Sign in to follow this  
Lady Monica

Rivoluzione FIGC

Recommended Posts

Con le dimissioni di Tavecchio si apre (?) una nuova era.

ci sono tante parole che viaggiano ultimamente: votazioni entro breve, commissariamento, nuove regole. 

 

Secondo voi cosa accadrà?

Se voi foste il Presidente nuovo della FIGC, cosa fareste per risollevare il calcio italiano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La domanda è mal posta, in realtà tu volevi chiedere "che ore sono ?" ...

 

Quelo a parte, la domanda da fare è : quale proposta concreta e realizzabili voi vi sentireste di proporre, se foste presidente della FIGC ? 

 

Realizzabili = tenendo conto che riforme profonde non possono essere approvate se non con un largo consenso da parte delle componenti della FIGC, il presidente non è un dittatore e non può fare quello che gli pare.

 

Per esempio, far passare la Serie A da 16 a 18 e poi a 20 squadre è stato facile, i presidenti di tutte le società di tutte le categorie hanno sentito odore di soldi.

 

Il viaggio di ritorno, se i presidenti di tutte le società di tutte le categorie sentono puzza di soldi in fuga, diventa problematico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ipotesi commissariamento paventata dal presidente del CONI rilancia la domanda in maniera dirompente !

 

Se voi foste il commissario della FIGC e poteste prendere le decisioni che meglio ritenete necessarie per rilanciare il calcio italiano, cosa fareste ?

 

Tenete conto di non dover sottostare a nessun patto o accordo con nessuno e che non ve ne frega nulla di tenervi buono nessuno ...

 

io, da parte mia :

- rilancerei gli investimenti sui settori giovanili, in termini di agevolazioni per le società che fanno attività giovanile (anche presso le suole) e penalizzando chi non ne fa

- inserirei dei numeri minimi riguardo l'inserimento in lista gara di giocatori selezionabili per la nazionale italiana, in tutte le categorie

- ridurrei le squadre che partecipano ai campionati professionistici (sia Serie A che Serie B da 16 squadre) e riformerei quelli semiprofessionistici (C1 con 2 gironi, C2 con 3 gironi, tutti da 14 squadre)

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Esclusione totale dal calcio "professionistico" di qualsiasi realtà al di sotto della Lega Pro, ed impossibilità da parte di quest'ultima di influenzare le decisioni della Federazione.

- Riforma dei settori giovanili sul modello tedesco, con centri federali regionali in coordinamento costante con quelli dei club.

- Modello tecnico-tattico uniforme per tutte le nazionali, sul modello di quanto fatto da Belgio e Germania, con un supervisore unico per tutta l'area tecnico-sportiva.

- Lotta dura agli ultrà e al tifo organizzato in generale.

- Visione programmatica di investimenti su stadi ed infrastrutture, per puntare ad un grande evento internazionale.

- Multe salatissime per tutti coloro i quali si ostinino ancora a propinare baggianate tipo il limite ai calciatori stranieri o la quota giovani.

- Adozione di una versione italiana del FFP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in aggiunta a quello che avete scritto, squadre B per chi vuole averle che partecipino al campionato di, appunto, serie B. Con quali modalità non so. Tanto in qualunque modo si rigiri ci ritroveremo con le lamentele di chi dirà "però contro di noi hanno fatto giocare quello e contro gli altri no".

La cosa può servire a far recuperare i giocatori infortunati e a far fare esperienza ai giovani. Sabato ho assistito a Inter Juve primavera (1-1) con in campo Piaca per la Juve. Giocare con i ragazzi credo che giovi poco a lui e ancora meno a quello che è stato lasciato fuori per fargli posto (per 3 partite). Non è una critica alla Juve ma a tutti; anche l'Inter primavera, in coppa Italia, ha schierato Karamoh che sarebbe fuori solo di 1 anno ma sempre fuori è, e comunque fa parte della prima squadra.

 

Per fare qualche esempio,l'Inter sta cercando di farsi assegnare dal comune (pagando 100 milioni) di Milano un'area ora dismessa per farci una sede con centro allenamenti concentrato  per le giovanili e la prima squadra ( mi dispiacerebbe perché la prima squadra lascerebbe il centro vicino casa mia ma quello di Milano sarebbe più funzionale). Sta trovando un sacco di difficoltà burocratiche. per non parlare dei problemi per comprare il Meazza e ristrutturarlo. La Roma sta avendo le sue rogne sempre per costruire il proprio stadio. Così non si cresce. I nuovi stadi porterebbero anche lavoro. 

Molto d'accordo sul modello uniforme tecnico tattico. Non si dovrebbe ingaggiare un tecnico ma un progetto. 

Vietare gli stranieri non serve. Piuttosto dare la possibilità alle squadre di sfruttare meglio i ragazzi con un progetto tra squadre e federazione e fare in modo il più possibile che i giocatori delle selezioni giovanili possano giocare ed allenarsi con i più grandi. 

 

Alla dirigenza figc serve una squadra di persone ognuna specializzata in un ruolo. Zero politica. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

i quattro che decideranno il candidato alla presidenza:

Marotta: dirigente capace, ma è della Juve e la Juve ha dimostrato di prediligere il dominio assoluto in Italia a qualsiasi costo. Inoltre è in corso un'altra richiesta di risarcimento della  società bianconera (tutte le altre sono state respinte, una recentemente, dai vari tribunali e tar) per calciopoli. Per me è conflitto di interessi.

 

Cairo: uomo ambizioso. Molto attivo nel campo delle comunicazioni. Ha appena rilevato dagli Agnelli e soci (dopo 32 anni) il controllo della società che controlla La gazzetta etc.  Patteggiò per tangentopoli.

 

Lotito: bravissimo nell'amministrare la Lazio, però coinvolto in vari scandali (non li sto ad elencare), con qualche arresto e condanna, non scontata per prescrizione.

 

Fassone: come dirigente 7 anni alla Juve, 2 al Napoli, 2 all'Inter. Ora al Milan comanda lui. Se alla Juve i meriti non posso quantificarli, come al Napoli, all'Inter non posso quantificarne i demeriti. Al Milan però decide lui, il potere non lo divide con nessuno. Quindi non lo definirei un fenomeno come dirigente.

 

Ecco a chi è in mano il futuro del calcio italiano. 

 

Secondo me Tommasi potrebbe essere buono, ma non so se ha l'appoggio di questi e se l'avesse mi preoccuperei, ma se l'avesse credo che l'avrebbero già scelto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hanno in mano nessun futuro e non hanno facoltà di decidere nulla. Semplicemente gli è stato affidato (all'unanimità) il compito di presiedere alle "consultazioni" con tutte le componenti della FIGC per vedere se sia possibile esprimere un candidato unico. Candidato che poi sarà liberamente votato dalle componenti della FIGC medesima.

 

Cita

"Nell'ottica di concorrere all'elezione del presidente federale anche in considerazione di una eventuale candidatura della stessa Lega. L'assemblea ha deciso all'unanimità di delegare una commissione composta dai commissari Claudio Lotito, Marco Fassone, Urbano Cairo e Giuseppe Marotta con il compito di incontrare i rappresentanti delle componenti federali per approfondire le proposte della Lega di Serie A e gli argomenti più importanti per la crescita e lo sviluppo del calcio italiano- Al termine degli incontri si riunirà l'Assemblea che deciderà sulla designazione di un proprio candidato o l'appoggio ad altro candidato"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Praticamente decidono o avvallano almeno uno dei candidati, che con il loro appoggio diventa automaticamente il favorito.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

No. Non decidono una mazza. Avviano (su mandato affidato all'unanimità) delle consultazioni simili a quelle che si fanno per la formazione di un nuovo governo o per l'elezione del Presidente della Repubblica. L'eventuale candidato andrebbe sempre e comunque votato dalle varie componenti della FIGC, che qualora dovessero subodorare il malvagio complotto della Spectre, hanno piena facoltà di votare contro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ripeto. Non decidono il presidente, ma di fatto avvallano almeno uno dei candidati. È un candidato avvallato da loro è il favorito. 

Ma ti pare che quei 4 si muovono per niente? 

 

E dell’unanimità non me ne frega niente, anzi è un’aggravante. Anche la candidatura di Hitler e Stalin era all’unanimità.   :ehmmm:

:stralol:

 

Specialisti 

Patrocinanti 

Elezioni

Calcistiche

Terminali

Rimandate

Ecco

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minutes fa, senza volto dice:

Non decidono il presidente, ma di fatto avvallano almeno uno dei candidati.

 

Cosa che per altro è nel loro pieno diritto di fare, essendo parte di uno degli enti della FIGC che è chiamato a esprimere un parere sul nome del nuovo presidente.

Il punto è che se il quadriumvirato della Spectre viene incaricato all'unanimità, se durante le consultazioni tutte le parti fanno lo stesso nome, e se poi questo nome viene votato all'unanimità, allora mi pare sinceramente difficile pensare ad una lega innocente e candida, vittima dei terribili complotti dei quattro kattivoni. In un sistema elettorale, la governance è sempre espressione dell'elettorato che la vota, e se eleggeranno un presidente cialtrone sarà perchè si tratta di una lega di cialtroni. Tutti. Non alcuni si ed alcuni no, non alcuni tanto e altri poco. Tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E vedi che alla fine facciamo discussioni e diciamo le stesse cose. 

Tutti.

Peró i cialtroni come capi prendono di solito i più cialtroni. O no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti mi par di capire che non si è arrivato ad una nomina unica: saranno in 3 a concorrere. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours fa, senza volto dice:

E vedi che alla fine facciamo discussioni e diciamo le stesse cose. 

 

No. Per te l'eventuale futuro pessimo presidente della federcalcio sarà il frutto delle macchinazioni complottistiche di quattro maneggioni più maneggioni degli altri maneggioni. Per me sarà (nel caso) semplicemente l'espressione di un sistema che nei suoi meccanismi di base, nelle sue regole di fondo e nella mentalità di tutte le sue componenti, è bacato. Non stiamo affatto dicendo la stessa cosa.

 

31 minutes fa, Lady Monica dice:

Infatti mi par di capire che non si è arrivato ad una nomina unica: saranno in 3 a concorrere. 

 

Gravina per i dilettanti, Sibilia per la Lega Pro e Tommasi per la A e gli allenatori. CVD. Cosi ora chi volesse sventare le macchinazioni del perfido quadriumvirato non ha che da votare per uno degli altri candidati.

 

Premesso che, per quanto riguarda il sottoscritto, la FIGC andrebbe commissariata e rifondata da zero a partire dai suoi meccanismi di funzionamento, anche anche quelli elettivi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh no. Io ho detto che se danno certe responsabilità a loro il calcio è messo male. Non ho mai detto che sarà tutto frutto delle loro macchinazioni. Di sicuro avranno un ruolo più importante di altri.

Difatti ho anche specificato che Tommasi non credo abbia il loro appoggio. E sembra ora che si candidi anche Lotito.

 

Perché tu capisci sempre quello che ti pare e mi attribuisci cose che non ho detto o le modifichi? Ormai ho perso il conto di quante volte l'hai fatto.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this