Jump to content

EURO 2008


Runak

Recommended Posts

Ora, domanda ai calciofili..chi vince l'europeo?

 

 

Mi vanno bene tutte tranne la Turchia, che ha il non-gioco più brutto che ho mai visto (giocava meglio la Grecia negli scorsi Europei :D ), e il cul0 più grosso della storia del calcio :D

 

[...]

 

Quoto in pieno l'analisi dell'ubriacone, e aggiungo i particolari motivi di astio calciorazzistici che ho verso la turchia (un po' come italia contro francia, capite...)

 

Germania: merita, perché è forte, sempre. Tuttavia ha già vinto anche troppo, e preferisco le prossime due ->

Spagna: merita perché non ha mai vinto, e non è giusto.

Hiddink: merita perché anche lui è fortissimo.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 420
  • Created
  • Last Reply

Buffon 8: uno dei pochi che salvo

Zambrotta 5: non molto incisivo ma secondo me è stato un calo di forma

Panucci 7: bravo, ha dato sicurezza alla difesa

Chiellini 9: ottimo

Grosso 7,5: bravo, non ai livelli del mondiale ma ha dimostrato di essere un uomo d'esperienza

Materazzi 3: uno schifo

Barzagli 3: come sopra

De Rossi 7: bravissimo, mi dispiace per il rigore

Ambrosini 6: secondo me la sufficienza la merita

Aquilani 5: timido

Perrotta 5,5: un po' spento

Camoranesi 5,5: come Perrotta

Pirlo 7: mi piace sempre

Gattuso 6,5: dà l'anima sempre

Cassano 7: non gli dò 7,5 perchè è Cassano e ancora deve convincermi del tutto

Del Piero 5: spento

Di Natale 3: fa vomitare

Toni 4: uno in più di Di Natale perchè ha preso quel rigore

 

Donadoni 4,5: ho già detto su di lui

Daccordo con Blackie, cambio solo un paio di voti:

 

Chiellini:8,0 .9 è un pò troppo per chiunque

Panucci:6,0

Camoranesi:6

Cassano:6

ciauz :D

Link to post
Share on other sites

Considerando che 8 e 9 sono voti che non si possono dare a una spedizione che esce a i quarti:

 

Buffon 7.5: è buffon...

Zambrotta 5: poteva fare di +, ma è due anni che gli manca forma...deve riprendersi...

Panucci 7: a 35 si è dimostrato molto affidabile. Degno sostituto di Cannavaro

Chiellini 7.5: sorpresa assoluta. Ha giocato con una sicurezza incredibile. Futuro assicurato.

Grosso 7: ha fatto molto su quella fascia. Sempre affidabile alla faccia di chi (forse anche io) credevano che fosse solo un episodio. E se toni non gli toglieva quel pallone...

Materazzi 3: come mai è stato convocato?

Barzagli 3: come sopra

De Rossi 6.5: un giocatore così serve sempre. Non ha eccelso, ma la sicurezza che da è incredibile. Il rigore me lo sentivo che lo lo sbagliava...peccato.

Ambrosini 6: sufficienza piena perché ha dato concretezza a un centrocampo smorto. Criticato con l'olanda si è rivelato titolare. Utile!

Aquilani 5: timido

Perrotta 5: troppo spento per chiamarsi perrotta. Forse non era in condizione e non so se lo avrei convocato...

Camoranesi 5: qualcosa aveva nei piedi, ma non è riuscito a mostrare la giocata. Deve dare di +, altrimenti è inutile li a destra.

Pirlo 6.5: logoro dalla stagione sfiancante del milan, ha fatto quello che poteva. Se la squadra non va a mille i suoi piedi sono sprecati perché non ha le giocate da fare, per questo è sembrato molto in ombra.

Gattuso 4.5: poteva essere 4, ma gli do mezzo voto in + perché è gattuso. Corre, ma non + bene come una volta. Stanco...deve riposare e ritrovare la voglia di aggredire l'avversario.

Cassano 6: sufficienza solo perché ogni tanto ha saltato l'uomo, ma le cose che ha fatto alla samp non le ha fatte vedere. E poi tirare qualche volta in porta? Non so se donadoni gli abbia detto di giocare così o no, ma questo da lui non basta.

Del Piero 5.5: ha giocato poco, ma qualcosa ha fatto vedere. Difficile giocare a mille se vieni considerato riserva.

Di Natale 4: è un buon giocatore, ma non a livello di un europeo da titolare, specie se la squadra è in difficoltà.

Toni 6: gli 6 perché ha fatto un lavoro disumano la davanti da solo. Non ha segnato, però l'impegno l'ha messo e con la squadra che andava piano ha fatto quello che ha potuto. Per me ha avuto un periodo che gli ha detto male e il pallone non voleva entrare, solo questo.

 

Donadoni 5: si è trovato una squadra stanca e lenta e ha perso il perno della difesa subito. Ha sbagliato qualche convocazione sicuramente, ma le troppe critiche sono ingiuste per me.

Ha fatto giocare la squadra nell'unico modo in cui poteva giocare dato lo stato: catenaccio e poi si prova a ripartire, sperando che gli altri non giochino sempre come l'olanda.

Purtroppo giocare così non è sufficiente oggigiorno, ma dato che la squadra non ne aveva cosa poteva fare?

 

Voto generale alla spedizione: 4.5.

Non ci si può presentare in queste condizioni fisiche. Lenti, stanchi e spossati. Chi non stava bene, seppur campione del mondo non doveva partire.

Inoltre occorre inserire alcuni elementi nuovi, perché alcuni giocatori hanno fatto il loro tempo e pur ringraziandoli per quello che hanno fatto occorre cambiare qualcosa.

 

Contrarissimo al ritorno di Lippi in panchina e Totti e Nesta.

Chi dice addio alla nazionale per i diversi motivi lo dice per sempre.

La nazionale non è una porta girevole in cui si entra o esce a piacimento.

Rimarrò della stessa opinione anche se per caso Lippi con Totti e Nesta ci facessero vince nel 2010!

Pronostico una finale Germania-Russia.

Link to post
Share on other sites
Toni 6: gli 6 perché ha fatto un lavoro disumano la davanti da solo. Non ha segnato, però l'impegno l'ha messo e con la squadra che andava piano ha fatto quello che ha potuto. Per me ha avuto un periodo che gli ha detto male e il pallone non voleva entrare, solo questo.

 

Il pallone lo ha preso si e no 2 volte.. una volta gli hanno annullato un gol e l'altra ha tirato fuori (e ha tolto un buon pallone dai piedi di Grosso). Era sempre un passo indietro, sempre lento..6 è troppo.

Link to post
Share on other sites
l pallone lo ha preso si e no 2 volte.. una volta gli hanno annullato un gol e l'altra ha tirato fuori (e ha tolto un buon pallone dai piedi di Grosso). Era sempre un passo indietro, sempre lento..6 è troppo.

 

Su questo sono d'accordo. Però io credo che siccome il supporto dalla squadra l'ha avuto raramente e cmq a sprazzi ha fatto quello che è riuscito. Troppo isolato la davanti per fare male.

Poi certo con la francia poteva metterne dentro 4 e non l'ha fatto. Forse si sarebbe sbloccato e gasato e con la spagna ci avrebbe regalato un sogno.

E' vero anche che ha rubato la palla buona a grosso, ma non credo per egoismo, ma solo per troppa voglia di fare.

Però con i se e i ma...

 

Diamogli 5.5.

4 mi sembra troppo poco.

Link to post
Share on other sites

Sulla palla di Grosso...l'ho scritto per far notare come l'unica volta che sarebbe stato meglio essere in ritardo è stato puntuale. Ovvio che non l'ha fatto apposta, Toni è generoso e lo ha dimostrato correndo come un disperato. Tuttavia era troppo non in condizione..si ok che era anche solo ma 2 anni fa era solo uguale e faceva il doppio e sulle palle arrivava puntuale.

Link to post
Share on other sites

Riprendo la pagella di sharingan per mostrare alcune correzioni.

 

BUFFON: 7. E' il vero leader della squadra. Qualche errore qua e là l'ha fatto ma ha anche salvato più volte il risultato, vedi rigore di Mutu. Capitano.

 

ZAMBROTTA: 4,5. Non è più il Zambrotta della grande Juve, non a caso al Barça fa da riserva. Condizione sopravvalutata.

 

PANUCCI: 5. Nonostante l'età fa quello che può, la colpa non è sua se si ritrova a correre dietro a dei ragazzini con la metà dei suoi anni ed il doppio del suo fiato. Arranca fin dove può e dove non arriva cerca di strafare, rischiando a volte di essere addirittura deleterio. Fuori quota.

 

CHIELLINI: 7. Il migliore assieme a Buffon. Sempre tempestivo, forte fisicamente, stacca di testa. Ha praticamente annullato tutti gli attaccanti che ha marcato. Grande grinta, grande futuro.

 

GROSSO: 5. Berlino è stata una parentesi particolarmente fortunata, il campionato aveva già dimostrato che quel paio di perle rivelate al mondiale tedesco erano una grazia speciale, e che ci si aspettava troppo da uno della sua età. L'europeo l'ha confermato come buon difensore, ma nulla al di sopra della media. Troppo falloso quando èsotto pressione, non è quasi mai incisivo nei contropiede. L'aver avuto una buona palla toltagli dai piedi da toni comunque non basta. Sopravvalutato.

 

MATERAZZI: 4. Gioca una sola partita contro l'Olanda e combina un disastro dietro l'altro. La gloria mondiale è finita. Finito.

 

BARZAGLI: 5. Il Barzagli del Palermo potrebbe essere un difensore straordinario, ma in campo a questo europeo deve essere sceso il gemello che non gioca a calcio. Dopo un avvio tra sbuffi e rimbrotti perde il menisco ed ogni possibilità di riscattarsi. delusione.

 

DE ROSSI: 6,5. E' uno dei più giovani e di sicuro il centrocampista più in forma. Tenuto stranamente in panchina con l'Olanda, con la Francia è un trascinatore. Contro la Spagna viene incaricato di fare il Pirlo, mentre ad Aquilani viene chiesto di fare il DeRossi. Fuori posto fa quello che può, lottando fino alla fine anche con un dolore alla gamba, senza venire sostituito. Grande coraggio nell'affrontare i rigori, altro ruolo non suo. Sprecato.

 

AMBROSINI: 5. Lotta sempre ma cala alla distanza. Piedi pessimi e fiato corto. Si apprezza l'impegno, ma alla sua età non si possono pretendere miracoli. Vecchia guardia.

 

AQUILANI: 5. Gioca unicamente la partita decisiva e si vede che non ha avuto tempo di inserirsi negli ingranaggi della macchina-squadra. Gli vengono chiesti i miracoli e ci prova, ma è difficile giocare come a Roma quando non si è mai entrati negli schemi della squadra. Poteva sbocciare, ma è stato fatto appassire. Scornato.

 

PERROTTA: 5. Poteva fare di più. Intermittente.

 

CAMORANESI: 5. Qualche spunto ogni tanto ma poca roba. E' uno che può far cambiare passo alla manovra, ma non l'ha fatto quasi mai. Incostante.

 

PIRLO: 6. Il regista per eccellenza. Senza di lui la squadra perde geometrie e riferimenti. Potrebbe essere un bene se ti chiamassi Russia o Turchia, ma per l'Italia il suo apporto è uno dei postulati base per gli schemi di gioco. In campo ha fatto il suo dovere senza brillare, unica eccezione la partita con la Francia, nella quale ha sfornato un'ottima prestazione. Ammonizione ampiamente evitabile, ha indebolito la squadra nel momento più delicato. Geometra.

 

GATTUSO: 4,5. Come Materazzi, sembra tornato ai vecchi tempi nel quale il suo nome era legato al comportamento aggressivo in campo. Ringhia, morde, ma tecnicamente non ha quei colpi che qualche anno fa l'avevano fatto rivalutare come centrocampista di qualità oltre che di fatica. Sarà l'età che avanza, ma è tornato a legnare quando non riesce a recuperare l'avversario. Mastino.

 

CASSANO: 5,5. Il più vivace in attacco, l'unico che salta l'uomo e cambia marcia, ma in area perde fiducia e diventa un assistman come tanti. L'unica spiegazione è che uno nato per fare l'attaccante sia stato incaricato di rifornire viceversa di palloni un compagno. Resta il fatto che la Samp è la Samp, la nazionale è la nazionale, ci si aspettava forse troppo da uno con un background di tale incostanza. Colpo in canna.

 

DEL PIERO: 6. Gioca poco ed in quel poco tempo è alquanto ingiusto chiedergli di confermare il suo titolo di capocannoniere del campionato, soprattutto a 34 anni. nell'unico momento in cui serve davvero, ai rigori, viene estromesso. Tramonto.

 

TONI: 3. Fa due cose buone in questo Europeo. Il gol annullato con la Romania e il rigore procurato con la Francia. Per il resto si mangia uno sproposito di gol e dimostra una lentezza nel capire ed inserirsi negli schemi della squadra avvilente. Forma fisica che schiferebbe un bradipo. Dov'è l'eroe di Monaco? Zombie.

 

DI NATALE: 5. Al posto di Toni lui, ma anche gli altri attaccanti lasciati a prendere la polvere in panchina, avrebbero buttato dentro almeno la metà dei gol mangiati dal compagno. Può ritenersi assieme a Del Piero un privilegiato, visto che almeno qualche minuto l'ha giocato, Borriello e Quagliarella manco quelli. Ci si chiede perché li abbia convocati allora. Per quel poco che ha giocato ha fatto il possibile, purtroppo gli è stata negata la sua unica e probabilmente ultima possibilità di mostrare quanto vale in azzurro, soprattutto vista l'età. Dispiace per il rigore sbagliato. Chance negata.

 

Donadoni: 3. Squadra che vince non si cambia, e fosse per il pubblico fino al 2006 l'Italia avrebbe dovuto giocare con la nazionale del 1982. Prova qualche ritocco, ma l'eredità di Lippi è pesante e non ha il carattere di costruirsi una squadra sua. L'ibrido risultante è il mostro di frankenstein. In campo non sostituisce mai gente come Toni, palesemente inutile, e non schiera praticamente mai le nuove leve fresche di nomina. Evidentemente nonostante i cambi di formazione voleva rimettere in campo i giocatori del 2006 per giustificarsi dicendo "la squadra ha perso, ma non è colpa mia, sono gli stessi giocatori che hanno vinto il mondiale". Non interagisce con la squadra, non la capisce, fa la formazione sotto la pressione mediatica e non meritocraticamente, non vuol vedere i risultati del campo, pur di lasciare in campo i "big" (inutili) rappezza come può schierando giovani talenti come DeRossi ed Aquilani fuori posizione e pretende che facciano miracoli. Provinciale.

 

Sinceramente non mi entusiasma il ritorno di Lippi. Ha già dato, è ora di rinnovare tutto, a partire dall'allenatore. Non è detto che perché ha vinto il mondiale 2006 ogni volta che guiderà la nazionale vincerà il torneo, l'ha già dimostrato dopo la prima gloriosa era alla Juve, deludendo con l'Inter. Soprattutto non condivido i potenziali ritorni di Nesta e Totti. Questo non è rinnovare, è minestra riscaldata. Riconvochi allora anche Rossi, Oriali e Cabrini, tanto anche loro hanno vinto qualcosa...

Link to post
Share on other sites

siamo fuori e chi perde ha sempre torto, quindi poco da dire.

 

donadoni verrà mandato via, non vorrei rivedere lippi, ma quasi sicuramente sarà così. francamente avrei preferito un altro allenatore, lippi mi sembra molto la scelta migliore per pararsi il c**o se i prossimi mondiali dovessero andare male.

 

detto questo l'unica cosa che mi dispiace è aver letto tutte queste critiche a toni: non ha giocato bene, ma è stato il giocatore che si è dannato di più là davanti correndo e saltando come un matto. è vero, non ha segnato, ma stare sempre contro due difensori avversari non è facile.

E in ogni caso nell'unica partita in cui è stato servito in maniera ragionevole ha sfiorato 3 volte il gol e procurato un rigore+espulsione del difensore che ci ha cambiato la partita. secondo me il suo europeo è da 5.5/6.

Link to post
Share on other sites
Del Piero 5.5: ha giocato poco, ma qualcosa ha fatto vedere. Difficile giocare a mille se vieni considerato riserva.

Di Natale 4: è un buon giocatore, ma non a livello di un europeo da titolare, specie se la squadra è in difficoltà.

 

Mi sfugge cosa ha fatto Del Piero più di Di Natale per meritarsi 1 punto e mezzo in più. :D Ormai è dal 1996 che si attende che Del Piero trascini l'Italia al successo ma finisce sempre in niente. :D

 

Contrarissimo al ritorno di Lippi in panchina e Totti e Nesta.

 

A Lippi sono contrario anche io. A Totti e Nesta non so. Non devono per forza arrivare fino al 2010 ma giocare qualche partita visto che non abbiamo chissà quali alternative nei ruoli.

 

nell'unico momento in cui serve davvero, ai rigori, viene estromesso.

 

Del Piero stesso ha detto che doveva tirare il quinto e che la decisione l'aveva presa lui. Non è stata una scelta di Donadoni.

 

donadoni verrà mandato via, non vorrei rivedere lippi, ma quasi sicuramente sarà così. francamente avrei preferito un altro allenatore, lippi mi sembra molto la scelta migliore per pararsi il c**o se i prossimi mondiali dovessero andare male.

 

Questo è poco ma sicuro. Con Lippi nessuno potrà mai dire nulla ad Abete sia che vinca sia che perda.

Link to post
Share on other sites

Mi sfugge cosa ha fatto Del Piero più di Di Natale per meritarsi 1 punto e mezzo in più. :D Ormai è dal 1996 che si attende che Del Piero trascini l'Italia al successo ma finisce sempre in niente. :D

 

Se si giudica un giocatore per una prestazione di 10 minuti le critiche vengono facili...Di Natale avrebbe potuto fare molto, se avesse giocato, idem Borriello o Quagliarella.

Da Del Piero ci si aspetta sempre che faccia sfracelli, così come con Toni e Cassano, o con Baggio prima di loro e con qualsiasi altro campione, ma ci si dimentica che possono essere fuori condizione, o molte altre cose. Del Piero quest'anno rullava alla grande, ma ha giocato solo uno spezzone di partita in tutto l'europeo, un po' poco per pretendere miracoli.

 

A Lippi sono contrario anche io. A Totti e Nesta non so. Non devono per forza arrivare fino al 2010 ma giocare qualche partita visto che non abbiamo chissà quali alternative nei ruoli.

 

Ripeto che abbiamo giovani bravi ai quali serve solo giocare per maturare l'esperienza che manca al loro talento.

 

Del Piero stesso ha detto che doveva tirare il quinto e che la decisione l'aveva presa lui. Non è stata una scelta di Donadoni.

 

Un allenatore con più polso gli avrebbe fatto tirare il quarto.

Link to post
Share on other sites

cmq spesso e volentieri si lascia il rigorista più forte per ultimo se non lo si mette per primo....

non è un caso che il primo sia di pirlo solitamente.

 

e poi perchè il quarto dovrebbe essere il rigore determinante??? mi sfugge questa cosa, il fatto che lo sia stato ieri non implica che lo sia sempre... a berlino per esempio è stato il quinto e l'ha tirato il giocatore più in forma del mondiale, e a voler ben vedere è stato decisivo pure il quinto della spagna...

Link to post
Share on other sites

Spero che Lippi non accetti... deve uscire da vincitore, non lo voglio come parasedere di Abete... così come sono contrario al ritorno di Nesta e Totti, anzi, per me gli ultratrentenni di adesso del centrocampo e dell'attacco non dovrebbero neppure partire titolari tra due anni. Anzi, pure della difesa: al centro abbiamo già delle validissime alternative, sui terzini ho le mie remore...

 

e poi perchè il quarto dovrebbe essere il rigore determinante??? mi sfugge questa cosa, il fatto che lo sia stato ieri non implica che lo sia sempre... a berlino per esempio è stato il quinto e l'ha tirato il giocatore più in forma del mondiale, e a voler ben vedere è stato decisivo pure il quinto della spagna...

 

sono d'accordo, tutti i rigori sono determinanti... il primo segna chi rincorre e chi allunga, serve psicologicamente eccetera eccetera... servono 5 rigoristi bravi e un portiere bravo. Avevamo entrambi, ma loro sono stati più forti, pac. (casillas ha beccato pure tutte le direzioni, e ha ammesso di essersi studiato a lungo i rigori italiani... ora per par condicio mi aspetto una papera come quella di Cech contro la russia :D )

Link to post
Share on other sites

altra cosa che mi chiedo...ma si ritenevano tanto superiori o tanto scarsi da non prendere in considerazione la possibilità di finire ai rigori? e se l'hanno presa, perché non studiarsi anche loro portiere e rigoristi spagnoli? non è nulla di strano studiarsi gli avversari, il non farlo in simili eventualità mi sembra sinonimo di superficialità....

Link to post
Share on other sites

e dove sta scritto che non l'hanno fatto???

L'Italia ha fatto gli allenamenti a porte chiuse, per quello che ne sappiamo possono essersi allenati a tirare rigori tutti i giorni per 6 ore al giorno.... cmq prepararsi e studiare gli avversari non equivale a segnarli.

in ogni caso sicuramente li hanno provati, come fa qualunque squadra in competizioni come mondiale ed europeo....

Link to post
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.


×
×
  • Create New...