Jump to content

Commenti su film appena visti


Recommended Posts

Wonder Woman 1984 (2020) di Patty Jenkins

 

Nono film del DCEU e sequel di Wonder Woman, è uno dei più deboli del franchise, anche se fortunatamente non raggiungere la rara bruttezza di Birds of Prey. Il film dura quasi due ore e mezza narrando una storia che si poteva riassumere in molto meno tempo, e non ci sono scene o dialoghi che rimangono particolarmente impressi, anzi gli stessi dialoghi sono stati scritti piuttosto pigramente, soprattutto nelle scene

Spoiler

in cui si mostrano le perplessità di Steve Trevor, reincarnatosi per desiderio di Diana in un'altra persona, nel capire le novità del mondo moderno.

È apprezzabile il fatto che il cattivo di questo film non è animato dalla volontà di dominare o distruggere il mondo, ma fondamentalmente

Spoiler

dalla volontà di apparire adeguato agli occhi del figlio e di diventare importante, dopo aver vissuto una vita sofferta.

In questo senso il finale riscatta il film, che però rimane piuttosto debole e serve solo come cronologico anello di congiunzione tra Wonder Woman e il terzo capitolo che è stato annunciato. Nella scena dopo i titoli di coda

Spoiler

appare Lynda Carter, storica interprete di Wonder Woman negli anni Settanta, nel ruolo di Asteria.

A livello di presunti buchi di trama, non ho capito

Spoiler

perché Diana impara a volare stile Superman dopo aver rinunciato al suo desiderio di riavere con sé Steve. La prima conseguenza è che riacquista la forza perduta, e questo è giusto perché ci viene mostrato con i personaggi di Maxwell e Barbara che chi chiede un desiderio lo paga fisicamente, ma non ho capito se questo implicasse una forza talmente potente da saper volare Mi sono perso qualcosa? Oppure la scena è stata piazzata solo per rimarcare le precedenti parole di Steve sulla facilità di volare?

Non noto invece contraddizioni nella continuity con BvS e ZSJL, da questo punto di vista il film è innocuo visto che Diana non svela al mondo la sua identità.

Spoiler

Nella scena in cui parla al mondo e chiede a tutti di rinunciare ai propri desideri si sente solo la sua voce.

In ogni caso un film piuttosto dimenticabile.

 

Voto: 5

Link to post
Share on other sites
  • Replies 7.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non scherziamo, Birds of Prey è pura immondizia. Come dissi a suo tempo, è tutto incentrato su donne forti e arrabbiate che picchiano e sparano a maschi brutti, cattivi e stupidi, e con una violenza gratuita e ripetitiva: il femminismo estremo che va tanto di moda ai tempi d'oggi che incontra le atmosfere deliranti di Quentin Tarantino (e non lo dico in senso positivo, Tarantino non mi piace). Il peggior film del DCEU, e non posso credere che abbiano pensato di dar luce verde a questo film e non ai seguiti di ZSJL :mellow:

 

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Corvina ha scritto:

Non capisco perché tutti odino Birds of Prey, a me è sembrato divertente e molto meno immondo di altri film DC :D

 

Mi sanguinavano gli occhi a vederlo. Inqualificabile. Manco la figaggine di Margot Robbie è bastata a salvarlo. 

 

Il 16/11/2021 at 19:16, Euron Gioiagrigia ha scritto:

In ogni caso un film piuttosto dimenticabile.

 

D'accordissimo. Peccato però, a me il primo era pure piaciuto e avevo trovato la Gadot molto in parte. Qui sembra piombata a caso nel copione e nella storia. Comunque per me l'aspetto più devastante di sti film è la banalità dei dialoghi, alcuni scambi di battute non si possono credere. 

 

Ieri sera invece ho rivisto per la seconda volta Joker e devo dire che si riconferma davvero un ottimo prodotto nel suo genere. Phoenix iconico, trama prevedibile ma sbanalizzata da alcune risoluzioni, comparto tecnico molto attento a cogliere ogni potenzialità scenografica. Da vedere o rivedere. 

Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Euron Gioiagrigia ha scritto:

Non scherziamo, Birds of Prey è pura immondizia. Come dissi a suo tempo, è tutto incentrato su donne forti e arrabbiate che picchiano e sparano a maschi brutti, cattivi e stupidi, e con una violenza gratuita e ripetitiva: il femminismo estremo che va tanto di moda ai tempi d'oggi che incontra le atmosfere deliranti di Quentin Tarantino (e non lo dico in senso positivo, Tarantino non mi piace). Il peggior film del DCEU, e non posso credere che abbiano pensato di dar luce verde a questo film e non ai seguiti di ZSJL :mellow:

 

Guarda, sono la prima a detestare il femminismo tossico, ma secondo me non riuscite a prendere quel film per quello che è: un film comico.

Link to post
Share on other sites

Però, anche se era pensato come film comico, questo dimostra ancora di più la confusione che regna(va) in casa Warner: inizi con MoS e BvS, due filml cupi e autoriali con pochi momenti di ilarità, poi fai quell'aborto che è stato JL di Whedon, poi Aquaman che è abbastanza equilibrato tra azione e momenti di commedia ma non originalissimo (in pratica una copia dei film Marvel), e poi BoP che è comunque la si veda una schifezza immonda. Fino a poco tempo fa non c'era un minimo di coerenza, e io trovo assurdo abbiano preferito rilasciare nei cinema BoP e non in prima battuta ZSJL. Solo ora la Warner sembra puntare su film scollegati tra loro e ciascuno col proprio stile (film futuri con Batman, Flash, Black Adam e Shazam), ma fino al 2019 si navigava in acque veramente turbolente e confuse. Sospetto, da quello che ho letto, che ci siano stati cambi nella dirigenza anche per via di questa particolare situazione.

In tutto questo non ho menzionato il film sulla Suicide Squad di Gunn, non avendolo visto, ma ne ho sentito parlare come di film demenziale e violento, una sorta di Deadpool della DC. Stile che può piacere a taluni, ma dalla DC mi aspetto altro.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Red Notice (2021) di Rawson Marshall Thurber

 

Film Netflix uscito di recente che pare abbia avuto un grande successo sulla piattaforma. In realtà non è davvero nulla di che: il cast potenzialmente è ottimo per prodotti del genere (Dwayne Johnson, Ryan Reynolds, Gal Gadot) ma lo sviluppo è quello tipico dei film originali Netflix, molto banale e prevedibile. Il colpo di scena finale dovrebbe sollevare il valore generale dell'opera, ma sinceramente mi sembra un film assai dimenticabile che cerca di fare il verso alla saga di Indiana Jones per quanto riguarda la tematica del furto/scoperta di oggetti antichi con il coinvolgimento dei nazisti, come dimostra la scena del bunker. Anche i dialoghi non sono davvero nulla di che, un film che si vede e si dimentica subito. Ovviamente sempre molto apprezzabile Gal Gadot che si mantiene in ottima forma, anche se continua a mancare di espressività.

 

Voto: 5

 

 

Link to post
Share on other sites

È stata la mano di Dio (Paolo Sorrentino, 2021)

 

Benché non riesca mai ad entrare in piena sintonia con Sorrentino, i suoi film mi lasciano sempre qualcosa - tranne Loro 1 e 2, quelli mi hanno asfissiata. È stato così anche per questo: sono entrata al cinema pensando di vedere l'ennesima opera celebrativa su Maradona, invece, a discapito del titolo, la presenza del pibe de oro a Napoli resta abbastanza sullo sfondo, acquisendo rilevanza solo in un paio di situazioni significative. Da quello che ho capito è una specie di autobiografia del regista che affida la propria storia al personaggio immaginario di Fabio, suo alter ego. È una storia di formazione che passa attraverso l'amore per la propria città, i turbamenti dell'adolescenza e una perdita terribile e inaspettata: e sarà proprio da qui che nascerà, fra mille dubbi e insicurezze, il desiderio di Fabio/Sorrentino di diventare regista e lasciarsi alle spalle gli splendori e le miserie di Napoli e della propria infanzia.

 

Voto: 7.5

Link to post
Share on other sites

Lucy (2014) di Luc Besson

 

Film di azione fantascientifica molto strano e atipico, diverso dai lavori americani dello stesso genere. La trama ha delle analogie con Limitless di Neil Burger (la droga che permette di sbloccare le piene potenzialità del cervello umano) ma tutto viene portato all'estremo, con la Realtà che può essere addirittura cambiata e manipolata dalla protagonista Lucy. Il ritmo è molto veloce e serrato, c'è poco spazio per i dialoghi e quelli che ci sono spesso lasciano interdetti, ma il film ha una atmosfera originale che ho gradito, così come ho gradito la recitazione di Scarlett Johansson che parte come una ragazza qualunque travolta dal corso degli eventi per poi diventare qualcosa di sovrumano, nietzscheanamente al di là del Bene e del Male, consapevole della Realtà nella sua interezza e quindi totalmente priva di emozioni, anche se sono belle e significative le due scene

Spoiler

in cui parla al telefono con la madre, dicendole di ricordare perfettamente la propria infanzia e ringraziandola di tutto, e quando bacia Pierre per ricordarsi di essere ancora umana.

Besson si dimostra nel bene e nel male un regista molto originale e personale, e la visione di questo film mi ha fatto venire voglia di vedere Il quinto elemento.

 

Voto: 7,5

Link to post
Share on other sites
Il 9/1/2016 at 15:29, Lyra Stark ha scritto:

Ho letto proprio poco tempo fa un'intervista in cui PJ concordava sul fatto di aver confezionato un pastrocchio ma fondamentalmente dava la colpa al poco tempo che aveva a disposizione per rivedere la sceneggiatura e iniziare le riprese (un anno circa).

 

Lucy di Luc Besson

L'idea di fondo era interessante: cosa può fare il cervello umano se sfruttato molto di più rispetto a quello che usiamo di solito. L'espediente della droga ricavata da una proteina che le mamme forniscono al feto durante la gravidanza poteva essere un espediente credibile.

Malgrado un po' di sospensione dell'incredulità iniziale, l'inizio è promettente. Poi però si scade in una storia che altalena tra sparatorie e acrobazie alla Kill Bill e il ridicolo (grazie ai poteri del supercervello la protagonista controlla computer e telefoni a continenti di distanza e riesce persino a fare le TAC, guidando per Parigi coinvolge in incidenti mortali almeno 60 persone, per non parlare dell'assurda sparatoria finale) per finire col solito pistolotto celebral-filosofico. A fine film uno riesce solo a chiedersi: e quindi?

Insomma super cervello = super abilità ci sta, ma cosa c'entrano i viaggi nel tempo, fuori dal tempo e dallo spazio e la conoscenza suprema?

Quand'era uscito volevo andare a vederlo al cinema, per fortuna ho risparmiato i soldi del biglietto.

 

@Lyra Stark Sì l'hai lasciata :D

Link to post
Share on other sites

Visto con notevole ritardo IT capitolo 2.

 

Come me lo aspettavo, purtroppo forse anche peggio, in un certo senso: il film é sostanzialmente una impalcatura per una lunghissima serie di jump scares. Giá i jump scares mi annoiano non poco, al decimo di fila guardavo l'orologio. La costruzione tecnica era adeguata in alcuni casi, carente in altri: se usi la CGI in un film horror, o é assolutamente perfetta e usata con intelligenza, o non fa paura a nessuno.

E questo é credo il problema principale di IT: non fa paura. Neppure la miniserie degli anni 90 faceva paura, ma sono ancora convinto che la resa dei personaggi e la costruzione a flashback sia stata in quel caso infinitamente migliore che nella nuova versione, in cui i personaggi sono abbastanza piatti (gli adulti un pó meglio dei bambini, che sono anonimi in modo doloroso) e i punti centrali della storia (il rapporto tra i protagonisti, tra loro e gli adulti, tra loro e la cittá, tra le loro "versioni" adulte e quelle "di un tempo", etc) si perdono tra jump scares e spaurelli comici.

Ad esempio, confrontando la scena al ristorante cinese:

Spoiler

Posso vedere immediatamente i seguenti elementi che ho trovato piú deboli rispetto alla versione degli anni 90:

-Mike al ristorante, quando gli altri si alzano e dicono di volersene tornare a casa, dice loro che la cena é giá tutta pagata. Mike é l'unico a non avere avuto successo economico, questo gesto lo caratterizza come generoso e aiuta ancora una volta a sottolineare l'importanza che ha per lui il ritorno degli amici.
-Nel telefilm originale, la mancanza di budget ha reso necessario limitare gli effetti dei biscotti della fortuna, e questo li ha resi genuinamente inquietanti. Nel nuovo film sono andati sul pesante con la CGI, con il risultato comico di assistere ad un episodio di halloween dei Pokemon.
-Quando gli altri decidono di tornare a casa, nella vecchia versione Mike dice che per quanto lo riguarda, loro hanno assolto al giuramento fatto semplicemente tornando a Derry e che per quanto lo riguardava erano liberi di andare. Nel nuovo film non é cosí. A me piace di piú la versione originale: Mike é una specie di "custode della memoria", non un leader: non é compito suo convincerli a uccidere IT, solo assicurarsi che al momento giusto il gruppo si riunisse come promesso.

 

Piccolezze che rendono ai miei occhi meglio riuscita la trasposizione originale. Inoltre, come sostenevo anche all'uscita del primo, l'aver diviso il film cronologicamente (da bambini nel primo e da adulti nel secondo) non ha aiutato: nella vecchia versione lo spettatore conosce gli avvenimenti mano a mano che li "ricordano" i protagonisti. Non solo, ma ogni ricordo viene contestualizzato ogni volta dal protagonista stesso: é lui che, nel ricordare un nuovo frammento di storia, lo lega ad un oggetto, una persona, un luogo del presente, e gli da anche un significato preciso (questo episodio mi aveva spaventato perché... questo oggetto era importante perché... questo momento ci ha legati perché...) con il risultato che la trama ne guadagna in efficienza ed economia. Nella nuova versione questo é molto piú implicito e tra un jumpscare e una scena d'azione, lo spettatore potrebbe non riuscire a collegare tutti i pezzi come sarebbe bello poter fare.

 

Infine, il finale é una lunga e noiosa scena d'azione, che sembra decisamente piú presa da un film Marvel che da un horror. Ammetto di non sapere come sia finito il libro (mai arrivato alla fine) ma pur con gli evidenti limiti tecnici che aveva, il finale della vecchia versione era secondo me migliore: faceva la sua parte senza dover "stupire" con la inevitabile battaglia finale contro qualche tipo di creatura in CGI (ci mancava solo il fascio verde sparato verso il cielo, ma qualcosa ci hanno messo comunque :excl2:)

 

Qualcosa mi é piaciuto?

Si, alcune (poche) gags e soprattutto il continuo riferimento ai brutti finali dei film di Bill, secondo me evidentemente "omaggio" ai libri di King, notoriamente considerati spesso deboli nel finale (e il fatto che in una di queste battute fosse coinvolto anche King in persona nei panni di un negoziante ha reso ancora piú succoso l'umorismo).

 

Alcune scene sono costruite tutto sommato bene e funzionano. 3 ore, per questo film, erano decisamente troppe.

 

 

Link to post
Share on other sites

The Last Duel (2021) di Ridley Scott

 

Basato su un libro storico di Eric Jager a sua volta basato su fatti veri (l'ultimo duello di Dio combattuto in Francia nel 1386), è forse uno dei migliori film di Scott degli ultimi anni. Concordo totalmente con la recensione di @Ser Balon Swannfatta in precedenza, il vero pregio del film è la struttura a POV (che ricorda molto Martin), in cui gli stessi fatti sono visti (e ricordati) in modo a volte poco diverso, a volte invece in modo radicale: le due scene ricordate dai personaggi e mostrate su schermo in modo più difforme sono quella dello stupro di Marguerite e quella ln cui quest'ultima confessa l'accaduto a Jean. Dei tre POV senza dubbio il più attendibile, anzi il solo attendibile è quello di Marguerite, non caso quando vanno in dissolvenza sullo schermo le scritte che introducono la sezione del film dedicata alla moglie di Jean le ultime parole a scomparire sono "the truth". È un vero peccato che questo film abbia incassato così poco, probabilmente la situazione pandemica non ha aiutato, ma direi che dopo quell'orrore di Alien: Covenant Scott abbia ripreso la sua ispirazione.

 

Voto: 9

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Upcoming Events

    No upcoming events found
  • Member Statistics

    • Total Members
      5,854
    • Most Online
      1,394

    Newest Member
    Skiekai
    Joined
  • Forum Statistics

    • Total Topics
      16,082
    • Total Posts
      742,956
×
×
  • Create New...