Jump to content

THE WINDS OF WINTER: news e speculazioni


Recommended Posts

  • Replies 7.9k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

 

non è difficile scrivere un libro

 

 

<img alt=" />

 

 

Mah, io ci ho provato una volta e ho lasciato perdere. Certo, non sono uno che scrive da quando é ragazzino, né ho decenni di esperienza come scrittore/sceneggiatore alle spalle, ma anche cosí un libro come questo non deve essere assolutamente facile da realizzare.

Link to post
Share on other sites

A me sinceramente le sue ultime dichiarazioni fanno " ben sperare" ( ovviamente non nel senso " entro Natale avremo il libro" ) , però già il fatto che si renda conto che deve proseguire velocemente , che abbia paura di essere ripreso ( cose che ripete ad ogni intervista ) , che abbia diminuito impegni vari, che abbia rimandato Dunk e Egg sembrano "buone notizie".Adesso offendetemi pure perché sono una "giovincella" illusa <img alt=">

Link to post
Share on other sites

 

non è difficile scrivere un libro

 

 

<img alt=" />

 

se lo si fa per passione non vedo dove sia il difficile. io ne ho scritti 2, non ai livelli di martin ovviamente, ma se uno ha voglia di continuare la storia non perde tempo in cavolate e si dedica a finire un'opera incompiuta.

secondo me il suo ritardo non è da giustificare

Link to post
Share on other sites

 

 

non è difficile scrivere un libro

 

 

<img alt=" />

 

se lo si fa per passione non vedo dove sia il difficile. io ne ho scritti 2, non ai livelli di martin ovviamente, ma se uno ha voglia di continuare la storia non perde tempo in cavolate e si dedica a finire un'opera incompiuta.

secondo me il suo ritardo non è da giustificare

 

 

Non è che ce ne siano a bizzeffe di scrittori come Martin in giro. E' comprensibile arrabbiarsi per i tempi lunghi, ma il rispetto per il lavoro degli altri va messo sempre e comunque davanti a tutto, e dai.

Link to post
Share on other sites

 

Mah... io onestamente non l'ho proprio intesa in questo modo. Non ho trovato nulla in cui D&D siano così categorici.

 

Comunque in questa intervista (in cui parla sorattutto della serie TV) dice anche qualcosa sulla stesura di TWOW:

 

 

io ho letto questo

e avevo capito così

Link to post
Share on other sites

Proprio perché è un professionista e ama alla follia la sua "creatura" non si lascia intimorire dagli umori dei lettori. Anche perché sa benissimo che aspetteremo anche 20 anni per il finale <img alt=" />

 

si ma il problema è che lui 20 anni non li ha, tra poco muore e si permette pure di perdere tempo. mah...

Link to post
Share on other sites

 

Non è che ce ne siano a bizzeffe di scrittori come Martin in giro. E' comprensibile arrabbiarsi per i tempi lunghi, ma il rispetto per il lavoro degli altri va messo sempre e comunque davanti a tutto, e dai.

 

 

beh ci sono scrittori migliori di martin che sfornano libri di continuo, a me lui piace ma di certo non lo osanno. se proprio devo osannare qualcuno quello sarà solo stephen king

Link to post
Share on other sites

 

 

Non è che ce ne siano a bizzeffe di scrittori come Martin in giro. E' comprensibile arrabbiarsi per i tempi lunghi, ma il rispetto per il lavoro degli altri va messo sempre e comunque davanti a tutto, e dai.

 

 

beh ci sono scrittori migliori di martin che sfornano libri di continuo, a me lui piace ma di certo non lo osanno. se proprio devo osannare qualcuno quello sarà solo stephen king

 

ognuno lavoro secondo i propri tempi, Martin è il tipo che si mette a riscrivere pov precedenti perchè gli è venuta l'ispirazione, lui sa dove andare ma come arrivarci lo decide passo per passo, poi naturalmente tutti vogliamo che i libri escano il più velocemente possibile ma non a discapito della qualità, lui lavora così o si accetta la cosa o si legge altro perchè tanto a lui dei soldi non frega più di tanto quindi non abbiamo leve per poter velocizzare il suo lavoro

Link to post
Share on other sites

 

ognuno lavoro secondo i propri tempi, Martin è il tipo che si mette a riscrivere pov precedenti perchè gli è venuta l'ispirazione, lui sa dove andare ma come arrivarci lo decide passo per passo, poi naturalmente tutti vogliamo che i libri escano il più velocemente possibile ma non a discapito della qualità, lui lavora così o si accetta la cosa o si legge altro perchè tanto a lui dei soldi non frega più di tanto quindi non abbiamo leve per poter velocizzare il suo lavoro

 

beh non mi pare che l'ultimo suo libro fosse così perfetto eppure i suoi tempi lunghi li ha avuti. quindi non sempre i tempi lunghi sono sinonimo di qualità.

ovviamente io non sto ad aspettare lui, non mi mancano di certo i libri da leggere, a me infastidisce che ci metta troppo tempo. poi pazienza, vorrà dire che vedremo la fine del libro scritto da un altro come è successo per la ruota del tempo

Link to post
Share on other sites

Ma davvero stiamo parlando della morte di Martin <img alt="> ? Al di là del cattivo gusto di riprendere questo tema ogni due per tre, ma sembra quasi che si stia parlando di un ultranovantenne con l'alzhaimer quando invece si tratta di una persona di 65 anni. A 65 anni, vivendo in un Paese occidentale benestante si può tranquillamente campare fino a 80 anni, se non di più. Questa stramba idea che Martin sia con un piede nella fossa è del tutto irrazionale.

 

E poi non sono passati nemmeno due anni da ADWD, onestamente non vedo che pretese si possano avere a questo punto, anche perchè Martin ha comunque dato un taglio ai suoi progetti e sta partecipando a molti meno viaggi e convegni di qualche anno fa. Con l'incentivo della serie TV poi non credo dovremo più aspettare 6 anni per un libro.

Link to post
Share on other sites

Il problema è che Martin non è più un professionista. E' un pensionato. Un ricco pensionato.

Non ha problemi di soldi e scadenze con gli editori: si gestisce come vuole.

Scrive per divertimento e, a 65 anni, non vuole passare le giornate seduto alla scrivania a scrivere, o rinunciare agli altri interessi che ha. Dal suo punto di vista è comprensibilissimo.

Il suo scopo è scrivere un'opera monumentale e di alta qualità: è un perfezionista, e anche questo non favorisce la velocità.

 

La serie tv lo spinge a scrivere più in fretta? No. Anche negli anni precedenti c'erano centinaia di migliaia di fans che lo imploravano di scrivere più in fretta, lo insultavano e maledivano. Non gliene è mai importato nulla. Ed era pure più giovane.

Tra l'altro, sia Martin che la HBO sanno che faranno in tempo per il sesto libro e che non faranno mai in tempo per il settimo, quindi c'è poco da accellerare.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

  • Member Statistics

    • Total Members
      5,893
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Carlo67
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,153
    • Total Posts
      752,182
×
×
  • Create New...