Jump to content
Sign in to follow this  
osservatore dal nord

Twow e fire and blood- nuove informazioni e possibili ricadute su asoiaf

Recommended Posts

Da giorni vorrei scrivere un dettagliato post su Fire&Blood (è veramente un gran libro cavolo !), dopo averne parlato in maniera molto generica. Ma come al solito finisco per dilungarmi esageratamente e ci metto troppo tempo, che non ho. Perciò ho deciso di rinunciare del tutto e segnalare giusto alcune delle parti più curiose e controverse.

Ci sono un buon numero di "occhiolini" da parte di Martin, sotto forma tra l'altro di Easter Eggs, Trivia, Red Herrings, citazioni e riferimenti vari. Qua sotto ne elenco alcuni.
 

  • Quando gli Ironborn si ammazzano tra loro : "it was said that the waters between the islands were so chocked with corps that krakens appeared by the hundreds, drawn by the blood". 
     
  • Orys dopo aver perso la mano : "The King's Hand should have a hand, I will not have men speaking of the King's Stump" fa molto BaratheonTM.
     
  • Quando lo stesso Orys muore, non prima di essersi vendicato dei dorniani : "his son Davos always said he died content, smiling at the rotting hands and feet that dangled in his tent like a string of onions"
     
  • Tra i commenti più misogini, quello di Maladon Moore secondo cui Ceryse Hightower “died of shrewishness” 

 

  • Il sesto capitolo è dedicato interamente a un solo anno (il 49) dei 283 totali di dinastia Targaryen. Ma non è limitato solo a queste pagine il tentativo di enfatizzare il ruolo delle donne negli eventi di Westeros (così come in parte fatto con Rhaenys e Visenya) e farci conoscere meglio le figure di Alyssa Velaryon, Rhaena (tra l'altro palesemente lesbica) e Alysanne. 
     
  • A proposito di donne con personalità, Elissa Farman muore dalla voglia di circumnavigare il globo alla Magellano, e non sono pochi gli ammiccamenti alla possibile esistenza di una massa continentale sconosciuta, l'El Dorado di Planetos. Improbabile che abbia alcun impatto su ASOIAF, ma già me li vedo i vari IronBorn, Redwyne, Velaryon, Manderly, le Città Libere, i Pirati delle Stepstones e i Corsari, le Isole dell'Estate, le Città Schiaviste eccetera, contendersi rotte e colonie.

 

  • Bel modo di riassumere la personalità di Jaehaerys "this was a king who never acted without thinking..he had chosen the queen he wanted and would make the realm aware of that in due course, but at a time of his own choosing, in a manner best calculated to lead to acceptance”

 

  • Mi ha incuriosito la sua frase “I will not allow Valyria to rise again” riferita a Volantis con draghi. Se da un lato Jaehaerys è lo stesso della dottrina dell'Eccezionalismo in virtù del suo retaggio valyriano, dall'altro avverte il peso di un passato terribile (la Freehold era pressapoco l'Inferno materializzato in Terra, per chiunque altro.

 

  • Walder Frey è 21 anni più vecchio del Vecchio Re
     
  • Rego Draz impara nella maniera peggiore, proprio come l'High Septon durante il regno di Joffrey, che contadini affamati non guardano amichevolmente un uomo troppo grasso per camminare
     
  • "Worms with faces…snakes with hands" il ritorno di Balerion a King’s Landing è un omaggio all'horror lovercraftiano. Septon Barth è il classico protagonista: allo stesso tempo attratto e disgustato dalla conoscenza proibita (“my own abiding sin”). C'è il legame tra orrore fisico e orrore cosmico di “monstrous evil gods…against whose malice the kings of men and the gods of men are naught but flies.”
    Non c'è dubbio che l'autopsia di Aerea (Rhaella) è il momento in cui Barth smette di essere un septon credente (pur se pragmatico e uomo di mondo) per diventare l'occultista che scriverà l'Unnatural History.
     
  • Hugh Hammer crede di essere il Martello destinato ad uccidere un Drago e diventare Re. Si tratta in realtà di Robert, Rhaegar e la Battaglia del Tridente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando gli Ironborn si ammazzano tra loro : "it was said that the waters between the islands were so chocked with corps that krakens appeared by the hundreds, drawn by the blood". 

 

questa è chiara , sia che sia una falsa pista sia che sia un vero e proprio easter Egg di :

Spoiler

TWOW che il sangue sacro di cui si parla nel capitolo "the Forsaken " serva proprio a questo , ad attirare un vero Kraken contro la flotta Redwyne

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Mar dice:
  • Quando lo stesso Orys muore, non prima di essersi vendicato dei dorniani : "his son Davos always said he died content, smiling at the rotting hands and feet that dangled in his tent like a string of onions"

 

Is this a Stannis reference?

Concordo con Loki sull'indizio riguardante la citazione degli uomini di ferro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho potuto fare a meno di notale le analogie tra Cersei e Rhaenyra

Mettono al mondo tre figli “naturali”. I figli “naturali” sono riconosciuti come tali dal loro aspetto, in particolare i capelli. Il padre dei ragazzi è un cavaliere con il compito di difenderle. Si considerano le migliori eredi del padre. Hanno entrambe a che fare con un nano arguto. Hanno due figli maschi da un parente. Il loro compagno è impegnato militarmente nella Terra dei Fiumi. Suddetto compagno si interessa ad una ragazza brutta, entrane le donne fraintendono la natura di tale interesse. Una volta ottenuto il potere vedono traditori dappertutto. Ad un certo punto della storia tendono ad ingrassare (Cersei meno). Non hanno figli con il primo marito. Il rapporto con il loro compagno si incrina pesantemente e verranno definite da costoro delle “mercenarie dell’amore”. Le casse del loro regno sono vuote.

Scommetto in alte future analogie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minutes fa, Quattro_Calzini dice:

verranno definite da costoro delle “mercenarie dell’amore”

Le analogie fra Cersei e Rhaenyra sono numerose, però su questa vorrei aggiungere una precisazione: secondo me, quando Daemon pronuncia la celeberrima frase "A queen's words, a whore's work" con queen si riferisce a Rhaenyra, mentre con whore si riferisce a Mysaria, la vera ideatrice della condanna a morte di Nettles.

 

Sia per Cersei che per Rhaenyra, comunque, c'è di mezzo una lettera a segnare la rottura del rapporto col proprio compagno (un'altra analogia).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...