Jump to content
Darrosquall

Commenti su film appena visti

Recommended Posts

Io so che lo stesso King ha preso le distanze dal film, tuttavia non mi piace il suo genere e il film l'ho visto a pezzi solo per conoscenza quindi non saprei dirti dove stanno le differenze :ehmmm:

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minutes fa, osservatore dal nord dice:

Come mai shining film è ritenuto molto diverso da shining libro? 

 

Kubrick ha apportato diverse modifiche alla trama (anche nel finale) e in generale ha reinterpretato molto liberamente il libro di King, da cui quest'ultimo che si è lamentato dell'adattamento come detto da Lyra.

Inutile dire che è un film che va assolutamente visto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fight Club (1999) di David Fincher

 

Uno dei miei film preferiti. L'avrò visto almeno una decina di volte e ormai lo so a memoria, ma trovo sia uno dei cult movie degli ultimi trent'anni più importanti e rappresentativi. La cura nel montaggio e negli effetti stilistici, le interpretazioni del terzetto protagonista e i significati socio-psicologici profusi (sceneggiatura di Jim Uhls tratta dal romanzo omonimo di Chuck Palahniuk) concorrono a rendere il film davvero innovativo e significativo. Forse uno dei pochi casi di film migliore del romanzo di origine (che ho letto), visto che ne smussa i tratti più cupi a favore di un umorismo folle e forse involontario (un po' come The Wolf of Wall Street). Da vedere e conservare.

 

Voto: 10

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

King si lamentò molto della resa del personaggio Jack e dell'interpretazione della Duvall. Comunque il film ricevette critiche molto miste all'uscita, tant'è che ebbe due candidature ai Razzie Awards dell'81, peggior regia per Kubrick e peggior attrice protagonista. Nel tempo comunque è diventato un cult.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Phoenix dice:

Comunque il film ricevette critiche molto miste all'uscita, tant'è che ebbe due candidature ai Razzie Awards dell'81, peggior regia per Kubrick e peggior attrice protagonista

 

Ecco perché non do più retta alla critica più mainstream (vedi polemiche attorno ai film DC di Snyder). L'unico critico che seguo con un certo rispetto è Paolo Mereghetti, e quando era vivo anche Morando Morandini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minutes fa, osservatore dal nord dice:

Come mai shining film è ritenuto molto diverso da shining libro? 

Nel libro il male viene da fuori Jack. Nel film il male è dentro Jack.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours fa, Euron Gioiagrigia dice:

Morando Morandini.

 

Morando Morandini, se non sbaglio (vado a memoria) firmava i brevi riassunti sulla guida di telesette o come si chiamava. In alcuni casi, mi domandavo se li avesse persino visti i film :stralol:

 

Shining è sicuramente un film da vedere. Ma, mia personale opinione, non sarebbe il primo film horror che raccomanderei, preferendogli altri come Un lupo mannaro americano a Londra, the blair witch project o addirittura the ring/it follows. Questo se si considera l'aspetto "horror".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si alza il vento (2013) di Hayao Miyazaki

 

Ultimo (forse) film del Maestro Miyazaki, basato sul suo omonimo manga a sua volta basato sul romanzo semi-biografico scritto da Tatsuo Hori che rielabora in maniera fantasiosa alcuni periodi della vita dell'ingegnere areonautico Jirō Horikoshi (progettista del famigerato caccia Zero giapponese), è una sintesi del cinema dell'autore. Vi è tutto: il pacifismo, la passione per il volo, l'amore per la natura, l'amore per la vita in generale come dimostra l'esortazione finale di Nahoko nell'ultimo sogno di Jirō. Incredibile a dirsi, tale film fu tacciato in patria di militarismo e criticato sia a sinistra che a destra. Forse questa è la prova migliore che il film è meraviglioso ed è una pietra miliare dell'animazione giapponese.

 

Voto: 10

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 hours fa, Euron Gioiagrigia dice:

basato sul suo omonimo manga a sua volta basato sul romanzo semi-biografico scritto da Tatsuo Hori che rielabora in maniera fantasiosa alcuni periodi della vita dell'ingegnere areonautico Jirō Horikoshi

 

Praticamente una testimonianza di prima mano :stralol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri sera mi è capitato di rivedere Highlander, un po’ di corsa e a pezzi come al solito e devo dire che è una trashata persino peggiore di come la ricordavo. Peccato perché il materiale è interessante, ma lo sviluppo davvero penoso a partire dalla scelta del protagonista e pure di tutto il resto. Salvo solo le panoramiche della Scozia, l’idea dei duelli con la spada e la colonna sonora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minutes fa, Euron Gioiagrigia dice:

Non è quello che interessava a Miyazaki.

 

Lo so, lo so, non voleva essere una critica :D

 

@Lyra Stark io Highlander l'ho visto un sacco di volte, ma un ventennio fa ormai temo. Di quel film ricordo molto bene i cavi in vista nella scena in cui Lambert fluttua :ehmmm:

A me piaceva, ma effettivamente a rivederlo ora potrebbe sembra trash...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello sarebbe il meno... è tutto il resto il problema :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io, robot (2004) di Alex Proyas

 

Basato molto vagamente sulla omonima raccolta di racconti di Isaac Asimov (che ho letto), è un film che non ci prova neppure a sfiorare la complessità del materiale letterario di partenza. Tuttavia ha una certa impronta autoriale, non è banale negli effetti visivi e nei dialoghi e ha un senso dello spettacolo ben strutturato (come suggerito anche da Paolo Mereghetti). Era da tempo che non lo vedevo e nel complesso sono rimasto molto soddisfatto dalla visione.

Inutile dire che la Susan Calvin di questo film (interpretata da Bridget Moynahan e doppiata in italiano da Francesca Fiorentini) ha poco da spartire con l'originale dottoressa Calvin dei racconti di Asimov, ma forse è meglio così.

 

Voto: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

xmen dark phoenix: ma filmetto passabile ma nulla più. godibile il giusto ma con tanti difetti. c'è sempre l'impressione che sia stato girato perchè andava fatto. i punti deboli sono una pessima caratterizzazione dell'antagonista (di cui si sa poco del suo popolo) e l'interpretazione della turner. poi anche il finale è sbrigativo. 

in generale manca di pathos in alcuni eventi decisivi e appunto nell'atto finale.

peccato perchè i primi 2 capitoli di questi xmen erano ottimi, soprattutto il secondo è un bel film.

voto: 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...