Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Il 30/6/2019 at 10:41, Lyra Stark dice:

E la cosa divertente è che il primo film standalone Marvel su un'eroina femmina trasuda testosterone e machismo più di tutti quelli finora dedicati ai colleghi maschi XD 

 

Credo che questa sia una caratteristica generale di tutte le "narrazioni" sulle donne che "ce l'hanno fatta".

 

Infatti non ce l'hanno fatta per essere riuscite a far risaltare e affermare come valori validi le proprie caratteristiche di natura femminile in un contesto maschilista. No.

Ce l'hanno fatta perché si sono dimostrate ancora più "mache" dei "machi".

 

Poi, non entro nel merito politico e non ho veramente idea se questo tipo di narrazione sia meglio o peggio per una ipotetica "causa femminista".

 

Mi limito a dire che questa è l'unica narrazione che si vede in giro, anche al di fuori del cinema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione, la maggior parte delle volte pare proprio così. E' un'osservazione molto acuta del fenomeno la tua. Mi fa piacere che lo noti anche un rappresentante della controparte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
%d/%m/%Y %i:%s, Meribald Blackwood dice:

Ce l'hanno fatta perché si sono dimostrate ancora più "mache" dei "machi".

 

Ti quoto perché non se ne può davvero più. Da donna che ha da sempre fatto il "Bastian contrario" e fin da piccola ha sgomitato per uscire fuori dallo stereotipo sociale di cosa doveva o non doveva fare una donna, inorridisco dalla piega che ha preso questo nazi-femminismo che ci vuole perennemente in guerra col sesso opposto o perennemente in cerca di emulazione dello stesso, creando di fatto un ibrido schizofrenico che rispecchia soltanto il peggio di entrambi i sessi.

Purtroppo, per quante "libertà" oggi possiamo vantare, siamo ancora tutti impregnati da millenni di lavaggio mentale patriarcale che sarà difficile da scardinare e l'unico effetto che si è ottenuto, invece di esaltare la bellezza, le qualità e le peculiarità dei due sessi, è di convincere la donna che l'unico modo di essere trattata alla pari è di diventare una copia dell'uomo.

Ecco il perché di tutta questa propaganda girl power. Ancora più preoccupante è l'odio che vedo sempre più esternato dalle donne nei confronti dei maschi. 

Invece di usare le diversità per creare un'unità migliore, scopiazzamo il machismo e osanniamo la iperfemminilizzazione degli uomini, questo accade in tutti i settori e a mio vedere è totalmente contro natura.

Io stessa, in questo agognare la realizzazione di sè, per anni ho coltivato il principio dell'amore/odio per gli uomini perché li invidiavo e volevo essere come loro, rifiutando la mia femminilità e i ruoli "femminili" in quanto li ritenevo deboli.

 

Se ci fate caso, ne siamo pregni, nella moda, nel lavoro, nella famiglia, nel cinema etc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come darti torto!

La cosa più allucinante è che 

7 minutes fa, Oathkeeper dice:

invece di esaltare la bellezza, le qualità e le peculiarità dei due sessi, è di convincere la donna che l'unico modo di essere trattata alla pari è di diventare una copia dell'uomo.

In questo molte donne ci credono, e probabilmente non se ne rendono nemmeno conto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Da "controparte", come dice @Lyra Stark, anch'io ho sempre apprezzato le ragazze "bastian contrario", sullo stile, per rimanere in tema Martin, di Arya o di Mya Stone, diffidando dalla prima Sansa.

 

Il modo in cui però oggi è posta tutta la questione del "girl power" mi sembra un impoverimento generale invece dell'arricchimento che avrebbe dovuto essere, e mi trovo completamente d'accordo con Oathkeeper qui

 

2 hours fa, Oathkeeper dice:

inorridisco dalla piega che ha preso questo nazi-femminismo che ci vuole perennemente in guerra col sesso opposto o perennemente in cerca di emulazione dello stesso, creando di fatto un ibrido schizofrenico che rispecchia soltanto il peggio di entrambi i sessi.

 

 

2 hours fa, Oathkeeper dice:

Purtroppo, per quante "libertà" oggi possiamo vantare, siamo ancora tutti impregnati da millenni di lavaggio mentale patriarcale che sarà difficile da scardinare e l'unico effetto che si è ottenuto, invece di esaltare la bellezza, le qualità e le peculiarità dei due sessi, è di convincere la donna che l'unico modo di essere trattata alla pari è di diventare una copia dell'uomo.

e anche qui. Esprimi molto meglio di come avrei saputo fare io le cose che penso.

Invece di arricchire il mondo del meglio delle diversità degli esseri umani ci si appiattisce sul peggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, considerazioni interessanti, ma che qui sono ormai off-topic quindi vi consiglio di aprire un topic a parte.

Torniamo ai film appena visti, suvvia. 

Buona continuazione IT!

Share this post


Link to post
Share on other sites

I morti non Muoiono(The Dead don't Die) di Jim Jarmusch:

 

Il buon vecchio Jim continua a fare film belli, non sbaglia un colpo insomma.

 

Diciamo che il messaggio metaforico sulle abitudini umane troppo legate al materialistico è pure telefonato e retorico, sicuramente non nuovo, con i soliti momenti di telefonino che rende zombi. 

Ma il discorso finale sulla scena eroica di Driver e Murray sembra voglia proprio esagerare il concetto mettendolo in evidenza di proposito, così preponderante.

E questo rende le solite intuizioni geniali Jarmuschiane un aspetto del film sul quale ragionare per dare la propria versione di quanto compreso.

 

Infatti la comicità statica degli attori è oltremodo azzeccata.

Tilda Swinton è perfetta nel ruolo alieno ed estraneo di tutta la pellicola, che guarda caso è davvero una extra terrestre, infatti legata ad una disciplina religiosa, il buddismo, della quale(disciplina) non viene affatto mostrata alcuna ritualità.

La conoscenza del copione e quindi del proprio ruolo nel film è un altro punto surreale ma ben significativo, con il sempre più bravo Adam Driver che poi conosce proprio tutto il film e non solo la sua parte, rendendo la cosa più paradossale, specie quando la scoperta della vera natura del personaggio della Swinton è un elemento imprevisto persino dal copione del regista.

 

Insomma si va a finire in una meta narrazione, che collega parti altrimenti senza senso.

 

Non è ai livelli di Paterson o Solo gli Amanti Sopravvivono, ma è un altro piccolo gioiello partorito da uno dei registi che preferisco.

 

Per me che poi non amo i film(e telefilm!) zombies in genere, è stato un toccasana.

Ho apprezzato anche la fedele caratterizzazione dei morti viventi allineati al Romero pensiero/evoluzione che tornerebbero a fare cose fatte abitualmente in vita, omaggio dovuto, ritengo, che del resto si sposa benissimo con l'attaccamento al materialistico che rende zombi/schiavi anche oltre la morte, concetto portante del film.

 

Iggy Pop zombie è mitico XD

 

Curiosità:

Anche nel film Solo gli Amanti Sopravvivono, Jarmusch fa chiamare l'umanità, zombi, dai vampiri protagonisti. 

Interessante XD

 

Consigliato! 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spider Man - Far From Home (2019) di Jon Watts (ma tanto il nome del regista di questi film non conta niente)

 

Il peggior film del MCU, anzi uno dei peggiori cinecomic che io ricordi. Mi è venuta una voglia fortissima di rivedermi i tre film di Raimi, e penso che la soddisferò. Non sopporto più il PC imperante in queste pellicole (la questione MJ con suo cambio di connotati ed etnia, amici musulmani e di colore nel gruppo che fanno tappezzeria, scenette sulla necessità di mettersi la cintura alla guida), non sopporto più le gag forzate e irritanti (veramente hanno stroncato la DC per la serietà? Ma davvero?), non sopporto più di vedere uno Spiderman che non è lo Spiderman che conosco io, non sopporto più i continui riferimenti a social e smartphone che sono la causa di rincretinimento dei millennials. Tom Holland è bravo, ha il volto giusto, ma il modo di dirigerlo è vergognoso, e il resto è come una nave che cola a picco.

Fortunatamente ho visto le due scene dopo i titoli di coda, e questo fa sì che non dia zero al film. Ma tanto la fase successiva a Endgame del MCU mi interessa meno di zero, almeno finché non escono i film su X-Men, F4 e Deadpool.

 

Voto: 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Acc.. giudizio pessimo dunque! Solo una domanda: il film in teoria dovrebbe fare parte della fase 3. Ma c'entra qualcosa con il filone di Infinity War/Endgame? Riferimenti, battute, l'umanità si ricorda di Thanos??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto anch'io Spiderman: Far From Home, domenica.

 

Che non è nè migliore nè peggiore del precedente Homecoming, o di qualche altro film dedicato ad un personaggio in particolare. Un film MCU nella media.

Di positivo c'è senza dubbio Mysterio, trasposto in modo convincentissimo e riuscito, un villain che non è niente in confronto a Thanos o agli altri cattivi visti precedentemente, m

a d'altra parte a Spidey non gli si può far fronteggiare un'invasione aliena tutto solo soletto.

L'Arrampicamuri di Holland si conferma il migliore tra quelli visti sul grande schermo, certamente più di Garfield e con un pò più di brio in corpo di Maguire. Anche la presenza di Happy non stona e non guasta, la sua relazione con Zia May viene accennata quel tanto che basta a dare un pò di tono ai personaggi senza essere troppo "troppo". Tra l'altro anche la May della Tomei è la prima incarnazione della rompiball cara zietta a risultarmi finalmente sopportabile. :blink:

Due cose sole non mi piacciono di questo Spidey e di questo film: in primo luogo, lui ha troppa tecnologia a disposizione. Ok, anche nei fumetti, dove Parker è dichiaratamente una delle menti più brillanti in circolazione, gadget e giocattoli non gli sono mancati, ma nel film, vederlo nel mini-mega laboratorio portatile di Stark a creare un nuovo costume su misura (e avendo l'Iron Spidey in camera per quando torna) un pò stona col personaggio, benchè poi tutta la tecnologia Stark gli serva a poco (e perciò, tanto varrebbe non fargliela avere).

L'altra cosa è il fatto che al secondo film solista, l'identità di Spidey è nota alla zia e a MJ (la scoprono anche nei fumetti, ma quando Peter ha ormai trent'anni buoni e circa quindici di servizio ragnesco sulle spalle) e alla fine viene rivelata pubblicamente. Che è un buon colpo basso di Mysterio, ma che secondo me è piazzato troppo presto.

 

Carina anche l'idea di farci scoprire che Fury e Hill hanno mandato avanti i sostituti, una chicca finale che poco cambia al senso del film (cosa stiano facendo i veri Nick e Maria lo scopriremo con la Fase 4 , ho idea).

Nel complesso, un bel film, ma niente di eccezionale. Una conclusione rilassata della Fase 3. Il mio voto è un 7 pieno.

 

Il 15/7/2019 at 06:52, Timett figlio di Timett dice:

Ma c'entra qualcosa con il filone di Infinity War/Endgame? Riferimenti, battute, l'umanità si ricorda di Thanos?

 

SPOILER ENDGAME

Sì, si fa riferimento alla morte di Tony e allo Schiocco (la scuola di Peter fa ripetere l'anno a tutti gli studenti, sia quelli scomparsi che a quelli rimasti, anche se ora hanno 21 anni, essendo invecchiati, nel frattempo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours fa, Menevyn dice:

Carina anche l'idea di farci scoprire che Fury e Hill hanno mandato avanti i sostituti, una chicca finale che poco cambia al senso del film (cosa stiano facendo i veri Nick e Maria lo scopriremo con la Fase 4 , ho idea).

 

SPOILER FAR FROM HOME

Spoiler

Qualcuno in rete ha suggerito che forse Nick Fury è con gli Skrull dal 1995, ossia da quando si è risolta la questione con Capitan Marvel. Questo significherebbe che il Fury che abbiamo visto nel MCU è sempre stato uno Skrull...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma questo è cosa, il terzo "spider man 2" degli ultimi quindici anni? Dai, ma ci vuole coraggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono piú film di Spiderman che framework javascript (beh, quasi :()

Domanda: mettiamo che qualcuno abbia smesso di vedere anni fa i film Marvel perché stufo marcio, ma che, in procinto di andare in ferie, abbia la possibilitá di guardarsene un paio nelle prossime settimane. Supponiamo che "il mio amico" sia rimasto a Winter Soldier ( ma ha visto anche Doctor Strange). Quali sono i max. 2 film che dovrebbe vedere per ritornare un attimo aggiornato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...