Sign in to follow this  
Cdp Stark

Grand Prix on the Wall 2018

Recommended Posts

1. Vettel

2. Raikkonen

3. Bottas

4. Verstappen

5. Hamilton

 

R1. Ricciardo

R2. Hulkenberg

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) Vettel

2) Hamilton

3) Raikkonen

4) Bottas

5) Ricciardo

 

R1) Verstappen

R2) Hulkenberg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una gara, quella di ieri, stravolta nelle aspettative e nel risultato; dopo le prove di sabato ci si aspettava un certo tipo di gara, e "duelli" tra un paio di team in particolare.....più un'eventuale terzo incomodo, ma mai si sarebbe pensato ad un simile epilogo!
Vabbé, questo va anche a sottolineare ulteriormente come il campionato di quest'anno sia tutto fuorché noioso!

 

Bisogna fare un plauso all'arguzia della Red Bull che, fortunata dove serviva e lungimirante rispetto alle altre scuderie, ha fatto due doppi pit stop da manuale, lesti e coordinati come nemmeno la Ferrari ieri ha saputo fare, anzi! Poi il doveroso tributo al trionfatore di questa 52° edizione del GP di Cina; Daniel Ricciardo! Che non ha fatto una gara brilantissima fino al secondo cambio gomme quando, complice il tempismo della SC, ed il fatto di montare una mescola, le Soft, più morbida rispetto ai principali contendenti in gara, gli hanno permesso di tirare fuori il meglio dalla sua monoposto; "meglio" che finora era rimasto in sordina dopo le sfortunate circostanze occorse negli scorsi due GP. Ricciardo se la meritava proprio questa vittoria, se l'è sudata e guadagnata a suon di sorpassi spettacolari, ma soprattutto sempre corretti pur essendo decisamente aggressivi e moooolto dinamici, come a volte solo lui riesce! Bravo, grande seconda metà di gara.

Alla Red Bull dovrebbero cominciare a sostenerlo di più, a fronte di un compagno "pasticcione", incostante ed ancora incapace di gestire l'eventuale superiorità rispetto agli avversari; ma si tornerà in seguito sull'"Innominabile"...........

 

Gara sotto tono anche per le Mercedes; Bottas parte bene e, complice una chiusura di Vettel sul compagno di squadra, riesce a passare Kimi piuttosto agilmente. Poi però o non ha la "verve" o non ha l'effettiva capacità di contrastare veramente Sebastian.

Per contro, Hamilton, che dovrebbe essere la punta di diamante della squadra e l'unico in grado di poter competere con Vettel ad "armi pari", è partito 4° e lì è rimasto; complice anche un piccolo problema di trazione che si trascinava da tutto il week end, non ha saputo trovare il giusto ritmo gara, continuando a lamentarsi ed a chiedere dove fosse Kimi Raikkonen, fino all'epilogo che lo ha lasciato lì da dove era anche partito. Non dimentichiamo anche il "gentile ringraziamento" che Luigino, Muso Lungo, Hamilton ha riservato al "ritrovato amico" Max Verstappen a fine gara; davvero una chiccheria.....quelle piccolezze che danno proprio l'idea del "suo spessore".........

 

Kimi; Kimi come ultimamente accade, pare che la strategia studiata fosse destinata a "penalizzarlo" fin dall'inizio e se così fosse, allora mi spiego anche il perché l'abbiano tenuto fuori ad oltranza con gomme ormai non più performanti e soprattutto nonostante perdesse più di 1 secondo a giro. Tuttavia, nonostante Vettel l'abbia effettivamente stretto in partenza (manovra che "parrebbe" giustificata dal fatto che il tedesco il giorno prima commentava come al via era necessario stringere sulla dx - sx guardando la TV - per evitare un dosseto poco prima della curva 1), e per questo Kimi sia stato costretto ad alzare il piede perdendo la seconda posizione a favore di Bottas, il sorpasso subito da Verstappen, mi pare, è comunque imputabile solo a lui. Comunque, ha fatto un ottimo lavoro da secondo e, a prescindere da tutto, grazie anche alla SC (nel suo caso) è riuscito ad arrivare sul podio; certo è che le premesse di gara erano comunque differenti......

 

Vettel, fino all'undercut operato ai suoi danni dalla Mercedes, ha fatto una gara ineccepibile; unica colpa (ma neanche sua del resto) è stata quella di rimanere fuori un giro (o forse due) di troppo prima del pit stop. Scommetto che se, una volta rientrato Bottas, avessero chiamato al cambio anche Sebastian, l'undercut non riusciva......poi non c'è stato molto tempo per preparare il sorpasso perché è uscita la SC a causa dell'incidente di Gasly sul compagno di squadra....ma cribbio anche lui, dopo una gara al top settimana scorsa, si brucia così?!?! E vabbé......
Vettel, ma anche Bottas, nel momento in cui è uscita la SC non erano nella posizione ottimale per approfittarne e fare pit stop, come invece hanno fatto le Red Bull, e quindi è stato costretto a restare fuori. Bottas davanti, una volta rientrata la SC, ha dettato il ritmo perché pare che, a gomme medie fredde, la Mercedes abbia uno spunto migliore rispetto alla Ferrari; infine, come una scheggia impazzita, arriva Verstappen che, nel tentativo di passargli all'interno di una curva, lo centra in fiancata rovinandogli la macchina che perde il bilanciamento e costringe Sebastian a dover arrancare fino al traguardo, salvando il salvabile di una gara invece cominciata sotto i migliori auspici. L'onta più grave è stata quella di essere superati da un Fernando Alonso che, non contento, pur tronfio della "sua epica impresa", ha ben pensato si stringere Sebastian fino a "buttarlo fuori"; manovra degna di un campione....come no!

 

E veniamo alle dolenti note; "Mad" Max Verstappen, dove "mad" è inteso nella peggiore accezione del termine.

Il ragazzino viziato ed arrogante non ha ancora capito come girano le cose in F1.....frase che avevo già usato l'altra volta, quando la sua follia si era "scontrata" con Hamilton lo scorso GP. Ma pare che con lui l'unica costante quest'anno sia il ripertersi di disastri.

4 incidenti in 3 gare; non è uno di quei "record" di cui vantarsi, ma proprio per niente. E la cosa triste è che la Red Bull continua a difenderlo, anzi punta praticamente e spudoratamente su di lui, lasciando da parte un pilota talentuoso come Ricciardo. Questa volta, bisogna ammetterlo, Verstappen ha ammesso le sue responsabilità ed è stato anche molto bravo a fare subito le sue scuse a Vettel (scuse accettate, ovviamente). Questo però non rende meno grave ciò che è, nuovamente, successo in pista ieri. Forse è il caso che in Red Bull comincino a pensare di prendere provvedimenti....

Sicuramente Vettel ieri, dopo la SC e dopo il ritmo davvero eccezionale preso da entrambe le Red Bull con le soft, non sarebbe riuscito a vincere il GP di Cina, ma avrebbe fatto di tutto per difendere la sua posizione e sono abbastanza sicura che sarebbe arrivato almeno sul podio; così invece, con l'auto danneggiata, è sceso miseramente in 8° posizione. Conserviamo comunque un vantaggio di 9 punti su Hamilton, ma ora sarà più difficile......

 

 

Vabbé, che vinca o che perda, sempre e solo: FORZA FERRARI!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this