Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Io ancora non so cosa aspettarmi da Gravity, infatti non ho ancora deciso se vederlo o no xD

 

Io dovevo andare a vederlo oggi ma l'amico con cui sarei dovuto andare ha avuto un contrattempo. Andrò mercoledì, se tutto va bene. Posso solo dire che i miei genitori sono appena usciti dal cinema e mi padre mi ha inviato un sms con il seguente testo: "incredibile!" <img alt=" />

Ed è uno che ha letto e visto molta fantascienza da giovane e che non si lascia entusiasmare più di tanto dalla produzione recente <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno è andato a vedere Gravity, per caso? Io se riesco vado domani perchè ad ogni visione del trailer o di recensioni mi viene una voglia di vederlo incontrollabile...

 

Io l'ho visto <img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" /><img alt=" />

 

Che dire... I due film che ho visto più recente al cinema quest'anno sono stati Gravity e Rush... E devo dire che mi sono piaciuti davvero tantissimo...

Gravity l'ho visto ieri e mi ha piacevolmente sorpreso, poichè non pensavo potesse essere tutto sto gran film... Mi sbagliavo alla grande!

Anche se come film dura relativamente poco: mi sembra neanche 90 minuti, vale assolutamente la pena andare a guardarlo... È tutto bellissimo: effetti speciali, sceneggiatura, trama.... Lo consiglio assolutamente <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi state convincendo ad andare a vederlo xD anche perchè quà la distribuzione di LaFineDelMondo è stata pessima, quindi visto che non c'è questo potrei ripegare su Gravity questa settimana, se vado al cinema...

 

Rush mi è piaciuto tantissimo, però non sarei in grado di dire quanto vale oggettivamente, mi ha preso troppo e questo mi basta!!

Per me è una storia che aspettava solo di essere trasposta al cinema...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rush mi è piaciuto tantissimo, però non sarei in grado di dire quanto vale oggettivamente, mi ha preso troppo e questo mi basta!!

Per me è una storia che aspettava solo di essere trasposta al cinema...

 

Guarda, per me quest'anno cinematografico è stato pienamente appagato da Rush e Gravity; non dico che gli altri film siano stati brutti, dico che anche se fossero usciti solo questi due film in tutto l'anno non mi sarei assolutamente lamentato <img alt=" /><img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

imm.jpg

 

Royal affair di Nikolaj Arcel, con Alicia Vikander, Mads Mikkelsen, Mikkel Boe lsgaard

 

Il film racconta un episodio della storia danese di fine XVVI° secolo che qui da noi è poco o per niente noto, ovvero la breve ascesa al potere del medico tedesco Johann Friedrich Struensee, fervente intellettuale illuminista che, facendo leva sul forte ascendente esercitato sul giovane re dalla mente incerta Cristiano VII, lo spinge a contrastare le idee conservatrici dei sui ministri ed a varare riforme a favore del popolo.

Sempre più potente, Struensee diventa anche l'amante dell'infelice moglie del re, Carolina Matilde, donna colta ed intelligente che condivide i suoi ideali: proprio questa relazione offrirà alla nobiltà conservatrice, lesa nei propri interessi, l'occasione per ribaltare le fortune del medico illuminista.

 

Forse un po'troppo lungo (dura circa 130 minuti) il film riesce a coniugare molto bene l'intreccio sentimentale che costruisce l'ossatura della vicenda (narrata in retrospettiva da Carolina Matilde) all'interessante sfondo storico; gli attori sono molto bravi, specialmente Mikkel Boe lsgaard - Cristiano VII

 

Voto 3,5 / 5

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I Croods (2013, diretto da Kirk DeMicco)

 

Non certo un capolavoro, ma se si riesce a non pensare alla banalitá del messaggio e la faciloneria con cui questo viene messo in scena, si puó godere di qualche gag riuscita e di una ottima realizzazione tecnica. Peccato per il doppiaggio della protagonista: al solito, si predilige il marketing alla qualitá...

Share this post


Link to post
Share on other sites

BLING RING

 

2jd2fdu.jpg

 

Film di Sofia Coppola basato su avvenimenti realmente accaduti.

Un gruppo di adolescenti si dedica a una serie di furti mirati e verranno rinominati dai media come "Bling Ring".

Ossessionati dal glamour e dalla notorietà,questa anomala "banda criminale",dopo aver controllato indirizzi e impegni delle star di Hollywood,si introduce nelle loro ville per rubare gioielli,soldi e acessori dei loro beniamini famosi.

 

Film interessante perchè ci mostra quella fetta di americani (e non solo) che vivono perennemente con mito di Hollywood.La regia è buona (ma IMHO non ottima come nei suoi film precedenti che io adoro),il film è scorrevole e spontaneo, e complimentoni a Emma Watson,che tira fuori un'ottima interpretazione e si lascia alle spalle il personaggio che l'aveva lanciata (Hermione chi??)

Detto questo,son rimasto un pò deluso in generale.Son consapevole che le mie aspettative quando si tratta dei film della Coppola sono altissime (peggio per lei che mi ha abituato così),però è un film un pò vuoto,senza neanche una vera e propria denuncia dei fatti.Non so,non mi ha entusiasmato,mi ha lasciato un pò indifferente.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto la Grande Bellezza e se pure mi sia piaciuto meno di Viva la Libertà devo dire che per me è molto ma molto bello! Mi ha anche fatto ridere diverse volte, e in questo periodo è tutto dire!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gravity (2013) di Alfonso Cuaron

Copia/Incolla di quanto ho scritto nel thread apposito:

Partiamo dalle cose negative:
-un filino di eccessiva retorica

-Morte di Clooney incomprensibile: quando lui si sgancia per salvare la Bullock, non sembrano esserci forze che lo spingono lontano. Sulla stazione, la Bullock e Clooney agisce solo la gravità. Quindi perchè sganciarsi? Il sacrificio eroico non fa bene al film, IMHO. Avrei preferito una morte tipo quella di Poole in 2001: fredda, inutile, amara. Come le morti sul lavoro. Come la maggioranza degli incidenti.



Detto questo: il film è straordinario! Non credo di aver mai assistito ad un film che mi abbia procurato la stessa tensione della scena con i detriti che colpiscono la ISS, con quella musica agghiacciante come sottofondo. Le lunghe riprese senza tagli di montaggio aiutano l'eccellente 3D (*) a farci davvero prendere parte alla scena. Adrenalinico, poetico, innovativo. Tutto quello che un buon film dovrebbe essere per spingere la gente a lasciare da parte i torrent per un attimo e andare al cinema. Se Hollywood vuole tornare quella di una volta, è così che deve fare. Sarà arduo per Cuaron superarsi!

Esperienza cinematografica con i fiocchi <img alt=" />
Suggerisco a tutti di andare a vederlo.
(*) voglio sperare che questo film riesca a convincere delle potenzialità del 3D anche i più accaniti oppositori <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gravity (2013) di Alfonso Cuaron

 

Copia/Incolla di quanto ho scritto nel thread apposito:

 

Partiamo dalle cose negative:

-un filino di eccessiva retorica

 

-Morte di Clooney incomprensibile: quando lui si sgancia per salvare la Bullock, non sembrano esserci forze che lo spingono lontano. Sulla stazione, la Bullock e Clooney agisce solo la gravità. Quindi perchè sganciarsi? Il sacrificio eroico non fa bene al film, IMHO. Avrei preferito una morte tipo quella di Poole in 2001: fredda, inutile, amara. Come le morti sul lavoro. Come la maggioranza degli incidenti.

 

 

 

Guarda, parlando da studente senza troppa conoscienza in materia, secondo me

 

Si è allontato perchè lui non si è mai fermato completamente; i fili che reggevano la Bullock si stavano staccando; se fosse stato completamente fermo, i fili non avrebbero dovuto subire alcuno sforzo, quindi non avrebbero dovuto cedere... Forse sto dicendo cose senza senso, ma io l'ho vista in quel modo <img alt=" />

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Gravity (2013) di Alfonso Cuaron

 

Copia/Incolla di quanto ho scritto nel thread apposito:

 

Partiamo dalle cose negative:

-un filino di eccessiva retorica

 

-Morte di Clooney incomprensibile: quando lui si sgancia per salvare la Bullock, non sembrano esserci forze che lo spingono lontano. Sulla stazione, la Bullock e Clooney agisce solo la gravità. Quindi perchè sganciarsi? Il sacrificio eroico non fa bene al film, IMHO. Avrei preferito una morte tipo quella di Poole in 2001: fredda, inutile, amara. Come le morti sul lavoro. Come la maggioranza degli incidenti.

 

 

 

Guarda, parlando da studente senza troppa conoscienza in materia, secondo me

 

Si è allontato perchè lui non si è mai fermato completamente; i fili che reggevano la Bullock si stavano staccando; se fosse stato completamente fermo, i fili non avrebbero dovuto subire alcuno sforzo, quindi non avrebbero dovuto cedere... Forse sto dicendo cose senza senso, ma io l'ho vista in quel modo <img alt=" />

 

 

 

Mah, non sono un fisico ma non mi convince affatto <img alt=" />

 

AFTER EARTH, di M. Night Shyamalan.

 

Quello che posso dire di questo film è che, onestamente, non capisco tutti i pareri così spietatamente negativi che ho letto in giro. Partendo dal dato di fatto che non è un capolavoro (come quasi nessuno, al giorno d'oggi), è comunque un discreto film di fantascienza 'sui generis', con un certo intimismo un pò New Age che va di moda, e una regia certamente più matura de L'ultimo dominatore dell'aria.

Sono certo che se non fosse per il nome del regista, sarebbe stato senza dubbio accolto più favorevolmente. Ma se nel caso di The last airbender e The Happening le critiche erano giustificate, qua mi sembra che si rifaccia l'errore compiuto con Lady in the water (film comunque interessante IMHO) e con The Village (il suo migliore, a mio avviso).

 

Rimango dell'opinione che Shyamalan non sappia dirigere gli attori e non sappia produrre scene d'azione, quindi riesce solo con attori di esperienza in film 'tranquilli'. Detto questo mi pare che sia migliorato dal suo ultimo lavoro, e se riuscirà a fare pace con l'umiltà, potrebbe avere ancora qualche chance.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo non l'ho visto...The Village è un gioiellino per me, decisamente il suo miglior lavoro!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tre bei documentari.

 

 

Man on wire.

L'impresa del funambolo Philippe Petit, che nel 1974 camminò su un cavo sospeso tra le Torri Gemelle di New York. Vincitore di numerosi premi, tra cui l'Oscar per il miglior documentario nel 2009.

 

 

Man%20on%20Wire.jpg

 

 

 

The Defector.

Il viaggio lungo e pericoloso dei Nord Coreani che tentano di fuggire dal regime, passando per la Cina. Devono affidarsi a dei trafficanti e sperare di raggiungere il confine senza essere fermati, altrimenti saranno rispediti al loro paese dove li aspetta una dura punizione.

 

movieposter.jpg?v=515bf4d0

 

 

 

When bubbles burst.

Prendendo spunto da un avvenimento in un villaggio montano norvegese, un premio nobel per l'economia e altri addetti ai lavori, spiegano il funzionamento nascosto dell'economia globale, le motivazioni alla base delle cicliche crisi ed in particolare di quella che stiamo vivendo. Si prevede a cosa andremo incontro se i rapporti governi/banche non cambieranno, e quali sarebbero i modi per porre rimedio.

 

17890.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

3982-flash-point.jpg

 

Flash Point, di Wilson Yip, con Donnie Yen, Louis Koo, Kent Cheng, Collin Chou, Fan Bing Bing, Ray Lui. Ma e Wilson sono amici, entrambi poliziotti. Il primo è un sergente di ferro, che non ha paura di far uso della forza per sgominare i criminali, il secondo lavora come agente sotto copertura in una pericolosa banda di gangster vietnamiti. Quando Wilson si ritrova in pericolo, Ma dovrà sorpassare di nuovo i limiti del suo ruolo per salvare il collega. Nato inizialmente come seguito di SLP, ma poi evolutosi in un film a sé stante, Flash Point conferma l'abilità registica di Wilson Yip nelle pellicole d'azione, oltre a vederlo nuovamente collaborare con il fido Donnie Yen, vera e propria star del genere ormai nota anche in occidente. Nonostante una sceneggiatura non proprio originalissima, la narrazione riesce a tenere alta l'attenzione sino ai titoli di coda soprattutto per la sua componente action, con combattimenti di altissimo livello tecnico (coreografati dallo stesso Yen) che raggiungono l'apice nel serratissimo scontro finale. E per il pubblico maschile vi è anche il bonus presenza della splendida Fan Bing Bing. Robusto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...