La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Nessuna vera notizia...


Nessuna vera notizia.
Però già il fatto che Martin parli dei suoi progressi con A DANCE WITH DRAGONS è una notizia, di questi tempi.
Lo ha fatto con un nuovo messaggio su Not a Blog, datato 21 aprile.


UNA BUONA GIORNATA DI DANZE

Ieri ho avuto una buona giornata di lavoro su A DANCE WITH DRAGONS.

È l'una del pomeriggio mentre scrivo, e sto maneggiando la mia tazza di caffè mattutina, ancora mezzo addormentato. Una delle cose che accadono quando scrivo bene è che tutti i miei normali impegni se ne vanno fuori dalla finestra. Svanisco dentro Westeros, e perdo la cognizione del tempo nel mondo reale.

Che è ciò che è avvenuto ieri. Ho finito un vecchio capitolo che era stato scritto in parte mesi fa, ho fatto un sacco di lavoro su un capitolo nuovo che ho deciso di aggiungere alla prima parte del libro, ho rivisto un paio di capitoli delle altre sezioni, ho fatto qualche cambiamento strutturale alla scansione degli avvenimenti... in altre parole, ho passato tutto il giorno su DANCE. Quando finalmente ho notato che fuori era diventato buio, erano già quasi le dieci di sera. Ho lavorato ancora un po', finalmente ho messo la parola fine, ho attraversato la strada ed ho fatto la cena di mezzanotte, ma ero troppo preso per andare a dormire... che è un'altra cosa che mi capita quando il libro non molla la sua presa. Così ho guardato quel po' di televisione che TIVO aveva registrato per me prima (oh, adoro il mio TIVO), poi ho letto qualcosa dell'ultimo Bernard Cornwell (eccellente, come sempre), e finalmente sono andato a letto attorno alle tre. E anche a quel punto non mi sono addormentato subito, ma mi sono girato e rigirato a lungo, con la mente piena di Dany e Jon e Q. eccetera eccetera.

È stato il giorno più produttivo che ho avuto negli ultimi mesi, almeno per quel che riguarda DANCE (ho avuto giorni molto produttivi lavorando su WILD CARDS, gestendo contratti e diritti, approvando illustrazioni e disegni e dando note per qualcuno dei prodotti collaterali, eccetera, ma questa è una cosa diversa). Una cosa che ha aiutato è stato che ieri, per qualche ragione, il mondo mi ha lasciato solo. Il telefono non ha mai suonato. Nessuno è venuto a bussare alla mia porta. Nessuno dei miei amici è spuntato fuori inaspettatamente. Non avevo visite dal medico, né appuntamenti per cena, niente in agenda salvo il lavoro. Non sono neppure uscito per la solita passeggiata quotidiana per fare un po' di esercizio.

Ho bisogno di più giorni come questo. Molti giorni come questo. Ecco come DANCE arriverà alla fine. Ho un sacco di amici scrittori che riescono ad entrare e uscire a loro piacimento, che riescono sia a vivere le loro vite sia a fare il loro lavoro, anche lavorando su un progetto la mattina e passare ad un altro completamente differente il pomeriggio... ma questo non ha mai funzionato, per me. Quando tutto va bene, il fatto di scrivere tende ad assorbirmi completamente. E quando "il mondo è troppo per noi", beh, questo mi mette sempre fuori gioco.

Nel passato, d'altra parte, una buona giornata spesso portava ad un'altra, poi un'altra, poi un'altra. Dunque dovete scusarmi, amici. Sto tornando a Westeros...



Cattiva notizia? In fondo lascia intendere di non aver lavorato bene negli ultimi mesi.
Buona notizia? In fondo dice di aver cominciato ora a lavorare bene.
Diciamo nessuna notizia.
Però...


Commenta sul Forum