Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. dopo vari turni anonimi, inevitabili dato il numero dei partecipanti, ne arriva finalmente uno degno del DM! Primo voto scontato a Tyrion, Il secondo è più combattuto, Rhaegar meriterebbe attenzione, ma se dobbiamo strettamente riferirci alla serie e non ai libri e al mondo di Martin allora il personaggio è insignificante Cat mi è insopportabile in entrambe le versioni Rimangono ancora una volta questi benedetti corvi neri, che in un mare di grigi restano ancora i più puliti, voto Yoren, che nel proteggere Aria sembra andare anche oltre il suo dovere, sembra proprio affetto
  3. mah... Il mago di OZ?
  4. Today
  5. primo voto scontatissimo per Tyrion, sia per il personaggio che per l'attore secondo voto per le stesse ragioni a Yoren, è durato poco rispetto agli altri ma per me è riuscitissimo ... e poi, neanche a farlo apposta, Tyrion, Yoren, pare quasi un gioco degli anagrammi
  6. Sicuramente un voto lo do a Catelyn .. Vorrei votare anche Tyrion, ma siccome sicuramente passerà il turno voto Yoren, mi è sempre rimasto impresso come personaggio... Anche Grenn meriterebbe ma i suoi rivali sono una spanna sopra a questo turno
  7. Caro diario, un'altra cosa che non avrei mai pensato di vedere: le mail in cui la mia università chiede aiuto ai suoi studenti per mettere in salvo il patrimonio bibliotecario, con precedenza ai codici antichi. Con l'occasione giro la richiesta anche a chi fosse interessato, perchè si cercano volontari.
  8. Sarebbero da votare tutti ma scelgo Tyrion, quasi d'obbligo e Catelyn Stark. Il personaggio è uno dei più posati e introversi, poche scene di azione, discorsi cool, o momenti di gloria. Tuttavia la trasposizione è fenomenale. Michelle riesce a cogliere benissimo il personaggio. Uno dei migliori attori della prima stagione.
  9. No. Non è space Cowboys e non è la storia infinita. Provate a leggere le parti in corsivo in inglese (levando la parola "Un" a inizio frase - quello è un errore mio, lí quella parola non dovrebbe starci). Magari a qualcuno suona qualche campanella.
  10. Yesterday
  11. tyrion sicuramente prende un voto, anche la versione delle ultime stagioni rimane superiore agli altri personaggi, poi scelgo grenn che era un ottimo comprimario, un po mi dispiace per cat ma la doppia fesseria che combina(rapimento di tyrion e liberazione di jaime)l'ho sempre trovata troppo esagerata per una donna in ogni caso intelligente... sul rhaegar della serie evito proprio di commentare, yoren svolge un ruolo nella prima stagione ma poi esce subito di scena...
  12. Tyrion lannister e Grenn!! Catheline stark è un' impicciona casinista, rhaegar uno sciroccato a mio parere. Yoren fa il suo mestiere ma lo si dimentica subito.
  13. In arrivo la prossima stagione de I medici. La prima aveva dei problemi ma la seconda mi è piaciuta abbastanza.
  14. TRENTESIMO TURNO Yoren Guardiano della Notte mandato a Sud in cerca di reclute. Una volta recuperati i galeotti dalle Celle Nere, riprende il viaggio verso la Barriera con due ospiti d'eccezione: Arya Stark e Gendry Baratheon, entrambi ricercati dai Lannister. Yoren muore proprio tentando di respingere un assalto portato dai Lannister alla carovana. Interpretato da Francis Magee. Catelyn Stark Moglie di Ned e madre dei ragazzi Stark. Cattura Tyrion, creduto mandante del tentato omicidio di Bran, fornendo a Tywin il casus belli perfetto per entrare la guerra. Durante la Guerra dei Cinque Re segue Robb, il Re del Nord, da cui viene inviata in varie missioni diplomatiche, prima dai Frey e poi da re Renly. Libera Jaime sperando che interceda nella capitale per la liberazione di Sansa e Arya. Muore alle Nozze Rosse insieme al figlio e alla maggior parte dei Lord e dell'esercito del Nord. Interpretata da Michelle Fairley. Rhaegar Targaryen Erede di Aerys il Folle e marito di Elia Martell. È lui a innescare la Ribellione di Robert, rapendo proprio al Lord di Capo Tempesta la promessa sposa Lyanna Stark. Grazie alle visioni di Bran si scopre che, in realtà, il “rapimento” era consensuale e dettato dall'amore. Dall'unione di Lyanna e Rhaegar, ghiaccio e fuoco, nasce Aegon Targaryen, meglio conosciuto come Jon Snow. Interpretato da Wilf Scolding. Tyrion Lannister Il Folletto di Castel Granito. Pur disprezzato da padre, ne eredita la mente e la capacità di governo. Dopo la prigionia nella Valle, il patriarca lo incarica di amministrare il regno in sua vece. Giunto Tywin nella capitale per respingere Stannis, viene degratato a Maestro del Conio e costretto a sposare Sansa. Viene ingiustamente accusato del regicidio di Joffrey ma dalla condanna a morte lo salva Jaime. Prima di imbarcarsi per Essos, Tyrion uccide il padre e l'amata Shae. A Meereen diventa Primo Cavaliere di Daenerys e in queste vesti fa rientro a Westeros. Scoperti i natali di Jon, rimane fedele a Dany nonostante i segni di follia che essa mostra. Dopo la fine della Grande Guerra, è fautore dell'elezione di re Bran, di cui diventa Primo Cavaliere. Interpretato da Peter Dinklage. Grenn Recluta dei Guardiani della Notte un po' dura di comprendonio. Alla Barriera fa amicizia con Jon, Sam, Pyp e Edd e con loro vive le avventure oltre la Barriera, le spedizioni contro i bruti e la scoperta del ritorno degli Estranei e dei non-morti. Durante l'assalto di Mance Rayder al Castello Nero, combatte con ferocia, fermando nei cunicoli sotto la Barriera l'avanzata di un gigante, ma pagando l'impresa con la vita. Interpretato da Mark Stanley.
  15. Abbiamo due vincitori animaleschi: Drogon con 12 voti ed Estate con 9 voti. Segue a ruota Gilly con 7 voti. Lontanissimi dalla vetta Maggy la Rana con 2 voti e il povero ser Dontos Hollard con 0 voti.
  16. Ok, direi che abbiamo un problema di rapporti tra CR7 e Sarri.
  17. Sono appassionato di calcio da quando avevo 4 anni e da allora lo seguo e l'ho giocato, anche se sopratutto all'oratorio. Per un certo periodo ho anche fatto da assistente a un allenatore di ragazzini a livello dilettantistico. Uno dei sogni da appassionato sarebbe stato vedere insieme Ronaldo, Adriano, Ronaldinho, Kakà, Denilson e Roberto Carlos (e forse Rivaldo) al massimo della loro forma in un mondiale. Anagraficalmente parlando sarebbe anche stato possibile ma, esclusi Roberto Carlos e Kakà(e forse Rivaldo), proprio i vizi, e probabilmente anche gli stravizi degli altri impedirono questo sogno. Scrivendo questo mi vengono in mente Maradona e la sua positività ad alcune sostanze e i suoi malori, Best e l'alcool, Garrincha e l'alcool e se ci rifletto bene probabilmente me ne vengono in mente anche altri. Ma anche campioni che non hanno avuto problemi fisici dovuti ai vizi, come Messi e le sue difficoltà a rendere in nazonale come al Barcellona (anche se c'è da dire che l'argentina in cui ha giocato lui poteva vantare solo un attacco sopra la media, centrocampo e difesa sono ben al di sotto del livello di quelli che, ad esempio, supportarono Maradona nell'86), Cristiano Ronaldo e la sua difficoltà ad accettare le vittorie degli altri (su tutte il non presentarsi alla premiazione dell'ex compagno di tanti trionfi Modric) e la vecchiaia (sportivamente parlando) che avanza (andarsene dallo stadio prima della fine di una partita a causa di una sostituzione è l'esempio). Per parlare di altri sport penso a Tyson e a tutto quello che gli è accaduto dopo aver raggiunto il successo, a Stoner che lasciò ancora molto giovane dopo aver raggiunto quasi la perfezione perché, a quanto pare, non reggeva più la pressione. Ce ne sarebbero tanti altri ma li lascio a voi. Ci dimentichiamo spesso che si tratta di persone e che (a volte perché non vengono seguite nel modo o dalle persone giuste, a volte perché non reggono la pressione, a volte perché non prendono il cambiamento nel modo corretto o non lo accettano, a volte per la perdita di "fame" e altro), come le persone comuni possono sbagliare o avere i loro difetti. Cosa ne pensate? Quali persogli sportivi ritenuti campioni, o potenziali tali, vi vengono in mente? ps. non ho citato Pantani perché non ci ho ancora capito niente
  18. Potresti chiedere un consiglio a Martin su questo
  19. @AryaSnow, ci sono ancora punti che ti perplimono riguardo questo tema?
  20. Tra il 1829 e il 1830 Giacomo Leopardi compose Canto notturno di un pastore errante dell'Asia, ispirato dalla lettura del Voyage d'Orenbourg à Boukhara fait en 1820 del barone russo Meyendoff; il poeta fu colpito dalla narrazione dei pastori kirghisi dell'Asia centrale, e di come fossero soliti intonare alla luna piena lunghe nenie. Questo idillio racchiude il pessimismo cosmico di Giacomo Leopardi. È incentrato su quelle domande che sempre si ripropongono perché nessuno ha mai dato una risposta universale e definitiva: Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo? Qual è il senso e il significato della vita? Perché siamo sempre insoddisfatti e inquieti? Nella Quiete dopo la tempesta e nel Sabato del villaggio Leopardi svolge il tema dell'illusorieta' e della vanità della gioia umana, nel Canto notturno tratta il tema della vanità stessa della vita per tutti gli esseri viventi. Il più infelice però degli esseri viventi è l'uomo perché è la sola creatura consapevole della propria infelicità, afflitta dal tedio della vita. Il canto è costruito da un susseguirsi di domande e riflessioni, che interrompono l'ideale colloquio tra il pastore, in cui si adombra il poeta, e la luna, che qui non è più la confidente consolatrice come in Alla luna, ma è astro gelido, indifferente, distaccato, simbolo della natura bella e impassibile verso il nostro soffrire. Fa da sfondo al colloquio il paesaggio notturno, silenzioso e sterminato, che accentua il senso di piccolezza dell'uomo nell'immensità del creato, e il senso del mistero che lo avvolge. Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tua vita La vita del pastore. Sorge in sul primo albore Move la greggia oltre pel campo, e vede Greggi, fontane ed erbe; Poi stanco si riposa in su la sera: Altro mai non ispera. Dimmi, o luna: a che vale Al pastor la sua vita, La vostra vita a voi? dimmi: ove tende Questo vagar mio breve, Il tuo corso immortale? Vecchierei bianco, infermo, Mezzo vestito e scalzo, Con gravissimo fascio in su le spalle, Per montagna e per valle, Per sassi acuti, ed altra rena, e fratte, Al vento, alla tempesta, e quando avvampa L'ora, e quando poi gela, Corre via, corre, anela, Varca torrenti e stagni, Cade, risorge, e più e più s'affretta, Senza posa o ristoro. Lacero, sanguinoso; infin ch'arriva Cola' dove la via E dove il tanto affaticar fu volto: Abisso orrido, immenso, Ov'ei precipitando, il tutto oblia. Vergine luna, tale È la vita mortale. Nasce l'uomo a fatica, Ed è rischio di morte il nascimento. Prova pena e tormento Per prima cosa; e in sul principio stesso La madre e il genitore Il prende a consolar dell'esser nato. Poi che crescendo viene, L'uno e l'altro il sostiene, e via pur sempre Con atti e con parole Studiasi fargli core, E consolarlo dell'umano stato: Altro ufficio più grato Non di fa da parenti alla loro prole. Ma perché dare al sole, Perché reggere in vita Chi poi di quella consolar convenga? Se la vita è sventura, Perché da noi si dura? Intatta luna, tale È lo stato mortale. Ma tu mortal non sei, E forse del mio dir poco ti cale. Pur tu, solinga, eterna peregrina, Che sì pensosa sei, tu forse intendi, Questo viver terreno, Il patir nostro, il sospirar, che sia; Che sia questo morir, questo supremo Scolorar del sembiante, E perir dalla terra, e venir meno Ad ogni usata, amante compagnia. E tu certo comprendi Il perché delle cose, e vedi il frutto Del mattin, della sera, Del tacito, infinito andar del tempo. Tu sai, per certo, a qual suo dolce amore Rida la primavera, A chi giovi l'ardore, e che procacci Il verno co' suoi ghiacci. Mille cose sai tu, mille discopri, Che son celate al semplice pastore. Spesso quand'io ti miro Star così muta in sul deserto piano, Che, in suo giro lontano, al ciel confina; Ovver con la mia greggia Seguirmi viaggiando a mano a mano; E quando miro in cielo arder le stelle; Dico fra me pensando: A che tante facelle? Che fa l'aria infinita, e quel profondo Infinito seren? che vuol dir questa Solitudine immensa? ed io che sono? Così meco ragiono: e della stanza Smisurata e superba, E dell'innumerabile famiglia; Poi di tanto adoprar, di tanti moti D'ogni celeste, ogni terrena casa, Girando senza posa, Per tornar sempre là donde son mosse; Uso alcuno, alcun frutto Indovinar non so. Ma tu per certo, Giovinetta Immortal, conosci il tutto. Questo io conosco e sento, Che degli eterni giri, Che dell'esser mio frale, Qualche bene o contento Avrà fors'altri; a me la vita è male. O greggia mia che posi, oh te beata, Che la miseria tua, credo, non sai! Quanta invidia ti porto! Non sol perché d'affanno Quasi libera vai, Ch'ogni estremo timor subito scordi, Ma più perché giammai tedio non provi. Quando ti siedi all'ombra, sovra l'erbe, Tu se' queta e contenta; E gran parte dell'anno Senza noia consumi in quello stato. Ed io pur seggo sovra l'erba, all'ombra, E un fastidio m'ingombra La mente, ed uno spron quasi mi punge Sì che, sedendo, più che mai son lunge Da trovar pace o loco. E pur nulla non bramo, E non ho fino a qui cagione di pianto. Quel che tu goda o quanto, Non so già dir; ma fortunata sei. Ed io godo ancor poco, O greggia mia, né di ciò sol mi lagno. Se tu parlassi sapessi, io chiederei: Dimmi: perché giacendo A bell'agio, ozioso, S'appaga ogni animale; Me, s'io giaccio in riposo, il tedio m'assale? Forse s'avessi io l'ale Da volar su le nubi, E noverar le stelle ad una ad una, O come il tuono errar di giogo un giogo, Più felice sarei, dolce mia greggia, Più felice sarei, candida luna. O forse erra dal vero, Mirando all'altrui sorte, il mio pensiero: Forse in qual forma, in quale Stato che sia, dentro covile o cuna, È funesto a chi nasce il dì natale.
  21. Caro diario, Perché non riesco a costringermi a completare ciò che ho già iniziato e a proibirmi di iniziare nel frattempo nuove cose?
  22. UAHAHA ...lo sapevo che te avresti apprezzato l'indizio IM @Lady Monica Questo invece sembra Il Terzo Uomo ma non i torna con gli anni. Lo butto lì lo stesso.
  23. Neshira

    Indovina il film!

    Space Cowboys (non era un pezzo della Voyager, nel doppiaggio creativo?)
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...