Jump to content
Sign in to follow this  
LyannaSnow

E se Daenerys fosse "cattiva"?

Recommended Posts

Il personaggio di Daenerys ormai si è evoluto da una ragazzina timida che sottostava alle angherie del fratello, ora è diventata una donna forte e autoritaria, ha tre draghi, è liberatrice di schiavi, distruttrice di catene ecc

Apparentemente il suo iniziale intento era di conquistare Westeros, e riprendere il trono di spade appartenuto a suo padre.

Dalla quinta stagione in poi ho notato che questo suo "desiderio" è cambiato. L'anno scorso nel discorso con Tyrion diceva che non le importava niente dell'avvicendarsi delle varie casate di westeros: Lannister, Baratheon, Stark per lei non sono niente. Non vuole fermare la ruota, ma romperla (cit.)

Ora oltre ad essere a capo di migliaia di mercenari tra immacolati e secondi figli è a capo anche di un immensa orda dotraki. I dotraki sono famosi barbari razziatori, che dovunque vanno seminano morte distruzione, schiavizzano uomini, donne, bambini, stuprano come ricompensa delle loro conquiste e distruggono gli dei delle popolazioni che vanno a saccheggiare. La nostra cara dany vuole portare questi simpatici dotraki a westeros. Quindi il suo scopo per spezzare la ruota (cit.) è portare morte e distruzione a westeros?

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me, alla luce delle tue parole, la sua idea è quella di fare come ha fatto (pardon, ha CERCATO di fare) nella baia degli schiavisti. vuole sovvertire l'ordine. crede che i grandi lord con le loro scaramucce siano IL NEMICO e che lei possa figurare quale salvatrice del popolo tornando a Westeros. infatti è cresciuta con l'idea che il popolo rivoglia i Targaryen. credo che la sua idea sia quella di distruggere le grandi Casate, di fare un repulisti dei piani nobiliari, di stravolgere l'assetto politico e sociale a Westeros. proprio come ha cercato di fare ad Essos. per quanto i suoi piani mi sappiano di ragazzina incapace di governare, non credo che sia "cattiva". insomma, è difficile dare questo appellativo a chicchessia visto che siamo nel bel mezzo di una guerra per il trono no? tutti cercano di ammazzarsi a vicenda e di creare alleanze utili per impossessarsi del trono. lei, semplicemente, non è interessata a fare accordi e sceglie di dichiarare guerra a TUTTI, credendo che il popolo sia pronto alla rivolta e soprattutto che al popolo piaccia l'idea della rivolta. non penso che le sue fantasie si dimostreranno realtà ma da qui a dire che è cattiva...

il fatto di avvalersi dei Dotraki è innanzitutto una necessità. sono bravi, sono forti, hanno un modo di combattere nuovo agli eserciti di Westeros e potrebbero rivelarsi un ottimo asso nella manica. sono anche razziatori, è vero, ma le sono fedeli più che le compagnie di mercenari perchè riconoscono in lei un capo e sono moooooooolto attaccati alla gerarchia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io questo dubbio ce l'ho

Voglio dire che gli sceneggiatori stanno suonando troppo e troppo spesso la grancassa per Dany che sta diventando un personaggio monodimensionale e ormai,dopo una buona resa nelle prime stagioni,tagliata con l'accetta

E poi dobbiamo ricordare che lei ha sangue puro Targaryen nelle vene come dimostrano pure capelli e occhi(insomma sarebbero violetti ) e sappiamo cosa significa essere un Targaryen a parte il fatto che Dany ne ha passate di tutti i colori anche se si e' sempre giovata di aiuti spesso caduti dal cielo,letteralmente.

Credo che il suo sbarco a Westeros creerà molti problemi a parte il fatto che Tyrion o non Tyrion,non sembra avere attitudine a governare e questo e' un dato di fatto che viene sottolineato piu' volte

Una buona politica non rompe,non divide,non crea conflitti,una buona politica media...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo portare morte e distruzione, i suoi intenti sembrano "buoni". Per me con quella frase si intende che non chiederà aiuto alle varie casate di Westeros, considerandole tutte "cani dell'usurpatore" e facendo pagar loro il prezzo per il tradimento all'epoca della ribellione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me, alla luce delle tue parole, la sua idea è quella di fare come ha fatto (pardon, ha CERCATO di fare) nella baia degli schiavisti. vuole sovvertire l'ordine. crede che i grandi lord con le loro scaramucce siano IL NEMICO e che lei possa figurare quale salvatrice del popolo tornando a Westeros. infatti è cresciuta con l'idea che il popolo rivoglia i Targaryen. credo che la sua idea sia quella di distruggere le grandi Casate, di fare un repulisti dei piani nobiliari, di stravolgere l'assetto politico e sociale a Westeros. proprio come ha cercato di fare ad Essos. per quanto i suoi piani mi sappiano di ragazzina incapace di governare, non credo che sia "cattiva". insomma, è difficile dare questo appellativo a chicchessia visto che siamo nel bel mezzo di una guerra per il trono no? tutti cercano di ammazzarsi a vicenda e di creare alleanze utili per impossessarsi del trono. lei, semplicemente, non è interessata a fare accordi e sceglie di dichiarare guerra a TUTTI, credendo che il popolo sia pronto alla rivolta e soprattutto che al popolo piaccia l'idea della rivolta. non penso che le sue fantasie si dimostreranno realtà ma da qui a dire che è cattiva...

il fatto di avvalersi dei Dotraki è innanzitutto una necessità. sono bravi, sono forti, hanno un modo di combattere nuovo agli eserciti di Westeros e potrebbero rivelarsi un ottimo asso nella manica. sono anche razziatori, è vero, ma le sono fedeli più che le compagnie di mercenari perchè riconoscono in lei un capo e sono moooooooolto attaccati alla gerarchia.

Che voglia distruggere le casate dei lord di westeros, che per lei sono come schiavisti (ma sappiamo tutti che non è così) ci sta.

Ma come fa a tenere sotto controllo tutto il popolo dotraki? Secondo me se un giorno sbarcherà a westeros (dopo l'ennesimo aiuto piovuto dal cielo da parte dei Greyjoy), i dotraki semineranno distruzione tra la povera gente, un po' come sono stati i barbari per l'impero romano. I "lord" di westeros, verranno toccati solo in seguito e non è detto che sia così.

Quale popolo amerebbe una "regina" straniera a capo di un orda di barbari che uccide, fa razzie e stupri a destra e a manca, insomma che porta distruzione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo portare morte e distruzione, i suoi intenti sembrano "buoni". Per me con quella frase si intende che non chiederà aiuto alle varie casate di Westeros, considerandole tutte "cani dell'usurpatore" e facendo pagar loro il prezzo per il tradimento all'epoca della ribellione.

Sappiamo tutti che in realtà non è proprio così. Una alleanza la farà sicuro con un qualche greyjoy per usare la loro flotta :D

 

Quello che mi chiedo è cosa c'entra il popolino con quello che fanno le varie casate di westeros, saranno più loro a rimetterci.

Non dimentichiamo poi che Daenerys è figlia del re folle e se buon sangue non mente... Re Jaehaerys II disse che con la nascita di un Targaryen gli dei lanciavano una moneta per decidere se il bambino sarebbe diventato un grande oppure un folle. Secondo me Daenerys per ora è pericolosamente in bilico tra la grandezza e la follia, se non interviene qualcuno a rimetterla sui giusti binari, secondo me scivolerà dal lato della "follia"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Daenerys come al solito partirà per fare una cosa(conquistare Westeros) e poi si troverà costretta ad affrontare un altro problema(invasione sotto la barriera degli estranei).

Ps speriamo che faccia portare ai Dothraki abbigliamento adeguato

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'accordissimo. infatti credo che Daenerys abbia fatto l'ennesima scelta sbagliata. ma non perchè è cattiva. solo perchè crede di poter controllare i Dotraki o perchè non comprende le conseguenze di ciò che ha innescato. non trovo che sia una grande stratega, non credo che sarà capace di conquistare Westeros. credo semplicemente che riponga molta fiducia su una legittimità che non ha e su un nome che non significa protezione e garanzia di regno giusto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sappiamo tutti che in realtà non è proprio così. Una alleanza la farà sicuro con un qualche greyjoy per usare la loro flotta :D

 

Quello che mi chiedo è cosa c'entra il popolino con quello che fanno le varie casate di westeros, saranno più loro a rimetterci.

Non dimentichiamo poi che Daenerys è figlia del re folle e se buon sangue non mente... Re Jaehaerys II disse che con la nascita di un Targaryen gli dei lanciavano una moneta per decidere se il bambino sarebbe diventato un grande oppure un folle. Secondo me Daenerys per ora è pericolosamente in bilico tra la grandezza e la follia, se non interviene qualcuno a rimetterla sui giusti binari, secondo me scivolerà dal lato della "follia"

 

Nella serie può essere, nei libri ne dubito.

 

E' sempre il popolino a rimetterci, non solo i dothraky razziano e stuprano.. va di moda anche nei Sette Regni. Poi ci sono comandanti come Stannis o Ned che lo vietano, Dany immagino farà uguale.

A me piacerebbe che seguisse le orme del padre ma mi pare poco probabile, anche ai fini stessi della storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo tutte le cause per le quali si è prodigata non credo che permetterebbe ai Dothraki di razziare e stuprare a Westeros. Probabilmente riuscirà (anche nel corso delle prossime puntate) a cambiare la loro natura servendosi del timore che incute Drogon e della sua leadership, che sta dimostrando (o che gli autori vogliono dimostrare) ultimamente. Non scordiamoci che i primi Dothraki in assoluto a mettere piede sui "cavalli di legno" erano i suoi seguaci, qualche stagione fa.

Sulla questione buono/cattivo, è un discorso che probabilmente non porta a nulla in quanto la linea sottile che li divide è il punto forte della storia. Ovvio che dovrà combattere e uccidere, ma se i Dothraki volessero razziare i 7 regni diverrebbero sicuramente suoi nemici, in virtù dei principi che l'hanno mossa fin dall'inizio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Quello che mi chiedo è cosa c'entra il popolino con quello che fanno le varie casate di westeros, saranno più loro a rimetterci.

 

 

Il popolino di Westeros in realtà ci sta rimettendo sin dalla guerra dei cinque re. Visto che parliamo della serie, quando nella seconda stagione Stannis assediava Approdo del Re, era lui il cattivo o i Lannister nell'ottica della serie? Se ragioniamo dal punto di vista della legittimità e della giustizia (intesa alla Stannis), allora si trattava di spodestare degli usurpatori illegittimi e incestuosi e punire chi di dovere per degli omicidi (Eddard e il suo seguito, Robert , se vogliamo) e quindi Stannis era indubbiamente "buono" in quel caso; riflettendo invece sulle conseguenze della battaglia e della guerra (come fanno Tyrion e Varys e addirittura Cersei ) allora per il popolo di Approdo la vittoria di Stannis sarebbe stata un disastro, esattamente come quando alla fine della ribellione di Robert le truppe dei Lannister entrarono in città.

Ora, posto che a molti Daenerys non sia simpatica e che quindi qualunque cosa faccia sbagli ,bisogna considerare che anche nella serie abbiamo un perfetto parallelo: Sansa e Jon si preparano ad assaltare Grande Inverno con un esercito costituito da una buona parte da Bruti, ossia da un popolo che condivide con i Dothraki una cultura seminomade con economia basata sulle razzie (e sì, se sono barbari i Dothraki, sono barbari pure i Bruti, non è che perché Tormund è simpatico che la faccenda di fondo cambi - la famiglia di Olly docet). Siamo sicuri che si comporteranno bene? Che non razzieranno, rapiranno donne ecc? Jon e Sansa li sapranno controllare? So già che alcuni obietteranno che Jon è vissuto tra i bruti, che ha carisma, che li sa controllare, ma lo stesso vale per Daenerys che ora ha pure uno strumento di controllo sputafuoco molto potente.

Come ha già detto qualcuno, in realtà l'unico rischio lo corrono i Dothraki a girar nudi in un territorio dove sta avanzando un inverno rigidissimo :figo:, se non muoiono prima di mal di mare ; bisogna anche vedere come queste truppe funzioneranno in terreni, oltre che a climi non familiari.

Un'ultima cosa sulla follia genetica di Daenerys: il gene "follia", vista la R+L=J ce l'ha anche Jon e molti altri (pure Robert nei romanzi al limite, anche se nella serie mi pare abbiano svicolato sulla parentela con i Targaryen), compreso Aegon l'Improbabile, Jahaerys I e altri re che non sono stati proprio malaccio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La differenza è che se anche Stannis fosse entrato ad Approdo non avrebbe consentito alle sue truppe di razziare e stuprare.....Martin ci dice più e più volte che il Re non tollera angherie da parte dei componenti del suo esercito: fa evirare chi stupra le donne e punisce chi ruba ( mi sembra proprio che a Castle Black ci siano due soldati di Stannis evirati per avere stuprato delle Brute).

Anche il discorso che fa a Davos sull'isola della Chela, quando si rifiuta di attaccarla perché ci sono rimasti solo donne, anziani e bambini, e dice che il popolo non deve pagare per le scelte sbagliate fatte dai Lord... e che a pagare devono essere i Lord e solo loro ("They made my Kingdom bleed, I will not forgive them, I will not forget them"), ma porta a pensare che uno dei pochi, oltre a Daenerys, a cui forse importi di salvaguardare il popolo da distruzioni e saccheggi è Stannis. Ma non per questo la gente lo ama. La gente amava Robert, e Renly, che verosimilmente avrebbero lasciato le loro truppe a soddisfarsi su di lor senza pietà.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende da quanto si riescono a controllare le truppe - inoltre nel post battaglia con i Bruti (per motivi di composizione, anche se diversa, sia nella serie che nei romanzi), Stannis doveva controllare truppe che rispondevano direttamente a lui, mentre a Blackwater aveva dietro tutti i vassalli delle Terre della Tempesta - mettendosi a evirare e ammazzare dei cavalieri al servizio di altri lord per crimini che - purtroppo!! - nell'ottica paramedievale di ASOIAF sono visti come "minori" , non avrebbe certo aumentato la sua popolarità in un momento in cui aveva bisogno di rafforzare la propria base di potere.

Stannis è un personaggio intransigente e coerente (a me piace molto per questo) , ma anche lui, e a malincuore, certe volte è costretto a scendere a compromessi con la propria etica, come nel passaggio di ACOK (non metto sotto spoiler perché non rivela nulla di importante e funzionale per la trama), in cui dice che i lord che sono passati al suo servizio dopo averlo tradito per Renly sono traditori, ma purtroppo non può punirli di conseguenza. Figuriamoci per un crimine che in quel mondo è considerato di poco conto. Comunque, ben venga un personaggio come Stannis che è l'unico leader uomo a vedere male determinate cose (penso anche all'idea di bandire la prostituzione, che a Westeros quasi mai è una libera scelta delle donne e sicuramente basata sullo sfruttamento).

Share this post


Link to post
Share on other sites

I bruti sono quello che sono,ma Tormund ne ha un controllo importante,inoltre il Nord è molto esteso e non troppo popolato

Ancora i bruti hanno avuto come promessa , per il loro aiuto , delle terre, il che non è cosa di poco conto e in ultimo ma non per ultimo devono la vita a Jon che se li è letteralmente caricati sulle spalle e che ha pagato per loro un prezzo altissimo.Dubito che,a parte qualche testa calda,loro si diano a scorrerie,saccheggi e stupri.Ripeto Jon ne ha un controllo ben diverso rispetto al controllo di Dany che si basa solo su superstizione e paura e questo è un dato di fatto.

E veniamo alla genetica

Vyseris era un Targaryen tipo,ma non aveva sangue di drago almeno non quanto ne ha Dany che addirittura,nella serie, non brucia e sfrutta pure questo fatto,cioè ha tutti i geni Targaryen,recessivi, che dominano il che qualcosa vuol dire

Raeghar era un Targaryen credo come Vyseris cioè non con tutti i geni regressivi ben espressi e non silenziati

I Targaryen per mantenere i loro geni ed il loro sangue di drago si sposavano tra loro e si sa come questo a lungo indebolisca la razza e faciliti l'effetto di "tare" ereditarie,follia in primis

La canzone del ghiaccio e del fuoco ,JON,nasce dalla necessità anche di controbilanciare dei geni malati recessivi,con sangue fresco,di lupo,dominante e anche esso magico,infatti Jon ha ereditato i caratteri dominanti di Lyanna,ergo,siccome un maschio è XY sono i geni materni X ( che peraltro sono in un numero molto ma molto maggiore di quelli sul cromosoma Y) a dominare e a prendere il sopravvento sui geni recessivi espressi in misura tale da innescare meccanismi patologici.Ora si dirà che Martin non ci fa un trattato di genetica,ma credo che una infarinatura ce l'abbia e che la canzone del ghiaccio e del fuoco nasca proprio da questo incrocio che somma le caratteristiche importanti e annulla quelle patologiche,Targaryen in particolare

Piaccia o no per me le cose stanno così

Share this post


Link to post
Share on other sites

Daenerys ci può provare a "comandare" ai Dotraki di non razziare, non stuprare, non...comportarsi secondo il codice Dotraki insomma.

PERO' Jon non si pone a capo dei Bruti quale bruto, ma quale GdN. non chiede il loro aiuto facendo leva su altro che una alleanza stretta fra Bruti e GdN in vista dei tempi difficili.

Daenerys si comporta in modo diverso con i Dotraki. gli chiede di seguirla quale Khaleesi, li chiama "il mio Khalasaar"... Daenerys, agendo in questo modo, sembra accettare la natura Dotraki dei Dotraki, non gli fa percepire di utilizzarli quale esercito. ovviamente questo anche perchè i Dotraki non sono in pericolo, non stanno fuggendo dai loro territori, non stanno combattendo contro un nemico troppo forte come invece i Bruti stanno facendo. stringere un accordo con i Dotraki in base al quale questi ultimi debbano attraversare il Mare Stretto mi pare se non altro complicato. immaginatevi a questo punto che Dany cerchi, una volta a Westeros, di plasmare il metodo di combattimento e la natura stessa dei Dotraki a suo favore. ci può provare, può anche essere piuttosto convincente con i suoi draghi sputafuoco ma... può riuscire nell'intento? perchè i Dotraki dovrebbero ascoltarla? perchè non dovrebbero considerare le sue pretese folli? si, ok... ha i draghi ma i draghi servono anche in battaglia. e a Dany servono i Dotraki.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...