Lo Schiavista

M5S odissea nello spazio

Recommended Posts

Lo Schiavista    705

A distanza di due anni dall'insediamento del movimento in Parlamento credo sia il caso di tracciare un bilancio dei "pentastellati" ..

E' difficile individuare da dove cominciare ( ed essere anche poco prolissi) quindi proviamo:

 

In questa legislatura il gruppo m5s è quello che ha subito più defezioni ( 40 deputati e senatori circa) . Qui iniziano le prime domande. Considerato che la "MISSIONE" comune era sposata da ogni singolo parlamentare e che a sentir loro mai avrebbero abbandonato il movimento rimanendo in Parlamento ( ovviamente per alcuni non è stato cosi) ci si aspettava una compatezza quanto mai risoluta salvo scoprire puntualmente che tra le diverse anime i contrasti erano parecchio accesi. Le dimissioni e relative espulsioni del Movimento sono tra il tragico e l'osceno. In alcuni casi sono state votate dai Parlamentari ( come da statuto) in altri invece bypassando la regola in maniera sistematica. Alcuni casi sono assurdi ed eclatanti ( tipo quello del parlamentare cacciato perchè poco presente tramite un documento di una minoranza di attivisti del M5s ..risultato presenza oltre l'80% e documento smentito dalla stessa minoranza che lo avrebbe sottoscritto..ma l'effetto non cambia fuori !!!) .

In maniera simile altri si sono dissociati ( anche con argomentazioni molto molto incisive) e prontamente "purgati" dal partito ancor prima di dimettersi ... e la "causa comune" è una sola , mascherata da ragioni inesistenti , aver "osato" criticare la strategia sia mediatica che politica di Grillo e Casaleggio..

Per un partito che si professa libero , trasparente ( con le tanto sbandierate consultazioni via web degli attivisti) affrontare le critiche anche interne ( sopratutto interne perchè slegate da interessi di partito ma tese esclusivamente alla crescita del Movimento stesso) credo siano il pane quotidiano e arroccarsi dietro le idee del "duo" fino alla morte a costo di cacciare chi non si allinea equivale a professarsi simile al Partito Comunista Cinese ...

 

Senza entrare nello specifico delle strategie ( sarebbe troppo politichese come visione) tracciamo sommariamente quanto i "cittadini" e le "cittadine" si erano prefissi ...( inciso sui "cittadini" la scena della Lombardi che riprende Crimi per avergli dato dell'onorevole in conferenza stampa è pressochè ridicola) :

 

- Distruzione di tutti i partiti;

- Uscita dall'Euro;

- Politica energetica autosufficiente;

- Reddito di CIttadinanza;

Sicuramente sulle prime due l'onda emotiva dello sfascio italico ha contribuito non poco a far lievitare i consensi per Grillo & c. anche se nel secondo punto non era tracciata una "stratagia" post Euro seria ( gli altri due punti sono forse troppo tecnici quindi evitiamo di approfondirli) ..

 

Le scelte politiche e strategiche sono state disastrose sin dal macato appoggio al governo Bersani ( quando il PD era disposto a calarsi le braghe e il m5s ottenere molto di quello che aveva promesso ) fino ai passaggi istituzionali importanti ( emblematiche le due elezioni del Pdr) .

Come percore rinchiuse o autorinchiuse nel loro recinto dal "buon pastore" che con il bastone indica la via..

E la rivoluzione ?? E l'innovazione ?? l'Italia che deve essere cambiata??

Nessuno può pensare di soverchiare un regime partitico autoescludendosi a priori da qualsiasi confronto..come si può pensare di smontare pezzo pezzo le cose che non vanno bene e ci si incaponisce su quella linea...tanto vale promuovere un golpe militare che forse aveva più senso in termini di rivoluzione ..La tanto vituperata logica di " un uomo solo al comando" che per vent'anni ha caratterizzato Berlusconi ( e in maniera minore altri partiti ad personam modello Italia dei Valori) criticata , osteggiata , combattuta come fosse una "guerra santa" si è trasformata in una " coppia al comando" Grillo e Casaleggio spesso in contrasto anche tra loro..è solo una trasformazione di potere da unilaterale e bilaterale..

Il sindaco di Parma continua a lanciare segnali preoccupanti ed è tacciato come "rivoluzionario" ( quando fu eletto fu paragonato a Napoleone Bonaparte liberatore della Francia e dell'Europa) ..possibile ??

La rivolta del popolo si sta trasformando in una "lotta dell'unicum" delle sue idee imposte ai suoi raprresentanti con le buone o con le cattive..

Le sceneggiate via streaming vs Bersani , Letta ecc ecc sono quello che rimane di un'ideale che si è trasformato in una vera e propria utopia forse GRILLO stesso ne era consapevole ma , quale animale da palcoscenico quale lui è, ha tentato una mossa tanto teatrale quanto impossibile .. o meglio possibile solo non esiliando il M5s in qualche isoletta sperduta del Pacifico ma mettendolo al centro della vita politica Italiana..

8,7 MILIONI DI VOTI ALLA CAMERA

7,4 MILIONI DI VOTI AL SENATO

( 109 deputati e 54 senatori) buttati nel water ..traditi gli italiani che ci avevano creduto , che gli avevano dato fiducia.."arredendetevi siete circondati" per produrre:

 

  • La legge Micillo ( a rimorchio del PD)
  • La clausola contro gli "affitti d'oro;

Se questa è una rivoluzione moriremo democristiani sicuramente e con onore aggiungo.

Come tradurre tutti questi discorsi in una sola parola ..facile facile ..

 

FALLIMENTO !!!

 

Sicuramente molti non saranno d'accordo con questa analisi e sopratutto con questo finale ma da elettore ( Comunali e Europee) del M5S mi ritengo preso in giro , oltraggiato , deriso , deluso da un partito "liquido " che si è liquefatto (scusate il gioco di parole) e da una persona autoelevatasi a Messia ma che non è neanche l'ultimo dei suoi Discepoli..

 

Parafrasando un motto per la giornata della memoria.. MAI PIU' !!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lyra Stark    1,788

Personalmente ho cercato varie volte di mettermi nei panni di un elettore del M5S e capisco che vi sentiate presi per i fondelli.

Di sicuro quando si sono presentati alle elezioni i Cinque Stelle rappresentavano qualcosa di diverso, nuovo e nelle intenzioni pulito rispetto al solito. Avevano un grandissimo potenziale, e molte volte avrebbero potuto essere determinanti, salvo mancare sempre l'occasione.

Aldilà delle azioni sul piano politico e dei giudizi, la cosa che trovo inconcepibile è che i parlamentari che sono stati eletti si ritrovino costantemente a venire imboccati dall'alto, da persone che non hanno ricevuto alcun incarico da parte dei cittadini! E se per caso osano contraddire o ribellarsi a questa politica, diciamo anche solo a pensare con la propria testa, finiscono puntualmente sbattuti fuori, offesi, denigrati e attaccati.

Grande prova per un movimento che si proponeva come l'unico trasparente, indipendente e che faceva di "uno vale uno" il proprio motto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Shiera Blackfyre    1,220

L'ho sempre considerato un partito che cavalcasse l'onda emotiva di scontento generale, che fondasse più le sue basi sulla contestazione che ad attuare scelte politiche atte a cambiare la situazione (o comunque a provarci).
Nel momento in cui le urla sono finite sono emersi i problemi concreti e anche loro sono entrati nel novero del "tanto sono come quelli prima di loro".

Non vi nego che abbia preso in considerazione di votare M5S alle Comunali perché conosco personalmente parte del gruppo, ragazzi pieni di passione e vogliosi di fare, amici da una vita ma alla fine ho votato ciò in cui realmente credevo.

Grillo e Casaleggio poi non sono certo un bel lasciapassare, mi repellono ogni volta che aprono bocca al pari di altri personaggi politici di vari schieramenti.

Mi spiace moltissimo perché parte della base è composta da persone veramente consapevoli dei problemi dell'Italia (non faccio parte del gruppo di persone che reputa i grillini in toto come degli urlatori che non sanno dire altro che sveglia!!111111) ma quello secondo me non è proprio il partito adatto per cambiare le cose, sempre che si vogliano cambiare...ormai quotidianamente sto riscontrando una rassegnazione e un'apatia generale che non mi fanno sperare nulla di buono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ombra Lunare    211

La guerra è pace

La libertà è schiavitù

L'ignoranza è forza

 

Duri e puri protettori della Costituzione non avevano alcuna benché vaga idea dei valori costituzionali.

Un parlamentare deve agire negli interessi di tutta la nazione.
Le persone che hanno votato PD non sono elettori di serie B.
L'alleanza con Bersani era nei migliori interessi del Paese, ma M5S ha elevato il proprio Non-Statuto al titolo più alto della Carta Costituzionale, salvo poi fare scenate imbarazzanti per la protezione della suddetta Costituzione.
Ho da sempre trovato spaventoso e preoccupante l'esercizio di bipensiero pentastellato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo Schiavista    705

 

La guerra è pace

La libertà è schiavitù

L'ignoranza è forza

 

Duri e puri protettori della Costituzione non avevano alcuna benché vaga idea dei valori costituzionali.

Un parlamentare deve agire negli interessi di tutta la nazione.
Le persone che hanno votato PD non sono elettori di serie B.
L'alleanza con Bersani era nei migliori interessi del Paese, ma M5S ha elevato il proprio Non-Statuto al titolo più alto della Carta Costituzionale, salvo poi fare scenate imbarazzanti per la protezione della suddetta Costituzione.
Ho da sempre trovato spaventoso e preoccupante l'esercizio di bipensiero pentastellato.

 

 

Qui è iniziato il mio disaccordo..

ho tentato di farlema piacere la scelta..ho dato sempre un'altra possibilità..ma adesso veramente basta..il taetrino dell'ultima elezione del PdR ha fatto traboccare il vaso ( leggere poi sul Blog che Grillo è moderatamente soddisfatto per l'elezione di Mattarella mi ha fatto andare fuori di testa!!) ...

Mi dispiace per i tanti che ci credono ma che , al momento , vengono solo usati per scopi che mi sembrano oscuri...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Shiera Blackfyre    1,220

Da che mondo e mondo la politica è fatta di compromessi, bisogna venire a patti senza ovviamente snaturare in toto i propri ideali ma è utopistico pensare ad un politica scevra da accordi fra partiti anche di fazioni opposte.
Sui temi fondamentali per la società in democrazia è necessaria la collaborazione fra le parti, non il mero ostracismo.

Tralascio le figure barbine sulla Costituzione, avevo le braccia a terra...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lyra Stark    1,788

Da che mondo e mondo la politica è fatta di compromessi, bisogna venire a patti senza ovviamente snaturare in toto i propri ideali ma è utopistico pensare ad un politica scevra da accordi fra partiti anche di fazioni opposte.

Sui temi fondamentali per la società in democrazia è necessaria la collaborazione fra le parti, non il mero ostracismo.

 

Millemila minuti di applausi!

Anche perchè democrazia significherebbe proprio questo, non qualcuno che fa calare le decisioni dall'alto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GIL GALAD    430

Molto ma molto deludente il loro operato in questi due anni. Tranne forse aver avuto un ruolo importante nella decadenza dal Senato di Berlusconi altre vittorie io non le ricordo. E' impossibile ottenere risultati se non giochi le partite e ti sporchi la maglietta. Hanno perso il treno da subito quando potevano tenere per le pa**e un possibile governo Bersani e contribuire ad eleggere al Colle Prodi, dopodiché si sono concentrati su sciocchezze che ai cittadini non fregano nulla come scontrini, partecipazioni in TV, direttori ed espulsioni senza senso. Avrebbero potuto insinuarsi e mutare il corso degli eventi politici ma non lo hanno fatto e voluto fare, il sistema si cambia e lo si rivolta come un calzino dall'interno e non stando immobili alla finestra e non toccando nulla in modo schizzinoso per paura di contaminarsi. Così facendo hanno raggiunto solo l'inconcludenza e l'irrilevanza. Voto: 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Smilla    158

Io all'inizio avevo creduto che potessero portare un qualche cambiamento - li ho pure votati. Però ecco mi trovo d'accordo con quando scritto fin'ora. Soprattutto c'è stata una scarsissima preparazione politica da parte dei membri del M5S, a fonte di ideali condivisibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Manifredde    351

A me é sempre parso un partito che non aveva altro fine realistico se non quello di creare continua agitazione nello scenario politico, obbligando gli altri a dover rendere conto di alcuni comportamenti deplorevoli ma ormai accettati come normali. Non l'ho mai visto un partito fatto per governare, né come ispirazione né come capacitá. Avrebbe dovuto avere il seguito giusto per poter mantenere questo ruolo, ma non troppo da compromettere la governabilitá.

Inoltre ha puntato tutto su una purezza etica che non ha (ovviamente) potuto mostrare: dovrebbero approfittarne per apprendere la lezione di umiltá e reinventarsi con atteggiamento piú costruttivo.

 

O, in alternativa, ambire all'unica altra cosa a cui sembrano destinati: la rivoluzione, quella vera (se il consenso dovesse crescere abbastanza).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo Schiavista    705

A me é sempre parso un partito che non aveva altro fine realistico se non quello di creare continua agitazione nello scenario politico, obbligando gli altri a dover rendere conto di alcuni comportamenti deplorevoli ma ormai accettati come normali. Non l'ho mai visto un partito fatto per governare, né come ispirazione né come capacitá. Avrebbe dovuto avere il seguito giusto per poter mantenere questo ruolo, ma non troppo da compromettere la governabilitá.

Inoltre ha puntato tutto su una purezza etica che non ha (ovviamente) potuto mostrare: dovrebbero approfittarne per apprendere la lezione di umiltá e reinventarsi con atteggiamento piú costruttivo.

 

O, in alternativa, ambire all'unica altra cosa a cui sembrano destinati: la rivoluzione, quella vera (se il consenso dovesse crescere abbastanza).

 

Il consenso sarebbe cresciuto qualora avessero dimostrato "almeno" qualcosa ....

Share this post


Link to post
Share on other sites
GIL GALAD    430

Il problema principale è che a parte forse un paio di persone, Di Maio ad esempio, tutti i parlamentari sono un disastro. Non c'è selezione della classe politica tramite il web e preparazione soprattutto. I grandi vecchi partiti avevano i loro difetti ma erano delle formidabili scuole politiche, qui invece arrivano persone per carità oneste ma totalmente allo sbaraglio. Non è che oggi gli altri partiti abbiano personale politico di livello, ma almeno sono scafati e furbi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

premesso che imho il loro substrato ideologico è abbastanza delirante (Casaleggio e altri wtf) e che il loro programma è per il 75% velleitario e irrealizzabile,giudico questo primo periodo del M5S come un pari e patta. I pro e i contro - cerco di compiere l'analisi dal loro punto di vista - si elidono a vicenda.

 

PRO

- accanto ai prevedibili e pronosticabili casi umani, si sono fatti notare una decina di parlamentari di buon livello, capaci e che dimostrano che non tutti i grillini sono oscuri mezze tacche emerse dal nulla cosmico delle loro primarie

- con il loro atteggiamento da duri e puri hanno perso una quota di elettori (quelli propensi al compromesso e che speravano in un atteggiamento più concreto), ma credo abbiano cementato lo zoccolo duro di fedeli. Per recuperare i delusi dell'antipolitica c'è tempo, se Renzi fallisce e Salvini non decolla è possibile un ritorno alle percentuali delle passate elezioni

- il loro atteggiamento intransigente e inquisitorio credo abbia un po' contribuito al mutamento di alcuni atteggiamenti e comportamenti poco onesti e trasparenti da parte delle altre forze politiche

- continuano ad essere importanti per incanalare rabbia, frustrazione, tensione sociale ed evitare che questo sfoci in comportamenti violenti

 

CONTRO

- per loro errori strategici- madornali e ripetuti - e abilità dalla Ka$ta si sono ridotti all'irrilevanza politica.

- Grillo tiranneggia a tutto spiano; per un partito che fa della democrazia diretta un suo caposaldo, non è il massimo.

- l'effetto novità sta per finire, se non fanno qualcosa di rilevante o d'impatto, o se non si va alle elezioni nel breve, visto che non hanno storia, struttura o poteri forti alle spalle, rischiano di spegnersi lentamente

 

 

Io se fossi un grillino non sarei né soddisfatto né deluso: guarderei fiducioso al futuro sperendo tuttavia di non ricadere negli errori e nelle stupidaggini del recente passato

Share this post


Link to post
Share on other sites
hugorhill    422

li ricorderemo con affetto per cose come

le sirene

l'allunaggio falso

l'11 settembre auto-attentato

ro-do-tà-ta-ta

il matrimonio fra specie diverse e di gruppo

vito crimi

berlinguer-berlinguer-berlinguer cosi a caso perchè faceva bello

la decrescita felice,veramente questa non l'abbiamo ancora capita,si son sempre rifiutati di approfondire l'argomento,in realta qualsiasi argomento e discussione andasse oltre lo slogan

il video di gaia

casaleggio

rocco casalino

 

 

grazie ragazzi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo Schiavista    705

Il problema principale è che a parte forse un paio di persone, Di Maio ad esempio, tutti i parlamentari sono un disastro. Non c'è selezione della classe politica tramite il web e preparazione soprattutto. I grandi vecchi partiti avevano i loro difetti ma erano delle formidabili scuole politiche, qui invece arrivano persone per carità oneste ma totalmente allo sbaraglio. Non è che oggi gli altri partiti abbiano personale politico di livello, ma almeno sono scafati e furbi.

 

Ma guarda che l'obiettivo "originale" era proprio quello non allevare nuovi politicanti nel senso vecchio del termine .

L'errore sostanziale è stato questo :

Credere che cittadini onesti ( perchè credo che tutti loro lo siano) avvezzi al web , più informatizzati dei vecchi matusa politici dei partiti tradizionali e , di conseguenza , più attenti ai problemi reali del paese nonchè molto più vicini al popolo rispetto alla cosi detta "casta" potessero essere ottimi onorevoli e senatori.

 

In linea generale è giusto ambire a personalità "vergini" per non farsi intortare nel gioco della Politica ma è fondamentale un corso per così dire di formazione professionale ( non imparare a memoria quattro cagate della Carta che pure un bambino di 4 anni ci riesce) ..

E a maggior ragione visto che in linea teorica sono migliori degli altri mettere le loro teste per il bene del movimento non trasformarli in robottini con il solo tasto si, signore perdendo tutto il "patrtimonio" intellettuale di ciascuno..ci puoi mettere anche un genio su quegli scranni ma se si deve solo limitare a quanto gli ordini di scuderia dettano tanto vale metterci un'asino..per questo credo che dalla massa emergano solo quei 3/4 ..mi rifiuto di pensare che siano solo loro e che una buona parte sia "atrofizzata" nel ruolo che Grillo gli ha affidato ..meri esecutori della sua volontà...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now