Jump to content

Serie A 2014-2015


Albert Stark

Recommended Posts

Mamma mia che bella squadra la Roma. Sarei molto contento se facesse meglio dell'anno scorso diciamo così :)

 

Non mi convincono i 4 centrali (specie se Benatia continua a rompere le scatole e Balzaretti è un mediocre terzino ormai, figuriamoci in mezzo)

 

Il centrocampo è veramente ottimo. Ho sempre adorato Pjanic e pure Strootman è un enorme talento, se riescono a tenerlo

 

E spero davvero che Destro e Florenzi restino in squadra, come titolari almeno di quei 13-14 che giocheranno le maggiori partite

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.1k
  • Created
  • Last Reply

Ma la stagione non è 2014/2015?

:P

 

Si si, appena potrà un moderatore cambierà il titolo xD

 

Forse volevo restare inconsciamente legato al passato e rifarmi una stagione come l'ultima con DaiDaiDai in panchina...o forse no <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Totti è importantissimo per i meccanismi della squadra, ma è ovvio che non può giocare tutte le partite...e lui lo sa bene. Fino a due anni fa riusciva a giocare anche 90 minuti, mentre dall'altr'anno ne riesce a fare a malapena 60-70...è normalissimo. Anche Florenzi (che a me piace molto e spero davvero non se ne vada) non riesce mai a giocare una partita intera. Quindi ben vengano assolutamente i rinforzi di giocatori giovani e freschi. Mi fanno pensare alcuni giocatori, invece...per esempio spero che Maicon giochi ai livelli del 2013-2014, ora che i Mondiali sono passati...
Il caso costruito su Benatia non so quanto sia gonfiato dai giornali (almeno quelli che parlano di una mancanza di voglia da parte del difensore di rimanere a Roma) e per quanto riguarda Ljajic, dovrebbe essere in partenza...
Abbiamo speso tanto e ora bisogna pareggiare i conti.

Link to post
Share on other sites

Il caso costruito su Benatia non so quanto sia gonfiato dai giornali (almeno quelli che parlano di una mancanza di voglia da parte del difensore di rimanere a Roma) e per quanto riguarda Ljaijc, dovrebbe essere in partenza...

Abbiamo speso tanto e ora bisogna pareggiare i conti.

 

Se anche dovesse andar via Ljajic, arriverebbe un sostituto (probabilmente Ferreira Carrasco dal Monaco).

 

Il caso Benatia esiste davvero. E' una questione esclusivamente di soldi: lo scorso anno, Sabatini, aveva promesso un adeguamento del contratto, ma non avevano parlato della cifra. A fine anno, Sabatini ha proposto un 30/40% in più, mentre il giocatore vuole quasi il doppio.

Il fatto è che ci sono squadre europee che gli offrono più del doppio di quanto prende ora alla Roma.

 

Sabatini ha fatto la famosa conferenza dove non ha detto niente al giocatore, ma ha attaccato di brutto il procutore (che ha solo Benatia come giocatore decente), dandogli anche del "cantastorie/menestrello", e affermando più volte, provocatoriamente, di non venderlo a meno di 61 milioni (anche perchè il giocatore ha un contratto lungo con la Roma).

 

La realtà è che di fronte ad un'offerta superiore ai 35 milioni, il giocatore potrebbe partire (anche se probabilmente c'è un limite temporale dopo il quale credo non se ne farebbe comunque niente).

 

In ogni caso, le ultime notizie parlano di un colloquio con Pallotta nella notte e un netto aumento delle possibilità che rimanga.

Link to post
Share on other sites

non sto a ripetere chi è la favorita per me dato che nell'altro topic l'ho già scritto 3000 volte <img alt=" />

 

concordo con il mio fratello(in quanto figli del diavolo :) ) albert su inzaghi..ho una buonissima sensazione e spero con tutto il cuore che galliani(che adora pippo) e berlusconi gli facciano un buon mercato..abbiamo dei giovani da crescere con i giusti valori sull'esempio di de sciglio(e non di quell'altro)

el sha è la nostra luce nel tunnel..sono contento di alex e rami che finalmente(si spera) ci garantiranno un po' di presenza aerea..

davanti menez non mi fa impazzire ma chi può dirlo..magari mi fa 20 gol <img alt=" />

spero per la fascia sinistra in uno tra santon(altro italiano) e criscito...l'attaccante esterno vorrei fosse uno già pronto(nani o lavezzi o il mio sogno isco) ma bisogna accontentarsi di quello che passa il convento..

mi stupisco come non pensino mai al centrocampo..vabbè..però inzaghi ha già intuito tutto..saponara e poli saranno delle ottime mezz'ali..gamba,inserimenti e intensità..

mi piacerebbe molto honda(piedi buoni ma lento) in mezzo al campo..chissà che non abbiamo già il regista in casa..secondo me è nelle sue corde e può ripetere(coi dovuti paragoni) il percorso di pirlo..

 

sono strafelice che il tasso sia rimasto..per il resto..albertini for president <img alt=" />

Link to post
Share on other sites

Su De Sciglio secondo me lui a sinistra è addirittura meglio che a destra...se arriva un buon terzino (anche un Darmian o Santon ad esempio) ben venga, ma sennò non mi fascio la testa se resta Abate con un contratto adeguato

 

Honda credo sarà provato a centrocampo, e come play (vista l'assenza di Montolivo) se Cristante continua a fare un pre-campionato ottimo avrà la sue chance credo...ma un centrocampista arriverà secondo me

 

Così come arriverà un esterno destro...anche io vorrei Isco (o Di Maria) ma purtroppo è fuori mercato per noi, credo alla fine sarà uno tra Cerci-Lavezzi-Lamela

Link to post
Share on other sites

Dal Milan non mi aspetto grandi cose perchè siamo un po' all'anno 0, però spero che finalmente venga realmente messo in funzione il famoso "progetto-giovani" di cui tanto Galliani favoleggia negli ultimi anni (e sul quale anche la Barbara sembra essere d'accordo). Secondo diversi osservatori il Milan è quello che ultimamente si sta muovendo meglio nel mercato giovanile ma se guardiamo ai risultati concreti fin'ora non c'è che da essere più di tanto soddisfatti; Petagna è stato sborognato al Latina, a Cristante sono state date pochissime chance e ad El-Shaarawi è bastato un mezzo anno negativo per essere messo in discussione (quelle dell'anno scorso non lo considero nemmeno). C'è poi il "caso" Mastour che è da tenere d'occhio per bene, perchè chiaramente non potrà stare in prima squadra per tutta la stagione (ha 16 anni) ma che potrebbe essere inserito di tanto in tanto, giusto per abituarlo per gradi ai ritmi della serie A sperando che non sia un bluff costruito solo per essere venduto alla prima occasione.

Link to post
Share on other sites

 

Il caso costruito su Benatia non so quanto sia gonfiato dai giornali (almeno quelli che parlano di una mancanza di voglia da parte del difensore di rimanere a Roma) e per quanto riguarda Ljaijc, dovrebbe essere in partenza...

Abbiamo speso tanto e ora bisogna pareggiare i conti.

 

Se anche dovesse andar via Ljajic, arriverebbe un sostituto (probabilmente Ferreira Carrasco dal Monaco).

 

Il caso Benatia esiste davvero. E' una questione esclusivamente di soldi: lo scorso anno, Sabatini, aveva promesso un adeguamento del contratto, ma non avevano parlato della cifra. A fine anno, Sabatini ha proposto un 30/40% in più, mentre il giocatore vuole quasi il doppio.

Il fatto è che ci sono squadre europee che gli offrono più del doppio di quanto prende ora alla Roma.

 

Sabatini ha fatto la famosa conferenza dove non ha detto niente al giocatore, ma ha attaccato di brutto il procutore (che ha solo Benatia come giocatore decente), dandogli anche del "cantastorie/menestrello", e affermando più volte, provocatoriamente, di non venderlo a meno di 61 milioni (anche perchè il giocatore ha un contratto lungo con la Roma).

 

La realtà è che di fronte ad un'offerta superiore ai 35 milioni, il giocatore potrebbe partire (anche se probabilmente c'è un limite temporale dopo il quale credo non se ne farebbe comunque niente).

 

In ogni caso, le ultime notizie parlano di un colloquio con Pallotta nella notte e un netto aumento delle possibilità che rimanga.

 

 

Sì, la situazione la conoscevo e naturalmente la probabilità che Benatia vada via esiste. Mi riferivo a quegli articoli che parlano di una presunta rottura con la società e il presidente e di una mancanza totale di voglia da parte di Mehdi di rimanere alla Roma...mentre altri articoli di giornale dipingono una situazione molto più rosea (non ultimo quello che parla di un incontro colloquiale tra Benatia e Pallotta, che si sarebbe risolto in battute e sorrisi). Insomma, come al solito c'è chi dice bianco e chi dice nero.

Comunque per ora Benatia ha dichiarato che rimarrà alla Roma (gazzetta.it)...ma è ancora tutto da vedere, il mercato è lungo.

Link to post
Share on other sites

non sto a ripetere chi è la favorita per me dato che nell'altro topic l'ho già scritto 3000 volte <img alt=" />

 

concordo con il mio fratello(in quanto figli del diavolo :) ) albert su inzaghi..ho una buonissima sensazione e spero con tutto il cuore che galliani(che adora pippo) e berlusconi gli facciano un buon mercato..abbiamo dei giovani da crescere con i giusti valori sull'esempio di de sciglio(e non di quell'altro)

el sha è la nostra luce nel tunnel..sono contento di alex e rami che finalmente(si spera) ci garantiranno un po' di presenza aerea..

davanti menez non mi fa impazzire ma chi può dirlo..magari mi fa 20 gol <img alt=" />

spero per la fascia sinistra in uno tra santon(altro italiano) e criscito...l'attaccante esterno vorrei fosse uno già pronto(nani o lavezzi o il mio sogno isco) ma bisogna accontentarsi di quello che passa il convento..

mi stupisco come non pensino mai al centrocampo..vabbè..però inzaghi ha già intuito tutto..saponara e poli saranno delle ottime mezz'ali..gamba,inserimenti e intensità..

mi piacerebbe molto honda(piedi buoni ma lento) in mezzo al campo..chissà che non abbiamo già il regista in casa..secondo me è nelle sue corde e può ripetere(coi dovuti paragoni) il percorso di pirlo..

 

sono strafelice che il tasso sia rimasto..per il resto..albertini for president <img alt=" />

 

non capisco come già a luglio si possa parlare di squadre favorite per lo scudetto, a mercato aperto e senza neanche il calendario pronto ...

 

a Roma dicono "Roma da scudetto" ... ma lo dicono TUTTI GLI ANNI ...

 

a Napoli da qualche tempo stessa musica

 

Milan e Inter partono sempre per vincere tutto

 

la Juve è campione in carica ma ha un Conte in meno ... basta per dire che si è ridotto il gap ? ma QUALE GAP ? ogni anno si riparte da zero, anche con Conte in panchina la Juve non sarebbe stata meglio piazzata che senza

 

secondo me ci saranno un numero imprecisato di squadre (il mercato è aperto, le rose sono tutte un "work in progress") che partiranno per provarci, per me sono tutte sullo stesso piano : Juve, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Milan

 

più staccate ma con possibili sorprese Parma, Lazio, Torino, Verona, Udinese, Sampdoria, Atalanta e Genoa potrebbero lottare per l'Europa ... potrebbero ... vedo difficile che una di queste si proponga per la lotta al vertice

 

Cagliari, Chievo, Sassuolo e le tre neopromosse Palermo-Empoli-Cesena non le vedo altro che in lotta per non retrocedere ... magari potrebbe aggiungersi qualche delusione illustre ...

Link to post
Share on other sites

 

 

ma QUALE GAP ? ogni anno si riparte da zero, anche con Conte in panchina la Juve non sarebbe stata meglio piazzata che senza

 

secondo me ci saranno un numero imprecisato di squadre (il mercato è aperto, le rose sono tutte un "work in progress") che partiranno per provarci, per me sono tutte sullo stesso piano : Juve, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Milan

 

 

Per capire i rapporti di forza tra le squadre, il termine di paragone va fatto sempre con la stagione precedente.

 

Per esempio, non ha senso pensare che le milanesi, che sono arrivate a 40/50 punti dallo scudetto, e 25/30 punti dal secondo posto, possano competere per il titolo, con squdre che l'anno scorso gli hanno dato svariate decine di punti.

 

Se la differenza fosse stata di una manciata di punti, allora ci sarebbe incertezza, ma con lo squilibrio di forza evidenziato lo scorso anno, il riavvicinamento sarebbe possibile se facessero un mercato sensazionale che ne aumenti clamorosamente la forza, con le altre squadre che rimangono sostanzialmente ferme, ma non è questo il caso, perchè è risaputo che le milanesi hanno anche meno di soldi da immettere sul mercato di Juve, Roma e Napoli.

Link to post
Share on other sites

 

 

 

ma QUALE GAP ? ogni anno si riparte da zero, anche con Conte in panchina la Juve non sarebbe stata meglio piazzata che senza

 

secondo me ci saranno un numero imprecisato di squadre (il mercato è aperto, le rose sono tutte un "work in progress") che partiranno per provarci, per me sono tutte sullo stesso piano : Juve, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Milan

 

 

Per capire i rapporti di forza tra le squadre, il termine di paragone va fatto sempre con la stagione precedente.

 

Per esempio, non ha senso pensare che le milanesi, che sono arrivate a 40/50 punti dallo scudetto, e 25/30 punti dal secondo posto, possano competere per il titolo, con squdre che l'anno scorso gli hanno dato svariate decine di punti.

 

Se la differenza fosse stata di una manciata di punti, allora ci sarebbe incertezza, ma con lo squilibrio di forza evidenziato lo scorso anno, il riavvicinamento sarebbe possibile se facessero un mercato sensazionale che ne aumenti clamorosamente la forza, con le altre squadre che rimangono sostanzialmente ferme, ma non è questo il caso, perchè è risaputo che le milanesi hanno anche meno di soldi da immettere sul mercato di Juve, Roma e Napoli.

 

 

nel 2010/2011 la Juve è arrivata settima con 58 punti, a -24 dal Milan campione

 

secondo il tuo ragionamento, non avrebbe avuto senso all'inizio della stagione successiva pensare che la Juve avrebbe potuto competere per il titolo ...

 

nel 2011/2012 la Juve ha vinto lo scudetto con 84 punti ...

Link to post
Share on other sites

 

 

 

 

ma QUALE GAP ? ogni anno si riparte da zero, anche con Conte in panchina la Juve non sarebbe stata meglio piazzata che senza

 

secondo me ci saranno un numero imprecisato di squadre (il mercato è aperto, le rose sono tutte un "work in progress") che partiranno per provarci, per me sono tutte sullo stesso piano : Juve, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Milan

 

 

Per capire i rapporti di forza tra le squadre, il termine di paragone va fatto sempre con la stagione precedente.

 

Per esempio, non ha senso pensare che le milanesi, che sono arrivate a 40/50 punti dallo scudetto, e 25/30 punti dal secondo posto, possano competere per il titolo, con squdre che l'anno scorso gli hanno dato svariate decine di punti.

 

Se la differenza fosse stata di una manciata di punti, allora ci sarebbe incertezza, ma con lo squilibrio di forza evidenziato lo scorso anno, il riavvicinamento sarebbe possibile se facessero un mercato sensazionale che ne aumenti clamorosamente la forza, con le altre squadre che rimangono sostanzialmente ferme, ma non è questo il caso, perchè è risaputo che le milanesi hanno anche meno di soldi da immettere sul mercato di Juve, Roma e Napoli.

 

 

nel 2010/2011 la Juve è arrivata settima con 58 punti, a -24 dal Milan campione

 

secondo il tuo ragionamento, non avrebbe avuto senso all'inizio della stagione successiva pensare che la Juve avrebbe potuto competere per il titolo ...

 

nel 2011/2012 la Juve ha vinto lo scudetto con 84 punti ...

 

 

Non lo dico soltanto io, ma anche, da sempre, tutti gli allenatori e gli addetti ai lavori (lo ripetono sempre, e direi che il loro pensiero conta), e tutti i giornalisti sportivi. Lo pensano anche i bookmakers quando fanno le quote (basta andare a vedere: mettono come favorite per la vittoria Juve, Roma e Napoli, esattamente nell'ordine in cui si sono posizionate lo scorso campionato, e poi tutte le altre molto distanziate).

Quindi, non è una mia idea, è l'idea di tutti, da quando è nato il calcio.

 

Per andare al tuo esempio, il Milan quest'anno è arrivato a -45 dalla Juve, e a -28 dalla Roma (che ha smesso di giocare nelle ultime partite).

Sono distanze enormi. Tra l'altro, non mi pare per niente che il Milan (o l'Inter o la Fiorentina) si sia rinforzato molto più delle tre squdre che gli hanno dato tutti quei punti, anzi.

Se non sbaglio, la Juve che vinse il primo scudetto, fece un mercato eccellente, prendendo un ottimo allenatore (Conte) e giocatori forti (Pirlo, Vidal, Vucinic, Lichtsteiner...).

 

E' ovvio che se una delle squadre che ha preso decine di punti quest'anno prendesse Messi, Ronaldo, Thiago Silva e Iniesta, la classifica dello scorso anno conterebbe meno. Ma se il mercato non crea grandi squilibri, è altrettanto ovvio che bisogna guardare alla stagione precedente per pensare ai rapporti di forza.

Link to post
Share on other sites

gli addetti ai lavori parlano di probabilità, non di certezze ...

 

Anche i bookmakers.

Tutto nell'Univero funziona a probabilità.

 

Quello che nego, è la tua idea che non si debba parlare di gap, che tutto si riazzera, si riparte sullo stesso piano, e il passato recente non conta.

 

Se io e te giochiamo a tennis per nove mesi, e mi batti sempre con punteggi tipo 6-3 6-1, non è che se dopo tre mesi torniamo a giocare, si può pensare che ripartiamo sullo stesso piano: tu rimarresti nettamente favorito, perchè hai dimostrato di essere molto più forte.

 

Se invece i nostri incontri finivano con punteggi tipo 6-4 5-7 7-6, allora sarebbe più difficile stabilire chi è favorito, perchè si è talmente vicini che bastano dei particolari minimi a cambiare le gerarchie.

Il recente passato avrebbe meno importanza anche se in quei nove mesi avessimo giocato entrambi con le racchette di legno, e quando ci incontriamo di nuovo, tu hai ancora una racchetta di legno, e io ne ho comprata una in grafite da mille euro; oppure se tu ti presenti in campo con una distorsione alla caviglia.

Link to post
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.


×
×
  • Create New...