Jump to content
Sign in to follow this  
Polgara

Commenti sul libro che ho appena letto....

Recommended Posts

Finito di leggere questo pomeriggio I pilastri della terra di Ken Follett.

 

Che dire, un libro davvero affascinante, scritto bene, che mi ha coinvolto dalla prima all'ultima pagina! <img alt=" />

Tutto ruota intorno alla costruzione della cattedrale di Kingsbridge, con i vari personaggi le cui storie si intrecciano tra di loro e con quelle dell'Inghilterra divisa dalle lotte tra Stefano e Matilde. Le vicende dei vari protagonisti sono ben costruite e si intrecciano tra di loro con maestria. Sono tutti ben caratterizzati

 

Che altro posso dire....sono 862 pagine che ho letto tra giovedì sera e questo pomeriggio <img alt=" /> non riuscivo proprio a smettere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Templare di Jan Guillou

 

Per gli appassionati di romanzi storici. La svezia del 12esimo secolo é divisa in tre regni e sconvolta dalle lotte dinastiche per il potere supremo. Il giovane Arn, figlio di un nobile svede, cade da una torre e sembra in punto di morte. I suoi genitori pregano affinchè dio gli salvi la vita per miracolo, e promettono di affidarlo alla chiesa in caso di salvezza.

E fu così che Arn venne affidato a un convento di monaci cistercensi. Il giovane Arn viene educato dai monaci, che gli insegnano a leggere e a scrivere, ma anche a combattere con la spada e con l'arco. Nel corso degli anni Arn diventa un formidabile guerriero, data la sua abilitá di usare la mano sinistra bene come la mano destra.

Dopo la sua formazione, Arn viene rilasciato nel mondo per raccogliere esperienze. Ed é così che Arn si ritrova a combattere tra la sua fede e l'amore...

 

Il libro non ha (quasi) nulla a che fare con le crociate, ma ci da una bellissima panoramica di quella che fu la scandinavia intorno al 1150.

Il libro ha venduto oltre un milione di esemplari in tutto il mondo, ed é uno dei libri piu venduti nella svezia. Successo ampiamente meritato.

 

Ultima cosa: il libro fa parte di una trilogia, quindi chi non vuole leggersi tre libri, lasci stare. <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho finito ieri lo stagno di fuoco, di daniele nadir. come ho già scritto in "consigli per la lettura", è un romanzo da leggere. alla fine vi sta simpatico pure satana... <img alt=" /> (ora che ci penso, in effetti, la parte meno piacevole la fa Dio... <img alt=" /> )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho terminato ieri sera l'ottavo libro de "La ruota del tempo", "Il sentiero dei pugnali".

 

Robert Jordan torna sui livelli del Signore del caos e ci regala un libro meraviglioso. <img alt=" />

 

"Il sentiero dei Pugnali" merita pienamente il suo titolo. E' un libro dai ritmi molto più intensi del settimo libro. Gli avvenimenti si susseguono numerosi nelle 825 pagine, avvenimenti di grande rilevanza ai fini della trama (almeno la gran parte di questi)....uno straordinario capitolo a metà libro <img alt=" /> ....e un finale a sorpresa, delizioso in previsione dei futuri risvolti, seppure meno intenso di altri finali del maestro Jordan. <img alt=" />

 

Beh, assolutamente un libro da gustare dalla prima all'ultima pagina <img alt=" /> ....spero che la Fanucci si sbrighi a pubblicare il seguito <img alt=" />

 

 

Ora mi dedico a "I lupi del Calla" di S. King. <img alt=" />

 

Bry ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finito due ore fa La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones.

 

Che dire se non: stupendo!

Bellissima storia, con un intreccio molto ben fatto (la storia inventata di Bernat e Arnau si intreccia con alcuni eventi capitati veramente a barcellona tra il 1300 e il 1400) e una suggestiva ambientazione nella Barcellona del 1300 (belli i momenti in cui viene raccontata la costruzione della cattedrale).

Bellissime le caratterizzazioni dei personaggi, in particolare il protagonista Arnau (per cui la mia simpatia è nata subito spontanea) e il padre Bernat (un uomo dagli ideali molto più evoluti del 1300 in cui si svolge la storia).

Mi è piaciuta anche l'evoluzione che si può notare in altri personaggi diciamo di secondo piano, ma di cui non dico il nome, dato che essi entrano in gioco nel corso della storia e la modificheranno nel profondo.

 

Scritto molto bene e non in maniera pesante, perciò la lettura scorre veloce.

Ti prende subito, fin dal primo capitolo, perché già li capitano cose parecchio importanti.

 

Da leggere assolutamente secondo me!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminato qualche giorno fa Mondo senza fine di Ken Follett.

 

Tecnicamente sarebbe il seguito de I pilastri della terra, ma posso essere letti singolarmente senza nessun problema. Le storie sono parecchio simili e anche questo secondo libro ruota attorno alla stessa cattedrale, un 200 anni dopo. Anche le figure sono molto simili, del resto alcuni sono proprio i discendenti degli antichi protagonisti: abbiamo ancora una volta il giovane architetto che sogna di ampliare la cattedrale, con una storia d'amore complicata con la ragazza più in vista del priorato ostacolata da vari eventi. Attorno ad essi ruotano gli altri protagonisti, che ancora una volta si inseriscono nella realtà storica dell'Inghilterra di quel periodo che tra le altre cose verrà segnata profondamente, come il resto d'Europa, dalla Peste.

 

Già il primo libro mi era piaciuto tantissimo come stile e come scrittura. Questo secondo libro è stata una piacevole conferma. Sono più di 1300 pagine ma sono davvero coinvolgenti, non riuscivo a smettere di leggere.

 

<img alt=" />

 

Ps: concordo assolutamente con shinobi per il commento sulla cattedrale del mare^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto Il Monte Cinque di Paulo Coelho.

Niente di eccezionale, secondo me. Una storia piacevole, nulla di più. I "significati profondi e importanti" di cui alcuni parlano a me non hanno detto molto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finito da un paio di settimane Narcotica di Alessandro Scotti, libro-indagine sul narcotraffico internazionale edito da Isbn sulla base degli articoli pubblicati nel nostro paese su Rolling Stone in sei anni di viaggi e inchieste ai confini della realtà ai quattro angoli del mondo. Droghe, vita morte e miracoli, dal Sudamerica del dopo Pablo Escobar e dell'egemonia dei grandi cartelli organizzati, all'anarchia perenne dell'Africa Occidentale, dove i narcotrafficanti stanno comprando interi stati come base d'appoggio per lo smercio occidentale, al Medio ed Estremo Oriente con le sue rotte, vecchie e nuove, verso la Russia e l'Europa.

Libro raccomandatissimo, per me è diventato il regalo di compleanno più gettonato di quest'anno. Ottimo il giornalista-fotografo Scotti, che per sei anni, otto mesi su dodici, si è autoesiliato in alcuni dei luoghi più pericolosi del globo, tracciandone una mappa personale agghiacciante, ma narrata con stile sempre equilibrato, disincantato ed oggettivo.

E complimenti anche a Isbn, che, nei pochi anni dalla sua creazione, sta inanellando una serie di uscite e di collane (narrativa, attualità o inchiesta) davvero di punta nel panorama sempre più piatto della grande editoria (appartiene al Saggiatore) nostrana. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

finito il nome del vento...commenti? beh, buona storia, forse un po' prolissa, fin troppo incentrata sulla povertà del protagonista. cmq, da quello che ho capito, dovrebbe essere una trilogia. se è così, sarebbe un'opera di grande magnitudine. nel complesso è ben scritta, accattivante, a tratti emozionante. consigliato, decisamente, per chi ama un fantasy senza continui spargimenti di sangue.

Share this post


Link to post
Share on other sites

<img alt="> Ho finito il terzo libro della Dunnett sulla saga di Francis Crawford di Lymond, "Il Torneo dei Cavalieri", ambientato tra Malta, Tripoli e la Scozia tra il 1549 ed il 1551........che dire? Forse un po' più sotto tono rispetto ai due predecessori, soprattutto all'inizio, la trama e gli intrighi cominciano ad infoltirsi più o meno verso la metà del libro, dove cominciano a capirsi alcuni dettagli decisivi nella parte finale......

Lo stile è complesso, alto, ricco di citazioni, dettagliatissimo nelle descrizioni non solo delle situazioni e degli ambienti, ma anche dei diversi stati d'animo dei protagonisti.......La Dunnett è capace di trasportare il lettore nella dimensione del libro che diventa una sorta di mondo parallelo dal quale non si riesce ad uscire nemmeno una volta conclusa l'avvertura....... <img alt="><img alt="><img alt=">

Serie consigliatissima a tutti gli amanti del romanzo storico <img alt=">

Share this post


Link to post
Share on other sites

ultimamente ho letto solo Norwegian wood di Murakami e devo dire che mi ha cambiato la vita,libro che tutti dovrebbero leggere almeno una volta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto leggendo I Giardini della Luna! Finalmente mi son convinta a provare Erikson e devo ammettere che da subito mi ha preso molto!! <img alt=" />

Mi spiace solo di non riuscire a leggerlo a ritmo sostenuto, ho semrpe mille cose da fare..uff!!

 

Prima di Erikson ho letto tutta la saga di Luk'janenko: I Guardiani della Notte, I Guardiani del Giorno, I Guardiani del Crepuscolo, Gli Ultimi Guardiani: FENOMENALI!!! iper-stra-ultra-consigliati!!!! <img alt=" /><img alt=" />

 

Ornella. <img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto leggendo I Giardini della Luna! Finalmente mi son convinta a provare Erikson e devo ammettere che da subito mi ha preso molto!! <img alt=" />

Mi spiace solo di non riuscire a leggerlo a ritmo sostenuto, ho semrpe mille cose da fare..uff!!

Ornella. <img alt=" />

 

oh, finalmente ti sei unita al club! benvenuta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ultimamente ho letto solo Norwegian wood di Murakami e devo dire che mi ha cambiato la vita,libro che tutti dovrebbero leggere almeno una volta!

 

sì, molto bello.

Se ti è piaciuto Murakami, ti consiglio il suo capolavoro L'uccello che girava le viti del mondo edito in Italia da Feltrinelli.

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminata la lettura de Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey.

 

L'ambientazione è davvero particolare in quanto si tratta di un'Europa, della quale si richiamano molti nomi (Serenissima, Milazzo) e fatti storici antichi. Nella zona di Francia-Germania vivono gli Angeline, caratterizzati da lineamenti bellissimi, dovuti dalla discendenza da Elua un "angelo" nato dalle lacrime della Maddalena e il sangue di Gesù (ovviamente rivisitato anche questo). Nella loro regno il precetto è "Ama a tuo piacimento" quindi si può capire come il sesso, in qualsiasi forma è qualcosa che fa parte del quotidiano senza troppi problemi. E' su questa scena che cresce Phèdre, l'unica anguissette (prova piacere nel dolore) da almeno 3 generazioni. La giovane viene istruita per diventare un'abile strumento per avere informazioni nella nobiltà (le solite trasse di corte) ma poi viene coinvolta in un intrigo molto più grande che mira a rovesciare il regno. Dal lusso della corte si ritrova tra i barbari che minacciano la sua terra e da qui fino a quella che sarebbe la Gran Bretagna, per salvare la terra che ama e la sua gente.

 

Scritto bene, a parlare è la stessa Phèdre, con molti intrighi, personaggi interessanti e molta azione. <img alt=" />

Attendo con ansia gli altri due libri (Aija sbrigati a passarmeli!!!)

 

<img alt=" />

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...