Jump to content
Sign in to follow this  
ziowalter1973

Westeros e la mancanza dei dipinti..

Recommended Posts

Dal topic dedicato ai vestiti di got mi è venuto in mente che in tutto westeros e probabilmente anche ad essos non c' è traccia di un dipinto che raffiguri un regnante, scene di vita sociale, le famiglie nobili etc. Vado a memoria perchè altrimenti mi dovrei rivedere le 77 puntate.. :ehmmm: Paradossalmente gli unici ritratti che ricordo sono quelli del signore della notte e degli estranei nella caverna sotto roccia del drago. Forse c' er aun dipinto anche a casa tarly. Non ho memoria di dipinti nelle stanze di un robert e dei successori, a nido dell' aquila, a delta della acque a dorne etc. Le uniche raffigurazioni dei nobili e regnanti di westeros sono le statue nelle cripte di grande inverno. Se avete memoria di altro scrivete pure. Nella realtà la raffigurazione degli esseri umani a radici lontanissime arrivando alla preistoria mentre viene proibita con la predicazione di maometto e la diffusione della religione islamica. In ogni caso spesso le camere e le case dei nobili sono abbellite in vario modo ma mancano i dipinti degli avi e delle rispettive famiglie. Le capacità artistiche non mancano visto la grande mappa su cui passeggia cersei o i colori delle casate sugli scudi dei soldati. Nelle cronache non ricordo ugualmente una descrizione di qualche dipinto appeso alle pareti. Scelta dei D&D o altro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente hai ragione ,non ricordo quadri o sculture nelle magioni (castelli mi pare esagerato ) mostrate nella serie .

Certamente a Grande Inverno non c’e nulla alle pareti anche se degli arazzi alle pareti ci potevano pure stare.

E le sculture della cripta sono pure diciamo essenziali e minimaliste ,fatte per essere viste solo dai parenti o da chi,molto amico come Robert Baratheon, ne avesse fatto richiesta (anche Sheeren però le voleva vedere ,solito indizio seminato e forse perso nel nulla con la sua morte...chissà).

Non ricordo pitture alle pareti ne’ alla fortezza rossa , ne’ nel castello dei Tyrell , e taccio di Dragonstone.

Peraltro le botteghe artigiane ad approdo del re sono essenzialmente armerie e probabilmente gioiellerie ma in questo secondo caso è ipotesi che facciamo per esempio quando Olenna cerca collane molto pregiate e di fine fattura per la nipote .

Forse nel bordello di Ditocorto qualche pittura c’era ma evidentemente certi manufatti non erano richiesti .

Anche se in caso di matrimoni combinati si usava mandare allo sposo  una miniatura della damigella o principessa proposta 

Anche il tempio di Belor non aveva dipinti alle pareti o affreschi .

Solo nel rogo di Melisandre delle effigie ,di legno peraltro, dei vecchi dei ,vediamo sculture di legno di pessima fattura 

Eppure le guerre di conquista non escludevano la possibilità di commissionare dipinti o sculture o,meglio, arazzi che raccontassero eventi di storia sacra o conquiste militari ad esempio.

Non so dare una spiegazione al rationale di non addobbare case,castelli e templi con opere d’arte,almeno presso i ricchi L annister ed i Tyrell delle opere d’arte avrebbero dovuto abbellire la casa .

A meno che l’arte in GoT non sia considerata una cosa superflua ed inutile 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faccio notare che non esiste neppure una vera e propria letteratura o un teatro che vada oltre la farsa popolana. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente dal punto di vista artistico/culturale alcuni frangenti paiono molto arretrati o lacunosi. Soprattutto lacunosi. Però, per esempio le statue dei cavalli fuori Vaes Dothrak sembrano di ottima fattura e mi sono sempre chiesta dove le abbiano rubate i Dothraki ^^"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le statue dei cavalli a vaes dothrak le hanno fatte gli alieni così come il gigante all' ingresso del porto di bravoos.. :D Ho googlato carlo magno per vedere se nel medioevo reale c' era qualche dipinto e ne o trovato parecchi escludendo le opere posteriori. Si nlle cronahe e pure in got non c' è la componente artistica della cultura. George e i D&D non hanno creato un universo medieval fantasy "ignorante" ma l ' hanno reso fin troppo spoglio. Chissà perchè.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho due ipotesi al riguardo. La prima: Martin non è un amante delle arti figurative e non si è particolarmente preoccupato di caratterizzare quel dettaglio.

Ipotesi meno farlocca: se il contesto storico-culturale delle cronache deve essere riportato a un'ipotetica europa medievale, allora l'assenza di pitture non stupisce più di tanto. La tecnica dell'affresco rifiorisce in Europa nel XiV secolo più o meno (salvo sporadici casi), idem per quanto riguardo la pittura su tavola (praticata per lo più in Italia) e quella ad olio che nasce nelle Fiandre un secolo dopo. Il medioevo è stato un secolo di architetti, scultori e miniatori. Soprattutto in paesi come l'Inghilterra e in generale il Nord Europa. Immagino possa dipendere da questa sorta di fedeltà: in fondo, lo stile romanico prima e gotico poi prevede per lo più l'uso di decorazioni scultoree ed è uno stile che in Inghilterra si è mantenuto saldo quasi fino al 1500 quando si sono imposti poi i canoni rinascimentali. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Metti che ci fosse tutta una galleria con gli antenati Baratheon dipinti, alla questione del black of hair ci si sarebbe arrivati in due nanosecondi ^^"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davanti a tutta una parete affrescata di omaccioni grandi e grossi e coi capelli neri ci sarebbe arrivato Robert stesso... "Ehm, mi assento un'attimo. Devo fare due parole con mia moglie..." :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Insomma... parecchia gente casca dalle nuvole. Anche perché è grossetta come cosa da immaginare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me è sempre sembrato un segreto di pulcinella, soprattutto in quel di King's Landing e fra chi bazzica la corte... Ma non vorrei andare OT, quindi chiudo qui!

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minutes fa, Northern Moon dice:

Ho due ipotesi al riguardo. La prima: Martin non è un amante delle arti figurative e non si è particolarmente preoccupato di caratterizzare quel dettaglio.

Ipotesi meno farlocca: se il contesto storico-culturale delle cronache deve essere riportato a un'ipotetica europa medievale, allora l'assenza di pitture non stupisce più di tanto. La tecnica dell'affresco rifiorisce in Europa nel XiV secolo più o meno (salvo sporadici casi), idem per quanto riguardo la pittura su tavola (praticata per lo più in Italia) e quella ad olio che nasce nelle Fiandre un secolo dopo. Il medioevo è stato un secolo di architetti, scultori e miniatori. Soprattutto in paesi come l'Inghilterra e in generale il Nord Europa. Immagino possa dipendere da questa sorta di fedeltà: in fondo, lo stile romanico prima e gotico poi prevede per lo più l'uso di decorazioni scultoree ed è uno stile che in Inghilterra si è mantenuto saldo quasi fino al 1500 quando si sono imposti poi i canoni rinascimentali. 

Gli artisti medievali dipingevano ma il loro tratto era parecchio "brutto".. :D In un iotetica galleria dei nobili di westeros secondo i canoni medievali difficilmente si sarebbe potuto capire che nella dinastia baratheon c' era qualcosa che non andava.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute fa, ziowalter1973 dice:

Gli artisti medievali dipingevano ma il loro tratto era parecchio "brutto".. :D In un iotetica galleria dei nobili di westeros secondo i canoni medievali difficilmente si sarebbe potuto capire che nella dinastia baratheon c' era qualcosa che non andava.. 

 

 Dipingevano sì, ma con delle variabili a seconda del tempo e dello spazio. Ricordiamo che il Medioevo è un secolo lunghissimo che abbraccia mille anni di storia. La pittura su tavola per gran parte di questi secoli si è quasi esclusivamente limitata alle icone religiose. Molti storici dell'arte ipotizzano che gran parte delle opere profane siano andate perdute, ma tant'è. La stessa ritrattistica era spesso svolta in pietra, come dimostrano tanto chiese medievali in cui possiamo trovare scolpite le effigi dei donatori (per lo più principi e re). Questa situazione in Italia e in misura minore in Francia cambia a partire dal '300... Ma nei paesi nordici no. Tanto che nei libri e nei manuali di storia dell'arte i capitoli dedicati alla pittura del X e dell'XI secolo, ad esempio, analizzano mosaici (soprattutto in Italia e in Grecia) e miniature.

Insomma, avrete capito che ho dato un esame di arte medievale piuttosto stressante all'università. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siamo OT ma robert probabilmente non sapeva nemmeno dei nove mesi.. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...