Jump to content
Sign in to follow this  
the neck

Il migliore e il peggiore tra i duelli in GOT

Recommended Posts

come da titolo,  qual'è stato per voi il duello o i duelli piu belli? la scelta puo riguardare indifferentemente tecnica e/o estetica dello scontro, presenza di determinati personaggi o situazione/ambientazione tali da rendere lo scontro interessante a prescindere! inoltre valgono sia gli 1 contro 1 che quelli con piu duellanti!

 

di contro, anche la scelta di quello che vi ha maggiormente deluso o dal quale vi aspettavate di piu!

 

per quanto mi riguarda....

 

mastino vs brienne e oberyn vs montagna i migliori

jaime e bronn vs serpi il peggiore

 

secondo me nell'ultima stagione almeno un paio saranno probabilmente da ricordare e potrebbero scalare tutte le posizioni.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con le tue scelte. Le serpi hanno anche il brutto difetto di essere state martoriate dalla sceneggiatura rendendole ridicole..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jaime contro l'Orso

Oberyn vs Montagna

quelli per me più emotivamente coinvolgenti

Il peggiore

Serpi ma soprattutto

Ned contro Jaime

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo.

 

Oberyn contro la montagna è il migliore, il peggiore è senza dubbio quello con le Serpi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dal punto di vista dei vari stili, non male anche quello nella fossa di meereen....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Migliore: per quanto mi riguarda, Arya e il Mastino che fanno fuori Polliver & co. Ma io amo troppo la linea narrativa di Arya, quindi non sono un buon giudice.

 

Peggiore: le Serpi vincono a man bassa, ovviamente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra i migliori, c'è certamente il duello tra la Montagna e la Vipera Rossa (Who gave you the order?), molto drammatico ed intenso, e coreografato molto bene. Anche lo scontro tra il Mastino e Beric, mi esalta sempre vederlo infiammare la spada, la singola inquadratura nella settima stagione in cui la lama s'incendia da sola quando Beric la solleva è fenomenale. Il duello tra Jon e l'Estraneo, quella scena in cui la picca di ghiaccio e Artiglio si incontrano, con la spada che resiste e "canta" e l'Estraneo rimane stupefatto, anche più di Jon. Davvero una bella sequenza. Anche il duello alla Torre della Gioia mi piace molto.

 

Per i peggiori, per ora cito solo il duello tra Jaime e Brienne, mi è sempre parso goffo, troppo lento e quindi fin troppo cinematografico, sapeva tanto di mosse imparate a memoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche per me quello tra Oberyn e la Montagna è in assoluto il più avvincente, emotivamente un crescendo di tensione, reso benissimo nella serie.

Mentre quello tra Beric ed il Mastino l'ho trovato meraviglioso nei libri più che in Got, poiché attraverso le frasi di Sandor capiamo molto della sua personalità e soprattutto del terrore verso il suo ancestrale nemico, il fuoco.

 

Non so se sia possibile annoverarlo tra i duelli, credo di no, ma la resa dei conti tra i due Bastardi  del Nord è epica. Per il finale, in particolare.

 

Tra i peggiori per ora non so scegliere, mentre quello che mi sarebbe piaciuto vedere è sicuramente quello tra Jaime Lannister e Robb Stark al Bosco dei Sussurri. Un grandissimo rimpianto non averlo visto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da un punto di vista squisitamente tecnico tenderei a concordare su Ned-Jaime come peggiore. Il duello si basa difatti su movimenti goffi e irregolari, per certi versi è quasi meccanico e lo stile con cui le lame cozzano, al fine di ostentare una sorta di parità di livello, si sussegue in delle tecniche piuttosto abusate e banali per quanto concerne lo sword fighting su schermo.

 

Dal punto di vista emotivo e nei significati intrinsechi che il duello porta con sé mi ritrovo invece a dissentire, poiché lo trovo particolarmente incisivo e degno di nota, soprattutto perché pone in essere approcci totalmente differenti e apparentemente inusuali per entrambi i soggetti coinvolti.

 

E' impossibile non notare l'incertezza di Ned, lo sguardo perduto, il suo vacillamento nella consapevolezza di avere torto. Egli ha ben chiare le azioni della moglie e, per quanto provi goffamente a proteggere l'integrità della medesima, è altrettanto conscio non solo dell'errore politico in sé, lo è altrettanto e soprattutto del fatto che quanto messo in atto da Catelyn sia contrario a qualsiasi forma di codice etico, essenzialmente ciò a cui egli cerca di rimanere perennemente fedele. E' il suo stesso onore, a sentirsi leso in quel momento. Dal suo punto di vista ha innanzi a sé un uomo reprobo, tuttavia per una volta prova la spiacevole sensazione di on poter essere legittimato ad un sentimento di repulsione.

 

D'altro canto Jaime è, come per gran parte delle sue gesta, sospinto da forti impulsi scaturiti dalla volontà di tutelare la propria famiglia e l'amato fratello minore. Tuttavia anch'egli vacilla. Per quanto voglia negarselo, anche in quel frangente avverte su di sé il peso dello sguardo di Ned, e di ciò che esso stia a significare. Pertanto è il suo stesso corpo a reagire in modo viscerale, quasi inconscio. Jaime è spavaldo, insultante, provocatorio. Dinanzi all'uomo che a lungo lo ha giudicato non può fare a meno che accentuare sé stesso in negativo, ponendosi esattamente come Ned si aspetta che egli si ponga. In quei fotogrammi è lo Sterminatore di Re, è il figuro preceduto da infamia e amoralità. Sceglie di mostrare a Ned esattamente ciò che egli vuole vedere, di incarnare tutto ciò di cui egli è rimproverato. Il risultato è persino grottesco, tra l'ostentazione consapevole e una quasi infantile ripicca: ''è così che mi giudicate, dunque mi comporterò proprio così. Sarò ciò che voi volete che io sia.''

 

In sintesi l'esagerazione, l'esasperazione di qualunque concetto o comportamento. E le stesse espressioni di Nikolaj, con finanche quel sorriso sbilenco, seguono questo meccanismo. Devono farlo.
Il comportamento assunto sfiora la parodia di sé stesso, pertanto lo sono anche i piccoli gesti.  Le lame cozzano tra loro, eppure c'è distrazione. Ned è coinvolto da quell'amara consapevolezza di una situazione in cui Catelyn ha agito in maniera tutt'altro che lecita, è questo a schiacciarlo realmente, non il contrappeso della spada di Lannister. Jaime lo è dall'impeto, dalla foga.

 

Lo stesso modo in cui si conclude, dice molto. Un'intrusione violenta verso un soggetto in quel momento indifeso, Ned, proprio come lo fu Aerys con Jaime. Ed è l'espressione di sbigottimento di quest'ultimo a dire di più. La presa di coscienza che con un simile gesto si ritroverà per l'ennesima volta parte dell'infamia, di un qualcosa di profondamente sleale, ove egli cercava invece un confronto paritario, affinché non vi potesse essere fiato d'ignominia. Ma con un simile epilogo Jaime si rende conto che ne sarà imprigionato ancora, e ancora.

 

E' lo stesso seguito che scaturisce dai prodromi di tale duello a darne la giusta risonanza e profondità.


Tywin chiede a Jaime, difatti, perché abbia lasciato Ned in vita, accusandolo di curarsi sin troppo della propria nefanda reputazione. Ed in quel momento si ha la conferma di quanto Jaime, pur in un momento di foga, ricercasse uno scontro almeno apparentemente paritario ed onorevole, proprio per i motivi di cui sopra.

 

Pertanto ritengo che tale scontro abbia un suo fascino e prestigio, se letto sotto determinati punti di vista. Se non altro, credo sia quello che prediligo maggiormente proprio per questo.

 

Per il resto, ovviamente su quello che realmente è il peggiore è già stato detto tutto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'eccellente "sintesi" delle intenzioni e degli stati d'animo che si contrappongono in quel duello è il momento in cui Jaime uccide Jory Cassel. Lo sguardo spietato e ricolmo d'odio di Jaime, che stringe ancora il pugnale che ha conficcato nella testa dell'avversario, verso Ned e l'espressione quasi incredula, inebetita di quest'ultimo, e la successiva carica verso Jaime, nella quale Stark mette un'energia e una foga che sembrano sbilanciare e sorprendere lo Sterminatore di Re.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours fa, porcelain.ivory.steel dice:

 

Tra i peggiori per ora non so scegliere, mentre quello che mi sarebbe piaciuto vedere è sicuramente quello tra Jaime Lannister e Robb Stark al Bosco dei Sussurri. Un grandissimo rimpianto non averlo visto.

 anche quello tra arya e il cyborg a bravoos!!

 

in effetti il momento in cui jon raccoglie lungo artiglio con il WW subito dietro strasicuro di batterlo è molto forte emotivamente, non l'ho inserito tra i migliori perche non dura moltissimo!

 

anche se non è il massimo, da ricordare anche barristan(praticamente l'unica volta che lo vediamo combattere)che senza armatura, in spazi stretti e contro una quindicina di avversari fa quello che vuole o quasi, sconfitto solo dal numero degli altri!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà però il duello Jon Estraneo inizia da prima nella capanna e vediamo come una spada normale si frantuma contro l’arma dell’Estraneo

Commentando invece le interessanti motivazioni di  @JonSnow; ci aggiungo che l’allenatore ha affermato che il migliore spadaccino di GoT non è Kit bensì è Nikolaj ergo l’interpretazione psicologica ci sta tutta .

Ci aggiungo che anche qui il duello inizia prima nel senso che già quello nella sala del trono in cui Ned fa capire bene a Jaime quanto lo disprezzi perché uomo senza onore e parola data è un momento forte ed è già un duello che ha ferito in modo molto pesante Jaime e questo si riverbera certamente nello scontro con la spada con Ned Stark un uomo che lo aveva ferito a fondo perché stimato molto da lui

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse inizia addirittura a grande inverno, quando ned respinge l'idea di battersi in un torneo perche non vorrebbe che gli altri scoprissero le sue mosse in un combattimento vero, cosa "casualmente" detta a jaime!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il "duello" vero tra Ned e Jaime inizia quando Ned lo trova seduto sul Trono di Spade ancora lordo del sangue del Re Folle, dopo la caduta di Approdo del Re. La sua totale repulsione verso Jaime e i Lannister inizia molto prima delle Cronache.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che con le coreografie dei duelli e delle battaglie hanno fatto un lavoro strepitoso, per me il migliore è quello alla Torre della Gioia:

"And now it begins"

"No, now it ends"

BRIVIDI.

L' atmosfera era quasi surreale, da sogno direi, il sottofondo musicale era perfetto e ho anche apprezzato l' attore che fa il giovane Ned (che talaltro è un fan di GOT). Ho letto su Internet che il combattimento con due spade lunghe non è molto realistico (perché offre più svantaggi che vantaggi, al limite si usavano una spada corta e una lunga), ma io penso che sia stato un ottimo modo per far risaltare la figura di Arthur Dayne agli occhi dello spettatore. Il momento in cui sgozza due uomini contemporaneamente incrociando le due spade mi è rimasto impresso nella memoria. Non a caso per l' attore avevano richiesto "the best swordplayer in Europe".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×