si identificava. La perdita lo conduce ad uno stato di smarrimento del sè, all'offuscamento dei soliti punti di riferimento e, di conseguenza, alla necessità di ricostruire la propria identità su basi differenti.

 

Link to post
Share on other sites

Qualche idea su chi è il lord necrofilo? O è solo una riga buttata là per insistere su quanto sia viscido Petyr?

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...