Jump to content
Sign in to follow this  
Viserion

Game of Thrones, Episodio 8x03

Recommended Posts

Fissa che gli è stata fatale. Bastava lasciare tutto il lavoro sporco all'esercito.....

 

Se proprio Bran voleva ucciderlo di persona tanto valeva che se lo facesse portare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho scritto spesso che D&D mi parevano procedere per innamoramenti o disamoramenti verso i personaggi (o per gli attori, boh), anzichè trattarli con attenzione e cura equanimi: chiaramente sempre più "innamorati", tra gli altri, di Cersei/Lena, Arya/Maise. Sansa/Sophie. E disamorati, da un certo punto in poi, per esempio, di Tyrion e Varys, nonchè del povero Spettro, fatto vedere tre o quattro volte alla cavolo nell'ultima stagione giusto per far contenti i fan, in situazioni senza senso e con effetti speciali di serie zeta. Ho visto in una foto in rete che in una scena era addirittura un pupazzo. Con l'imbottitura che usciva dalle zampe, perchè intanto nella scena non si vedevano. La tristezza, proprio. La loro perdita di interesse per alcuni personaggi era quasi palpabile. Ma la cosa di cui non riesco a farmi una ragione è che, tra i personaggi di cui si sono disamorati, nell'ultima stagione si direbbe che ci sia stato nientemeno che Jon. Non solo con comportamenti, psicologia e dialoghi di una tristezza infinita,
SPOILER ULTIMA PUNTATA OTTAVA STAGIONE

Spoiler

per esempio quando appare uccidere la sua amata perchè le sue sorelle gli hanno spiegato che deve farlo e perchè (quanto sarebbe stata potente, tragica e bella la scena della pugnalata, se avessimo avuto la sensazione che la decisione era maturata in lui e contro di lui, contro i suoi stessi sentimenti? Invece, sembra comportarsi come un burattino manovrato da altri o una specie di golem intontito, persino nelle espressioni più obnubilate che sofferte quando ascolta i discorsi di cui sopra. Per non parlare di quanto sarebbe stato forte e narrativamente scioccante il colpo di scena dell'uccisione di Danaerys, se non ce lo avessero annunciato prima che accadesse. Accidenti: le Nozze Rosse sono state un indimenticabile colpo al cuore per qualsiasi spettatore non solo per il modo magistrale in cui sono state girate, ma anche perchè gli autori, seguendo Martin, hanno avuto l'ovvio buonsenso di non farci vedere, prima, i Lannister che suggerivano l'idea a Bolton e Frey!
Perchè non fare lo stesso con J. e D., non lo capirò mai. Forse per il timore che il grande pubblico non capisse le ragioni di Jon? Ma poveri noi, se è così.

Spesso ridotto a comprimario, se non a spalla o a figura di sfondo, come nelle scene che citate. Quando tutto GOT era sembrato delinearsi man mano come un suo percorso verso quella battaglia e quel momento (lui faccia a faccia con il NK). Non so: per tutta l'ottava serie la sua figura -che sarebbe dovuta essere ormai monumentale- mi è apparsa inaspettatamente sbiadita, vaga, evanescente, inconsistente. Ho provato delusione e incredulità (per la scelta narrativa) vedendolo trascorrere quasi tutta la battaglia fatale svolazzando sul Fortunadrago dentro e fuori dalle nuvole, uh che bello (mentre là sotto il suo esercito viene massacrato -almeno, i soldati comuni, non i vip: quelli soprvvivono sempre, anche quando combattono assurdamente senza elmo perchè il pubblico li possa riconoscere- e soprattutto affronta la battaglia più difficile e disperata senza un capo, alla "seguiamo chi urla più forte" perchè dai, alla fine sono le cose improvvvisate quelle che vengono meglio, no?) e, soprattutto, quasi non credevo ai miei occhi quando l'ho visto mancare il faccia a faccia con il NK che aspettavo da anni. (E per quale motivo? Fosse almeno stato ferito e moribondo... e invece no, manco quello: più che altro, in sostanza, lo manca perchè arriva in ritardo. All'appuntamento a cui tutta la sua vita appariva predestinata. Sopravvive al fuoco di drago che
SPOILER QUINTA PUNTATA ULTIMA STAGIONE

Spoiler

in altre occasioni può abbattere torri

semplicemente riparandosi dietro una roccia -roccia che, a rigore, sarebbe dovuta fondere- e questa trashata da fantasy di bassa lega avviene perchè, dopo, gli sia possibile fare che cosa? Nulla. Boh, ri-boh ed extra-boh. Personaggio sacrificato, buttato via, tradito -narrativamente- perchè Arya possa fare la sua ennesima ninjata, tra l'altro con una scena  livello Xena Principessa Guerriera. E fortuna che era "la" scena per eccellenza, quella che abbiamo aspettato per otto anni. Quanto è durata, trenta secondi? E quanto era originale, con la tizia che zompa giù da un albero e colpisce il cattivone alle spalle, e il cattivone che sembrava in grado di annientare l'umanità che dura meno di un gatto in tangenziale? Ancora e sempre, boh.). Avendo letto un leak totale della stagione, mi aspettavo che un parziale riscatto di Jon sarebbe arrivato nell'ultima puntata: e invece niente, nemmeno lì. Il momento forte c'era, ma col percorso con cui ci sono arrivati hanno rovinato tutto. Ripeto: ho avuto proprio la sensazione che, per qualche motivo, D&D per tutta la stagione abbiano buttato via il personaggio di Jon, sino alle conseguenze più estreme. E non potendo credere che tante occasioni siano state perse per errore, mi resta l'ipotesi che non lo amassero più. O perlomeno, lo avessero a cuore molto meno delle loro eroine badassiche per le quali avevano ormai perso la testa, Sansa ed Arya in particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Show Jon è sempre stato un onorevole tonto, sopratutto nella seconda metà dello show. Poi però era un bravissimo spadaccino e per d&d ciò bastava per renderlo un vero leader. Nella s8 immagino volessero dirci che come innamorato era ancor più inacapace di ragionare 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 hours fa, Metamorfo dice:

La gestione della 8x3 è ovviamente in funzione della scelta di Arya come NK killer. 

Vero. Il problema maggiore per me non è neanche stato il fatto che abbiano spostato il focus da Jon ad Arya, visto che filosoficamente è anche accettabile un ridimensionamento di quei personaggi che avevano fin dall'inizio l'aura del predestinato (ma la cosa avrebbe dovuto applicarsi anche ad altri, ché così è inconsistente), così come l'idea che l'adepta del dio dai mille volti dia il dono alla morte stessa, avevo già detto che ha una sua poesia.

 

Poesia però che manca alla scena dell'uccisione - che trovo a metà tra lo splatter e il ridicolo (a partire dalla fine di Theon) - e che si aggiunge al grande problema dello script: tolta la protagonista Arya e la sua guida Melisandre, gli altri personaggi sembrano essere delle scialbe comparse a cui far fare cose mentre le due protagoniste hanno modo di agire. 

 

Dicevo del dono della morte concesso a quello che, per citare @osservatore dal nord, rappresenta la gelida incarnazione della morte.

Ecco, il NK non avrebbe dovuto essere un'entità nera perché così creata dai figli della foresta, questo è ciò che maggiormente ha disatteso la backstory che si stava delineando per il personaggio, oltre che rendere inutile il motto degli Stark, che sembrava un monito a un evento ciclico e all'importanza rivestita dagli Stark stessi nel bloccare questa minaccia. 

Si ha l'impressione che questa scelta sia stata determinata da un'eccessiva semplificazione della storia. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me la cosa più trash sono stati quei 5 minuti di sguardi tra il NKe Bran, in stile telenovela turca. Tant'è che continuavo a dire "adesso escono fuori Melisandre e Arya e Melisandre da fuoco a tutto e fanno un diversivo per far fuggire Bran" e invece compare ninja Arya.

Che poi bastava non farle fare quel salto da film cinese di combattimenti. Bastava tipo che facessero un'azione di distrazione da parte di melisandre, una scena di combattimento tra Theon, Arya, il Mastino e gli Estranei (magari anche Beric, così la sua morte avrebbe avuto più senso e anche quella di Theon) e poi Arya che con le sue doti da faceless riesce a oltrepassare gli estranei distratti e far fuori il Nk.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volendo filosofeggiare un po' si potrebbe anche discutere dell'uguaglianza morte=re della notte. 

Difatti gli estranei non donano la pace della morte (come i faceless) ma condannano le loro vittime alla non morte degli zombi. Un sito che fa analisi su asoiaf li definiva apposta la versione magica e  uberpower degli schiavisti ghiscariani 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...