Jump to content

Made in USA : il topic della Politica Americana


Recommended Posts

Il regresso e la follia americana, ben rappresentati da questa candidata repubblicana a governatrice della Georgia, una di quelle trumpiane che vede i satanisti ovunque, che è capace di dire che ama "Gesù e le armi" senza trovare niente di strano nell'accostamento, e secondo cui i Padri Fondatori hanno fatto bene a sterminare i nativi americani, perchè così ora in America c'è la libertà di adorare Gesù.

 

 

Questa è l'America profonda, ignorante e bigotta, quella che pensa che per essere brave persone e veri cristiani, basta dire di adorare "Gesù" ed odiare "Satana" e poi è tutto lecito.
Sono sempre di più ad arrivare ad alti livelli in politica.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 759
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • 2 weeks later...

@Mar Per Red Wave intendi una vittoria del GOP alle elezioni dei Congresso? E i precedenti li consideri in base ad una logica di alternanza temporale o in base a situazioni socioecononiche simili ad oggi avvenute in passato e che hanno portato appunto a vittorie dei repubblicani?

 

In ogni caso, considerando la "qualità' del Partito Repubblicano attuale, lo scenario che potrebbe emergere quest'anno o ancora peggio nel 2024 mi fa molta paura, specie per le ripercussioni che avrebbe qui nel Vecchio Continente. Se c'è una cosa vera che si dice quando si parla di USA, è che quello che si produce lì, nel bene e nel male, di destra e di sinistra (ammesso che abbia senso paragonare la loro politica alla nostra), alla fine arriva anche da noi.

Link to post
Share on other sites

Si, è praticamente una legge fisica/fisiologica della politica americana che il Partito del Presidente vada male/malissimo alle successive elezioni di Midterm, non fosse altro perchè banalmente gli elettori del Partito fuori dalla Casa Bianca hanno più stimolo di recarsi alle urne. Obama perse la Camera nel 2010 poi anche il Senato nel 2014. Trump ha perso anche lui la Camera nel 2018. Qui è schematizzato tutto. Nel 2006  invece Bush le aveva perse addirittura entrambe ed è quello che potrebbe accadere anche questa volta. Quasi certamente la Camera. Nel Senato (dove al momento sono 50 e 50) saranno decisivi i seggi di Nevada, Arizona, Wisconsin, Pennsy e Georgia. Tutti Stati vinti (di poco) da Biden nel 2020 e in tutti e cinque il seggio del Senatore non a rischio elezione è già blu, quindi se i Dem dovessero riuscire a difendere o conquistare l'altro, si andrebbero a confermare o creare delle nuove doppiette. Arizona, Georgia e Nevada sono incumbent democratici, Wisconsin e Pennsylvania (ma in quest'ultima il Senatore attuale non correrà) sono Rep. 

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

 

Il 25/6/2022 at 10:47, Menevyn ha scritto:

un Paese con un'obbrobrio di costituzione come quella americana.


Duello sulla riva dell'Hudson, all'alba, con arma da fuoco.

 

 

Scrivo qua, dato che mi concentrerò sull'aspetto più giuridico/storico della vicenda.

 

Come sempre, mi parte la curiosità e ... degli ultimi 18 Giudici (1967 - 2020) della Corte Suprema, TREDICI sono stati di nomina Repubblicana. Se contiamo l'imminente ritiro di Breyer e quindi la sostituzione con la K.B. Jackson, diventano 13 R e 6 D. Oddio, ovviamente non necessariamente questo significa Repubblicani = Conservatori, Dem = Liberal, soprattutto per i nominati più vecchi. Blackmun, il primo di Nixon, fu l'autore proprio della Roe v Wade nel 1973. La prima donna di sempre, Sandra Day O'Connor, fu la prima di Reagan. A proposito di donne, in questi 18 sono comprese anche le sole 5 donne di tutta la storia della Corte (di nuovo, 6 su 19 contando la Jackson). Tra queste, la povera Ginsburg (prima nomina di Clinton) ha commesso il clamoroso errore di non ritirarsi vigente un Presidente Democratico, sarebbe potuta essere la terza di Obama, ha tenuto duro per tutto il mandato di Trump ma proprio all'ultimo non ce l'ha fatta e i Repubblicani l'hanno immediatamente sostituita in fretta e furia nel 2020, anno elettorale. Con l'immediato precedente del 2016, anno elettorale, in cui a Obama fu impedito di procedere alla sostituzione (e che sostituzione, si trattava di Scalia, morto in Febbraio) per mesi, sino alla vittoria di Trump e la nuova nomina solo nell'Aprile 2017. Mosse / premesse da Guerra Civile o quasi eh.

 

E ancora, c'era stato G.W. Bush, con la sua "vittoria" (chiamata in causa pure la stessa Corte Suprema), che ha potuto nominare Roberts (l'attuale Presidente) e Alito (l'autore dell'opinione di maggioranza leakata da Politico a Maggio). E infine, proprio uno come Trump, Presidente con un'altra vittoria repubblicana di misura, ha avuto la clamorosa opportunità di TRE nomine in quattro anni di singolo mandato. Nixon e Nixon/Ford fecero tre in due, Carter zero in uno ! , Reagan tre in due, G.H.Bush due in uno !, Clinton due in due, G.W. Bush due in due, Obama due in due, Trump, ripeto, PROPRIO Trump, l'unico a fare tre in uno, ma come si fa . Quando uno dice gli accidenti/ incidenti della Storia. Pensate come sarebbero andate le cose con Gore al posto di Bush, con la Clinton o Biden in caso di candidatura da VP, al posto di Trump. :ehmmm:

 

 

 

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Personalmente questo continuo voler sottolineare le gaffe di Biden lo trovo alquanto avvilente, tenendo conto di tutti i guai che gli USA stanno affrontando per via delle politiche scellerate di Trump.

 

 

Al di la delle gaffè, la validità di un presidente si riconosce principalmente da:

1) Chi mette nelle posizioni di potere

2) Da come ascolta i suoi consiglieri.

Tutte cose che bene o male Biden ha azzeccato, al contrario di Trump (ricordiamoci che per colpa della gente che ha messo lui alla Corte Suprema ci sono stati tanti problemi sull'aborto).

Anche in politica estera finora si è mosso bene, al contrario del tizio arancione.....
 

Link to post
Share on other sites

Non mi sembra neanche un reato mettere in evidenza degli episodi che fatti da quella che dovrebbe essere la persona più potente al mondo sono piuttosto inquietanti. Poi vabbè, ho sempre avuto la fissa per i film demenziali con Leslie Nielsen :excl2:

Riguardo il resto del tuo discorso, che Trump sia stato nei suoi quattro anni di presidenza un avvelenatore di pozzi in piena regola mi pare palese, però ciò non significare non mostrare le inadeguatezze dell'attuale inquilino alla Casa Bianca.

Link to post
Share on other sites

Vedendo attentamente il video, il gesto che fa con la mano e contemporaneamente con la faccia, a me non sembra per niente che stia "dando la mano" a un fantasma, ma mi sembra tutt'altro tipo di gesto.

Detto questo, gli USA (e non solo) dovrebbero considerare limiti di età per la presidenza. Sia Biden (79 anni) che Trump (76) sono troppo anziani, ed è normale che a quell'età si perde qualcosa (o più di qualcosa) a livello di capacità mentali e fisiche (anche importanti per un ruolo che richiede un enorme dispendio di energie).

Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Metamorfo ha scritto:

Vedendo attentamente il video, il gesto che fa con la mano e contemporaneamente con la faccia, a me non sembra per niente che stia "dando la mano" a un fantasma, ma mi sembra tutt'altro tipo di gesto.

 

E' stato interpretato - ed anche a me è sembrato - come un gesto di saluto o un riferimento alle persone che erano dietro di lui, tra l'altro una cosa che farebbe spesso, stando ad alcuni giornalisti.

Link to post
Share on other sites

Anche perchè ci sono gaffe e gaffe. Un conto è mancare una stretta di mano di qualche decina di centimetri, un altro è dire che...

"Non potete preoccuparvi del riscaldamento globale: l’altro giorno qualcuno ha detto che gli oceani si alzeranno di un ottavo di pollice nel corso dei prossimi 300 anni. Abbiamo problemi più gravi di questo. Avremo un po’ più di case sulla spiaggia: non è la cosa peggiore del mondo".

Link to post
Share on other sites

Che Trump sia molto, molto, molto più inadatto di Biden alla presidenza degli USA e molto più pericoloso per gli equilibri democratici degli stessi (considerando anche i suoi delfini nel GOP) è sicuro: penso che su questo siamo veramente tutti d'accordo, almeno in questa discussione.

 

Detto questo, il video in questione l'ho linkato solo a mo' di trash. Come ho detto prima, il genere mi piace parecchio e Biden mi ricorda troppo il personaggio di Frank Drebin ne La Pallottola Spuntata.

Link to post
Share on other sites

Non aiuta una vaga somiglianza fisica :unsure:

comunque nonostante tutto anche a me Biden non dà l'impressione di essere la migliore scelta che si potesse avere soprattutto dopo Trump.

Sicuramente un fattore importante è l'età.

Valuto però positivamente il suo cercare di mettere una pezza su quel pastrocchio sull'aborto.

Non dimentichiamo comunque che gli Americani in generale sono un po' strani ai nostri occhi e anche altri presidenti ogni tanto facevano sollevare il sopracciglio. 

Gli eventuali momenti imbarazzanti di Biden comunque spero siano solo questi, troverei più imbarazzante se trovassero una segretaria sotto la sua scrivania. 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Member Statistics

    • Total Members
      5,893
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Vendrick
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,188
    • Total Posts
      756,156
×
×
  • Create New...