Jump to content
Neshira

Rilettura AFFC/ADWD

Recommended Posts

Il 9/9/2019 at 11:04, Meribald Blackwood dice:

"scranno"

Il 9/9/2019 at 11:04, Meribald Blackwood dice:

"scanno"

Fanno un po' quello che gli pare i traduttori... non mi stupirei se non avessero colto la differenza!!

 

AFFC10 (Dominio10 - Sansa)

I pov di Sansa di AFFC/ADWD sono tra quelli che preferisco in assoluto (magari non questo in particolare ma nel complesso quella di Sansa è una delle storyline che più mi affascinano).

Sansa sta completando il suo percorso di crescita che la porterà a diventare Alayne. Ecco, credo proprio che questo sia un passaggio fondamentale per lei. Essere Sansa Stark in quel momento non sarebbe stato facile in nessuna parte del mondo, nemmeno nella Valle. Il fatto che lei si "liberi" del suo nome e di tutte le complicazioni che ne derivano permette ad Alayne di essere davvero la figlia del Protettore della Valle, che è un po' come frequentare l'università del Gioco del Trono...

E la crescita di Sansa è palpabile in questo capitolo. Fino ad ora ha quasi assistito alla sua stessa vita, ora invece comincia a determinarla. Mente, e bene, a Royce e compagnia e si dimostra sveglia e attenta quando comprende le ragioni dietro all'accordo tra Petyr e Nestor Royce. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

TYRION I:

Personalmente ho sempre apprezzato il Tyrion di ADWD, anche più di quello di AGOT. In questo capitolo vediamo il Tyrion più depresso, tormentato e oscuro, è il suo punto più basso, da cui si può solo risalire. In lui si mescolano il senso di colpa per la morte di suo padre e la voglia di vendetta nei confronti di Cersei e Jaime: Tyrion prova disgusto verso se stesso, ma allo stesso recita la parte del malvagio nano regicida, sforzandosi di mostrare il peggio di sé e di incutere timore negli altri. Ho trovato molto interessante il fatto che Tyrion rifletta sulla possibilità di andare alla Barriera:

"Un luogo più sicuro sarebbe forse stata la Barriera. Il lord comandante Jeor Mormont, il Vecchio Orso, un tempo gli aveva detto che un uomo come lui sarebbe stato un valido apporto ai guardiani della notte."

 

Mi chiedo: e se il destino finale di Tyrion fosse proprio alla Barriera? Anche se la serie SPOILER GOT 8:

Spoiler

ci mostra Tyrion come nuovo Primo Cavaliere.

Ho trovato molto interessante l'incontro con Yllirio, e ho avuto anche l'impressione che fosse lui la vera mente del duo. Si dimostra molto acuto, sia quando chiede a Tyrion se ha intenzione di suicidarsi o vuole continuare a vivere, sia quando gli spiega perché il piano di inconorare Myrcella è rischioso (povera ragazza, tutti vogliono combattere i suoi diritti e a nessuno importa veramente di cosa vuole fare lei).

Tra l'altro grazie a Yllirio abbiamo la prima scorpacciata di ADWD! :cool2:

Ho trovato molto bella questa frase, che riassume in pieno la strategia del duo (ovvero operare su più fronti):

"Il mondo è un'unica, grande ragnatela, ed è meglio non osare toccare neppure un filo: il tremito si propagherebbe a tutti gli altri."

 

Molto interessante anche il discorso sul Principe di Pentos, che da un lato si ricollega all'indovinello di Varys, dall'altro mi ricorda una pratica diffusa nell'Italia Medievale: il prefetto veniva chiamato ad amministrare la città, e in seguito veniva giudicato per il suo lavoro.

Per quanto riguarda la prostituta, io ho subito pensato che il re fosse Young Griff, però è interessante l'idea secondo cui il re è in realtà Yllirio stesso. Per anni ci siamo concentrati tutti su Serra, ma se ad avere sangue Targaryen (o Blackfyre) fosse Yllirio si spiegherebbero un sacco di cose (innanzitutto l'ossessione di Yllirio per il Trono di Spade). A tal proposito faccio notare che nel capitolo si sottolinea spesso l'unguento giallo portato da Yllirio; più tardi Young Griff parlerà di un suo zio che "si tinge i capelli in un modo diverso".

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 hours fa, Figlia dell' estate dice:

Per anni ci siamo concentrati tutti su Serra, ma se ad avere sangue Targaryen (o Blackfyre) fosse Yllirio si spiegherebbero un sacco di cose

Alla prima lettura io avevo avuto l'impressione che Yllirio e Serra fossero davvvero molto uniti, più di persone che si conoscono tardi nella vita per matrimonio. Magari che fossero anche già fratello e sorella. Del resto I Targ si sposano tra loro, perchè non i Blackfyre?

Poi se Serra è così nobile, come l'avrebbe pescata un qualunque ratto di strada, altrimenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una cortigiana si (tipo quelle di Lys?), ma a parte il suo 'lavoro' intendevo nobile come discendenza (Blackfyre o Targ o qualche post-Valyriano) da cui prendere questi capelli bianchi e tutto il resto.

E' pure vero che sarebbe più decaduta di Viserys, hai ragione :ehmmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Lys, teoricamente, i tratti valyriani dovrebbero essere la norma, specie tra le cortigiane (anche se non ho mai capito come fanno a non scottarsi, vista la posizione geografica di Lys), tuttavia non si puó escludere una discendenza Targaryen da Saera.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 hours fa, Figlia dell' estate dice:

Per quanto riguarda la prostituta, io ho subito pensato che il re fosse Young Griff, però è interessante l'idea secondo cui il re è in realtà Yllirio stesso. Per anni ci siamo concentrati tutti su Serra, ma se ad avere sangue Targaryen (o Blackfyre) fosse Yllirio si spiegherebbero un sacco di cose (innanzitutto l'ossessione di Yllirio per il Trono di Spade). A tal proposito faccio notare che nel capitolo si sottolinea spesso l'unguento giallo portato da Yllirio; più tardi Young Griff parlerà di un suo zio che "si tinge i capelli in un modo diverso".

 

Bella idea e geniale il pensiero sullo zio che si tinge i capelli.

Io faccio sempre fatica a mettere insieme tutti i pezzi sparsi in giro e, pur essendo affascinato da un "rientro" in westeros della compagnia dorata sotto le insegne Blackfire (con relativa sollevazione di varie casate dell'altopiano in favore del drago nero!), tuttavia non riesco a chiarirmi come possa essersi proseguita la discendenza Blackfire per via materna, visto che comunque viene detto esplicitamente che Maelys il mostruoso era l'ultimo discentente/pretendente.

 

Magari Illyrio discende da un altro ramo cadetto Targaryen? O Serra da Saera?

 

Sul momento non riesco a ricordarmi tutti i nomi corretti, ma di esuli Targaryen in Essos ce ne sono parecchi, sia più "recenti" come Brightflame, che più antichi!

Ad esempio sia nel periodo di Jaeheris che poi durante la danza dei draghi ci sono Targaryen "dispersi" o di cui non si è saputo più nulla e anche Targaryen che hanno potenzialmente lasciato eredi in giro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

JAIME I:

In questo capitolo Jaime affronta il senso di colpa per la morte di Tywin. La frase di Tyrion ha piantato già i suoi semi, ma lui appare ancora legato a Cersei:

"Avrebbe voluto prenderla tra le braccia e baciarla, affondare il volto nei suoi riccioli dorati, prometterle che nessuno le avrebbe mai fatto del male"

 

Il comportamento di Cersei è abbastanza contraddittorio: nel precedente capitolo aveva insultato più volte Jaime, adesso gli offre di nuovo la carica di Primo Cavaliere. Da parte sua lui continua a rifiutare, affermando di non essere fatto per i campi di battaglia, ma al tempo stesso gli dà un importante consiglio strategico. L'indifferenza di Jaime verso il potere e la politica è uno dei tratti che lo distinguono dal resto della famiglia. Molto bello il riferimento a Alyn Velaryon e a Rhaegar, da TWOIAF sappiamo che SPOILER TWOIAF

Spoiler

Rhaegar voleva spodestare il padre, questo capitolo ne è la conferma.

 

CERSEI III:

È il capitolo del matrimonio tra Margaery e Tommen, uno dei pochi che non si è concluso con nessun morto, e anche uno dei pochi in cui non c'è stata la canzone The Rains of Castamere. Coincidenze? Io non credo. Così come il funerale di Tywin è stato grottesco anche il matrimonio del nipote è misero e grottesco. L'unica nota "spettacolare" sono gli effetti speciali gentilmente offerti dalla madre dello sposo, che non solo rappresentano il suo programma politico (ridurre l'importanza del Primo Cavaliere), ma anche la sua passione per l'Altofuoco... Un tempo credevo che sarebbe stata Cersei a realizzare il sogno di Aerys, ma adesso SPOILER GOT 8:

Spoiler

sono più incline a credere che sarà Dany a bruciare Approdo, innescando col fuoco di Drogon l'altofuoco. Bisogna capire se la passione per il fuoco di Cersei serve solo per ribadire la pericolosità dell'Altofuoco, o se lei proverà veramente a bruciare la città in un momento di pazzia, e verrà fermata da Jaime (il quale, purtroppo, non potrà fermare anche Dany).

In ogni caso, se lo spettacolo dell'altofuoco eccita Cersei, possiamo immaginare come si sarà sentito Jaime, al quale la sola vista dei campi bruciati in ASOS ricordava Aerys. Non a caso cerco di allontanare la sorella dal fuoco, ma lei sceglie di rimanere a guardare lo spettacolo. Con Osmund Kettleblack.

Se alla fine di ASOS sembrava che Jaime si stesse allontanando da Cersei, in questo capitolo è proprio che Cersei che cerca di allontanarsi sempre più da Jaime:

"Come ho mai potuto amare una creatura così ignobile?"

[...]

"Sua maestà concede una danza al suo cavaliere bianco?"

"E permetterti di raschiarmi con quella mano mozza?"

 

Le discussioni tra Jaime e Cersei sono uno spasso, specie quando lui ripete:

"Anch'io ti voglio tanto, tanto bene, mia dolce sorella."

 

In questo capitolo emerge anche una sincera preoccupazione di Jaime per Tommen, nonostante ciò che aveva detto nel precedente capitolo.

Per quanto riguarda la questione della profezia non credo che la regina più giovane e bella sia Dany, perché non penso che la frase "ciò che hai di più caro" possa riferirsi solo al potere:

"Nessun uomo le aveva mai fatto provare ciò che aveva sentito quando l'infante aveva preso il suo capezzolo per succhiare il latte."

 

E infatti è proprio dopo la morte di Joffrey che Cersei inizia a impazzire, finendo col perdere anche Jaime e la sua dignità. Per me la regina è Margaery (e in tal caso sarebbe una profezia auto-avverante, Cersei si convince che è Margaery il nemico e così si distrugge) o Sansa. Da notare anche la regina non deve essere per forza bellissima, perché Cersei (come viene più volte ribadito in AFFC-ADWD) sta iniziando a invecchiare e a perdere il suo "sex-appeal". Personalmente questa parte della profezia mi ha sempre ricordato lo specchio delle brame nella storia di Biancaneve, molto spesso Martin si diverte a riecheggiare le fiabe, lo abbiamo visto anche SPOILER FIRE&BLOOD:

Spoiler

con la "fiera delle vacche" che riecheggia il ballo di Cenerentola

In questo capitolo Lady Merryweather inizia ad entrare nelle grazie di Cersei. Inizialmente non pensavo che potesse essere una spia dei Tyrell, ora mi sembra abbastanza evidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensavo di metterci di più. E invece...

 

Figurati @Figlia dell' estate, ci mancherebbe, era una delle cose che mi aveva colpito di più durante la rilettura interrotta di ASOS. Conto su di te per i dettagli dei POV della seconda metà! ;)

Tra l’altro, molto bella la frase che hai citato a riassunto della strategia della premiata ditta Varys-Illyrio. Ma soprattutto hai avuto una grande attenzione a cogliere il particolare dell’unguento giallo che potrebbe avvalorare l’intuizione di Illyrio re.

Sui dubbi espressi da @Meribald Blackwood relativi alla linea femminile Blackfyre, potrebbe essere una delle figlie mai nominate di Daemon, ma ci sono anche altre possibili casistiche che non mi sovvengono. Poi come dicevano altri, ci sono anche dei rami Targaryen di cui non si ha notizia per come possano essersi evoluti o estinti.

 

Passo al primo POV della settimana, con gli altri due arriverò lunga.

 

AFFC 10 - Sansa I

Alcuni punti sparsi.

 

1. Mance Rayder. Il POV si apre con un bardo, un vecchio bardo che aveva visitato Winterfell durante l’infanzia di Sansa e dopo il quale solo un altro era venuto, oltre al bardo di nostra conoscenza che venne con Robert.

Cita

“An old man he was, with white hair and windburnt cheeks, but he sang of knights and quests and ladies fair, and Sansa had cried bitter tears when he left them, and begged her father not to let him go. “The man has played us every song he knows thrice over,” Lord Eddard told her gently. “I cannot keep him here against his will. You need not weep, though. I promise you, other singers will come.”
They hadn’t, though, not for a year or more.”

Che il vecchio o il bardo successivo fossero l’altra visita che Mance ha ammesso di avere fatto a Winterfell?
Chissà che ci faceva quella volta lì, non mi pare lo avesse specificato nel dialogo con Jon.

 

2. Jenny of oldstones. Il tema della canzone viene accennato come uno dei peggiori tradimenti o omicidi. Non mi ricordo le citazioni della canzone in ASOS quindi magari è un dettaglio irrilevante. Se ho tempo ci guardo.

 

3. Sansa. Ha capito di che pasta è fatto Petyr, ciononostante gli è riconoscente. Ci credo bene. È l’unico che non ha attentato né alla sua vita né a quella dei suoi familiari (apertamente mentre in realtà la storia è un’altra), ed è l’unico che al momento sembra averla aiutata senza puntare apertamente ai suoi possessi, a differenza dei Lannister e dei Tyrell.

3-bis. Curioso che, nel momento in cui elenca tutta quella che considera famiglia, non menzioni né Arya, né Jon.

 

4. Petyr. Immenso arrampicatore sociale, ha conseguito risultati insperati per il tempo. Geniale nel vestire Marillion per il giudizio in modo da far uscire tutto il rancore e la gelosia dei lord a cui Lisa lo aveva preferito.

4-bis. Molto audace nel portare Royce dalla sua parte, cedendogli ereditariamente il titolo di keeper of the gates, storicamente detenuto dagli Arryn stessi.

4-ter. Petyr ci conferma che Oswell Kettleback e Lothor Brune sono suoi uomini, cosa che si deduceva già da ASOS. Iniziamo a dare un volto ai soldi che probabilmente fregava alla corona. 

 

5. Considerazione generale. Mi ha colpito questa frase:

Cita

Men of honor will do things for their children that they would never consider doing for themselves.

un po’ ammicca pure al caro vecchio Ned, ma anche a Illyrio forse ed altri ancora. Gli stessi Tyrell per la sicurezza di Margaery. Nella finzione di Alayne che lo stesso concetto sia applicabile in qualche modo anche a Petyr? Per come lo conosciamo direi di no, ma vedremo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

TYRION II:

Continua il viaggio di Tyrion, che adesso attraverso Andalos, l'antica terra degli Andali. Da TWOIAF sappiamo che SPOILER TWOIAF:

Spoiler

Questi furono costretti ad immigrare a Westeros per sfuggire ai Valyriani, esattamente come i Rohynar. Entrambi i popoli, alla fine, si sono ritrovati a essere sottomessi ai Targaryen.

Le strade valyriane mi ricordano molto le strade dell'impero romano, ma la pietra fusa di cui sono fatte mi ricorda anche un pò il cemento, rendendo questo civiltà quasi futuristica. Il piano di Yllirio consiste nel portare Aegon&Company a Volantis, dove sposerà Daenerys. Egli sembra essere convinto che lei sia già in viaggio verso l'Ovest, e ciò costituisce una falla nel loro piano. In ogni caso sposare Dany ha molto senso per Aegon, visto che lei ha tre draghi. Precedentemente avevo ipotizzato che Yllirio usasse l'unguento giallo per nascondere tratti valyriani, ma se è vero che la statua della piscina rappresenta lui da giovane allora i suoi capelli dovrebbe essere semplicemente biondi. Ciò non vuol dire che non abbia origini Targaryen, visto che molti Targaryen avevano capelli biondi o addirittura scuri (tra cui anche Jon Snow). La frase sui "debiti d'affetto" è molto interessante: potrebbe riferirsi a Serra, a Varys o anche a un parente. In ogni caso Martin vuole che dubitiamo delle intenzioni di Yllirio, visto che ci installa il dubbio tramite Tyrion. 

Mi ha molto colpito il sogno di Tyrion, dove traspaiono sia l'odio che l'affetto per Jaime (spero tanto in una loro reunion in TWOW), e anche il fatto che non riesca a ricordarsi il volto di Tysha, mi ha ricordato molto SPOILER GOT 1:

Spoiler

Robert quando afferma di non ricordarsi il volto di Lyanna.

E per la prima volta una canzone (anche se la conoscevamo già): uno degli aspetti più affascinanti di ASOIAF è proprio la presenza di canti nella narrazione.

 

SANSA I:

Anche qui tante canzoni! Tra cui Jenny di Vecchie Pietre, adesso sappiamo sicuramente che era una canzone triste (forse parlava di Sala dell'estate?) e questo avvalora la teoria secondo cui a comporla è stato proprio Rhaegar.

Significativo il fatto che Sansa sia ormai arrivata ad odiare le canzoni:

Le sue melodie strisciavano su per i gradini a chiocciola della torre, la sorprendevano nuda nel bagno, cenavano con lei all'ora del crepuscolo, arrivavano addirittura a infilarsi nella sua camera da letto quando chiudeva le imposte."

 

A differenza di molti io ho sempre preferito la Sansa di ACOK-ASOS a quella di AFFC, perché la prima ha una libertà interiore e anche una purezza (che molti scambiano per ingenuità) che sembrano mancare alla seconda. Tuttavia ho apprezzato molto questo capitolo, soprattutto per il suo carattere introspettivo. 

Sansa si ritrova di fronte a un dilemma etico: ha già mentito in passato (alla fine di ASOS c'è proprio la frase "Ormai Sansa Stark mentiva facilmente"), ma adesso c'è qualcosa di nuovo: Petyr. Sansa ha già intuito la pericolosità di questo personaggio (cosa che invece era sfuggita a Ned o a Tywin):

"E Ditocorto non era amico di Sansa Stark. Quando Joffrey si divertiva a farla picchiare dagli uomini in bianco, era stato il Folletto a difenderla, non Ditocorto. Quando la folla inferocita e affamata aveva cercato di stuprarla, era stato il Mastino a portarla in salvo, non Ditocorto. Quando i Lannister le avevano imposto contro la sua volontà di sposare Tyrion, era stato ser Garlan Tyrell il Galante a darle conforto, non Ditocorto.

[...]

Ditocorto e Lord Petyr si assomigliavano in tante cose. Fosse dipeso da lei, sarebbe fuggita da entrambi, solo che non esisteva un luogo dove potesse andare."

 

Sansa è torturata dal ricordo della morte di Lysa e dal senso di colpa nei confronti di Marillion, ed è proprio questo senso di colpa che il Viscido usa per indurre Sansa ad assecondare i suoi piani:

"Non vorrai che le tue splendide manine siano lordate di altro sangue, vero, tesoro?"

Uccidetelo. >_>

 

Ho trovato molto inquietante questa frase: 

"Con la mia astuzia e la bellezza di Catelyn, il mondo sarà tuo, tesoro"

 

Sembra quasi che il Viscido voglia fingere che Sansa sia figlia sua e di Catelyn. Ciò dimostra che dietro al consiglio che dà a Sansa non c'è solo la preoccupazione di celare l'inganno, ma il desiderio di cancellare la memoria di Ned (che abbiamo visto essere sempre presente nei pensieri di Sansa). Purtroppo per lui viene ripagato dalla stessa moneta:

"Perfino qui. Nel profondo del tuo cuore. Puoi essere lei? Puoi essere mia figlia nel profondo del tuo cuore?"

"Io..." "Io non lo so, mio signore" fu sul punto di dirgli Sansa, ma non erano quelle le parole che Ditocorto voleva udire. "Menzogne" pensò Sansa Stark. "Menzogne e vino dorato di Arbor."

"Io sono Alayne, padre. Chi altri potrei essere?"

 

Personalmente sono sempre più convinta che sarà Sansa a uccidere il Viscido, il giorno in cui lui abbasserà la guardia, convinto di potersi fidare di lei.

 

@***Silk***: Se non sbaglio la seconda visita di Mance a Grande Inverno è stata quando è arrivato Robert, quindi escluderei il vecchio bardo, forse era il secondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...