Jump to content
King Glice

Lettori e spettatori: due visioni inconciliabili o più vicine di quanto pensiamo

Recommended Posts

@Lyra Stark

 

Sostenere che D&D abbiano fatto completamente schifo e che le cose buone di GOT sono opera di altri è una semplificazione che non mi appartiene. Ciò nonostante, ritengo che abbiano delle colpe evidenti:

 

1) Finché c'era il materiale cartaceo a disposizione, D&D hanno svolto un buon compito; quando invece hanno dovuto assumersi responsabilità maggiori stante l'assenza di TWOW e ADOS, hanno toppato alla grande. GRRM non avrebbe dovuto lasciarli in quella situazione, ma D&D sono professionisti e profumatamente pagati: potevano fare di meglio.

 

2) Hanno voluto a tutti i costi concludere la serie con soli 13 frettolosi episodi nelle due stagioni finali. Se ne avessero fatti almeno 7 in più avrebbero potuto quantomeno sviluppare certi eventi con più calma e cura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours fa, Jacaerys Velaryon dice:

il rapporto fra adattamento e adattato va giudicato caso per caso.

 

Io sono di questa "fazione". Generalmente tendo a valutare l'opera in sé, a prescindere da adattamento fedele o libero, considerando anche l'impossibilità di mettere sullo stesso binario e far "viaggiare alla stessa velocità" dei media così diversi (base letteraria e realizzazione tv o cinematografica)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco appunto, perchè va considerata la serie nel complesso da una parte, e poi la resa nei singoli episodi dall'altro.

E anche questo è un ulteriore punto da considerare :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 hours fa, Lyra Stark dice:
21 hours fa, ***Silk*** dice:

In questo D&D non ci sono riusciti e c'è poco da stupirsi Benioff è riuscito a regalarci il nientepopodimeno di Troy eh... Diciamo che il loro contributo alla serie per fare una battuta è riassunto nel caso che hanno fatto nella terza stagione di WestWorld...

Lungi da me difendere in toto il loro operato, ma non è che tutta la serie sia una schifezza immane, ci sono stagioni più ispirate di altre e episodi più ispirati di altri, trovate migliori e trovate peggiori con un progressivo "rilassamento", io lo chiamerei così.

E chi ha mai detto che fosse una schifezza immane?

Il punto è che fosse difficile aspettarsi un capolavoro inattaccabile. 

 

20 hours fa, Jacaerys Velaryon dice:
21 hours fa, ***Silk*** dice:

Penso che nel momento in cui la forma artistica espressa da un'opera riesce a superare anche quei punti in cui essa non le è fedele riesca a mettere d'accordo tutti sulla sua qualità.

 

Mi sembra una posizione ambigua: è come dire che se un'opera derivata è bella in sé per sé, allora possiamo ignorare il fatto che ha "tradito" l'opera originale, mentre se non è bella allora il "tradimento" è un'aggravante.

Stai enfatizzando un concetto che in realtà assomiglia a quella che tu definisci valutazione caso per caso. Non è che tu ignori il tradimento se è bella, ma apprezzandone una serie di altre caratteristiche puoi affermare che nonostante questo può comunque avere un suo valore e una sua bellezza che prescindono da esso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/6/2020 at 20:51, osservatore dal nord dice:

La sesta rompe sin dall'inizio lo status quo post nozze rosse e mostra molti più eventi spettacolari rispetto alla quinta. Quindi normale che abbia impressionato più della 5.

 

Si, su questo sono d'accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 27/6/2020 at 09:27, ***Silk*** dice:

Il punto è che fosse difficile aspettarsi un capolavoro inattaccabile.

Vabbè ma questo vale un po' per tutte le trasposizioni libro/schermo salvo qualche rarissimo caso no? :ehmmm:

E considerato il materiale di partenza che si prestava a pezzenteria (data la messa in scena costosa), derive trash e rivisitazioni varie (per mole, complessità e problematiche intrinseche) era un'eventualità tutt'altro che lontana.

Sul punto pezzenteria per esempio io mi ritengo soddisfatta, se la sono cavata egregiamente, così come nel comparto design (vedi il confronto impietoso con The witcher :shock:).

Sul resto non molto per il trash (sia splatter che sessuale e in generale proprio) si poteva fare meglio ma ho notato addirittura un miglioramento col progredire delle stagioni, sulla gestione storyline considerando che il lavoro finché c'era il materiale cartaceo è stato abbastanza buono poi ha cominciato a diventare scadente non posso che fare a meno di chiedermi come sarebbe stato se il materiale fosse stato completo. 

Trattasi peró sempre di soggettiva.  Sempre per il discorso relativo alle aspettive :unsure: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 A questo proposito mi ricordo cosa successe sempre in un forum ai tempi dell'uscita del primo episodio della sesta.

 

In particolare la scena di Dorne: lettori infuriati e incavolati neri, spettatori che facevano spallucce. 

 

Un mio amico lettore mi disse "Hai visto che casino che hanno fatto ?"

 

Ai tempi rimasi schifato anche io. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dorne è talmente fatta male che è stata attaccata anche da parecchi non lettori.

 

Ci sono forum composti prevalentemente da spettatori o da lettori non assidui, come Itasa, che hanno criticato ferocemente GOT negli ultimi anni, a livelli in certi casi persino maggiori di Barriera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È vero, non parliamo poi degli YouTube che ne hanno fatto una professione e la loro fama.

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Jacaerys Velaryon dice:

Dorne è talmente fatta male che è stata attaccata anche da parecchi non lettori.

 

Ci sono forum composti prevalentemente da spettatori o da lettori non assidui, come Itasa, che hanno criticato ferocemente GOT negli ultimi anni, a livelli in certi casi persino maggiori di Barriera.

Però in Itasa fino alla sesta stagione i pareri erano ancora positivi.

 

È dalla settima che sono partiti quelli negativi

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho saputo, al di là di ogni possibile dubbio, che D&D erano dei cani assoluti e che, nel momento in cui avrebbero avuto mano libera, le loro umili, umilissime origini si sarebbero infine rivelate, quando ho assistito alla indescrivibile, inaccettabile, immonda scena del kun kun kun tra Jaime e Tyrion, verso la fine della S04 mi pare.

 

Una persona che scrive la scena del kun kun kun non ha, semplicemente non può avere, gli strumenti artistici e intellettuali per gestire la parte centrale e conclusiva di un opera complessa e sfaccettata come ASOIAF.

Può bluffare, può appoggiarsi a del buon materiale, può prendersi meriti non propri sfruttando un ottimo casting e alcuni colpi di scena, può raschiare il fondo del barile e può azzeccare qualcosa per caso o per fortuna, ma alla fine l'inganno crollerà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/6/2020 at 10:57, Jacaerys Velaryon dice:

Il giudizio complessivo su un'opera di fantasia che trae ispirazione da un'altra opera deve tenere conto del rapporto fra le due opere e dell'adattamento?

Oppure le due opere vanno trattate separatamente?

O ancora, dipende dai casi (se un'opera è "liberamente ispirata" allora ignoriamo il materiale di partenza, mentre se è "direttamente ispirata" dobbiamo tenerne conto)?

 

Leggo solo ora questa parte. Provo a dare le mie risposte, che coincidono con quanto detto da me in precedenza:

 

1) Non necessariamente. Le due opere dovrebbero essere giudicate separatamente;

2) Come sopra;

3) Se "liberamente ispirata", non c'è nessun problema. Se direttamente ispirata...neanche. Per fare uno esempio, Shining di Kubrick è direttamente ispirata dal romanzo di King, ma ne rappresenta uno stravolgimento. Eppure molti critici cinematografici dicono che il film è molto meglio del romanzo.

 

Come ho detto più volte in precedenza, se GoT fosse stata solo liberamente ispirata ad ASOIAF sarebbe stato meglio perché ci saremmo risparmiati interminabili polemiche su finale, scene stravolte e personaggi diversi psicologicamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Euron Gioiagrigia

Io sono allo stesso  tempo un amante di King e un suo detrattore (sono 20 anni che ha cambiato stile e fa il compitino) 

Sulla questione Shining ha ragione Kubrick. 

Ma un contronto fra King e kubrick non venga preso ad esempio per Martin e ........quei due 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...