La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

In memoria di Oberyn: intervista a Pedro Pascal


Fonte: Vulture

La cosa interessante dell’interpretare Oberyn Martell in Game of Thrones, dice Pedro Pascal, è che ha un “grande ingresso” e una “grande uscita”. La prima volta che abbiamo incontrato la Vipera Rossa, lui era nel bordello a scegliere entrambi i sessi per un’orgia, prima di pugnalare una guardia Lannister al polso e minacciare Tyrion. Ma prima di andarsene Oberyn era lì a salvare Tyrion come campione del tanto atteso processo per singolar tenzone, in cui ha ottenuto la sua vendetta in stile Inigo Montoy. Pascal ha parlato con Vulture del colpire sé stesso in faccia per prepararsi alla scena del combattimento, in cui affronta l’uomo più forte del mondo, e riguardo a chi sceglierebbe come suo campione personale.

 

Un processo per singolar tenzone in un’accusa di omicidio è un concetto bizzarro: se il tuo campione sarà in grado di uccidere qualcun altro, questo significa che tu non hai ucciso colui che sei accusato di aver ucciso. Questo per logica è assurdo.
E’ un po’ come il processo alle streghe di Salem. Se sopravvivi a questa orribile tortura fisica significa che sei una strega, quindi ti uccidiamo.
Se non sopravvivi, se sei morto, uh oh! Immagino che tu non sia una strega. Penso che lo show metta in rilievo queste contraddizioni e si rifiuta di darti il tipico senso della giustizia del genere fantasy e in generale della narrazione, sai? Ed è insieme frustrante, affascinante e orribile. La gente ama l’onestà brutale dello show, che è senza compromessi. Ho ottenuto tutti e dieci episodi della stagione prima di volare in Europa e li ho letti con voracità. Sono un fan dello show e all’inizio li ho letti come un normale fan, sai? E quando ho avuto il mio ultimo episodio, sono rimasto impressionato da quanto fosse simile alla scena nei libri.

 

Hai avuto specifici allenamenti per il combattimento per prepararti?
Sì sì. Mi hanno fatto allenare con questo tizio, Master Hu in L.A., qualche settimana prima di volare per il set. E’ maestro di Wushu, che è un’arte marziale acrobatica. Abbiamo usato bastoni di bamboo molto lunghi, e lui ha iniziato a insegnarmi le basi e le possibilità di mosse in combattimento, cose del genere. C’è molto contorcimento nel tuo corpo mentre spingi la lancia. E io ho dovuto andare ad allenarmi per conto mio. Ho comprato un’asta per tende da Home Depot, e avevo questo appartamento vuoto, perché avevo appena ottenuto questo affitto per un nuovo appartamento a Los Angeles. Ho vissuto a New York per la maggior parte della mia vita adulta, ma poi ho iniziato a traslocare a L.A. Quindi disponevo di tutto questo spazio per imparare questa particolare mossa in cui si deve muovere la lancia come l’elica di un elicottero e farle fare quel rumore frusciante. [Ride] Quindi ho fatto pratica in un appartamento vuoto e  mi sono dato dei colpi in faccia. [Ride]

 

Hai avuto tanto tempo per provare con la Montagna?
Hafþór [Júlíus Björnsson] è stato in una competizione di culturisti in Cina ed è tornato con il titolo del terzo uomo più forte al mondo!
E’ abbastanza impressionante. Il nostro coordinatore stunt mi ha detto "Giusto per fartelo sapere, lui è il terzo uomo più forte al mondo. E’ ufficiale.” [Ride] E quindi abbiamo davvero dovuto iniziare a fare le prove immediatamente. Non ho mai fatto niente del genere prima, per quanto riguarda il mio lavoro. Ho fatto tipiche lezioni di combattimento, e ci sono stati ruoli molto fisici sul palco o sullo schermo (una volta ho interpretato un pugile, a ho combattuto con Maggie Q in un episodio di Nikita) ma niente del genere. E sono stato fortunato sotto molti aspetti, perché c’era una squadra per i combattimenti incredibile, e questo gigante molto gentile. Quindi ci siamo divertiti molto. Lo hanno reso facile. Era davvero impegnativo ed io ero molto in soggezione, e volevo farlo bene per lettori, per la produzione e per me. E tutto si è delineato in mio favore. Entrarci era molto spaventoso, ma farlo era la cosa più divertente che abbia mai fatto. Era pazzesco! Con centinaia di comparse che guardavano, molti personaggi principali che guardavano. Era una cosa grande.

 

Credi che sia una delle miglioro scene di combattimento finora?
La cosa divertente è che è uno stile di combattimento che non è ancora stato visto nello show, e questo è abbastanza figo. Ci sono molti combattimenti con la spada fatti con abilità, combattimenti brutali corpo a corpo, davvero disperati ed esplosivi, ma questo è in qualche modo stilizzato, cosa che penso caratterizzi in modo abbastanza figo il personaggio. Lui porta molto di Dorne con sé ad Approdo del Re, con il suo abbigliamento, con tutto il suo aspetto, con il suo accento, con il suo comportamento.
E’ piuttosto figo. Sai, se ci fai caso, ha una specie di abito lungo che gli piace, ma ce ne sono tre diversi. Ne ha uno più elegante che indossa al matrimonio, uno che indossa al Concilio Ristretto, che è una via di mezzo tra l’elegante e il casual. Ho dovuto controllare cosa indossa al processo. Era un vestito festivo? Tipo “Hey, rendiamolo un party!"? [Ride] Perché il processo era una vera burla. E’ stato difficile renderlo prudente durante il processo, perché Oberyn non accetta tali stupidaggini. E’ per questo che si è alleato con Tyrion, ma ha anche un suo obiettivo.

 

Ti è capitato di passare del tempo con George R.R. Martin a Santa Fe di recente.
Già! Ha ristrutturato il suo cinema e ha proiettato il primo episodio lì. L’ha trasmesso in spagnolo per i paesi spagnoli, e poi una seconda volta in inglese, e mi ha invitato. Dopo abbiamo fatto una sessione Q&A con i fans spagnoli e il sindaco, e ho passato del tempo con George R.R. Martin! Ha avuto un assaggio della sangria della Vipera Rossa. [Ride] Non sono riuscito a resistere dallo scuoterlo con molte domande. Gli ho chiesto molte cose sulla sua vita. Come è finito a Santa Fe, come vive lì, il suo lavoro di scrittura per la televisione, cose del genere. E mi sono sentito molto sollevato dal fatto che lui fosse soddisfatto dalla mia performance. Non volevo fare pressione.

 

Se tu avessi un processo per singolar tenzone, chi sarebbe il tuo campione?
E’ una bella domanda. Deve per forza essere una lotta fino alla morte? Siccome sono un maniaco del controllo, potrei farmi avanti io stesso! Se qualcuno manderà tutto all’aria, è meglio che questo sia io. [Ride] Così potrei incolpare solo me stesso. E se si combatte fino alla morte, non mi interesserebbe, perché sarei morto comunque.


Commenta sul Forum